17 Nov 2022

CLIMA DOMESTICO: VERSO UN FUTURO MULTI-TECNOLOGICO E MULTI-ENERGETICO

Immagine

A Milano il meeting Assotermica ha fatto chiarezza sui nuovi scenari per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria nelle applicazioni domestiche. Alberto Montanini, Presidente di Assotermica e Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas ha confermato l’impegno nella transizione energetica.

Immergas sperimenta con Hera a Castelfranco Emilia, per la prima volta in Italia, l’utilizzo in rete di una miscela di idrogeno e gas naturale.

 

Brescello 17 novembre 2022 – Parola d’ordine “Pluralità Tecnologica”, anche in relazione alle prevedibili prossime distribuzioni di incentivi, per aumentare realmente e in modo diffuso su tutti i territori la sostenibilità dei sistemi di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria, tentando di dare concretezza ai grandi obiettivi di sostenibilità, risparmio energetico e decarbonizzazione che l’Unione Europea e ancora prima l’Italia si stanno dando.

«Non c’è, oggi, la soluzione unica e perfetta per ridurre il peso dei sistemi per il clima domestico e l’acqua calda sanitaria favorendo la transizione energetica e centrando gli obiettivi di decarbonizzazione» – ha commentato il Presidente di Assotermica Alberto Montanini aprendo a Milano il meeting L’industria del riscaldamento protagonista della transizione ecologica, verso un approccio vincente alla decarbonizzazione – «un approccio che dovrà essere necessariamente graduale (nella tempistica e nella disponibilità di incentivi) e dovrà essere multi-tecnologico e multi-energetico».

Un nuovo contributo concreto alle scelte che dovranno essere al centro delle politiche europee e nazionali arriva dallo studio condotto dal dipartimento DESTEC dell’Università di Pisa in collaborazione con Assotermica (federata Anima Confindustria) che in tre fasi (l’ultima è prevista nel 2023) analizza le prestazioni energetiche, ambientali ed economiche di diverse soluzioni per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria, anche con combustibili innovativi, facendo riferimento a un set di “edifici tipo” rappresentativi del comportamento energetico medio del parco residenziale italiano. L’obiettivo è quello di confrontare le potenzialità di ogni soluzione, individuando le più promettenti secondo tutti gli obiettivi della transizione.

«Il tema del momento è la concretezza: come mettere a terra soluzioni possibili» - ha detto Federico Musazzi, Segretario Generale di Assotermica – «possibili e realizzabili come la sperimentazione appena avviata dalla multiutility Hera grazie all’impegno di InRete Distribuzione Energia, utilizzando per la prima volta in Italia una miscela di idrogeno e gas naturale nelle reti di distribuzione esistenti. Una sperimentazione messa in campo con il contributo di tutti gli operatori della filiera del gas, dalle società di distribuzione, ai costruttori di equipment tecnologici, fino ai produttori di apparecchi di riscaldamento e a enti riconosciuti a livello internazionale che hanno supervisionato ogni aspetto di sicurezza dell’iniziativa».

Immergas è tra i protagonisti della sperimentazione che coinvolge una trentina di famiglie a Castelfranco Emilia nel modenese.

«Le prime valutazioni dello studio avviato nel 2021» – conferma Paolo Conti, docente dell’Università di Pisa - «mostrano come sia possibile creare una sinergia tra risparmi economici per gli utenti e gli obiettivi energetico-ambientali della transizione energetica. Non è possibile identificare a priori un’unica soluzione universalmente migliore rispetto alle altre sul medio-lungo periodo. D’altra parte lo studio ha evidenziato il potenziale delle pompe di calore a gas e degli apparecchi ibridi, che riescono a unire i vantaggi dell’utilizzo del vettore elettrico e dei generatori di calore a combustione, ottenendo benefici contemporanei su tutti i tre indicatori: ambientale, energetico ed economico. L’utilizzo di idrogeno verde e di biometano in miscela consentirebbe un ulteriore risparmio di CO2 e di energia primaria non rinnovabile».

Sono state comparate le potenzialità delle caldaie a condensazione, delle pompe di calore sia elettriche che a gas e degli apparecchi ibridi rispetto alle vecchie caldaie. Inoltre per tutti i generatori a combustione è stato simulato l’impiego di metano, miscela al 20% in volume di idrogeno “verde”, miscela al 20% in volume di biometano e 100% idrogeno verde.

Secondo Alberto Montanini, Presidente di Assotermica e Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas: «lo studio dimostra come in questo particolare momento storico, in cui è pressante la necessità di ridurre i consumi per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria, gli apparecchi ibridi factory made siano una scelta vincente. Grazie agli ibridi infatti è possibile ottenere convenienza non solo economica ma anche energetica e ambientale, senza dimenticare il tema della sicurezza dell’approvvigionamento. Oltre a questo, trova conferma il principio secondo il quale la vera forza della nostra industria è quella di poter offrire una pluralità di tecnologie, ognuna delle quali ha caratteristiche tali da poter contribuire da protagonista alla sfida della decarbonizzazione».

 

Al meeting Assotermica (in collaborazione con la fiera MCE Expocomfort) hanno partecipato Patrizia Toia, Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia (ITRE) e membro della Commissione per lo Sviluppo che ha ribadito la grande attenzione della Commissione Europea alla “fattibilità” delle scelte che impatteranno sulla vita di tutti i cittadini europei, scegliendo vie percorribili, evitando posizioni ideologiche preconcette (subito “tutto elettrico”, anche senza tenere conto della non fattibilità tecnica ed economica) per arrivare alla decarbonizzazione in collaborazione con le industrie produttrici.

Analogo il tenore del contributo di Federica Sabbati, Segretario Generale di EHI (il corrispondente europeo di Assotermica) e di Raffaele Cattaneo, Assessore Ambiente e Clima Regione Lombardia.

 

Alla tavola rotonda che ha concluso il meeting hanno partecipato: Giovanni Puglisi di ENEA, Federico Brivio di Robert Bosch, Marta Bucci di Proxigas, Stefano Casandrini Direttore Marketing e Comunicazione di Ferroli S.p.A. e Vice Presidente di Assotermica e Rosa Filippini di Amici della Terra.

In contemporanea con il meeting Assotermica a Milano, l'UE ha valutato l’impatto sociale del pacchetto "fit for 55" e il RePowerEU (pacchetto di Direttive e Regolamenti che impatteranno fortemente sul settore del clima domestico dove Immergas si posiziona per il breve, medio e lungo periodo definendo le tecnologie da incentivare e quelle da superare).

«E’ in questo scenario» – ha concluso Alberto Montanini – «che lavoriamo per puntare a

garantire il riconoscimento delle tecnologie principali sviluppate dalle industrie italiane (ibridi in primis) che sono anche basate sul gas e, soprattutto, a non assecondare battaglie ideologiche verso una tecnologia (caldaia) che dimostra, dati Enea alla mano, di avere dato e di poter dare un rilevante contributo alle strategie per il risparmio energetico e per la sostenibilità».

 

 
Share this content

27 Jul 2022

THE PIONEERS OF HYBRID CHANGE

Immagine

Immergas driving new investments to boost the transition to innovative and more sustainable home climate solutions. Chairman Alfredo Amadei: “Leveraging our competitiveness, we’ll continue investing to bring certainty to the market and to our employees around the world”.

 

Always take ”the extra step”. This is the key to Immergas’ growth that has been continuing since 1964 despite the current unprecedented complex scenario: pandemic, war in Ukraine, unparalleled difficulties in the procurement of raw materials and semi-finished products, sky rocketing energy costs.  “The extra step” is what confirms the positioning of Immerfin holding, controlled by the Amadei and Carra families, among the key players of sustainability and energy-saving oriented innovation in home climate systems.  The increase of sales volumes has enabled the company to keep the high investment levels that year after year have anticipated market trends with daring choices, such as the Hybrid Change/Chance (i.e. hybrid systems), which today represents “the extra step” in the challenging transition to innovative and more sustainable home climate systems offered by Immergas heat pumps and hybrid systems that recorded a 250% growth in 2021 sales. 

“Thanks to our competitiveness (8,000,000 boilers sold worldwide)” - remarked the Chairman of Immerfin, Alfredo Amadei – “we will continue investing to make Immergas grow to bring certainty (stability, continuity, evolution opportunities) to the market, designers, installers, retailer chains, end customers and our employees worldwide.  It is thanks to our employees (over one thousand of whom 620 at the headquarters of Lentigione di Brescello) that we can always offer the most suitable solution.  At our Research Center - Laboratorium we are testing advanced solutions: hydrogen, different gas blends, new heat pumps, new photovoltaic systems and many digital solutions to make the home climate control smart both for comfort and for management costs”.

 

2021 results and 2022 outlook – After six months of growth, 2022 is all about increasing sales: “if the deliveries of parts were regular” – points out Alfredo Amadei – “the positive trend would be even stronger, but what counts is our daily commitment to ensure the flow of goods leaving our plants: from Brescello, from Poprad (Slovakia), from our production plant in China, and in Quazvin (Iran) that is about to double in size”.

 

New investments – In addition to the “work in progress” in production plants, acceleration on new technologies is confirmed by projects like the Green Gas Academy, a true point of excellence, to look at the future, when the energy source mix will be increasingly more based on renewables, with the certainty of “the extra step”.

 

Immergas world – Researching new markets .

Alfredo Amadei: “We are living through a momentous and fast transition. Through our presence in more than 50 countries we see opportunities and “the extra step” decided in 2010 when we set up Immerenergy to take on the challenge of the world of photovoltaic energy and energy sources other than gas is now of strategic importance. In 2021 and even more in the first half of this year, the Immerenergy activities targeted to spread hybrid systems have been growing at very positive rates. As is the case of condensing boilers that have been “at home” in Immergas for many years and continue evolving thanks to digital solutions.  In 2021, 65% of the boilers manufactured was sold on foreign markets with successful case histories, such as the case of the Alpha Heating Innovation brand in the UK, Vips Gas in the Czech Republic and many more”.

In Ukraine and Russia, accounting for 2% of Immergas’ consolidated turnover, activities continue.

 

“The extra step” has something new - In the year of its 60th anniversary, Immergas is going to have new solutions to place on the market.  At the right time, as usual: “with no leap forward, but never a step behind. The same strategy adopted for its approach to sustainability, which is an overarching concept for Immergas, a part of its DNA, of the company’s genetic code” concludes Chairman Alfredo Amadei.

 
Share this content

22 Feb 2022

ALLA IMMERGAS BOTTIGLIE 100% GREEN PER TUTTI I DIPENDENTI

Immagine

Il gruppo di Lentigione di Brescello investe per limitare l’uso della plastica in azienda, installando nuove colonnine per erogare acqua e regala ai dipendenti una bottiglia ecologica e termica. Piccoli passi verso una visione sempre più orientata alla valorizzazione dell’impegno nelle strategie ESG.

 

Brescello 22 febbraio 2022 - Una trentina di erogatori di acqua potabile posizionati in tutte le aree produttive e negli uffici della sede centrale Immergas dove lavorano oltre 600 persone e un migliaio di bottiglie ecologiche e termiche, che consentiranno di limitare al massimo l’uso della plastica in azienda.

«Da qualche anno la nostra green vision» – spiega il Presidente Alfredo Amadei – «è sempre più integrata con il nostro storico impegno per le persone e per i territori dove operiamo. La risorsa acqua è preziosa e non sprecarla è il messaggio che vogliamo lanciare. Piccoli passi, certamente, ma concreti e collegati a una visione del nostro futuro sempre più orientata alla valorizzazione dell’impegno nelle strategie ESG (Environmental, Social and Governance Criteria). Siamo convinti che ogni segnale di cambiamento in senso green porterà valore al nostro fare impresa.

Possiamo immaginare che le nuove bottiglie, tutte rigorosamente “rosso Immergas”, permetteranno di eliminare l’utilizzo di circa 200.000 bottigliette di plastica in un anno. La bottiglia è utilizzabile sia in inverno che in estate e le bevande rimarranno calde o fresche fino a otto ore».

Immergas, tra gli obiettivi dell'agenda 2030 dell’ONU, considera positiva la decisione di eliminare la plastica in favore delle bottiglie di alluminio per proteggere l'ecosistema, aiutare il clima e garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo.

Il piano investimenti, già dal 2022, porterà il gruppo che ha chiuso il 2020 con un fatturato consolidato di 283 milioni di euro, che preludono a un aumento nel 2021, verso le nuove frontiere tratteggiate anche dal Green New Deal europeo, puntando sui sistemi ibridi e no gas sviluppando soluzioni per consentire l’utilizzo dei biogas e dell’idrogeno, con soluzioni studiate specificamente per il clima domestico.

 
Share this content

04 Feb 2022

58th IMMERGAS ANNIVERSARY: 8 MILLION BOILERS PRODUCED

Immagine

February 5, 1964 saw the foundation of a company that today is a multinational enterprise dedicated to new home climate solutions focused on sustainability and energy saving, with 1,108 employees worldwide. Immergas invests in people development and achieves a new production record while implementing ESG standards.

 

A new production record for Immergas with the manufacture of boiler number 8,000,000. It is an innovative Victrix Zeus Superior, a wall-hung condensing boiler with a 54 litre stainless steel storage tank, featuring a new design, high hydraulic performance and maximum efficiency, which can take advantage of tax deductions in force with its Ecological Class 6 rating.

The 5th of February is a special day, as it marks the anniversary of the foundation date of the company that Romano Amadei, Gianni Bacchi and Giuseppe Carra created in Brescello in 1964. A small workshop that today is a family-run multinational enterprise, with production plants in Italy, Slovakia, Iran and China, committed to the development of cutting-edge home climate solutions with a strong focus on sustainability, energy saving and empowerment of people.

The Immerfin group led by Romano Amadei includes 1,108 employees worldwide.

«We have invested and continue to invest in processes and products» – comments the President of Immergas, Alfredo Amadei - «but on this special day, the 58th anniversary of Immergas, we want to thank all the people who over almost sixty years have made it possible for Immergas to grow and develop new ideas. Ideas that are not only recently “sustainable”. We have been following the fundamental ESG values (Environmental, Social and Governance Criteria) since the company was taking its first steps, when it had just a few dozen employees. Today we are investing in training and in our “Laboratorium” Research Centre in order to send a clear signal to the market: change has begun and it will be rapid. The guiding idea, which is also the basis of the ESG criteria, is simple: companies are more likely to be successful and generate excellent profits when they create value for all their stakeholders, namely, employees, clients, suppliers and society in general, including the environment, and not just for their owners. This is the company’s perspective. The company is committed now and will continue to be committed when home climate systems will evolve towards new sustainability targets.”

Over the two years of the pandemic, the workforce in the headquarters of Lentigione di Brescello has increased: there are now 610 employees.

«Last year was very challenging: first of all regarding logistics and the supply of raw materials and also in terms of energy costs» – adds Alfredo Amadei – «We are addressing the many uncertainties we face with this certainty: Immergas actively invests in its people in order to remain competitive in Italy and in the world.”

As early as 2022, the investment plan will lead the group - which closed 2020 with a consolidated turnover of 283 million Euro, foreshadowing an increase in 2021 -  towards the new frontiers that have also been outlined by the European Green New Deal, focussing on hybrid and no gas systems and on the use of biogas and hydrogen, with specifically designed home climate solutions.

“As it approaches the 60-year milestone, Immergas is investing in the highest value: the development of its people”, concludes Alfredo Amadei.

 
Share this content

14 Dec 2021

IMMERGAS: 1.000 EURO IN BUSTA PAGA

Immagine

Il gruppo di Brescello ha deciso di premiare i dipendenti impegnati in uno sforzo straordinario per far fronte alle richieste produttive.

 

Brescello 14 dicembre 2021 – Mille Euro nella busta paga di dicembre, che sarà consegnata a gennaio 2022 a tutti i dipendenti Immergas (agli operai, agli impiegati, ai quadri e ai lavoratori somministrati). È questo il “grazie” che l’azienda di Lentigione di Brescello, di proprietà delle famiglie Amadei e Carra, ha scelto di far arrivare a tutti i dipendenti che complessivamente sono oltre 600.

«Lo sforzo congiunto dei nostri collaboratori, a tutti i livelli» - ha commentato il Presidente Alfredo Amadei - «durante la pandemia da COVID-19 e in questo anno complicato dalle difficoltà nel reperimento di materie prime e componenti, hanno garantito una risposta puntuale ad una domanda crescente di caldaie, sistemi ibridi e apparecchi. Con questo premio straordinario Immergas vuole esprimere la sua gratitudine a tutti i suoi dipendenti».

Il 2022 sarà un anno altrettanto impegnativo. L’azienda ha infatti confermato forti investimenti nell’innovazione, che porteranno grandi cambiamenti nei sistemi Immergas: sistemi sempre più digitali nella gestione e basati su fonti energetiche rinnovabili, senza mai dimenticare il primo obiettivo che rimane il comfort climatico delle case in tutto il mondo. Il piano investimenti, già dal 2022, porterà il gruppo verso le nuove frontiere, tratteggiate anche dal Green New Deal europeo, all’utilizzo dei biogas e dell’idrogeno, con soluzioni studiate per il clima domestico.

 
Share this content

Related news
 
INTERNATIONAL IMMERFIN MEETING: LET’S GO GREEN

A meeting in Milan, finally held in person, marks the start of the new global development plans of the group, which is about to end 2021 with a double-digit turnover increase and opens a branch in the Netherlands.

Contacts
 
IMMERGAS S.p.A.
VIA CISA LIGURE, 95 - 42041 BRESCELLO (RE) ITALY
marketing@immergas.com