Related news
 
THE LINE OF THE FUTURE: A GREAT DAY FOR IMMERGAS

In its 50 year anniversary, Immergas inaugurated its new production line in the Brescello plant, before a number of important dignitaries, starting with Graziano Delrio, the State Secretary to the Prime Minister.

Contacts
 
IMMERGAS S.p.A.
VIA CISA LIGURE, 95 - 42041 BRESCELLO (RE) ITALY
marketing@immergas.com
16 Oct 2019

“A CASA TUTTO BENE?” LE SOLUZIONI IMMERGAS - SCENARI PER PROGETTARE, COSTRUIRE E ABITARE

Immagine

Immergas ha partecipato al meeting promosso da Edili Reggio Emilia e da GoldenPath, salute e benessere, che ha riunito al Centro Internazionale Loris Malaguzzi a Reggio Emilia esperti e professionisti attivi in tutta la filiera dell’abitare: dalla progettazione alla costruzione con i contributi dei produttori di impianti e tecnologie.

 

Brescello 16 ottobre 2019 - L’evoluzione del concetto di sostenibilità dell’abitare orientata al comfort, al risparmio energetico e all’efficienza è stata al centro di un meeting promosso da Edili Reggio Emilia e da GoldenPath, salute e benessere, che ha riunito al Centro Internazionale Loris Malaguzzi a Reggio Emilia esperti e professionisti attivi in tutta la filiera dell’abitare: dalla progettazione alla costruzione, con i contributi dei produttori di impianti e tecnologie.

Immergas ha dato pieno sostegno al confronto a più voci aperto dal Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donnini che ha ribadito la necessità di: «Rigenerare il patrimonio edilizio esistente per realizzare lungo la via Emilia un futuro fatto di città più sostenibili. É questa la scelta che abbiamo fatto e che portiamo avanti anche con incentivi per chi rigenera edifici esistenti e si avvale dei concorsi di progettazione».

Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas, è stato tra i relatori del focus “comfort e salubrità degli spazi abitati”. Montanini ha presentato le soluzioni Ibride Immergas che erano al centro anche di uno stand allestito nel contesto del meeting: «l’85,3% dei consumi di una casa è legato al benessere e al comfort, quindi per affrontare le sfide del futuro è necessario ragionare con un’ottica integrata: non è più sostenibile considerare l’impianto di riscaldamento, il condizionamento, l’acqua calda sanitaria, il trattamento dell’aria come cose separate. Solo integrandole con un gestore intelligente e con il complesso delle soluzioni tecnologiche installate nell’edificio, si potrà fare un reale passo avanti verso la sostenibilità e Immergas vuole lavorare in questa direzione anche aiutando tutta la filiera delle costruzioni a recepire i tanti cambiamenti che abbiamo di fronte a livello normativo, offrendo consulenza e supporto a progettisti e installatori».

Molto interesse ha suscitato la riflessione di Marcello Balzani, Presidente di Clust-ER Build di Bologna: l’associazione di imprese, centri di ricerca, enti di formazione che condividono competenze, idee e risorse per sostenere la competitività del settore dell’edilizia e costruzioni. Immergas è tra i soci di Clust-ER Build: «In Emilia Romagna» - commenta Marcello Balzani - «abbiamo creato una rete di competenze che può sviluppare un vero laboratorio sull’abitare del futuro per dare soluzioni concrete e applicabili».

L’idea del meeting è di Mauro Carretti che ha fondato GoldenPath a Reggio Emilia per dare un approccio interdisciplinare al tema del benessere anche nel costruire e nell’abitare: «Credo che il dialogo tra diverse professionalità legate alla progettazione e costruzione dell’abitazione» – commenta Mauro Carretti - «non possa prescindere dal benessere psicofisico di chi abiterà la casa e per questo abbiamo organizzato il primo confronto a più voci. Altri ne seguiranno».

Il meeting che prevedeva il riconoscimento di crediti formativi per architetti, ingegneri, geometri e periti era patrocinato da Comune e Camera di Commercio di Reggio Emilia.

 
Share this content

14 Oct 2019

IMMERGAS: CALDAIE PIÙ ECOLOGICHE PER LE CASE CINESI

Immagine

All’opening day del nuovo stabilimento Immergas China ha partecipato il Console Generale d'Italia a Shanghai Michele Cecchi. É un investimento da 3 milioni di Dollari per produrre caldaie a gas studiate per il mercato asiatico. La produzione è già iniziata con 25 addetti che a regime potranno salire a 100. Il fatturato atteso nel primo anno è intorno ai 20 milioni di Euro.

 

Brescello 14 ottobre 2019 - Immerfin ha inaugurato ufficialmente nel Distretto Nazionale per l’Alta Tecnologia di Changzhou in Cina il suo terzo polo produttivo all’estero.

Dopo il radicamento in Slovacchia e l’avvio della start up in Iran è arrivata anche l’espansione in terra cinese.

«Investimenti come quello realizzato da Immerfin» - ha detto Michele Cecchi, Console Generale d’Italia a Shanghai a margine della cerimonia inaugurale - «hanno la capacità di sviluppare la penetrazione del Sistema Italia in Cina e al contempo di potenziare gli scambi di know how in un settore come quello dell’efficienza energetica, della sostenibilità ambientale e della qualità della vita, che vede l’Italia sempre più apprezzata in Cina. L’Italia e la Cina sono legate da oltre duemila anni. Gli scambi di merci sono sempre stati accompagnati da scambi di cultura, idee e progetti. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha sottolineato più volte la necessità di consolidare una nuova Via della Seta, per rafforzare la collaborazione reciproca ed è in questa direzione che continueremo a impegnarci».

Il nuovo polo produttivo Immergas China è stato completato nell’arco di pochi mesi, con un investimento pari a 3 milioni di Dollari; sarà dedicato alla produzione di caldaie a gas destinate al mercato asiatico, progettate e testate nel nuovo Centro Ricerche inaugurato a fine 2018 nell’headquarter di Brescello (Reggio Emilia).

«Le prospettive di crescita nel mercato cinese sono legate al cambiamento del mercato e delle normative legate al clima domestico» – ha commentato Alfredo Amadei, Presidente Immergas SpA e Presidente Immergas China - «le nostre soluzioni avranno un appeal crescente perché anche in Cina vi è una sempre maggiore consapevolezza verso il rispetto dell’ambiente e il risparmio energetico, elemento che influenzerà le scelte per la gestione del clima nelle città da parte delle municipalità e quelle dei clienti finali che puntano sempre di più al comfort delle loro abitazioni. Sicuramente nella fase di avvio della nuova unità produttiva cinese, il know how per lo studio dei prodotti e delle nuove soluzioni rimarrà nell’headquarter di Brescello ma nei prossimi anni contiamo di trasferire competenze creando un dipartimento ricerca e sviluppo dedicato al mercato asiatico. La Cina è vasta, ma la filosofia Immergas non cambia: vogliamo formare un gran numero di installatori con il nostro stile di servizi pre e post vendita che uniti alle parti di ricambio originali porteranno il valore aggiunto dei nostri prodotti nelle case cinesi».

L’investimento deciso da Immerfin si inserisce in una fase di grande cambiamento per il settore del clima domestico in Cina: «Cinquant’anni fa Immergas ha cambiato la sua produzione dalle stufe a gas alle prime caldaie, per cogliere le opportunità legate alla metanizzazione della Pianura Padana e del Nord Italia» – ricorda Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas – «il gas ha rappresentato un cambiamento storico negli anni sessanta e settanta in Italia e ora anche la Cina sta scegliendo la strada del riscaldamento pulito. Il Ministro dell’Ambiente cinese, Li Ganjie, ha annunciato che sarà progressivamente abbandonato il riscaldamento a carbone a favore di un riscaldamento domestico a gas naturale ed elettrico, partendo dalla Cina settentrionale entro il 2021. Il piano è dedicato a 28 fra le maggiori città cinesi nelle provincie di Hebei, Shandong, Henan e Shanxi, comprese le megalopoli di Beijing e Tianjin, e mira a sostituire oltre 150 milioni di tonnellate di carbone entro il 2021, in gran parte con gas naturale».

La produzione firmata Immergas China è già iniziata con 25 addetti che a regime potranno salire a 100 per un fatturato atteso, nel primo anno di attività, intorno ai 20 milioni di euro.

«Le sinergie tra la casa madre italiana e la nuova realtà cinese si sono rivelate molto positive» – aggiunge Bruno Rinaldi, General Manager Immergas China - «il team engineering e il team operation di Immergas hanno curato in tutte le fasi l’avvio della linea produttiva, sia nella progettazione che nella installazione e nel collaudo finale. Grande attenzione è stata posta alle procedure legate alla sicurezza del lavoro e alla salubrità dell’ambiente di lavoro. La prima caldaia Talos 24 kW monotermica è uscita dallo stabilimento il 16 aprile scorso ed è già stata installata in un’abitazione cinese. Abbiamo rispettato in pieno i piani e questo è un buon segnale. Il nuovo stabilimento con la linea di caldaie espressamente studiata per la Cina consentono di guardare a una nuova fase di sviluppo, nonostante la complessità del mercato cinese che rimane altamente competitivo».

La presenza di Immergas lungo la Via della Seta è datata 1998 con le prime esportazioni verso Pechino seguite, nel 2003, dalla creazione della prima filiale cinese. Lo stabilimento Immergas China è nato su un’area totale di 5.300 metri quadrati (due capannoni): 2.700 metri quadrati dedicati alla produzione, 1.300 metri quadrati per gli uffici, e 1.300 per la logistica e il magazzino.

«Il nuovo polo produttivo in Cina, il terzo all’estero dopo Poprad in Slovacchia e Qazvin in Iran» – commenta Gionata Carra, Consigliere di Amministrazione Immerfin che ha seguito lo sviluppo di tutte le unità produttive Immerfin all’estero – «nasce in una zona strategica dal punto di vista logistico, nel cuore della regione dello Jiangsu, facilmente raggiungibile da Shanghai. In questa area c’è la più importante concentrazione di aziende specializzate nella componentistica dedicata alla costruzione di apparecchi per il riscaldamento ed anche dal punto di vista delle vendite è una collocazione interessante poiché Changzhou si trova a metà tra Shanghai a Nanjing, zona attraversata dal fiume Yangze tra quelle a maggior potenziale per la commercializzazione delle caldaie murali. In Slovacchia siamo ormai arrivati a 5 linee produttive e abbiamo investito complessivamente 10 milioni di Euro, in Iran la linea produttiva dedicata a quel mercato ha comportato investimenti per 2 milioni di Euro, mentre in Cina siamo partiti investendo 3 milioni di Dollari. Certamente essere presenti sul mercato cinese da vent’anni ha reso la fase di avvio dell’unità produttiva, della produzione e il reperimento delle risorse umane cinese più facile. Abbiamo scelto di presidiare direttamente il mercato cinese con un’unità produttiva, perché i numeri di caldaie vendute sono decisamente interessanti, oggi e in prospettiva. I target nella fase di avvio sono stati raggiunti in breve tempo, quindi i complimenti vanno a tutto il team Immergas che ha sviluppato il “progetto China”».

 
Share this content

16 Sep 2019

IMMERGAS INVESTE SUL CAIUS CLUB

Immagine

Da 15 anni il Gruppo offre servizi avanzati in esclusiva a oltre 27.000 professionisti del settore termotecnico. Il Presidente Alfredo Amadei: «Il forte orientamento alla sostenibilità e all’innovazione tecnologica con i sistemi ibridi sarà al centro dei nuovi progetti aziendali».

 

Brescello 16 settembre 2019 - L’ultimo socio iscritto è Pietro, 37 anni, installatore di caldaie e sistemi ibridi avanzati, che porta a 27.287 il numero di soci del Caius Club Professional.

«In quindici anni» - spiega Alfredo Amadei Presidente Immergas - «abbiamo sviluppato servizi mirati che, attraverso un continuo sviluppo delle tecnologie, supportano i nostri soci nell’affrontare le sempre nuove sfide del risparmio energetico, del comfort e della sostenibilità».

L’idea di creare un club è stata lanciata nel 2004 da Camillo Scotti, all’epoca Direttore Commerciale e Marketing, in occasione del 40° anniversario dalla fondazione di Immergas.

Il Caius Club è dedicato esclusivamente ai professionisti del settore termoidraulico: installatori, progettisti, distributori di idrotermosanitari, Centri di Assistenza Tecnica Autorizzati Immergas e imprese edili.

«La chiave di questo successo» - commenta Alfredo Amadei - «è nel nostro DNA aziendale, che punta sempre a valorizzare la competenza e la professionalità per inserire i prodotti in impianti realizzati a regola d’arte. Come? Attraverso servizi qualificati, esclusivi e gratuiti, forniti da un team di esperti che lavora ogni giorno in sinergia con chi sul territorio installa le soluzioni Immergas. Oggi i sistemi ibridi e le soluzioni che nascono dal nuovo Centro Ricerche inaugurato da quasi un anno nella sede centrale di Brescello, impongono processi di aggiornamento sempre più accelerati e continui. Su questa base continueremo a investire in Italia e anche all’estero». Il Caius Club Professional ha raggiunto i 10.000 soci in Italia nel primo anno di vita. Nel 2014, l’anno del 50° anniversario di Immergas, che coincideva con i primi 10 anni di vita del Caius Club, la guida del progetto è passata da Camillo Scotti ad Alfredo Amadei. «Il numero di iscritti è salito a 27.287» - spiega Alessia Galvani, Caius Club Immergas - «e nel portale www.immergas.com che contiene la sezione dedicata al Caius Club continuano a pervenire richieste di adesione. Il Caius Club è formato da persone che lavorano per le persone: desideriamo creare e mantenere un rapporto di stima e di fiducia con i nostri soci, per collaborare e crescere insieme».

I servizi sono diversificati e vanno dal credito al consumo (pagamento a rate), alla progettazione e ai sopralluoghi, dalle newsletter tecnico-normative, alla consulenza e ai preventivi, garantendo sempre il continuo aggiornamento dei software, molto utili ai soci nello svolgimento quotidiano della propria professione.

Il Caius Club garantisce informazioni complete sui nuovi prodotti e aggiornamenti sulle normative vigenti, anche attraverso pubblicazioni tecniche e un’area nel sito internet riservata ai soci con informazioni e vantaggi aggiuntivi.

«Le nuove richieste di adesione registrano il picco in occasione della fiera MCE Expocomfort a Milano» – conclude Alfredo Amadei – «è la rassegna più importante del settore e anche dal 17 al 20 marzo 2020, per la 42 esima edizione, accoglieremo i professionisti, soci e potenziali soci, nella casa di Caius Camillus con nuove iniziative».

Nell’ultima edizione di MCE (nel 2018) sono stati quasi 13.000 i soci del Caius Club Professional che hanno visitato l’area riservata nello stand Immergas.

I prossimi 15 anni del Caius Club non possono che iniziare con un grazie, che unisce idealmente chi ha ideato e sviluppato nel corso di questi anni le attività e i servizi, ai tanti utilizzatori che hanno dato significato a questo progetto, un investimento che Immergas ha fortemente voluto e in cui continua a credere fortemente.

 
Share this content

20 Jun 2019

PEDALARE GREEN, CON IMMERGAS È PIÙ FACILE

Immagine

In occasione del Giro d’Italia Giovani Under 23 il Comune di Sorbolo Mezzani ha potenziato la nuova pista ciclabile che collega Sorbolo Mezzani a Bogolese, inaugurando una pensilina per la ricarica delle biciclette elettriche realizzata con le tecnologie ImmerEnergy.

 

Brescello 20 giugno 2019 - Pedalare lungo le “vie del Cibo” che portano nel cuore della Food Valley parmense d’ora in poi sarà più facile, anche per i tanti cicloturisti che sceglieranno la bicicletta elettrica come mezzo di trasporto sostenibile al 100%. In occasione del Giro d’Italia Giovani Under 23 il Comune di Sorbolo Mezzani ha infatti potenziato la nuova pista ciclabile che collega Sorbolo Mezzani a Bogolese, inaugurando una pensilina per la ricarica delle biciclette elettriche realizzata con le tecnologie ImmerEnergy.

«In oltre dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili» – spiega Alessandro Carra, Vice Presidente Immergas e Direttore di ImmerEnergy - «abbiamo realizzato e in gran parte stiamo gestendo con servizi di manutenzione, oltre 500 impianti fotovoltaici destinati sia all’uso civile che industriale. Le nuove normative europee impongono, anche per gli edifici della Pubblica Amministrazione, soluzioni sempre più integrate tra fronti energetiche tradizionali (come il gas) e rinnovabili (come il solare termico e fotovoltaico). In questo scenario ImmerEnergy lavora in stretto contatto con Immergas per offrire sistemi ibridi sempre più avanzati e intelligenti, capaci di coniugare il risparmio energetico con il comfort del clima nelle case e negli uffici».

Il taglio del nastro con protagonista la maglia rosa del Giro d’Italia Giovani Under 23 Andres Camilo Ardila, atleta della Selezione Colombiana è un segnale importante:

«Il progetto della pensilina per la ricarica delle bici elettriche lungo la ciclabile» – spiega il Sindaco di Sorbolo Mezzani Nicola Cesari – «è inserito in una visione più ampia. Guardiamo alla sostenibilità con l’obiettivo di avviare realizzazioni concrete e fruibili. La collaborazione con ImmerEnergy (la divisione energie rinnovabili di Immergas) per le tecnologie, con il caseificio sociale Bassa Parmense che ha concesso l’area e con la Bandini e Cantarelli di Sorbolo Mezzani che ha curato la struttura, ha consentito di sviluppare la pensilina di ricarica, creando una vera area di sosta per i cicloturisti. L’inaugurazione coincide con l’ambito riconoscimento Riserva Biosfera Mab UNESCO, che il comune di Sorbolo Mezzani ha ottenuto in occasione della trentunesima sessione del Consiglio Internazionale di Coordinamento del Programma MaB che si sta svolgendo in questi giorni a Parigi».

Le tecnologie fotovoltaiche installate sul tetto della pensilina da ImmerEnergy (impianto fotovoltaico su pensilina di potenza 2 kWp), garantiscono il servizio di ricarica in 20-40 minuti (oltre 6.000 cicli di ricarica all'anno), anche quando i pannelli non sono in grado di erogare l’energia sufficiente grazie alla gestione intelligente con la rete elettrica.

Le postazioni di ricarica Evo-Bike realizzate dalla Giulio Barbieri di Ferrara possono ricaricare contemporaneamente due e-bike.

La pista ciclabile Sorbolo Mezzani - Bogolese è lunga circa 4 Km e si inserisce in un percorso di 30 Km, che da Parma arriva al Po. Una valenza provinciale e regionale sottolineata, al momento del taglio del nastro, da Marco Bosi Vicesindaco del Comune di Parma, da Diego Rossi Presidente Provincia di Parma e Massimo Iotti Consigliere Regione ER. I lavori per la costruzione della pista ciclabile sono durati circa un anno e sono stati interamente finanziati dal Comune di Sorbolo Mezzani.

«La visione dello sviluppo orientata alla sostenibilità a 360°, il forte legame con i territori dove operiamo e il sostegno attivo allo sport (specialmente a quello giovanile)» - spiega Alfredo Amadei Presidente Immergas – «sono valori fondanti per Immergas e per ImmerEnergy. La pensilina per le e-bike è solo un tassello che si unisce ai forti investimenti che mettiamo in campo per ridurre l’impatto ambientale, sia dei nostri prodotti, che del nostro ciclo produttivo. Su questa strada stiamo lavorando e continueremo a pedalare, perché ci sentiamo impegnati come imprenditori, nel dare un contributo sempre più concreto, guardando prima tutto alle nuove generazioni che sono il nostro futuro».

Il Giro d’Italia U23 2019, una tra le corse a tappe più prestigiose del calendario internazionale, ha messo di fronte il meglio del panorama ciclistico: 31 squadre (quasi la metà dall’estero) e oltre 300 atleti, senza contare la “carovana del giro” che ha fatto base al centro sportivo di Sorbolo Mezzani, dove Immergas e ImmerEnergy hanno allestito uno stand, per la partenza della quinta tappa Sorbolo Mezzani - passo del Maniva.

«Per Immergas, dopo il saluto al Giro d’Italia del 2014 e la sponsorizzazione dei Mondiali Under 21 di Rugby nel giugno 2015, la partecipazione, anche con ImmerEnergy, al Giro d’Italia Giovani Under 23 è la conferma di un impegno» – conclude Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione di Immergas – «puntiamo sui giovani per diffondere una sempre maggiore consapevolezza sulla necessità di investire nella sostenibilità».

 
Share this content

13 Jun 2019

IMMERFIN IS GROWING: SALES UP 16% IN 2018

Immagine

The financial statements of the Immerfin group report a consolidated turnover of € 311.1 million, 70% of which was generated in foreign markets. The massive investments made in Italy (the new Laboratorium research centre) and the ones under way in China (production plant) open new growth perspectives.

 

Brescello 13 June 2019 - In 2018, the Immerfin group that controls Immergas, Italy's leading brand for condensing boilers, reported a 16% sales increase compared to 2017. In terms of overall volumes, more than 400,000 appliances were sold around the world, with many countries reaching penetration levels that had never been achieved before in 55 years of industrial activity in the home heating field.

In the area of wall-mounted gas boilers, the market share of Immerfin group brands (Immergas and Alpha) stood at 15% in Italy, 6% in Europe and 4% worldwide.

«In 2018, thanks to our massive investments in product innovation and manufacturing processes» - confirmed Alfredo Amadei, Immergas chairman- «we also saw an increase in the sale of systems designed for the professional channel and of those based on new green technologies (heat pump and hybrid systems); in Italy, we have reached the leading position in the hybrid generator sector, with a share of over 30%.

A positive result that we want to build on and exceed in the future, thanks also to the creation of the new Laboratorium Research Centre in Lentigione di Brescello (inaugurated in October 2018 with an investment of 6 million euro). In addition, the Immerfin Group is expanding its geographic footprint both in Italy, with the launch of new growth projects, and abroad, through an upgrading of pre and post-sale services, with the aim of replacing the large number of installed units, amounting to over 7 million units».

In 2018, the Immerfin group reported a turnover of 311.1 million euro

(+ 15.77% over 2017 when the figure was 268.7 million euro).

The profitability margins are steadily supporting the investment plan that allows Immergas to maintain its high competitiveness.

The 2018 financial statements of the Immerfin Group closed with a profit of 14.4 million euro, which sets the ROE at 5.63%.

In 2018, export figures reached 70% of the consolidated turnover, thanks also to the excellent performance in European markets:  Hungary (+27%), Romania (+21%), Bulgaria (+43%), Czech Republic (+27%), Poland (+21%), Slovakia (+12%), Russia (+5%) and Ukraine (+2%). Sales were also up in Algeria (+53%) and Greece (+58%).

Immerspagna, the new company controlled by Immerfin with headquarters in Madrid, reported a 52% increase, which bodes well for 2019 too.

In China, where the production of boilers started a few weeks ago at the new plant built in the National high technology district of Changzhou with an investment of 3 million euro, the Immerfin Group reported a 19% sales increase in 2018: «A very good sign» - added Alfredo Amadei - «in view of the opening ceremony of the production facility (scheduled in September 2019), we hope it will replicate the success achieved in 2008 by Immergas Europe in Poprad, which now employs 100 people».

«The indicators we gathered in the early months of 2019» – concludes Alfredo Amadei – «confirm the upward trend. Several new projects have been launched in Italy and abroad, involving our sales network and service organization, aiming at the replacement of old boilers, from which we expect good results also in terms of profitability».

 
Share this content

16 May 2019

IMMERGAS ON THE "SILK ROAD"

Immagine

The new production facility set up in Changzhou will be officially opened before the end of this year. The first boiler geared to the Chinese market has already been produced.

 

Brescello 16 May 2019 - The ribbon cutting ceremony at the new Immergas production facility in the National high technology district of Changzhou in China, is due to take place in the second semester of 2019. The news was confirmed by the Chairman Alfredo Amadei and by Bruno Rinaldi, General Manager for Immergas China at the opening of the first line for production of the new boilers designed for the Chinese market.

«The first Talos 24 kW boiler produced in China» – explains Immergas Chairman Alfredo Amadei – «confirms the development plans started with investments in our headquarters in Lentigione di Brescello (production lines upgrade and new Research Centre - Laboratorium) and in the Immergas Europe production facility in Slovakia. The global dimension of Immergas, which continues to be an Italian-controlled multinational (headed by the Amadei and Carra families), will enable the Immerfin group to consolidate and improve the position reached in 50 markets around the world by investing in products and systems that are increasingly innovative and designed for home comfort, energy saving and environmental sustainability».

During the visit of Italy’s Premier to China, Bruno Rinaldi attended the meeting organized by the Italian Ambassador in China, Ettore Sequi. In that context, Premier Giuseppe Conte announced: the Government’s constant efforts to support firms that are planning to invest in China. We have opened a new avenue, we are participating in this new “Silk Road” with great future prospects, confident that it will lead to great economic opportunities. I have met a large delegation of Italian entrepreneurs and we have laid down the bases for further agreements.

«The objective» concluded Alfredo Amadei « is to produce a range geared exclusively to the Chinese market, with construction and quality principles to suit that market, but in the way that we consider most correct: products combined with pre and after-sale services plus great focus on loyalty building with our partners. Immergas always places customers at the centre and this strategy is coming with us around the world».

 
Share this content

26 Mar 2019

ALBERTO MONTANINI VICEPRESIDENTE ANIMA

Immagine

Alberto Montanini è stato eletto Vicepresidente con delega alla Politica Industriale all’interno della Federazione ANIMA.

 

Brescello 26 marzo 2019 - L’ing. Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas è stato eletto Vicepresidente con delega alla Politica Industriale all’interno della Federazione ANIMA, di cui fa parte anche Assotermica, l’associazione dei produttori di apparecchi e componenti per impianti termici, che rappresenta la quasi totalità delle industrie produttrici di apparecchi e componenti destinati al comfort climatico ambientale. Alberto Montanini, che mantiene anche la carica di Presidente Assotermica, dialogherà con il Governo su molti temi. Il nuovo Presidente di ANIMA Confindustria Meccanica Marco Nocivelli ha infatti affidato a Montanini il compito di accreditare la federazione e le sue associazioni a livello politico sia nazionale che europeo, coordinando le esigenze di tutti i settori rappresentati da ANIMA. All’interno di questa delega sono comprese tutte le tematiche di nostro interesse, quali l’energia, Industria 4.0 e tutte le attività correlate come la sicurezza e l’ambiente. «Immergas è impegnata in un profondo processo di rinnovamento» – commenta il Presidente Alfredo Amadei – «orientato alla sostenibilità, al risparmio energetico e al comfort del clima domestico con l’obiettivo di contribuire in Italia, in Europa e nei Paesi del mondo dove opera al miglioramento del clima. Anche l’impegno ai vertici associativi è la conferma di questa visione, che per avere successo non può che essere condivisa e sviluppata coralmente da tutti gli attori: i produttori, i consumatori e tutte le autorità che hanno il potere di agire positivamente per contenere gli effetti negativi del cambiamento climatico che tutti abbiamo di fronte».

ANIMA - Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica varia e affine è l'organizzazione industriale di categoria che in seno a Confindustria rappresenta le aziende della meccanica, un settore che occupa 214.000 addetti per un fatturato di oltre 47,4 miliardi di Euro e una quota export/fatturato del 60,8% (consuntivo 2017).

Alberto Montanini è quindi parte della squadra di quattro Vicepresidenti che vanno a completare la struttura del Comitato di Presidenza per i prossimi quattro anni.

 
Share this content

19 Feb 2019

ENERGIE PER LA SCUOLA ARRIVA IN PIEMONTE

Immagine

Il programma di educazione alla sostenibilità lanciato da Immergas ha già raggiunto oltre 30 scuole e 4.300 alunni in 6 regioni italiane. In Piemonte il Sindaco di Asti Maurizio Rasero ha accolto con favore l’iniziativa avviata con riscontri positivi alle scuole primarie Baracca e Ferraris e secondaria di primo grado Jona. Gli incontri didattici sul risparmio energetico continueranno grazie alla collaborazione tra Immergas e il Centro Assistenza Tecnica Autorizzato Calorclima.

 

Brescello 19 febbraio 2019 - Il programma di educazione alla sostenibilità Energie per la Scuola, dopo Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Marche e Friuli Venezia Giulia è arrivato anche in Piemonte e grazie alla collaborazione con il Centro Assistenza Tecnica Autorizzato Calorclima di Asti si svilupperà anche nei prossimi mesi dopo i primi incontri che hanno visto protagoniste 13 classi, delle scuole primarie Baracca e Ferraris e della scuola secondaria di primo grado Jona di Asti.

Le giornate dedicate al risparmio energetico sono state l’occasione per incontrare il Sindaco di Asti Maurizio Rasero: «Le iniziative legate alla sostenibilità in un territorio come il nostro sono centrali per affrontare le sfide che ci aspettano» - conferma il Sindaco – «ho scelto di partecipare all’iniziativa didattica alla scuola Jona senza presentarmi e senza interrompere l’incontro proprio per capire l’approccio di Immergas. Ho verificato una grande e attenta partecipazione. Investire sui giovani mi pare l’unica strada per fare della sostenibilità un impegno quotidiano e in questo modo arriviamo anche alle famiglie. Le aziende che operano sul nostro territorio, come Immergas, possono essere un valido alleato in questo processo di cambiamento».

Asti conta quasi 80mila abitanti, un tessuto economico vivace, partendo dalla filiera dei vini e dell’Asti Doc, e una lunghissima storia che rivive ogni anno nel Palio storico a cavallo, il più antico d’Italia. Asti è legata al territorio "I Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato", iscritto alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco ormai da cinque anni.

«Energie per la scuola» – commenta Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas – «ha ottenuto i risultati migliori proprio quando l’amministrazione comunale, come è avvenuto in Emilia Romagna, in Lombardia e ora in Piemonte, sostiene con convinzione la diffusione nelle scuole delle iniziative lanciate da Immergas in occasione del 50° dalla fondazione nel 2014. In pochi anni Energie per la scuola, che rimane completamente gratuito per le scuole, ha raggiunto oltre 4.300 studenti, in oltre 30 scuole primarie e secondarie di primo grado di 6 regioni. Ma c’è di più. Immergas grazie ai risultati ottenuti con il programma Energie per la scuola ha sottoscritto con il MIUR (il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica) un protocollo d’intesa per diffondere il format didattico a livello nazionale e l’inserimento nell'Albo delle Imprese Amiche della Scuola di Confindustria. Abbiamo le competenze, la capacità e l’organizzazione e nel 2019 contiamo di raggiungere molte altre scuole in altre regioni oltre a consolidare le esperienze finora avviate».

Le sinergie create con i docenti delle scuole hanno prodotto risultati positivi, confermati anche a Asti.

«Noi affrontiamo le tematiche legate al risparmio energetico e alle fonti energetiche nelle lezioni di scienze e di tecnologia» - conferma Alessandro Cutelli, professore di tecnologia della scuola secondaria di primo grado Jona di Asti – «e abbiamo aderito al progetto Energie per la scuola di Immergas per approfondirle attraverso esperienze concrete ed esperimenti. L’attenzione è alta perché il riscaldamento globale appare ogni giorno di più un tema centrale proprio per i nostri studenti».

«Siamo un’azienda giovane e attenta a queste tematiche. Abbiamo aderito con entusiasmo al programma Energie per la scuola e dopo i primi incontri con gli studenti e con l’Amministrazione Comunale» – spiega Alessandro Abramo, titolare di Calorclima - «grazie al supporto formativo che ci ha garantito Immergas vogliamo continuare questa esperienza di sensibilizzazione sui temi del risparmio energetico, portando avanti in altre scuole (nell’area di Asti le scuole primarie e secondarie di primo grado sono 28 con circa 15.000 studenti) impegnandoci in prima persona nel condurre gli incontri nelle scuole».

Il Centro Assistenza Tecnica Autorizzato Calorclima di Asti è attivo dal 2005 e nello stesso anno ha avviato la collaborazione con Immergas che ha portato a una significativa crescita sul territorio astigiano. Calorclima ha scelto di iniziare il 2019 portando per la prima volta in Piemonte il programma Energie per la scuola.

 
Share this content

05 Feb 2019

55Th IMMERGAS ANNIVERSARY 7 MILLION BOILERS PRODUCED

Immagine

February 5, 1964 saw the foundation of a company that today is a multinational enterprise dedicated to new home climate solutions focused on sustainability and energy saving. Immergas invests in development and achieves a new production record.

 

Brescello 5 February 2019 - Immergas celebrates the 55th anniversary of its foundation, 5 February 1964, and achieves a new production record: “Boiler number 7,000,000” - states the President of Immergas, Alfredo Amadei - “has just left the production lines of the Brescello plant. It’s a significant result, achieved by constantly investing in the improvement of industrial performances through training supported by the gradual introduction of new levels of automation to meet the challenges brought by the new regulations concerning sustainability and energy savings and by the Industry 4.0 technologies. Immergas has shown its total commitment to pursuing the road of innovation by inaugurating its new research centre at the end of 2018 and preparing for the 2019 opening of the Chinese plant in Shanghai, which follows on the well-established plant in Poprad, Slovakia. The global vision of Immergas is firmly rooted in 55 years of industrial activity: from the first steps taken by the founders Romano Amadei, Gianni Biacchi and Giuseppe Carra, who sensed the potential of the increasingly widespread use of methane gas, to the new horizons involving renewable energy and hybrid systems, to provide answers to the new demands for environmental comfort and sustainability that become more pressing every day.”

The record of 7,000,000 Immergas boilers rests on the company’s annual growth, with the production in 2018 of about 350,000 boilers in the main headquarters of Brescello (Reggio Emilia) and in the Europe Immergas plant in Poprad, Slovakia.

“It’s a result that is also made possible by the dedication of the people who every day for 55 years have been driving Immergas forward” - adds Alfredo Amadei. - “Focusing on people and on the quality of work has been the guiding principle that Immergas has always followed and that we want to continue following in the future.”

 
Share this content

29 Jan 2019

I CONSIGLI IMMERGAS PER BENEFICIARE DEL BONUS CASA “RISTRUTTURAZIONI”

Immagine

Immergas mette a disposizione, da diversi anni, un supporto tecnico per l’applicazione delle normative fiscali e per la scelta dei prodotti e sistemi più adeguati; offre, inoltre, un servizio di aggiornamento sulle detrazioni applicabili ai propri prodotti.

Il presente testo, pertanto, vuole porre l’attenzione su conferme e novità – anche retroattive –recentemente introdotte dalla legge sulla detrazione 50% Irpef “Ristrutturazioni”.

 

La Legge di bilancio n. 205/17 ha introdotto, a partire dal 2018, la “comunicazione ENEA” che deve essere inoltrata telematicamente, entro 90 giorni da fine lavori, per molti interventi – finalizzati al risparmio energetico e all’uso delle fonti energetiche rinnovabili – che beneficiano della Detrazione 50% Bonus Casa (rif. art. 16-bis, D.P.R. n. 917/86 e s.m.i.). 

La Legge di Bilancio 2019 ha confermato la detrazione dall’Irpef, in 10 anni, del 50% delle spese di ristrutturazione – fino ad un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare – e la comunicazione ENEA.

 

L’obbligo di comunicazione, è bene sottolinearlo, è retroattivo per il 2018 e riguarda anche interventi impiantistici in cui i prodotti Immergas sono abitualmente utilizzati: 

 

installazione di collettori solari termici per ACS e/o riscaldamento ambienti;
sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto;
pompe di calore per climatizzazione ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;
sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto; 
scaldacqua a pompa di calore; generatori di calore a biomassa;
installazione di impianti fotovoltaici (solo per usi domestici e fino a 20 kWp).

 

Il termine di 90 giorni per effettuare la comunicazione all’Enea decorre dal 21 novembre 2018 per gli interventi conclusi prima dell’attivazione del portale, ovvero tra il 1° gennaio e il 21 novembre 2018 (termine ultimo: 18 febbraio 2019). 

Per lavori realizzati tra il 22 novembre e il 31 dicembre 2018 occorre inviare i dati richiesti entro 90 giorni dalla data di fine lavori.

Occorrerà, invece, attendere l’attivazione dell’apposito portale per trasmettere i dati relativi agli interventi completati nel 2019.

 

Ulteriori informazioni, oltre che sulla Guida rapida “detrazioni ristrutturazioni” pubblicata nel portale http://www.acs.enea.it/ristrutturazioni-edilizie/, sono disponibili nella sezione Agevolazioni Fiscali del sito www.immergas.com, recante gli approfondimenti e tutti i documenti utili per la detrazione Bonus Casa, oltre che per l’Ecobonus, l’Iva agevolata al 10% e il Conto Termico 2.0.

 

 
Share this content

10 Dec 2018

IMMERGAS: 1 MILLION VIEWS ON YOUTUBE

Immagine

The official channel of the company from Brescello has been active since 2011 and already contains 186 videos. Communication via social media grows and addresses all potential users at 360°: from end customers to installers with an increasing attention also for international markets.

 

Brescello 10 December 2018 - One hundred thousand views on the Immergas Italia channel in November 2015, 1 million in December 2018.

An exponential growth that adds to a strong communication activity on social media that Immergas implements every day with continuous updates.

The official Immergas Italia channel has been active on YouTube since 31 August 2011 when the strategic value of communication through videos was not as evident as it is now.

«The video, statistic data confirm, is an increasingly more relevant element in B2B and B2C buying processes – explains Ettore Bergamaschi, Immergas Operating Marketing and Communication Director – 90% of users state that videos are useful in the buying process. These data will be the basis for our future choices».

With more than 1.9 billion users that access every month and 1 billion hours viewed every day, YouTube continues growing not only worldwide, but also in Italy.

One million views is an important signal: «We have been investing for seven years to improve our dialogue with the market in general – explains Ettore Bergamaschi – with the video channel we speak with customers, suppliers, installers and designers, but also with the institutions of the areas where Immergas operates in Italy and abroad.  A commitment to provide updated contents that is rewarded also because it promotes our innovative services as was the case of Formula Comfort Extra and, more recently, of the mini-series videos of Mr. Cat».

Immergas has produced 186 videos by since 2011.

 
Share this content

22 Nov 2018

PREMIO DI LAUREA DOTT. CAMILLO SCOTTI

Immagine

Consegnato a Simone Aiolfi il Premio di Laurea “Dott. Camillo Scotti” per una tesi sul Trade Marketing. Continua la collaborazione con l’Università di Parma per la ricerca di nuovi talenti e per lo sviluppo di competenze sempre più avanzate.

 

Brescello 22 novembre 2018 - ”Oggi parlare di Trade Marketing significa parlare di tutte le azioni strategiche, operative e organizzative che un produttore deve sviluppare per conquistare il mercato intermedio della distribuzione e della clientela commerciale aziendale”. E partendo da questa visione di Edoardo Fornari, Professore Associato all'Università di Parma, dove è titolare degli insegnamenti di Marketing Management e Retail Branding and Image che Simone Aiolfi, trentuno anni, cremonese, si è laureato in Economia con il più classico dei 110 e lode vincendo al contempo la prima edizione del Premio di Laurea lanciato nel 2016 nel primo anniversario della scomparsa di Camillo Scotti, per molti anni Direttore Commerciale e Marketing di Immergas.

«Fin dalla sua fondazione, nel 1964, Immergas ha scelto di puntare sui giovani talenti – ha spiegato il Presidente Alfredo Amadei – e in quest’ottica tanti ragazzi e ragazze sono entrati in azienda. Nel marzo del 1977 Camillo Scotti, 27 anni compiuti da poco, era uno di loro. Allora Immergas contava 34 dipendenti e fatturava meno di 1 miliardo di Lire. Oggi il fatturato si avvia verso i 300 milioni di euro e la forza lavoro nel mondo supera le 1.000 unità. L’importanza del marketing che in Immergas viene seguito a 360°: dal marketing tecnico a quello strategico a quello operativo è diventata, anno dopo anno, più evidente. Dallo sponsor (dal latino garante) Caius Camillus, creato nei primi anni ottanta da Camillo Scotti che ha lavorato in Immergas per 37 anni, fino alle più innovative e attuali soluzioni di comunicazione nell’era digitale, Immergas si è sviluppata tenendo sempre al centro il dialogo con rivenditori, installatori e progettisti che in tutta Italia e nel mondo scelgono le nostre soluzioni per il clima domestico orientate all’efficienza energetica e alla sostenibilità. L’aver affidato all’Università di Parma il compito di evidenziare nuovi talenti del marketing è anche la conferma del legame di Immergas con i territori dove è nata e cresciuta e con il mondo della scuola, a tutti i livelli, come appare chiaro anche dal Protocollo sottoscritto con il MIUR (il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica) per diffondere in tutte le scuole elementari e medie il progetto Energie per la Scuola lanciato in occasione del 50° Immergas».

Il Premio di Laurea “Dott. Camillo Scotti” del valore di 5.000 euro è stato consegnato a Simone Aiolfi dal Presidente di Immergas Alfredo Amadei e dalla famiglia Scotti (i figli Michele, che lavora in Immergas, e Susanna, la moglie Mariolina Fiorani e la sorella Cristina) nel Lab 5 della Domus Technica, il polo didattico dedicato alla formazione avanzata dei tecnici del settore termotecnico. L’Università degli Studi di Parma, grazie al contributo di Immergas, aveva istituito il riconoscimento a favore di laureati ai Corsi di Studio Magistrali del Dipartimento di Economia autori di una tesi di laurea sul tema “Le strategie di marketing e le politiche commerciali nell’ambito delle aziende industriali”.

«La distribuzione – ha spiegato Simone Aiolfi nel corso della cerimonia di consegna del Premio di Laurea - attraverso i suoi canali distributivi e i suoi intermediari fa sì che i prodotti arrivino materialmente ai consumatori finali. Svolge quindi un ruolo centrale nel progresso di sviluppo delle aziende. Le tendenze in atto portano verso nuove evoluzioni legate anche allo sviluppo delle tecnologie digitali e di questo tutte le imprese dovranno occuparsi nei prossimi anni se vogliono mantenere alta la competitività».

È lo stesso spirito che anima il team marketing Immergas, una tensione costante verso l’innovazione che si abbina alla ricerca sui nuovi prodotti e sulle tecniche di gestione aziendale più avanzate.

Hanno seguito il programma di lavoro legato all’istituzione del Premio di Laurea il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Parma unitamente al prof. Pier Luigi Marchini, il prof. Davide Pellegrini e il prof. Edoardo Sabbadin affiancati per Immergas da Mirko Orlandini, Direttore Risorse Umane Immergas e dal Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Ettore Bergamaschi.

«L’Università di Parma – ha commentato il prof. Pier Luigi Marchini (UniPr) – dialoga ormai da molti anni con le imprese per realizzare progetti finalizzati allo sviluppo di competenze sempre più adeguate alle sfide che i mercati mondiali impongono. La collaborazione con Immergas che oltre al Premio di Laurea si è sviluppata anche sulle tematiche legate al controllo di gestione si inserisce in questo contesto».

Al termine della cerimonia per la consegna del Premio di Laurea, Simone Aiolfi ha fatto visita al museo aziendale, che giusto un anno fa è stato dedicato alla memoria di Camillo Scotti.

 
Share this content

19 Nov 2018

IMMERGAS: VENDUTE NEL MONDO OLTRE 6 MILIONI DI CALDAIE

Immagine

Il Presidente Alfredo Amadei annuncia l’ennesimo record produttivo che diventa il nuovo punto di partenza per affrontare le sfide globali, potendo contare su impianti produttivi in Slovacchia e per il 2019 sul nuovo stabilimento in costruzione in Cina.

 

Brescello 19 novembre 2018 - Nel 2018 Immergas vedrà salire la produzione fino a 350.000 caldaie. È un incremento sensibile rispetto al trend consolidato da alcuni anni e coincide con un nuovo record conquistato in questi mesi superando i 6 milioni di caldaie vendute nel mondo con i marchi Immergas e Alpha Heating Innovation.

Oltre un terzo è già posizionato nella fascia alta del mercato, nel segmento dei generatori di calore ad alta efficienza.

Erano 5 milioni il 2 dicembre 2013 (nel 2002 i primi 2 milioni di caldaie, nel 2006 i 3 milioni, nel 2009 i 4 milioni) e questo dato segna un importante sviluppo anche rispetto alle 4.800.000 caldaie attive nel mondo, che era il dato registrato nel momento del 50° dalla fondazione (nel 2014).

«È un risultato reso possibile anche grazie alla dedizione delle persone che ogni giorno da 54 anni spingono avanti Immergas – commenta Alfredo Amadei - alla fine del 2017 la forza lavoro complessiva è arrivata a quota 1.000, di cui 600 in Italia, nella sede di Lentigione di Brescello dove la progressiva introduzione di nuovi processi automatizzati, nell’ottica imposta da Industry 4.0, ha già portato a un innalzamento della qualità e della sicurezza sul lavoro. Lo sviluppo della fabbrica digitale, nella visione 4.0 di Immergas, è strettamente collegato con lo sviluppo delle persone che rimangono l’asset centrale e il patrimonio più rilevante per costruire il nostro futuro e rimanere un campione nazionale leader in Italia, da molti anni, nel segmento delle caldaie tradizionali e in quello a condensazione».

Anche nei prossimi anni il flusso degli investimenti mirati a mantenere alta la competitività rimarrà costante, intorno ai 3 milioni di euro l’anno e saranno concentrati al 90% in Italia con un occhio sempre attento al mercato globale grazie al nuovo stabilimento in fase di realizzazione in Cina, nell’area di Shanghai, che produrrà le prime caldaie nel corso del 2019.

 
Share this content

05 Oct 2018

IMMERGAS PRESENTA IL LABORATORIUM

Immagine

Il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini ha inaugurato il nuovo Centro Ricerche e Sviluppo a Lentigione di Brescello. É un investimento da 6 milioni di euro realizzato per creare il polo high tech dedicato alle nuove tecnologie per il clima domestico e avviare una nuova fase di crescita con l’obiettivo di arrivare oltre i 300 milioni di euro di fatturato.

 

Brescello 5 ottobre 2018 - A dieci anni dalla posa della prima pietra della Domus Technica, il polo didattico dedicato alla formazione avanzata dei tecnici del settore termotecnico, Immergas ha inaugurato il nuovo Centro Ricerche e Sviluppo, il “Laboratorium”, realizzato in meno di due anni, nella sede centrale a Lentigione di Brescello nonostante lo stop ai lavori imposto dall’esondazione del torrente Enza nel dicembre del 2017.

É un investimento da 6 milioni di euro, in totale autofinanziamento, che Immergas ha messo in campo per migliorare la sua competitività.

«Il Laboratorium è una finestra sul futuro, sul nostro futuro – spiega Alfredo Amadei Presidente Immergas – e l’abbiamo aperta nello stesso luogo dove oltre 50 anni fa Immergas è diventata una piccola industria. É la conferma della nostra propensione al cambiamento e della tensione verso il miglioramento continuo. Quando sono entrato in Immergas, tren’anni fa, il mio primo lavoro era all’interno di quello che allora era laboratorio e ufficio tecnico. Oggi la forza di un’impresa si vede dalla decisione con cui ci si avvia sulla strada del cambiamento, dell’innovazione e della trasformazione. La costruzione del nuovo Laboratorium conferma la volontà di fondare il futuro sul solidissimo saper fare di tutti i dipendenti attivi nel mondo nei poli produttivi Immergas e sulle conoscenze più avanzate. Abbiamo avviato una nuova fase di crescita con l’obiettivo di arrivare oltre i 300 milioni di euro di fatturato anche grazie alla nuova unità produttiva che apriremo in Cina nel 2019, l’anno del 55° dalla fondazione di Immergas, al potenziamento dello stabilimento di Poprad in Slovacchia e alla start up in Iran. Vogliamo continuare a offrire in tutto il mondo la miglior soluzione per il clima domestico e tutti i servizi collegati».

Immergas dall’inizio dell’anno ha registrato un aumento di vendite del 13% rispetto al 2017, sia in Italia che sui mercati esteri dove è presente.

«Il nuovo Centro Ricerche e Sviluppo – ha aggiunto Alessandro Carra Vice Presidente Immergas – sarà un volano di crescita importante anche per le attività sulle energie rinnovabili che abbiamo avviato nel 2010 creando la ESCO (Energy Service Company) ImmerEnergy. Oggi puntiamo molto sull’efficientamento energetico in tutte le tipologie di costruzioni, civili e industriali. Sono interventi chiavi in mano che cercano valore con risparmi concreti e misurabili. Avere a disposizione laboratori avanzati e nuovi profili professionali darà vita a sinergie sempre più forti e le nuove soluzioni tecnologiche diventeranno più rapidamente reali».

“Se non si può misurare, non si può migliorare”. É partendo da uno dei punti fermi dell’imprenditoria più innovativa che Immergas ha progettato e realizzato la nuova area ricerche e sviluppo in grado di fornire una risposta ampia e metodologicamente completa alla crescente richiesta di informazioni e dati su cui costruire le nuove scelte strategiche.

 

 

 

All’inaugurazione del Centro Ricerche ha partecipato il Prof. Luca Mercalli, Presidente della Società Meteorologica Subalpina: «le nostre case sono una delle maggiori fonti di spreco energetico ma anche di bollette sempre più salate quindi, per prima cosa, bisogna ridurre gli sprechi. Isolare la casa e cambiare modalità di riscaldamento è un investimento che ritorna in tempi certi e verificabili. É fondamentale capire quello che realisticamente ognuno di noi può fare oggi per migliorare la sostenibilità e andare nell’ottica del risparmio energetico e altrettanto fondamentale è il lavoro di ricerca delle imprese come Immergas sulle soluzioni che nei prossimi anni consentiranno di avere case dove la qualità dell’abitare si abbina al risparmio energetico e all’uso di fonti rinnovabili».

 

«L’Emilia Romagna si conferma un’area territoriale capace di attrarre e generare nuovi investimenti – ha sottolineato il Presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini - perché possiamo contare su professionalità esclusive, formate anche grazie agli investimenti fatti sull’alta formazione e dalle aziende. Così come paga l’aver puntato sull’internazionalizzazione. I risultati importanti che stiamo cogliendo su tutti gli indicatori economici e sociali ci spingono a lavorare per permettere di correre ancor più forte alle eccellenze industriali che investono per migliorare la competitività puntando sull’innovazione».

 

«Avere realtà industriali importanti nel territorio - ha ribadito il Sindaco di Brescello Elena Benassi – è fonte di ottimismo per il futuro e verificare i concreti investimenti realizzati è la conferma che la prospettiva è di crescita. Abbiamo di fronte molto lavoro da fare ma sappiamo di contare su sensibilità molto concrete e su aziende che fanno del legame con i territori dove sono nate un valore trainante».

 

«La sfida è prima di tutto culturale e presuppone quel “fare insieme” che impedisce la dispersione delle singole energie. Insieme rinsalderemo le relazioni necessarie per condividere visioni e progetti - ha sottolineato Fabio Storchi, Presidente di Unindustria Reggio Emilia – partendo dalla Fabbrica nella quale la Persona è al centro. Dobbiamo dare il giusto valore alla Fabbrica che cambia e si muove verso l’innovazione orientata alla sostenibilità a 360°, come abbiamo visto oggi in Immergas, ai giovani con le loro speranze, alla volontà di fare insieme per realizzare un modello di sviluppo capace di conciliare la competitività delle imprese con l'equità, l'inclusione e la coesione sociale».

 

«Le politiche orientate a Industry 4.0 - ha precisato Andrea Bianchi, Direttore Area Politiche Industriali, Confindustria – finora hanno dato risultati positivi. È su quella strada che tutti devono continuare a camminare per garantire al Sistema Italia e al made in Italy un futuro all’altezza del ruolo che occupiamo in Europa e nel mondo. Questo ci aspettiamo dal Governo e dall’Europa».

 

La nuova struttura permetterà al team R&S guidato dal Direttore Mauro Guareschi di lavorare meglio e più velocemente per alzare gli standard qualitativi, già elevati, in tutte le fasi: dalla progettazione alla produzione su scala industriale con analisi dettagliate e con tutte le prove per la marcatura CE e per le attività di Certificazione con Enti extra-europei.

Guido Simonazzi, Direzione Servizi Generali Immergas, ha coordinato i lavori di costruzione che hanno impegnato lo studio EFA di Parma (Arch. Emilio Faroldi), Stahlbhau, Automazioni Bigliardi, Torreggiani, Rainieri e Fava Arredamenti.

All’inaugurazione del nuovo Centro Ricerche è stata abbinata una mostra con le fotografie scattate durante i lavori di costruzione dal fotografo Luigi Bussolati. Le immagini sono raccolte anche nel volume: “La forza dell’Innovazione “.

 
Share this content

30 Jul 2018

IMMERGAS IN SPAIN

Immagine

Our 25-year presence on the Spanish market is key to the creation of the 11th branch worldwide, in partnership with the Sanchez-Seco family. The new company located in Madrid aims at doubling market shares already in 2018.

 

Brescello 30 July 2018 - Immerfin is speeding down the road to internationalization. Having set off the project to create a new production unit in Changzhou, China’s National Hi-Tech District (the third one abroad after Slovakia and Iran), Immergas boosts its network of branches worldwide with equity investment in Immerspagna.

This is its eleventh direct branch and it will contribute to make up, together with a commercial network spread in 50 Countries, almost 70% of revenue that is expected to grow to 280 million Euro for 2018.

This represents the evolution of a commercial business dating back to 1994, when Camillo Scotti, then Sales Manager, laid the foundations for the development phases to come.

«The Spanish market has changed in many ways in recent years and, although it is always among the most competitive in the world, we believe there is ample space to state our philosophy: to offer a package of high quality standard products paired with an excellent pre and post-sale service. We decided to take this important step - Alessandro Bianchi, Immerspagna’s Vice President of Operations explains – together with our Spanish partner, the Sanchez-Seco family that in recent years has been contributing to uphold Immergas prestige in Spain and to whom we are especially thankful. We have already defined together a three-year development plan, that will allow us to boost the organizational structure and our aim will be to sell at least 15,000 Immergas units per year».

Immerfin now owns 80% of Immerspagna. The Sanchez-Seco family holds the remaining company shares.

«Immergas presence on the Spanish market is very well established – explains Alfredo Amadei, Immergas and Immerspagna Chairman– and we have the right partner to launch a new development phase aimed at both expanding our ground in Spain and developing more innovative hybrid solutions for home climate control».

We have a team of 15 people working in Spain (10 of those are agents) coordinated by Laura Sanchez-Seco. Gregorio Sanchez-Seco and his son Carlos will manage the technical and post-sale side through Gremisat, the company that collaborates in more than 70 Authorized Technical Assistance Centres throughout the country.

«Immergas technical assistance service in Spain has always guaranteed the maintenance of more than 100,000 boilers installed – says Laura Sanchez–Seco - and the new expansion plan is based on this foundation of continuity and trust. In the sector of home climate control the Spanish and Italian markets are very similar and this is the reason why the synergies with the Italian parent company will be even stronger».

 
Share this content

10 Jul 2018

IMMERGAS E AFRICA: NUOVE OPPORTUNITÀ IN CAMERUN

Immagine

L’incontro con il console onorario in Italia Ildo Morelli organizzato a Reggio Emilia da CNA Industria, prelude a una missione per valutare collaborazioni in vista della Coppa d’Africa di calcio 2019, che sarà ospitata nella capitale Yaoundé. Immergas può fornire sistemi per il clima domestico e per l’acqua calda sanitaria.

 

Brescello 10 luglio 2018 - In Africa si aprono nuove opportunità per le aziende italiane e Immergas ha partecipato a un incontro organizzato a Reggio Emilia da CNA Industria.

«Il Camerun offre molte opportunità - hanno sottolineato in videoconferenza dalla capitale Yaoundè i delegati alle attività produttive – anche in vista di un evento di grande rilevanza come la Coppa d’Africa di calcio che nel 2019 sarà ospitata in Camerun. Sono possibili, visto che la moneta del Camerun è agganciata all’Euro, collaborazioni commerciali, per avviare attività produttive e programmi di formazione imprenditoriale. Il sistema delle piccole e medie imprese italiane può essere un modello per lo sviluppo del Camerun».

Andrea Benassi, Export Area Manager, accompagnato da Sandro Zanichelli, Consulente Marketing Tecnico Immergas, ha commentato positivamente l’esito dell’incontro.

«Immergas non è ancora presente in Camerun – ha detto Benassi – ma nel paese c’è disponibilità di gas e si aprono opportunità per i sistemi di climatizzazione, per quelli dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria (necessaria anche per ospedali, scuole e altre strutture pubbliche). In più ImmerEnergy può fornire un know- how importante sui sistemi basati sulle energie rinnovabili e sull’efficientamento energetico».

Il Camerun è una Repubblica unitaria dell’Africa Equatoriale, poco più grande più dell’Italia, che conta quasi 24 milioni di abitanti.

«È un paese politicamente e socialmente stabile e questo equilibrio ha consentito lo sviluppo dell'agricoltura, di strade, ferrovie e di un'importante industria legata al petrolio e al legname – ha spiegato il Console Onorario in Italia Ildo Morelli –. È guidato dal Presidente Paul Biya che guarda con grande favore alle collaborazioni con l’Italia».

«Le imprese dell’area reggiana e in generale emiliana – ha concluso il Presidente di CNA Industria Alfeo Carretti – possono giocare una carta importante in Camerun, prima di altri competitor, e le aziende di dimensioni più grandi, come Immergas, possono fare da traino per una missione imprenditoriale dove far confluire tutta l’offerta delle nostre aziende».

I contatti avviati saranno sviluppati nei prossimi mesi, partendo dall’invito al Console del Camerun per una visita in Immergas.

 
Share this content

29 Jun 2018

IMMERGAS: QUALITÀ CERTIFICATA ISO 9001:2015

Immagine

Nello stabilimento di Brescello e a Poprad in Slovacchia è terminato il percorso di adeguamento delle nuove norme che mettono in grande evidenza il valore dell’impegno a tutti i livelli sui temi del miglioramento continuo. L’obiettivo rimane l'efficacia e l'efficienza nella realizzazione dei prodotti e nell'erogazione dei servizi per ottenere ed incrementare la soddisfazione del cliente.

 

Brescello 29 giugno 2018 - Immergas ha ottenuto con diversi mesi di anticipo rispetto alle scadenze fissate a livello internazionale la certificazione alle nuove norme ISO 9001:2015.

È un altro passo avanti, l’ennesimo, sulla strada del miglioramento continuo nella produzione dei più avanzati sistemi per il clima domestico e nei servizi ai clienti.

«Immergas investe in qualità con l’obiettivo di ottimizzare continuamente prodotti e servizi fin dalla sua fondazione – spiega Alessandro Carra, delegato dal consiglio di amministrazione Immergas in materia di sicurezza, qualità e ambiente e consigliere di amministrazione Immerfin - e già nel 1994 ha ottenuto la prima certificazione ISO 9000».

Al team guidato da Stefano Fiori, Responsabile Qualità, Metodi e Procedure di Immergas, dopo tre giornate di audit approfondito, è stata rilasciata da TÜV Italia la certificazione ISO 9001:2015 per la progettazione, fabbricazione ed assistenza post vendita di caldaie a gas, scaldabagni a gas e relativi accessori.

Gli ispettori di TÜV Italia hanno sottolineato: il forte coinvolgimento di tutti i responsabili di processo e dei collaboratori intervistati che hanno messo costantemente in evidenza le conoscenze degli obiettivi definiti dalla direzione e una forte propensione ad agire per il loro raggiungimento. Il sistema di Gestione per la qualità risulta, per i principali nuovi requisiti introdotti con la nuova revisione della norma ISO 9001, ottimamente strutturato e diffuso tra i responsabili.

Il percorso verso la ISO 9001:2015 è stato completato nello stabilimento di Brescello e in quello di Poprad in Slovacchia e la stessa procedura sarà estesa anche allo stabilimento che nascerà in Cina nei prossimi mesi.

La norma ISO 9000 è stata pubblicata per la prima volta nel 1987. Sono passati oltre trent’anni e sono state introdotte diverse revisioni: nel 1994, 2000, 2008, 2015 e ora la quarta che introduce come novità: il Risk Based Thinking, l’analisi del contesto interno ed esterno, il collegamento con la strategia aziendale e agli altri sistemi di gestione e rimarca l’importanza della misurazione della sua efficacia in correlazione ai risultati. La nuova norma ISO 9001:2015, così come per le altre nuove norme ISO concernenti i Sistemi di Gestione, è stata pensata una nuova struttura denominata HLS – High Level Structure, articolata su 10 punti. La nuova revisione punta ad adeguare la struttura delle norme e quindi l’approccio complessivo ai Sistemi di Gestione al modello PDCA (Plan-Do-Check-Act) per il miglioramento.

 
Share this content

08 May 2018

IMMERGAS OPENS A NEW FACTORY IN CHANGZHOU

Immagine

In the year that marks the twentieth anniversary of their presence in China, the Immerfin group is investing 3 million Dollars to create a new production unit, the third one abroad after Slovakia and Iran, in operation from 2019. More investments are being made in Italy too, with the inauguration of the new Research and Development centre. The next goal is to increase turnover to over 300 million euro.

 

Brescello 8 May 2018 - Exactly twenty years have passed since Alfredo Amadei followed Marco Polo's "Silk road" to take the first Immergas boilers to China. «Today we are ready to start a new phase of growth in that market too – announced Alfredo Amadei, current Chairman of Immergas – we have built strong relationships through our well-established presence in Beijing and Shanghai. We have clients who deliver our products throughout China. The turnover is growing and there is increasing demand for advanced HVAC solutions, like the ones developed by Immergas. It is for these reasons, and to leverage our investment in China, that we assessed the feasibility of a new production unit in the National high technology district of Changzhou, designed to serve the local market. A clear choice that confirms Immergas's positioning in the HVAC market in China. In the first phase, we will have an area of 5300 square metres».

The investment started by Immergas amounts to approximately 3 million dollars and is in parallel with the creation of an innovative Research and Development Centre in the Lentigione (Reggio Emilia) headquarters, which will be inaugurated in the next few months.

«These are two important investments – commented Alfredo Amadei – and they are synergistic. The boilers that we are going to produce in China, exclusively for the Chinese market, are based on 4.0 manufacturing engineering which we developed in our Lentigione lines and in our foreign plants, they will be designed and tested in the new Research and Development Centre, whose broad focus encompasses hybrid and no gas technology. The future of Immergas will follow these guidelines: internationalization (of production as well as sales with more expansions in our network of branches), technological development and innovation».

«The new production plant in China, the third one abroad after Poprad in Slovakia and Qazvin in Iran – commented Gionata Carra, managing director of Immerfin who handles the development of all the Immergas production units abroad – will initially employ 25 people, increasing to 100 once the plant reaches its maximum capacity of 100,000 boilers per year».

The Immergas Beijing trading company has been active since 2005. In 2017, Immergas sold 26,000 boilers in China giving a turnover of close to 17 million euro. The Chinese branch, with Beijing and Shanghai, employs 35 people.

The new Immergas plant, whose establishment is being supervised by Bruno Rinaldi, Immergas General Manager for China, is situated in the "heart" of China, at Yangtze river delta, in the Jiangsu region, very close to Shanghai, Nanjing and Hangzhou. There are two of China's first class open ports, the port of Changzhou and the international Changzhou Benniu airport, as well as the Changzhou railway station, a key stop along the high speed Beijing-Shanghai railway line. In addition two motorways, three provincial fast highways and three rivers cross the region.

«We want to “think Chinese”, understand and best interpret the needs of customers, through a rather ambitious but very realistic production project - concludes Alfredo Amadei. The quality criteria will definitely continue to be "made in Italy", as will product design and Research and Development. The objective is to produce a range geared exclusively to the Chinese market, with construction and quality principles to suit that market, but in the way that we consider most correct: products combines with pre and after-sale services plus great focus on loyalty building with our partners. Immergas always puts customers at the centre and this strategy follows us all over the world».

 
Share this content

11 Apr 2018

IMMERGAS SPIEGA L’ENERGIA SOLARE AL MUVI VIADANA

Immagine

Il progetto Energie per la Scuola, lanciato da Immergas in occasione del 50° dalla fondazione, per portare le energie rinnovabili nel mondo della scuola, esce dalle aule e diventa un’occasione di incontro e riflessione aperta a tutti.

 

Brescello 11 aprile 2018 - Il progetto Energie per la Scuola, lanciato da Immergas in occasione del 50° dalla fondazione, per portare le energie rinnovabili nel mondo della scuola, esce dalle aule e diventa un’occasione di incontro e riflessione aperta a tutti. È successo al museo MuVi di Viadana per iniziativa degli allievi della classe 4 AS del Liceo Ettore Sanfelice di Viadana, che hanno promosso l’incontro “Energia Solare: per un futuro sostenibile” coinvolgendo, insieme all’associazione Aperion (i volontari che fanno vivere il MuVi), il Direttore Marketing Operativo e Comunicazione di Immergas Ettore Bergamaschi e la ricercatrice Universitaria Grata Rosa.

È toccato a 5 allievi del Liceo, da anni impegnato sulle tematiche legate all’educazione ambientale, il compito di aprire la lezione al Museo, mettendo a frutto le sensibilità green maturate in classe e allargate con il desiderio di condividerle con la collettività, partendo da amici e genitori.

«Abbiamo accolto con grande entusiasmo l’invito dei ragazzi e delle ragazze del Liceo Sanfelice di Viadana - commenta Ettore Bergamaschi - è stata un’importante occasione per diffondere tematiche green in cui crediamo fortemente. Stiamo raccogliendo attenzioni crescenti verso i temi legati alle energie rinnovabili sia nelle scuole che nelle amministrazioni comunali e nel mondo dell’associazionismo. Immergas è al lavoro con il Ministero dell’Istruzione per diffondere ancora maggiormente queste tematiche che hanno già coinvolto oltre 2.500 studenti in 21 scuole primarie e secondarie di primo grado in sei regioni d’Italia».

Grande interesse durante l’incontro per i casi concreti di utilizzo dell’energia solare in una casa indipendente; risparmi e vantaggi che numeri alla mano possono diventare buone pratiche di comportamento e scelte di investimento per ogni famiglia. Temi sviluppati nel dettaglio da Immergas. Greta Rosa PhD in fisica presso l’Università di Parma ha illustrato in modo teorico come nasce l’energia solare, concentrandosi su come i film sottili catturano energia dal sole.

Una lezione al Museo che ha consentito di affrontare tematiche centrali per la vita di tutti, come i consumi energetici, le applicazioni della tecnologia fotovoltaica e i nuovi sviluppi che consentiranno, come dimostrano il lavoro in corso anche nel Centro Ricerche Immergas e le nuove soluzioni presentate da Immergas e ImmerEnergy alla Fiera MCE che si è appena conclusa a Milano, di rendere ancora più facile e vantaggioso l’utilizzo dell’energia solare.

 

 
Share this content

28 Mar 2018

MCE 2018 EXHIBITION: IMMERGAS #STRONGER THAN BEFORE

Immagine

The biannual MCE Expocomfort 2018 Exhibition, just closed in Milan, saw the participation of Caius Club members increase by 20% thanks to new products, new solutions and  advanced services.

 

Brescello 28 March 2018 - Ninety days after the Enza stream overflowed into the group's headquarters in Lentigione di Brescello, causing a production shutdown, Immergas presented its new products, new solutions and advanced services at the biennial MCE Expocomfort 2018 Exhibition, which has just closed in Milan: «Attendance by members of the Caius Club (a nation-wide group of over 26000 installers and designers) has increased by 20% compared to the 2016 show and our stand was visited by over 15000 people, one out of ten on the total number of visitors at the MCE 2018 exhibition - commented Immergas Chairman Alfredo Amadei - Immergas has attended the Expocomfort Convention Exhibition right from its very first editions, but the 41st show marks a new record of active participation in our initiatives for installers and designers. This is proof of the strong connection we have with Italian as well as foreign customers (with significant participation from China, Iran and Eastern Europe). It is a relationship of trust, based on reputation and quality».

This is the outcome after four days of exhibition in Milan, where the company showcased their many new products and services.

Our role in the renewable energy segment is now consolidated and the new range of Luxor pellet boilers for home heating is only one of the new introductions expected in 2018 and presented at MCE.

A lot of interest was also shown for the Caius Club Professional initiatives: «We presented the new volume from the Immergas technical library “Hybrid and No Gas systems: a practical guide to frequently asked questions and to Immergas solutions” illustrating the new HVAC solutions - explained Alfredo Amadei - based on real cases and on the FAQ formula, questions and answers that every day Immergas provides through its pre and after-sale services to operators in the HVAC sector».

The maxi stand, with the towering 6 metre Caius Colossus, turned immediately into a meeting point for a number of institutional sessions on the future of home climate control geared to comfort, energy saving and sustainability. These issues were addressed by Confindustria Chairman Vincenzo Boccia, who visited the Immergas stand during the opening day of MCE 2018 and René Kemna, consultant to the EU commission on Ecodesign and Energy Labelling regulations. During the press conference on the Voluntary protocol for market surveillance organized by Anima, Kemna highlighted the importance of an agreement between heating equipment manufacturers who are subject to energy labelling and ecodesign regulations. «We have adhered to the Assotermica Legality Protocol – commented Chairman Alfredo Amadei - because we firmly believe in the values of respect for rules, of transparency and fair competition. These are our values».

 
Share this content

19 Feb 2018

MCE 2018: IMMERGAS EXHIBITING “WITH NATURE’S ENERGIES”

Immagine

The most important Italian fair dedicated to home climate control is scheduled from 13 to 16 March at Fiera Milano. New products, hybrid solutions, new services and many learning opportunities for the sector’s professionals. Immergas joins the Voluntary Protocol setup by Assotermica to monitor the market.

 

Brescello 19 February 2018 - Immergas takes to the 41st edition of the MCE 2018 exhibition new projects, new services and many learning opportunities on key subjects for home climate control professionals in a large stand geared towards multimedia communication and characterized by Immergas’ usual hospitality. Visitors will be greeted with our message for the years to come: “With nature’s energies”.

«We are facing rapid and very significant changes in the whole sector – says Alfredo Amadei, Immergas Chairman – not just for those who, like us, invest in presenting innovative technological solutions geared towards saving energy and sustainability, but also for the sector’s professionals and the end users who have now a variety of different offers, not all of them oriented towards transparency. This is why Immergas decided to join the Voluntary Protocol for monitoring the market setup by Assotermica. This choice aims at quality and service, as it has been Immergas’ tradition for 54 years, but also at the new rules for tax incentives. From this year, the 65% green bonus for replacing winter climate-control systems with the installation of condensing boilers (of at least class A) refers only to operations that include the installation of smart thermostats. At MCE 2018 “The Essence of Comfort”, Immergas presents these fixed points to begin, as it always happens, a dialogue with the sector’s professionals that leads to innovation and sustainability. Our MCE 2018 stand, while keeping up with tradition (the big 6-meter tall Caius Colossus will be at the centre of the exhibition space) bets on green energy and quality services for the sector’s operators and Immergas’ products end users. There will be more that 100 product and strategy presentations during the four days».

During the 2016 edition of MCE (with more than 2,000 exhibitors and 155,000 visitors expected from 141 countries) Immergas’ stand had more than 15 thousand visitors.

Also this year there will be special events for Caius Club Professional members (more than 24,000 designers and installers), and a new volume of Immergas’ technical series will be presented and meetings on pre- and post-sale services will be held. In the name of the traditional “Emilia-style” hospitality, there will be a large area for food and beverages. An average of more than 100 people will welcome visitors and handle the various initiatives planned at the Immergas’ stand.

At MCE - Mostra Convegno Expocomfort - 2018 Immergas will be at pavilion 2 booth A33- E38, (Fieramilano Rho Pero).

 
Share this content

15 Feb 2018

IMMERGAS – VIPS GAS: “20 YEARS TOGETHER”

Immagine

Since 1997 the branch serving the market of the Czech Republic has been growing and strengthening. Development plans aim at growing synergies and designing more advanced solutions for home climate control.

 

Brescello15 February 2018 – On the twentieth anniversary of the collaboration between Immergas and Vips Gas, Immergas’ Chairman Alfredo Amadei welcomed at the Brescello headquarters various groups of installers accompanied by top managers. The exclusive mandate that Vips Gas enjoyed from the beginning of its partnership has expanded Immergas’ presence in the Czech Republic.

Immergas has been Vips Gas shareholder since 1997. The company’s headquarters is in Liberec, about an hour away from Prague.

The development plan and the investments made by Immergas and Vips Gas, also thanks to the entry into the European Union (in 2004), have led to the creation of more than 10 offices in the main Czech cities and, in twenty years, to the development of a network of almost eighty highly qualified Technical Service Centres.

Vips Gas and Immergas have worked in synergy in the Czech Republic securing a 10% market share of high-end products oriented towards maximum comfort, energy savings and environmental sustainability.

Team Vips Gas has a staff of 55 people and the technicians are trained in close collaboration with the Italian parent company that provides also ongoing updates.

Vips Gas is headed by: Jiri Chocholousek (Chairman) and young Petr Chochcolousek (General Manager) who toasted with Alfredo Amadei to the next years of collaboration.

«Ever more developed synergies are a virtuous example for the entire network of Immergas branches around the world – said Alfredo Amadei, Immergas Chairman - Vips Gas has indeed created a Training Centre with condensing systems based on existing hybrid systems, dedicated to installers and designers working in the Czech Republic, in line with what we have been doing for almost thirty years at the Domus Technica in Lentigione near Brescello».

The partnership between Immergas and Vips Gas ushers in new initiatives for the Czech Republic’s market, with a population of 10 million. It provides timely answers to the requests for hybrid home climate control systems geared to comfort as well as energy saving and sustainability while respecting the new European regulations.

 
Share this content

12 Feb 2018

IMMERGAS NELL’ALBO NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA “IMPRESE AMICHE DELLA SCUOLA”

Immagine

Immergas ha ricevuto una menzione speciale ed è entrata nell'Albo delle Imprese Amiche della Scuola di Confindustria, una ristretta élite composta di sole 41 realtà su tutto il territorio nazionale.

 

Brescello 12 febbraio 2018 - Durante la premiazione della 24^ edizione di Orientagiovani tre aziende reggiane: Immergas di Brescello, Argo Tractors di Fabbrico e Crisden di Reggio Emilia hanno ricevuto una menzione speciale e sono state inserite nell'Albo delle Imprese Amiche della Scuola di Confindustria, una ristretta élite composta di sole 41 realtà su tutto il territorio nazionale. L’evento annuale di Confindustria, rivolto a imprenditori e studenti di quarta e quinta superiore, si è tenuto a Roma.

Il riconoscimento premia l'impegno delle aziende nella formazione del capitale umano, oltre agli imprenditori che collaborano alle attività di orientamento e di alternanza scuola-lavoro e che sostengono la formazione professionale, le collaborazioni con Università e ITS e più in generale ogni forma di attenzione verso la formazione dei giovani.

Ecco la motivazione del premio: Immergas, impresa leader italiana nella produzione e commercializzazione di caldaie, da sempre crede e investe nella formazione verso i professionisti del proprio settore e da oltre 15 anni verso il mondo della scuola a 360°, dagli scolari delle elementari fino a neo-laureati.

I progetti sono molteplici e specifici per ogni età e indirizzo di studio. L’intento comune a tutte le attività è quello di diffondere la cultura d’impresa, sostenere i ragazzi nell’orientamento in ogni fase del loro percorso scolastico, accrescere le loro competenze, integrando le conoscenze scolastiche con il know-how aziendale e, non da meno, sensibilizzare le nuove generazioni sulle tematiche dell’energia e dell’ambiente.

Il punto di forza è quello di potersi rivolgere a studenti di ogni ordine e grado, mettendo a loro disposizione l’esperienza e la professionalità, ma anche la cordialità e l’entusiasmo dei suoi collaboratori.

La capillarità degli interventi e la continuità di collaborazione, in particolare con gli istituti del territorio, rappresentano un grande valore aggiunto.

 
Share this content

05 Feb 2018

IMMERGAS: 54 ANNI NEL SEGNO DELLA CRESCITA

Immagine

Il 5 febbraio 1964 nasceva un’azienda che oggi si posiziona tra i global player nel settore del clima domestico. A 55 giorni dall’esondazione dell’Enza, che ha invaso lo stabilimento di Lentigione (Re), sia la produzione che la spedizione delle caldaie sono ripartite.

 

Brescello 5 febbraio 2018 – Sono passati 55 giorni dall’esondazione dell’Enza che ha invaso lo stabilimento di Lentigione (Re) e la produzione di caldaie sulla linea 1 è di nuovo pienamente operativa. «Stiamo bruciando le tappe e siamo in corsa per ritornare a pieno regime nell’arco di alcune settimane; sono confermati gli investimenti in Italia e all’estero e non ci saranno effetti sui livelli occupazionali» afferma il Presidente di Immergas Alfredo Amadei. L’occasione per fare il punto sulla ripartenza dopo l’alluvione e sui piani di sviluppo è il 54 esimo anniversario dalla fondazione. Il 5 febbraio 1964 Romano Amadei, Giuseppe Carra e Gianni Biacchi unirono sogni e progetti creando Immergas, che oggi si posiziona tra i global player nel settore del clima domestico. «È in questa giornata, per noi molto significativa, che vogliamo ringraziare tutti quelli che stanno lavorando con noi per far tornare Immergas più forte di prima – commenta il Presidente di Immerfin Romano Amadei – stiamo lavorando su molti fronti e la ripresa della produzione con l’avvio di molte funzioni vitali per Immergas, per i clienti e per i fornitori ci lascia ben sperare per il 2018 e per i prossimi anni che saranno, come i precedenti 54, all’insegna della crescita e dello sviluppo».

Immergas ha confermato la partecipazione dal 13 al 16 marzo alla Fiera MCE a Milano e in quella occasione, la 41esima edizione della rassegna più importante per il settore del clima domestico, saranno ufficializzati i piani di lavoro per il 2018, partendo dal nuovo Centro Ricerche e Sviluppo che era quasi pronto per il taglio del nastro inaugurale prima dell’alluvione e che sarà completato nell’arco di pochi mesi. «È un segnale di vitalità che ci orienta verso i nuovi obiettivi – conclude Alfredo Amadei – stiamo rispondendo alle richieste del mercato, in Italia e all’estero, dando il massimo dell’impegno».

Le caldaie prodotte in 54 anni sono oltre 6.000.000 e nuovi modelli e sistemi ibridi sono in fase avanzata di sviluppo. La forza lavoro del gruppo Immerfin supera le 1.000 unità (in Italia e all’estero nei due stabilimenti di Poprad in Slovacchia, che ha recentemente raggiunto il traguardo del 1.000.000 di caldaie prodotte, e di Qazvin in Iran).

«Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti e delle posizioni che abbiamo consolidato sui mercati, ma puntiamo a una nuova fase di crescita e per centrare questo obiettivo ci stiamo muovendo su diverse direttrici – annuncia Alfredo Amadei - la crescita per linee interne, sviluppando nuovi prodotti e mercati è nel nostro codice genetico da 54 anni, ma rimane aperta anche la possibilità di crescere attraverso nuove acquisizioni».

 
Share this content

03 Feb 2018

PIU’ RICERCA PER UN FUTURO SOSTENIBILE: LA MINISTRA FEDELI VISITA IMMERGAS

Immagine

Accolta dal Presidente Alfredo Amadei la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha preso contatto con un’azienda che investe nell’innovazione unita a un forte rapporto con il mondo della scuola e dell’Università: “è un’esperienza di valore nazionale”.

 

Brescello 3 febbraio 2018 – La Ministra dell’Istruzione e dell’Università e della Ricerca Scientifica Valeria Fedeli nella giornata di oggi (3 febbraio) ha fatto visita alla sede centrale Immergas.

Al centro dell’incontro il tema della collaborazione tra scuola e impresa che si unisce ai forti investimenti che Immergas ha avviato per rimanere ai massimi livelli di competitività nel mercato del clima domestico orientato alla sostenibilità e al risparmio energetico.

“Da quando è nata, 54 anni fa, è sempre stata vicina ai territori dove opera investendo in molte direzioni – ha detto il Presidente di Immergas Alfredo Amadei - che portano a uno sforzo corale per valorizzare il made in Italy anche in questo settore. In occasione del 50° dalla fondazione è partito un progetto mirato alle scuole che in pochi anni ha dato risultati importanti. Con “Energie per la scuola” Immergas ha avviato un ciclo di incontri di educazione sui temi dell’energia e del risparmio energetico che ha coinvolto 2.500 studenti di 21 scuole elementari e medie in sei regioni: Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Marche, Puglia e Friuli Venezia Giulia. Una iniziativa autopromossa che si inserisce nel rapporto con il mondo dell’Università e delle scuole medie superiori che ha portato, proprio in queste settimane, a incontri mirati a portare le esperienze di marketing internazionale nelle scuole medie superiori (all’istituto Einaudi di Correggio) e continuano anche le iniziative che sono rivolte ai giovani che frequentano i master universitari per avvicinarli sempre di più al mondo del lavoro che troveranno dopo la conclusione del percorso formativo. Immergas è impegnata sul fronte della sostenibilità e del risparmio energetico anche con alcuni comuni e con ENEA che promuove iniziative di sensibilizzazione sui temi delle energie rinnovabili e dei sistemi ibridi per il clima domestico. Tutte soluzioni che Immergas sviluppa da anni a livello di prodotto e che diventano anche momenti di cultura diffusa per progettisti e installatori. E’ un impegno che intendiamo sviluppare anche in futuro proprio partendo dal programma “Energie per la scuola” e dal nostro museo aziendale, visitato da centinaia di studenti ogni anno, che racconta l’evoluzione del clima domestico dalle prime caldaie a gas ai più innovativi sistemi ibridi. Investimenti che trovano concretezza nel nuovo centro Ricerche e Sviluppo Immergas che sarà inaugurato nei prossimi mesi”.

La Ministra Fedeli ha sottolineato lo sforzo del Governo Gentiloni per far crescere il rapporto scuola –impresa e il rapporto tra Università e mondo della produzione industriale.

“Siamo fortemente impegnati – ha detto la Ministra di fronte ai vertici Immergas – per far crescere queste collaborazioni come avviene nel contesto europeo e in quello internazionale. Vogliamo una Università e una filiera del sapere diffuso adeguatamente qualificata e innovata su cui investire come fattore trasversale per una crescita economica solida e duratura. Quella di Immergas è un’esperienza di valore che merita di essere diffusa a livello nazionale come buona pratica per il futuro di tutti.”

Prima della visita in Immergas la Ministra Fedeli nell’aula magna dell’Università di Parma aveva partecipato alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico.

La Ministra Fedeli a Sorbolo, insieme al sindaco Nicola Cesari, ha fatto visita al cantiere del nuovo Campus Scolastico che ha ottenuto i finanziamenti della Legge per la Buona Scuola e dal MIUR (4,1 milioni di euro) per le scuole innovative, in sinergia con la Regione Emilia Romagna che dovrebbe essere completata entro il 2020.

 
Share this content

26 Jan 2018

A SCUOLA DI MARKETING CON IMMERGAS

Immagine

Una classe dell’Istituto Einaudi di Correggio ha sviluppato cinque progetti di marketing e li ha messi a confronto con le strategie reali di una grande azienda.

 

Brescello 26 gennaio 2018 – Un’intera classe si è trasformata in un’azienda virtuale dando vita a cinque uffici marketing. Prima per studiare una strategia commerciale innovativa, poi per verificare la qualità del lavoro svolto da cinque gruppi di studenti della 3°E che hanno scelto la specializzazione RIM (Relazioni Internazionali per il Marketing).

I docenti dell’Istituto Tecnico Statale Luigi Einaudi di Correggio (Re), hanno chiesto la collaborazione di Immergas per completare le valutazioni e dopo una lezione “sul campo” tenuta dal Direttore Marketing Operativo e Comunicazione di Immergas Ettore Bergamaschi, i cinque gruppi hanno portato avanti un autonomo progetto di marketing che è stato presentato durante una sessione di lavoro, un vero workshop, con la presenza del team marketing Immergas e dei docenti.

«Siamo da sempre orientati a valorizzare il rapporto scuola-imprese – spiega la prof. Maria Clara Chiossi – e abbiamo trovato in Immergas un interlocutore attento e partecipe. Il lavoro sulle strategie di marketing rientra nei nostri programmi formativi e abbiamo ottenuto risultati positivi di partecipazione da parte dei nostri studenti».

«Tutti i lavori di ricerca sulle strategie di marketing – commenta Ettore Bergamaschi, che ha consegnato alla scuola un attestato a conclusione del percorso formativo – sono la dimostrazione che i nativi digitali hanno una visione aperta e innovativa del loro essere consumatori e quindi anche elaborando progetti di sostegno di una strategia commerciale hanno dimostrato di avere ottime conoscenze di base, ma anche intuizioni interessanti. Siamo molto soddisfatti per l’esito di questo progetto che per Immergas si abbina al programma Energie per la scuola (educazione ai consumi energetici per gli allievi delle elementari e delle medie), ai rapporti con l’Università e con altre scuole medie superiori. È una strada che perseguiamo con convinzione perché cercare talenti per il futuro di Immergas è per noi un obiettivo primario».

 
Share this content

12 Jan 2018

IMMERGAS ONE MONTH AFTER THE FLOOD: FIRST BOILER SHIPPED

Immagine

The recovery plan from the emergency caused by the overflowing of the Enza stream proceeds at accelerated pace. «We are winning this challenge, as proved by the shipment of the first boiler» says Chairman Alfredo Amadei.

 

Brescello 12 January 2018 - The first boiler shipped from the Lentigione’s plant is an Immergas Victrix Exa boiler.

«This is an important signal, just a month after the devastating flood of the Enza stream that invaded the Immergas plant – says Alfredo Amadei, Immergas Chairman - This is the concrete evidence of the continuous progress that, day after day, clearly reveals the amount of work done and the substantial investments underway to return to normal production as soon as possible. For the 13 assembly lines in Lentigione the restoration works will take some more weeks, also thanks to the work done by specialized companies. While the restoration in the mechanical processing departments has already progressed, further and many functions will be operational again in the matter of a few weeks.  We want to thank, in addition to the employees who are showing a profound dedication to the company, the suppliers and the entire pre- and post-sale network that brings the Immergas brand to Italy and worldwide. To them we guarantee our utmost commitment in meeting the requests coming from installers and final users».

«Our commitment now is totally focused on resuming production and work for all the employees. Shipping boilers and other Immergas products is certainly an extremely important step forward. We will need some months before returning to full operation - concludes Alessandro Carra, Immergas Vice Chairman – but the plan to reactivate all the functions is proceeding at good pace, also thanks to the choice made by Immergas many years now, to have its in-house team of engineers and technicians, coordinated by Mr. Giuseppe Miele, who design and build the production lines. The plan of restarting essential services such as shipping of parts, in Italy and abroad, technical and commercial consulting services has yielded good results and the Poprad plant in Slovakia, which is connected to the Brescello plant via an IT system that had been blocked by the flood, is now operational. The warehouses are operational both in receiving raw materials and semi-finished products as well as shipping the finished products. Within four weeks of the flood of the Enza stream that filled with mud our entire production unit, we are in the position of planning our subsequent steps and confirm in full all the investments and objectives scheduled for 2018 and all the development activities both on the foreign markets as well as domestically».

 
Share this content

29 Dec 2017

POST ALLUVIONE: IMMERGAS C’È!

Immagine

Il Presidente Alfredo Amadei a meno di due settimane lavorative dall’esondazione dell’Enza conferma: «gli investimenti avviati saranno completati, non ci sono posti di lavoro in pericolo e confermiamo gli obiettivi di crescita per i prossimi tre anni».

 

Brescello 29 dicembre 2017 - In meno di due settimane dall’esondazione dell’Enza Immergas ha riattivato le spedizioni da parte del magazzino ricambi. «È un segnale concreto dei passi avanti che il piano straordinario messo in campo per fare fronte all’emergenza e ai danni prodotti dall’alluvione del 12 dicembre produce risultati concreti – spiega il Presidente di Immergas Alfredo Amadei – sono ormai tante le aree aziendali che grazie al lavoro dei tecnici specializzati nel ripristino dopo le calamità e alla partecipazione diretta e attiva dei dipendenti stanno tornando verso la riattivazione delle funzionalità più urgenti. Ringrazio i dipendenti Immergas che hanno partecipato a questa gara contro il tempo. La stiamo vincendo e nessuno, a nessun titolo, può avanzare dubbi sulla ripresa produttiva che sarà rapida e metterà a frutto questa calamità per un nuovo miglioramento dei nostri standard di qualità e di efficacia organizzativa».

Non bisogna dimenticare che Immergas è una multinazionale. Lo stabilimento di Poprad in Slovacchia che ha appena completato un nuovo piano di potenziamento, nella fase di riavvio della produzione sarà di supporto alla casa madre fino a quando le linee di Lentigione non saranno tornate pienamente operative.

«Non possiamo annunciare date e quantificare l’entità dei danni – spiega Alfredo Amadei – ma possiamo dare due certezze: nessun posto di lavoro è in pericolo a Lentigione e Immergas ripartirà più in fretta rispetto alle previsioni. Lo diciamo con altrettanta forza ai rivenditori, ai progettisti e ai tanti installatori che da tutta Italia e dall’estero hanno manifestato la loro vicinanza a Immergas in questa fase che ha evidenziato la qualità delle persone che vi operano. Lo diciamo ai fornitori e a quanti, a diverso titolo, chiedono aggiornamenti sui lavori in corso. Immergas accelererà il piano investimenti per il potenziamento dell’unità produttiva invasa dall’acqua e dal fango. Anche il centro ricerche e sviluppo, che era quasi ultimato, sarà pronto per sostenere i progetti di espansione senza bloccare in nessun modo le attività e gli investimenti programmati sia in Italia che all’estero. Immergas quindi conferma in toto la sua strategia di crescita che punta, nel giro di pochi anni, a consolidare un fatturato superiore ai 300 milioni di euro».

La scelta della proprietà di Immergas, le famiglie Amadei e Carra, è chiara: ripartire investendo per dare slancio ai piani di sviluppo, sia in Italia che all’estero, che l’alluvione ha solo rallentato. «È stato un incidente di percorso della vita aziendale. Quello che è avvenuto non è ancora alle nostre spalle, ma fra poco lo sarà, visto l’impegno che c’è stato nell’immediato e che continuerà» conclude Romano Amadei, Presidente di Immerfin.

 
Share this content

22 Dec 2017

IMMERGAS 7 GIORNI DOPO: “RIPARTENZA IN CORSO”

Immagine

Incontro di fine anno con tutti i collaboratori all’Auditorium Paganini di Parma. Il Presidente Alfredo Amadei: «grazie per tutta la collaborazione e la solidarietà che abbiamo ricevuto: il primo obiettivo è far ripartire la produzione ma stiamo pensando anche alla popolazione di Lentigione e daremo un aiuto concreto».

 

Brescello 22 dicembre 2017 - Nell’arco di una settimana dalla esondazione del torrente Enza che ha invaso lo stabilimento Immergas a Lentigione di Brescello lo sforzo messo in campo per avviare il ritorno alla produzione inizia a dare i primi frutti.

I collegamenti telefonici e informatici sono stati riattivati e anche il numero verde per assistenza e consulenza è ripartito. Lungo le linee di produzione il lavoro di pulitura si avvicina alla conclusione e la riattivazione di alcune funzionalità è oggetto di analisi dettagliate che nei prossimi giorni, esaurita la fase legata alla necessità di eliminare il fango lasciato dalla piena dell’Enza si trasformeranno in programmi di lavoro operativi.

«Siamo ancora in emergenza – ha detto il Presidente di Immergas Alfredo Amadei aprendo l’incontro di fine anno con tutti i collaboratori all’Auditorium Paganini di Parma – ma vorrei sottolineare l’impegno profuso da centinaia di dipendenti che hanno offerto la loro disponibilità per avviare e portare avanti complesse operazioni di pulizia e smistamento di materiali fuori e dentro i capannoni, i magazzini, i laboratori e gli uffici. Il loro impegno è per Immergas fonte di grande sicurezza. Torneremo come prima e meglio di prima».

Tutti i collaboratori che stanno lavorando nella fabbrica alluvionata durante la serata hanno indossato una speciale maglietta: “noi siamo Immergas”, con Immergas nel cuore. Un segnale, l’ennesimo, che anche questa pagina della storia dell’azienda sarà solo l’ennesimo punto di partenza.

Alle operazioni di sgombero e pulitura hanno lavorato anche le squadre della società specializzata Belfor Italia e un ringraziamento: «deve andare – aggiunge Alfredo Amadei - alle forze dell’ordine, ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile e a quanti, a diverso titolo, hanno reso possibile in sette giorni il ritorno a un livello minimo di funzionalità di alcuni uffici della sede centrale. I danni sono ancora in una fase di prima stima e non è possibile darne nemmeno una quantificazione di massima ma certamente saranno rilevanti».

Immergas ha lanciato un programma #ricostruiamolentigione che darà segnali concreti di solidarietà alla popolazione della frazione dove Immergas è nata nel 1964: «abbiamo visto la devastazione lungo le nostre linee produttive – conclude Alfredo Amadei – e siamo ben consapevoli che abbiamo di fronte, come imprenditori, due obiettivi: riprendere appena sarà possibile la produzione per garantire il futuro di oltre 600 famiglie, ai nostri collaboratori, e dare un aiuto concreto a chi ha perso con l’alluvione i beni personali e ha subito danni nella propria abitazione».

«Immergas ripartirà - ha detto più volte il Presidente di Immerfin Romano Amadei - ripartiremo sapendo di poter contare su persone che anche in questa drammatica emergenza hanno saputo reagire con forza e coesione. Non aver registrato nessun danno alle persone è per noi importantissimo. Le linee produttive saranno riavviate»!

 
Share this content

14 Dec 2017

MALTEMPO: IMMERGAS, DANNI INGENTI E PRODUZIONE FERMA

Immagine

Danni ingenti alle strutture e alle linee che potranno essere quantificati solo al termine dell'emergenza che è  ancora in atto.

Brescello 14 dicembre 2017 - "La situazione indubbiamente è  molto preoccupante", conferma il Presidente di Immergas, Alfredo Amadei. “I danni sono evidenti, a causa della quantità di acqua che ha invaso tutta la nostra area industriale (oltre 50mila mq)".

"La produzione è  completamente ferma e non siamo in grado, al momento, di stabilire quando potrà riprendere. Solo tra qualche settimana saremo in grado di quantificare i danni su tutta l'unità produttiva e nel cantiere del nostro nuovo Centro Ricerche di prossima ultimazione". Un investimento di circa 6 milioni di euro: solo pochi giorni fa erano state installate buona parte delle apparecchiature elettroniche.

"Appena sarà possibile - prosegue Amadei - stabiliremo, insieme a tutti i nostri collaboratori, come procedere. Tutti hanno espresso solidarietà e disponibilità a mettersi all'opera nell'azienda in cui lavorano ogni giorno anche in questa calamità che certamente deve

far riflettere sulla necessità di proteggere i nostri territori con investimenti mirati alla sicurezza idrogeologica. Sicuramente sapremo reagire; bisogna rimboccarsi le maniche e ricominciare".
 
Share this content

06 Dec 2017

IMMERGAS: INDUSTRY 4.0 FATTA DI PERSONE

Immagine

Il Presidente Alfredo Amadei annuncia per il 2018 un altro record: 6 milioni di caldaie vendute nel mondo. Un nuovo punto di partenza per affrontare le sfide globali potendo contare su impianti produttivi in Slovacchia e in Iran e su una forza lavoro che supererà le 1.000 unità.

 

Brescello 6 dicembre 2017 - Nel 2018 il gruppo Immerfin vedrà salire la produzione fino a 350.000 caldaie. È un incremento sensibile rispetto al trend consolidato da alcuni anni e coincide con un nuovo record: superare i 6 milioni di caldaie prodotte, di cui oltre un terzo nel segmento dei generatori di calore ad alta efficienza, vendute con i marchi Immergas e Alpha Heating Innovation.

Erano 5 milioni il 2 dicembre 2013 (nel 2002 i primi 2 milioni di caldaie, nel 2006 i 3 milioni, nel 2009 i 4 milioni) e questo dato segna un importante sviluppo anche rispetto alle 4.800.000 caldaie attive nel mondo, che era il dato registrato nel momento del 50° dalla fondazione (nel 2014).

«È un risultato reso possibile anche grazie alla dedizione delle persone che ogni giorno da 53 anni spingono avanti Immergas – commenta Alfredo Amadei - alla fine del 2016 la forza lavoro complessiva è arrivata a quota 1.000, di cui 600 sono in Italia nella sede di Brescello dove la progressiva introduzione di nuovi processi automatizzati, nell’ottica imposta da Industry 4.0, ha portato ad un innalzamento della qualità e della sicurezza sul lavoro. Lo sviluppo della fabbrica digitale, nella visione 4.0 di Immergas, è strettamente collegato con quello delle persone che rimangono l’asset centrale e il patrimonio più rilevante per costruire il nostro futuro e rimanere un campione nazionale leader in Italia, da molti anni, prima nel segmento delle caldaie tradizionali ed ora in quello delle caldaie a condensazione».

 

SLOVACCHIA

Immergas Europe grazie al potenziamento dello stabilimento di Poprad inaugurato alla presenza del Presidente della Repubblica Slovacca Andrej Kiska, nel 2018 porterà il fatturato a 38 milioni di euro con 85 addetti.

A vent’anni esatti dal primo milione di caldaie prodotte nello stabilimento di Brescello, era l’anno 1997, e con alle spalle più di 50 anni di sviluppo industriale dalla prima caldaia a basamento C16 venduta nel 1966, nel 2017 a Poprad è stata prodotta la caldaia N° 1.000.000. Si tratta di un risultato importante raggiunto a pochi anni dall’apertura dello stabilimento (nel 2008) e della conferma del radicamento in Europa.

 

IRAN

La fase di start up della nuova unità produttiva in Iran, nonostante la complessità dello scenario geo-politico, prosegue e nel 2018 saranno in produzione modelli di caldaie dedicati a quel mercato e con un fatturato che nel giro di pochi anni punta ad arrivare a 5 milioni di euro.

 
Share this content

27 Nov 2017

IMMERGAS PRESENTA IL MUSEO “CAMILLO SCOTTI”

Immagine

Sabato 25 novembre si è svolta l’intitolazione del Museo Immergas a Camillo Scotti, per molti anni Direttore Commerciale e Marketing di Immergas.

 

Brescello 27 novembre 2017 - Un grande libro digitale sfogliabile con il tocco della mano, accoglie i visitatori nel nuovo allestimento del Museo Aziendale Immergas. Sono pagine di storia che si sfogliano in modo virtuale, grazie alle tecnologie digitali, ma raccontano anno dopo anno lo sviluppo reale di un’idea d’impresa. Raccontano un lavoro corale, quello di migliaia di uomini e donne, che da oltre mezzo secolo producono innovazione e sviluppo per i territori dove Immergas opera, in Italia e all’estero.

È una storia fatta prima di tutto di persone: «Il nuovo allestimento del Museo Aziendale è stata l’occasione per intitolarlo a Camillo Scotti, per molti anni Direttore Commerciale e Marketing di Immergas - spiega il Presidente di Immerfin Romano Amadei - Abbiamo immaginato il percorso museale come un viaggio nel tempo, decennio per decennio, rendendo visibili prodotti, tecnologie e persone che hanno fatto crescere, giorno dopo giorno Immergas. È storia, certamente, ma è anche il nostro impegno per il futuro. Il Museo infatti termina con lo spazio dedicato alle tecnologie ibride per il clima domestico orientate al comfort, al risparmio energetico e alla sostenibilità. La prossima tappa della vita di Immergas, sarà l’inaugurazione del nuovo Centro Ricerche».

Il Museo Aziendale inizia così i suoi secondi 10 anni. È stato inaugurato nel 2007 con l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per chi vuole scoprire Immergas.

Studenti, tecnici, clienti, fornitori, istituzioni possono toccare con mano l’evoluzione di un marchio e di un modello imprenditoriale. Sono già quasi 40.000 i visitatori che hanno visitato il Museo Immergas dedicato ai 53 anni di vita dell’impresa fondata nel 1964 da Romano Amadei, Gianni Biacchi e Giuseppe Carra; un numero già rilevante che è destinato a crescere ulteriormente.

 
Share this content

22 Nov 2017

PORTE APERTE IN IMMERGAS PER INDUSTRIAMOCI 2017

Immagine

Il quartier generale di Brescello accoglie ogni anno 1.000 studenti. Un impegno verso la scuola ribadito nel corso della giornata promossa da Confindustria.

 

Brescello 22 novembre 2017 - Aprire le porte dell’azienda al mondo della scuola, dalle elementari ai master universitari, per Immergas non è una novità e dopo il Job Day 2017 all’Università di Parma per far conoscere ai futuri laureati la realtà industriale si è rinnovato l’appuntamento con Industriamoci.

«Ogni anno accogliamo mediamente 1.000 studenti – commenta Mirko Orlandini, Direttore Risorse Umane Immergas – e da questi percorsi di reciproca conoscenza che portiamo avanti da molti anni, anche con iniziative mirate come il progetto di educazione alla sostenibilità Energie per la Scuola emergono risultati molto positivi. Abbiamo aderito anche quest’anno a Industriamoci perché crediamo sia importante far scoprire ai giovani cosa realmente c’è dietro la facciata di una fabbrica e dietro prodotti sempre più innovativi e orientati al risparmio energetico, oltre che al comfort del clima domestico».

Quest’anno sono state oltre mille le imprese coinvolte nell'ottava edizione del Pmi Day, la giornata nazionale delle piccole e medie imprese organizzata da Piccola Industria di Confindustria.

«La nostra visione imprenditoriale non può prescindere dal “parlare di futuro” con coloro cui il futuro appartiene - commenta il Presidente di Immergas Alfredo Amadei – aderire al Pmi Day per noi non è solo l’incontro tra aziende e scuole, ma è un modo per mantenere al centro la questione giovani e quindi riuscire a parlare delle loro prospettive. Vogliamo raccontare agli studenti le nostre esperienze nel presente, con la consapevolezza che loro vivranno un futuro diverso».

L'iniziativa è inserita nella XVI settimana della cultura d’impresa organizzata da Confindustria e nella settimana europea delle Pmi promossa dalla Commissione Ue.

Le classi che hanno partecipato alla giornata Industriamoci 2017 in Immergas sono due terze della scuola secondaria di primo grado di Boretto (Re).

 
Share this content

20 Nov 2017

IL SINDACO DI POPRAD VISITA IMMERGAS

Immagine

Il primo cittadino della città slovacca che ospita il primo stabilimento di Immergas fuori dall’Italia, ha visto da vicino la casa madre e auspica sempre maggiori forme di collaborazione.

 

Brescello 20 novembre 2017 - Poprad e Brescello distano quasi 1.200 chilometri, ma dal 2008 i legami si sono progressivamente stretti e consolidati grazie alla creazione e allo sviluppo dello stabilimento Immergas Europe, dove oggi lavorano 85 dipendenti e che proprio quest’anno ha prodotto la milionesima caldaia “made in Slovacchia”.

Un legame e un impegno per intensificare gli scambi ribadito dal sindaco Jozef Svagerko, che ha fatto visita alla sede centrale a Brescello. «Lo scambio tra Poprad e Brescello è diventato quotidiano e le collaborazioni sono in costante sviluppo - commenta Alfredo Amadei, Presidente Immergas – le sinergie tra la casa madre italiana e lo stabilimento che è la nostra porta verso i grandi mercati dell’est Europa sono sempre più forti. Abbiamo quindi accolto con orgoglio la visita del sindaco della città che ci ospita in Slovacchia e abbiamo confermato il nostro impegno per consolidare i rapporti».

Nel settembre 2016 il sindaco di Poprad Jozef Svagerko aveva visto da vicino la realtà industriale Immergas in terra slovacca partecipando, insieme al Presidente della Repubblica Slovacca Andrej Kiska, all’inaugurazione della nuova linea di produzione per le caldaie Victrix Exa. Nel corso di una visita in Emilia Romagna il sindaco di Poprad ha completato la conoscenza del gruppo Immergas visitando il quartier generale di Brescello e le linee produttive.

«Poprad è capofila delle Smart Cities in Slovacchia – ha detto il sindaco Jozef Svagerko – i nostri progetti di sviluppo si legano bene alle strategie di crescita di Immergas, partendo dal nuovo Centro Ricerche della sede centrale Immergas che ho visto durante la mia visita».

Accolto da Alfredo Amadei, Presidente Immergas e da Gionata Carra, Consigliere di Amministrazione Immergas, il sindaco di Poprad ha preso contatto con questa nuova realtà.

 
Share this content

25 Oct 2017

GRUPPO IMMERGAS: FATTURATO 2017 +8%

Immagine

Alfredo Amadei traccia il bilancio del primo anno da Presidente e annuncia i piani di sviluppo.

Nel 2016 il fatturato consolidato 2016 è salito a 240 milioni di euro con l’export al 66% e nei prossimi due anni è prevista una nuova fase di crescita.

 

Brescello 25 ottobre 2017 - Nel triennio 2013 - 2015 il fatturato e la redditività del gruppo Immergas sono rimasti sostanzialmente costanti, ma già con il bilancio 2016 è evidente l’inizio di una fase positiva (+ 3% sul 2015) che porterà il gruppo fondato nel 1964 a Brescello da Romano Amadei, Gianni Biacchi e Giuseppe Carra a fatturare circa 280 milioni di euro nel 2018 con una crescita che su base triennale supera il 16%, mantenendo la redditività sui livelli che consentono di sostenere importanti investimenti sia in Italia che all’estero.

Alfredo Amadei da un anno è Presidente di Immergas: «siamo soddisfatti dei risultati raggiunti e delle posizioni che abbiamo consolidato sui mercati, ma puntiamo a una nuova fase di crescita e per centrare questo obiettivo ci stiamo muovendo su diverse direttrici».

La linea di crescita per linee interne, sviluppando nuovi prodotti e mercati è nel nostro codice genetico da 53 anni, ma rimane aperta anche la possibilità di crescere attraverso acquisizioni: «alcune sono state vagliate nel corso dell’ultimo anno e altre opportunità sembrano manifestarsi si in Italia che all’estero» conferma Alfredo Amadei.

Il fatturato consolidato di Immerfin che controlla Immergas, Immergas Europe in Slovacchia, Immergas Pars in Iran e 11 filiali nel mondo nel 2016 si è attestato a 240 milioni di euro. Romano Amadei, il Presidente della holding, in occasione dell’approvazione del bilancio 2016 ha sottolineato il buon livello di redditività confermato dal Roi (redditività del capitale investito) che si è attestato al 9,6% e la liquidità che si attesta a 110 milioni di euro.

Tutti indicatori che nei prossimi due anni sono previsti in sensibile miglioramento: il fatturato a fine 2017 è atteso a 260 milioni di euro (+8% sul 2016) e salirà a circa 280 milioni nel 2018 (+7,7%). Il Roi si attesterà nei prossimi due anni al 9% e la liquidità, secondo le previsioni stilate dal management, salirà a 125 milioni a fine anno per raggiungere i 135 milioni nel 2018. La quota di export che nel 2016 è stata del 66% quest’anno salirà al 68%. «Già con la semestrale siamo in linea con il budget e con le previsioni di crescita – conclude Alfredo Amadei – lo scenario competitivo è sempre complesso, ma rimaniamo orientati verso la positività e lavoriamo per realizzare i nostri nuovi obiettivi di crescita».

 
Share this content

17 Oct 2017

IMMERGAS: CAIUS BIGA ROAD SHOW

Immagine

Our Caius Biga mobile road show travelled to Ukraine to present Immergas's home climate control solutions.

 

Brescello 17 October 2017 – The tour lasted one week, covered 5000 kilometres and visited six cities.

The presentation initiatives organized by OPTIM, our partner in Ukraine, were attended by 250 technicians and installers of home climate control systems.

In keeping with the tradition of hospitality shared by Italy and Ukraine, pizza, sausages and 500 litres of beer were given out to participants at the various stops.

Antonio Romersa, responsible for commercial events in Italy and abroad, took part in the road show for Immergas. The road show visited the cities of Uzhgorod, Ivano-Frankivsk, Chernovstsy, Chernigov, Vinnitsa and Rovno. At every stop, Immergas product lines and systems attracted a great deal of interest, so much so that a new Immergas road show is already being planned for 2018 in collaboration with Optim, a company that has been operating from its headquarters in Kiev since 1995, with 18 branches in different cities in Ukraine and a staff of over 200 people. Caius Biga is the mobile road show designed to showcase the new Immergas products in a simple, flexible way in different contexts: from trade fairs to initiatives organized together with dealers in Italy and abroad. Six Immergas boilers and all their accessories are on display inside Caius Biga.

«On average, Caius Biga is on show 200 days a year and covers 50,000 km a year - says Marco Rossi, in charge of Technical Marketing dept. at Immergas - this solution has proved very effective in supporting promotional activities».

 
Share this content

11 Oct 2017

THERMOCONFORT: “I PRIMI 30 ANNI” INSIEME A IMMERGAS

Immagine

Oltre 17.000 clienti nell’area di Oderzo e Pordenone e un impegno per crescere ancora nei prossimi anni puntando sulle tecnologie innovative.

 

Brescello 11 ottobre 2017 - Thermoconfort, azienda di Oderzo(TV) attiva nel settore termotecnico orientato alla qualità del clima, ha celebrato i primi 30 anni di attività e vuole continuare a investire per rimanere un punto di riferimento, nella terra dove è nata, in tutte le tecnologie più innovative per il clima domestico, dando continuità alla partnership con Immergas, che è iniziata nel 1987. All’evento del trentennale hanno partecipato installatori, rivenditori, clienti finali e le autorità che governano il territorio. Il Governatore della Regione Veneto Luca Zaia ha inviato un messaggio per sottolineare la vitalità imprenditoriale dell’area di Oderzo confermata anche dal sindaco di Oderzo Maria Scardellato, dal Presidente della Camera di Commercio di Treviso e Belluno Mario Pozza e dai vertici della Confartigianato dell’area trevigiana. Una vitalità che ha portato i fondatori della Thermoconfort, Luciano Parzianello e Maurizio Furlan, a dare un contributo anche alla nascita e allo sviluppo della Futura Soluzioni Informatiche di Oderzo, specializzata nei software specifici per l’uso nel settore dell’assistenza tecnica. Thermoconfort promuove la sostenibilità ambientale e il risparmio energetico gestendo con la massima qualità l’assistenza su oltre 17.000 impianti nell’area di Oderzo e Pordenone, puntando con forza sulla specializzazione per garantire con i suoi programmi di assistenza una resa sempre ottimale di ogni impianto. La celebrazione del 30° dalla fondazione è stata una porta aperta verso il futuro con nuovi progetti che nascono all’insegna di una consolidata collaborazione con Immergas. È stata l’occasione per lanciare un “bel segnale” al territorio trevigiano e a tutto il Veneto visto che Thermoconfort e Immergas continueranno a investire nella diffusione di sistemi innovativi per il clima domestico orientati alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico. «Quella di Thermoconfort è una storia basata sull’impegno e sulla professionalità – ha sottolineato il Presidente di Immergas Alfredo Amadei – è un ottimo punto di ripartenza per il futuro basato sui giovani che sono entrati nel team e sulle nuove professionalità che sapranno cogliere al meglio le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per il clima domestico, partendo dai sistemi ibridi». Thermoconfort è nata a Oderzo nel 1987 e fin dalla fondazione è attiva una stretta collaborazione con Immergas come Centro Assistenza Autorizzato, proprio perché le due aziende condividono gli stessi valori. «Immergas è stata la prima grande azienda del settore che ci ha dato fiducia – confermano Luciano Parzianello e Maurizio Furlan – e da allora siamo cresciuti insieme. Ora siamo pronti per avviare una nuova fase di evoluzione basata sulle tecnologie più innovative e sui giovani che sono entrati nella nostra squadra». Thermoconfort è una squadra che al termine delle celebrazioni per il trentennale, consegnando un segno di riconoscenza ai fondatori, i dipendenti hanno definito: una famiglia dove si può crescere e guardare al futuro. Thermoconfort si avvale di una ventina di persone, in gran parte tecnici manutentori specializzati con alle spalle anni di esperienza nel campo dell’assistenza tecnica, che assicurano un alto livello di consulenza finale al cliente e un servizio preciso, tempestivo ed efficace anche grazie a una flotta di mezzi potenziata e alla nuova sede costruita nella zona industriale Piavon a Oderzo, che si affianca alla nuova sede operativa aperta a Pordenone.

 
Share this content

05 Oct 2017

MEETING ASSOTERMICA ENEA: "I SISTEMI IBRIDI SONO UN VERO PERSONAL ENERGY MANAGER"

Immagine

A Roma il meeting sui sistemi ibridi per il clima domestico voluto da Enea e Assotermica ha messo in evidenza grandi vantaggi, ma anche la necessità di una massiccia informazione sulle novità tecniche orientate al risparmio e all’efficienza per utenti finali, installatori e progettisti. In campo la rete di 600 Centri Assistenza Tecnica e l’alta formazione alla Domus Technica.

 

Brescello 5 Ottobre 2017 - Un efficiente e innovativo Sistema Ibrido oltre a ottimizzare il clima domestico dimezzando i consumi di energia, riducendo di oltre un terzo la bolletta e di quattro quinti le emissioni inquinanti, può diventare un vero “Personal Energy Manager” per tutte le famiglie italiane, per le aziende e per la pubblica amministrazione. Per ottenere risultati all’altezza delle potenzialità e delle aspettative servono regole più semplici in tema di incentivi e una massiccia e capillare informazione sulle novità tecniche orientate al risparmio e all’efficienza per utenti finali, installatori e progettisti.

 

“Immergas da tempo lavora sui sistemi ibridi partendo dalle caldaie a condensazione per arrivare alle più innovative soluzioni compatte che riscaldano, raffrescano e producono acqua calda come Magis Combo – spiega  il presidente di Immergas Alfredo Amadei– ma come hanno evidenziato il presidente direttore Normative e Rapporti Associativi di Immergas e presidente di Assotermica Alberto Montanini, il presidente di Enea Federico Testa , l’Europarlamentare Patrizia Toia (vice-presidente Commissione per l’Industria, la Ricerca e l’Energia) e la senatrice Laura Puppato (Commissione Ambiente del Senato) in questo momento servono certamente nuove formule di incentivi unite a una massiccia informazione sulle novità tecniche orientate al risparmio e all’efficienza per utenti finali, installatori e progettisti.

Immergas vuole partecipare attivamente a questa campagna di informazione – educazione ai consumi più consapevoli e mette in campo la sua rete di oltre 600 Centri Assistenza Tecnica in tutta Italia e tutti i programmi di alta formazione che partono e partiranno dalla Domus Technica e dal nostro nuovo Centro Ricerche e Sviluppo in fase di completamento a Lentigione di Brescello (Re)”.

Un impegno ribadito a Roma nel corso del meeting “I sistemi ibridi per riscaldamento: un'eccellenza italiana in grado di cogliere le nuove sfide energetiche e ambientali." voluto da Enea e Assotermica che ha messo al centro l’importanza dell’efficienza nella nuova Strategia Energetica Nazionale (SEN).

 

I sistemi ibridi per riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria integrano due tecnologie: la caldaia a condensazione e la pompa di calore gestite da una centralina digitale che garantisce il funzionamento "intelligente" in grado di scegliere di volta in volta quale dei due apparecchi usare e quale fonte energetica è più conveniente: il gas, l’elettricità con grande attenzione alle fonti rinnovabili come il solare termico e il fotovoltaico.

 

“Nelle case e nei condomini italiani l’85% dei consumi energetici dipende da climatizzazione e produzione d'acqua calda sanitaria - osserva Alberto Montanini - il mercato dei sistemi è ancora una nicchia, ma i tassi di crescita sono sensazionali: registriamo un +250% in volume negli ultimi due anni, e proprio l'Italia è il Paese più attivo in Europa.

Le tecnologie ci sono, l'efficienza è nel nostro Dna e il quadro legislativo delineato dalla nuova Strategia Energetica Nazionale può essere un'occasione da non perdere per gettare le basi di una vera modernizzazione delle nostre realtà abitative e di lavoro".

 

"Enea lavora molto con le Pmi (piccole e medie imprese) del settore per sviluppare ulteriormente questa tecnologia, destinata in futuro a far parte delle nostre vite - aggiunge Federico Testa – però a livello di politica industriale occorre programmare in maniera equilibrata un processo di transizione che consenta da un lato di non perdere nessuna occasione tecnologica, e dall'altro di pianificare gli investimenti necessari in modo ordinato e con prospettiva realistica e sostenibile in tutti i sensi, anche in quello economico”.

 

“Gli incentivi in ambito efficienza energetica e riduzione delle emissioni vanno riformulati a fronte delle difficoltà economiche. Una strada è fare in modo che le incentivazioni siano proporzionate al reddito, siano esse per un'auto, una caldaia o la coibentazione di un edificio" ha detto Laura Puppato.

In tema di caldaie: "in Italia ne funzionano oltre19 milioni e la maggior parte vetuste. Ben 7 milioni di caldaie non hanno nemmeno il certificato CE", ha evidenziato la senatrice Puppato. Accanto agli incentivi, ha detto: "occorre fare un uso migliore dei soggetti che già abbiamo, i manutentori, che sono in grado di calcolare e informare i cittadini su quanta energia sprechino e quanto inquinino le loro vecchie caldaie".

 

Sollecitazione che Immergas coglie nel pieno del suo significato operativo in chiave nazionale e Europea perché in Europa, come ha osservato Alberto Montanini: “ci sono 120 milioni di impianti di riscaldamento, di cui il 65% è inefficiente, e in Italia la percentuale sale”. “E’ necessario portare al 40% l'obiettivo europeo, vincolante, di miglioramento dell'efficienza energetica al 2030, rispetto al 27% attuale, lasciando ai Paesi membri la scelta delle modalità attraverso cui raggiungere questo target, e pensare già da ora agli obiettivi per il 2050” ha concluso l’Europarlamentare Patrizia Toia, intervenendo in videocollegamento da Bruxelles al convegno sui sistemi ibridi di riscaldamento organizzato da Enea e Assotermica.

 
Share this content

29 Sep 2017

IMMERGAS AND 1,000,000 BOILERS PRODUCED IN SLOVAKIA

Immagine

The new assembly line for Immergas Victrix Exa boilers, inaugurated by the President of the Slovak republic, Andrej Kiska, in the Immergas Europe plant in Poprad on 21 September 2016, has produced boiler no. 1,000,000.

 

Brescello 29 September 2017 –“Exactly twenty years after the first million boilers were produced in the Brescello plant, back in 1997, and with over 50 years of industrial development from the first C16 floor-standing boiler sold in 1966 – commented Alfredo Amadei,  Chairman of Immergas since last year- is a new record that joins all the ones obtained in 53 years of history: in 2002  the first 2 million boilers, in 2006 the 3  million mark, in 2009  4 million and on 2nd December 2013 we reached 5 million, which will soon become 6 million”.

 

Immergas has been active in Slovakia since 2009 and in the last year alone the company invested 1 million Euro to consolidate its presence in a developing area that is strategic for global competitiveness, increasing production to 112,000 boilers per year, with further possibility of expansion.

 

In addition to the new Victrix Exa boiler production line, the development of the Immergas Europe plant in Poprad features improved logistics premises, expanding the total area from the 6800 square metres of 2008 to 15300 square metres. New offices, a staff canteen and other services have been created.

In less than 10 years the turnover of Immergas Europe has grown to 35,000,000 and the number of employees increased from 30 to about 80.

 
Share this content

19 Jul 2017

MAGIS COMBO: L’IBRIDO INTELLIGENTE E COMPATTO CON POMPA DI CALORE E CONDENSAZIONE

Immagine

Magis Combo è la pompa di calore ibrida che riscalda, raffresca e produce acqua calda. Perfetta per efficienza, dimensioni compatte e gamma di soluzioni, copre il fabbisogno nei momenti di maggiore richiesta grazie alla combinazione con un generatore a condensazione.

 

Brescello 19 Luglio 2017 - Magis Combo offre a progettisti e installatori la soluzione giusta per impianti in edifici di nuova costruzione o nelle ristrutturazioni rilevanti, quando l’obiettivo è raggiungere le classi di efficienza energetica più elevate. L’unità motocondensante esterna è disponibile in 3 versioni monofase (5, 8 e 10 kW) mentre l’unità interna è una murale a condensazione compatta che dà fino a 27 kW alla produzione di acqua sanitaria e 24 kW al riscaldamento.

Magis Combo, nella versione istantanea, è un’ottima soluzione anche nella sostituzione di generatori obsoleti in impianti che lavorano fino a 80°C: gode degli incentivi del Conto Termico 2.0 e può scaricare a parete i fumi.

Il cuore del sistema ibrido è il modulo idronico integrato nell’unità interna che gestisce elettronicamente lo scambio di energia tra il circuito frigorifero della pompa di calore e il circuito acqua dell’impianto. In questo modo l’apporto delle diverse fonti di energia è sempre ottimizzato per ridurre i consumi senza mai perdere in comfort.

 

Tra versioni istantanee e Plus sono disponibili 6 modelli e la loro installazione è sempre agevole, anche in spazi contenuti, per tutti i professionisti della climatizzazione dotati di patentino F-GAS.

 
Share this content

21 Mar 2017

IMMERGAS POLSKA VINCE PREMIO TOP BRAND “LAUR KLIENTA”

Immagine

Immergas Polska ha vinto il premio Top Brand “Laur Klienta 2016”.

Una giuria formata esclusivamente da consumatori ha selezionato i prodotti più riconoscibili, i marchi più noti e apprezzati in Polonia prendendo in esame le principali categorie merceologiche.

 

 

Brescello 21 Marzo 2017 - “Visto che sono i consumatori a selezionare i vincitori dell’Alloro dei Consumatori – commenta Alfredo Amadei, Presidente di Immergas Polska, la prima filiale Immergas creata all’estero nel 1996 – questo riconoscimento ci onora perché i clienti finali sono una fonte obiettiva di informazioni sulle tendenze del mercato e le preferenze dei clienti”.

 

Nel settore del riscaldamento domestico Immergas Polska, che ha sede a Lodz, è stata premiata in virtù dell’azione capillare sul mercato che si basa su programmi di fidelizzazione e marketing strutturati e in continua crescita. Una presenza radicata che vale una quota di mercato del 13%.

 

Immergas Polska è stabilmente posizionata tra le tre più rilevanti presenze all’estero di Immergas e le possibilità di crescita, visti i trend di sviluppo della Polonia e l’introduzione di nuove normative che portano verso soluzioni per clima domestico orientate alla sostenibilità e al risparmio energetico, sono ancora molto grandi.

La giuria ha espresso la sua valutazione in base a diversi parametri: le dimensioni dell'azienda, lo stile di gestione, la cultura organizzativa, la qualità dei progetti di sviluppo e gli standard di servizio al cliente.

 

Immergas è risultato il marchio più popolare e affidabile in Polonia.

“Tra i tanti riconoscimenti ricevuti da Immergas Polska in vent’anni di presenza sul mercato – commenta Maciej Czop Managing Director Immergas Polska - l'Alloro dei Consumatori è quello che ci ha dato maggiore soddisfazione. Riflette il gradimento dei nostri clienti, il valore del marchio e sarà certamente un ottimo biglietto da visita per i clienti futuri”. Il fatturato di Immergas Polska Sp. z.o.o si avvia verso i 20 milioni di euro con margini di redditività capaci di sostenere i piani di investimento avviati in Polonia. 

 
Share this content

13 Mar 2017

THE CONSUMER’S LAUREL FOR IMMERGAS POLSKA

Immagine

Immergas Polska has received the prestigious TOP BRAND award within all-Poland program ‘Consumer's Laurel 2016’ selecting the most recognizable products, brands and services in each category.

 

Brescello 13 March 2017 - The Consumer Laurel is a nationwide consumer program in Poland, distinguishing the leading companies of their industry. The consumers themselves select the winners, which makes the program an objective source of information about market trends and customer preferences.

Immergas Polska was awarded due to our position in the market and dynamic development of Immergas brand among other competitors in a heating industry.

The Jury took into consideration such aspects as: company’s size, management style, organizational culture, quality of projects, as well as customer service standards. All based on actual market trends.

But the most important were our customers’ votes, who - in a nationwide poll - indicated Immergas as the most popular and trustworthy brand, appreciating the high quality of our products.

Among other awards received by Immergas Polska for the last 20 years, the Consumer Laurel is the most satisfying one. It reflects our clients’ highest recognition for our brand and is also the best recommendation for future customers.

 
Share this content

06 Dec 2016

RICERCA INNOVHUB SSI: TRA PELLET E LEGNA INQUINA MENO IL GAS

Immagine

Alberto Montanini Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas e Presidente Assotermica ha partecipato a Roma al meeting “STUDIO COMPARATIVO SULLE EMISSIONI APPARECCHI A GASOLIO; GAS; GPL E PELLET". Anigas e Assogasliquidi hanno presentato i nuovi dati comparativi elaborati dalla Stazione Sperimentale per i Combustibili di Milano.

 

Brescello 6 dicembre 2016 - Le più innovative caldaie a gas e i nuovi sistemi integrati e ibridi per il riscaldamento domestico possono contribuire in percentuale sensibilmente più rilevante rispetto a combustibili come il legno e il pellet, che vengono spesso indicati come green, a ridurre i livelli di inquinanti emessi nell’aria. È questo il risultato di uno studio comparativo sui livelli di inquinamento prodotti da metano, GPL (gas di petrolio liquefatto), legna, pellet e gasolio condotto da INNOVHUB SSI, la Stazione Sperimentale per i Combustibili di Milano che sono stati presentati a Roma nel corso di un meeting voluto da Anigas e Assogasliquidi, che ha visto la partecipazione di Alberto Montanini Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas e Presidente Assotermica: «Siamo di fronte a nuove sfide - commenta Alberto Montanini – gli obiettivi fissati dall’Unione Europea in tema di sostenibilità ambientale per tentare di arrivare alla riduzione del 50% delle emissioni inquinanti entro il 2030, impongono riflessioni attente e analisi comparative dettagliate. Quello presentato a Roma è certamente un riferimento importantissimo per cercare di raggiungere l’obiettivo, ovvero ridurre gli inquinanti nell’atmosfera sotto i livelli del 2005 entro il 2030».

«I dati comparati confermano quello che Immergas verifica sul campo da molti anni – aggiunge Alberto Montanini - le piccole caldaie alimentate a combustibili gassosi presentano emissioni di Monossido di Carbonio (CO) da 3 a 6 volte inferiori al pellet e 100 volte inferiori alla legna». Inoltre gli apparecchi a gas naturale e GPL registrano valori pressoché nulli di emissioni di Particolato rispetto al pellet e lo stesso dicasi per le emissioni di Benzo(a)pirene. Performances che le caldaie a gasolio non possono raggiungere visto che per l’anidride solforosa (SO2), che deriva soprattutto dal riscaldamento delle abitazioni, è prevista dalle direttive europee la riduzione più consistente entro il 2030: -59% (-35% per l’Italia).

Lo studio presentato da Anigas e Assogasliquidi vede, in termini assoluti, il gas naturale e il GPL registrare un fattore di emissione di Particolato inferiore ai 0,04 g/GJ (grammi per gigajoule), il gasolio di 0,1 g/GJ, la legna di 254 g/GJ, il pellet di qualità A1 impiegato su stufa di alta gamma 23,9 g/GJ, lo stesso pellet in stufa a bassa gamma 44,1 g/GJ, il pellet di qualità A2 in stufa ad alta gamma 83,8 g/GJ e in stufa a bassa gamma 82,9 g/GJ. In pratica, a parità di potenza un apparecchio a pellet di qualità A2 emette particolato aerodisperso (PM) come 2.095 caldaie a gas e un apparecchio a legna come 6.350 caldaie a gas.

Nel caso degli Ossidi di azoto (NOx) i valori relativi al pellet sono circa 3 volte quelli rilevati per i combustibili gassosi e per il gasolio da riscaldamento.

I valori degli Ossidi di zolfo (SOx) ricavati per i combustibili gassosi risultano da 3 a 40 volte inferiori rispetto al pellet e da 10 a 30 volte inferiori rispetto alla legna.

«È davvero tempo di far capire a tutti i livelli: amministratori pubblici, installatori e utenti finali - conclude Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas - che serve una maggiore informazione basata su dati scientifici per orientare le decisioni nei prossimi mesi. Il tempo utile per cambiare strada è quasi finito. Secondo ENEA l'attuale sistema di politiche e misure in Italia non permette infatti di raggiungere gli obiettivi climatici nazionali al 2030. Per centrarli occorre agire in tre direzioni: riqualificare il patrimonio edilizio, intervenire sulla mobilità, e introdurre strumenti normativi e finanziari per promuovere le energie rinnovabili e l'efficienza energetica e Immergas farà la sua parte per diffondere questa cultura orientata alla sostenibilità».

 
Share this content

21 Nov 2016

BALLABIO SCEGLIE “ENERGIE PER LA SCUOLA”

Immagine

È il primo comune italiano che sceglie il progetto didattico lanciato da Immergas come supporto alle attività orientate alla cultura della sostenibilità e del risparmio energetico.

 

Brescello 21 novembre 2016 - Ballabio, in provincia di Lecco, è il primo comune italiano che sceglie il progetto didattico “Energie per la scuola” lanciato da Immergas nel 2015 come supporto alle attività orientate alla cultura della sostenibilità e del risparmio energetico.

«Il lavoro di promozione sulle tematiche legate al risparmio energetico tra gli allievi delle scuole proposto da Immergas - commenta Alessandra Consonni Sindaco di Ballabio - ci è sembrato un segnale da cogliere. La nostra scelta per il futuro di Ballabio è chiaramente orientata alla sostenibilità e tutte le buone pratiche che si possono promuovere sono per noi importanti. Con Immergas abbiamo condiviso i valori e le scelte che sono alla base del progetto “Energie per la scuola” e su questa linea, partendo dalle elementari, abbiamo iniziato un percorso che crediamo utile per una comunità come la nostra, che vuole raggiungere gli obiettivi fissati dal programma Europa 2020. Saranno decisivi i piccoli gesti quotidiani che ognuno di noi può scegliere di fare; uniti e moltiplicati porteranno benefici a tutta la comunità e in questa direzione ci stiamo già muovendo con successo, partendo dalla gestione dei rifiuti. Molto c’è da fare, ma credo che la creazione di una sensibilità diffusa sia la strada corretta e la scuola riveste in questo senso un ruolo fondamentale».

Il punto di partenza è Ballabio, un comune di oltre 4mila abitanti che ha il rispetto dell’ambiente e la valorizzazione del patrimonio naturale nel programma affidato alla Giunta comunale che punta a migliorare benessere e qualità della vita: «Viviamo in un territorio di altissimo pregio – spiega Celestino Cereda assessore alle politiche ambientali, ecologia, tutela e valorizzazione del territorio – quindi la tutela dello scenario naturale con montagne famose tra gli alpinisti di tutto il mondo come la Grigna, i prodotti tipici della Valsassina (come il celebre taleggio) è un impegno quotidiano che si deve coniugare con la tradizione industriale (casearia e minuterie metalliche) sviluppata in un’ottica di attenzione e rispetto dell’ambiente e con la vocazione turistica. L’impegno di aziende come Immergas nella diffusione di una cultura attenta alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico è il punto di partenza per attivare sinergie virtuose che potremo realizzare dando concretezza a scelte che sono alla base della nostra visione come Giunta comunale».

Il primo incontro con gli studenti della scuola elementare Fantasia, ha confermato la positiva accoglienza che il progetto “Energie per la scuola” sta ottenendo il Emilia, Veneto e in tutta l’area Mediopadana.

«Arriveremo presto a 1.500 studenti delle scuole elementari e medie. Il bilancio del primo anno – commenta Ettore Bergamaschi Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas – è quindi molto positivo e per i prossimi mesi sono già programmate diverse iniziative basate su due format: le visite delle classi nella sede Immergas a Brescello oppure le conversazioni che portano lo staff del progetto direttamente nelle classi, a diretto contatto con realtà territoriali molto diverse. Di conseguenza è per noi motivo di particolare soddisfazione aver ricevuto questa disponibilità per collaborare su progetti green concreti, partendo da quelli per le scuole, che ampliano lo scenario: non solo le scuole ma un coinvolgimento più diretto della Pubblica Amministrazione, partendo dai comuni per arrivare ai livelli territoriali più vasti con iniziative mirate a creare una maggiore consapevolezza sui consumi energetici e sulla reale possibilità di attivare azioni positive orientate alla sostenibilità ambientale e a risparmio».

 
Share this content

15 Nov 2016

PMI DAY: IMMERGAS PORTA GLI STUDENTI IN FABBRICA

Immagine

Brescello 15 novembre 2016 - “Vi presentiamo la fabbrica, come è veramente e come forse non riuscite a immaginarla”. Con questo obiettivo Immergas ha aderito per il quinto anno consecutivo al PMI Day – Industriamoci lanciato dal comitato Piccola Industria in collaborazione con 70 associazioni territoriali del sistema Confindustria. Quest’anno sono stati oltre 40.000 gli studenti che hanno partecipato alle visite organizzate nelle oltre 950 imprese che hanno aderito all'iniziativa.

In Immergas sono state accolte due classi terze della Scuola Media di Gualtieri (Re).

«Far conoscere ai giovani, nel contesto della settimana europea dedicata alle PMI, come si vive nelle fabbriche nell’era di Industrie 4.0, nella fabbrica digitale – spiega Mirko Orlandini, Direttore Risorse Umane Immergas – era il nostro obiettivo e abbiamo raccolto grande interesse e curiosità sia tra gli studenti che tra gli insegnanti».

Anche Industriamoci è un'occasione per raccontare la storia delle aziende, l'orgoglio, i valori e la cultura che sono alla base del lavoro quotidiano delle persone che ne fanno parte. Le visite guidate consentono a Immergas di contribuire a diffondere la conoscenza della realtà produttiva e l'impegno quotidiano a favore della crescita del paese.

«Tutti i nostri progetti rivolti alle scuole - commenta Mirko Orlandini - consentono di visitare i reparti produttivi e di vedere da vicino le linee automatizzate dove i robot aiutano uomini e donne sollevandoli dalle funzioni più faticose».

La giornata delle PMI, nell'ambito della 15 Settimana della Cultura d'impresa organizzata da Confindustria, ha creato negli anni un link concreto tra imprese e mondo della scuola che oggi, oltre che con l'obbligatorietà dell'alternanza scuola-lavoro rappresenta un presupposto fondamentale per condividere efficaci progetti comuni quali il lean management, la legalità e la tutela del Made in Italy.

I ragazzi e le ragazze dell’Istituto Comprensivo di Gualtieri hanno fatto visita al museo aziendale, alle linee produttive e alla Domus Technica, il Centro di Formazione Avanzata Immergas, con tante occasioni per domande e risposte su tematiche come il risparmio energetico e la qualità dell'abitare, che assumeranno rilevanza sempre maggiore, anche alla luce delle nuove politiche dell'Unione Europea in materia di sostenibilità.

 
Share this content

11 Nov 2016

EDIFICIO 4.0: IMMERGAS SCENDE IN CAMPO

Immagine

Al via i nuovi corsi di formazione FER per installatori e professionisti con programmi mirati per l’utilizzo ottimale delle energie rinnovabili, dal progetto alla gestione dell’impianto con un unico partner. Marcello Candi, Direttore Marketing Tecnico Immergas, al convegno su “Progettazione, Costruzione e Impianti Innovativi” a Bari.

 

Brescello 11 novembre 2016 - Riparte da Bari la road map per avviare il settore delle costruzioni verso l’Edilizia 4.0. La terza tappa, dopo l'accordo di collaborazione siglato a Milano fra Assimpredil Ance e Confindustria Digitale per aiutare le imprese della filiera a recuperare produttività ed efficienza attraverso processi di trasformazione digitale e il lancio della “Carta per l’edificio 4.0” a Bologna in occasione del Saie, è stata il convegno nazionale, promosso da Senaf, “Edificio 4.0: Progettazione, Costruzione e Impianti Innovativi” che ha riunito nel nuovo centro congressi della Fiera del Levante a Bari diverse centinaia di progettisti, architetti, ingegneri, installatori e distributori.

Tra i temi al centro del meeting un ruolo di primissimo piano è stato riservato alla formazione: alla luce delle nuove normative assume un ruolo di grande centralità. Ormai da moltissimi anni Immergas offre programmi di formazione avanzata per gli installatori e di partnership con i progettisti, annunciati a Bari da Marcello Candi, Direttore Marketing Tecnico Immergas.

«La normativa che impone percorsi di formazione specifici per gli installatori che operano con le Fonti di Energia Rinnovabile (FER) - ha spiegato Marcello Candi nella prima sessione del convegno - è già stata recepita in diverse regioni (Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Veneto e altre come la Puglia sono in fase attuativa) quindi diventa obbligatorio e non ulteriormente rinviabile per gli installatori che operano nel settore (oltre che i per i centri di assistenza tecnica autorizzati in caso di manutenzione straordinaria sull’impianto FER) seguire corsi di formazione. Immergas da decenni organizza corsi e offre programmi mirati che ruotano intorno alla Domus Technica (il centro di formazione avanzata creato a Brescello) e sono basati su un team altamente qualificato di docenti. Solo nel 2016 abbiamo organizzato ben 70 corsi FER che hanno coinvolto oltre 1.500 installatori. Ora siamo pronti per aiutare tutta la filiera a soddisfare gli obblighi formativi in tema di FER per ottenere la qualifica di Installatore Fonti di Energia Rinnovabili».

È l’abilitazione necessaria per svolgere l’attività di installazione e manutenzione straordinaria di pompe di calore per il riscaldamento, refrigerazione e produzione di acqua calda sanitaria, di sistemi solari termici e sistemi fotovoltaici, nonché di impianti a biomasse per usi energetici (caldaie, caminetti e stufe a pellet, legno ecc.). Il riferimento legislativo è il D.lgs. 28/2011 (decreto rinnovabili) dove all'articolo 15 vengono previsti obblighi professionali e di formazione ulteriori rispetto quanto già previsto dal DM 37/08.

Nella seconda sessione del meeting di Bari il focus si è spostato sulle novità in tema di verifiche energetiche degli edifici con sistemi in pompa di calore e sistemi ibridi.

«Abbiamo messo a punto un format didattico – spiega Marcello Candi – che si basa su casistiche concrete: l’appartamento, la casa a schiera, la villetta, il condominio. Tipologie diverse che impongono ai progettisti soluzioni diversificate per garantire il massimo risultato in tema di sostenibilità ambientale e risparmio energetico per tutta la vita del sistema edificio-impianto. I “requisiti minimi” e la nuova certificazione energetica legata alle norme UNI in vigore da pochi mesi e la situazione nelle varie regioni d’Italia con l’avvento del SIAPE aprono nuovi scenari. Immergas, che ha potenziato e rinnovato la sua gamma di prodotti per rispondere a tutte le nuove esigenze che si stanno manifestando, propone ai progettisti una vera partnership. Un’alleanza che deve partire da quando il progettista riceve l’incarico e arriva alla conclusione dell’installazione con la garanzia di avere per tutta la gestione, lungo tutta la vita dell’impianto, il supporto del team Immergas che ha messo a punto formule di service su misura per i nuovi sistemi di climatizzazione che uniscono tecnologie e fonti energetiche diverse. In questa direzione si muoverà Immergas in tutta Italia da dicembre, con iniziative itineranti dedicate ai progettisti (architetti, ingegneri, geometri e periti industriali) che serviranno per ottenere i crediti formativi».

Di grande rilevanza nell’ottica dell’edificio 4.0 sarà l’utilizzo di strumenti informatici avanzati nella fase di progettazione e gestione delle pratiche legate alle nuove normative per il rilascio dei Certificati di Conformità. Un nuovo scenario digitale che è stato illustrato da Simonetta Tino (ACCA software) che collabora con il team Immergas. Anche in questo caso si tratta quindi di investire in formazione e per questo Immergas ha deciso di scendere in campo unendo professionalità e competenze in un progetto unico che parte dalla necessità di promuovere con convinzione l’uso delle fonti di energia rinnovabili.

Al meeting di Bari, nelle due sessioni di lavoro che hanno visto protagonista Immergas, hanno portato contributi oltre a Marcello Candi anche Pasquale Capezzuto (Energy Manager del Comune di Bari, membro del City Advisory Board del programma europeo Smart Cities), che ha illustrato nei dettagli i “requisiti minimi” per l'efficienza energetica e le fonti rinnovabili di energia nell'edilizia e Luigi D’Erchie (staff tecnico-normativo Immergas).

«L’interesse che abbiamo raccolto a Bari intorno alle proposte Immergas legate alle energie rinnovabili tra installatori e progettisti - conclude Marcello Candi - nei prossimi mesi sarà alla base di iniziative analoghe in tutta Italia per confermare l’impegno di Immergas in ottica di sostenibilità e innovazione».

 
Share this content

28 Oct 2016

ARRIVA IL FREDDO: IMMERGAS SPIEGA LE BUONE REGOLE PER OTTIMIZZARE IL CLIMA DOMESTICO RISPARMIANDO CON FORMULA COMFORT EXTRA

Immagine

Il Direttore Marketing Operativo e Comunicazione di Immergas Ettore Bergamaschi annuncia il lancio di una campagna di web marketing.

 

Brescello 28 ottobre 2016 - Arriva il freddo e come ogni anno il tam tam porta l’attenzione sul riscaldamento domestico e sulla caldaia di casa. «In queste settimane stanno circolando informazioni in tema di costi delle manutenzioni e dei controlli, di risparmio energetico e di impatto sull’inquinamento atmosferico delle caldaie a gas per il riscaldamento domestico – spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas – le linee guida confermate da Assotermica (l’associazione dei produttori di caldaie) sono state più che recepite da Immergas che offre pacchetti di servizi, come Formula Comfort Extra, che garantiscono a chi ha acquistato una caldaia Immergas di avere per molti anni, servizi di alto livello, con personale altamente qualificato che mirano alla sicurezza, alla riduzione dei consumi e al rispetto dell’ambiente».

Tutte le informazioni su Formula Comfort Extra sono contenute nel mini sito dedicato www.formulacomfort.immergas.com che da qualche giorno è al centro di una nuova campagna di web marketing su Facebook e su Google che segue quella lanciata nei primi mesi del 2016 e che ha portato Immergas tra le case history di advertising on line di maggiore successo segnalate da Google in Italia.

La nuova campagna di web marketing ha già prodotto oltre 12.000 clic e sono stati compilati oltre 8.000 form di contatto con i Centri di Assistenza Tecnica Autorizzati Immergas.

La campagna “autunno 2016” lanciata da Immergas comprende anche sei mini video pubblicati sul canale Immergas Italia di YouTube, che hanno come protagonista “Mr. CAT” che nella realtà quotidiana è un maxi team di tecnici specializzati attivo in tutta Italia, creato da 600 Centri di Assistenza Tecnica Autorizzati Immergas.

«I mini video - spiega Renato Morelli Direttore Service Immergas - illustrano nel dettaglio come funziona l’assistenza Immergas post vendita: come contattare Immergas con il numero verde, come ottenere la garanzia di intervento in 36 ore, la disponibilità 7 giorni su 7 dei tecnici, la garanzia che vengono utilizzati solo ricambi originali e tanti altri consigli utili per la gestione del clima domestico».

«Abbiamo già superato le 100.000 visualizzazioni sul nostro canale YouTube aziendale – conclude Ettore Bergamaschi – e ci aspettiamo un ulteriore incremento visto che l’arrivo del freddo e la necessità di avere un impianto di riscaldamento efficiente, quindi capace di garantire una reale riduzione dei consumi e un più attento rispetto delle norme anti inquinamento, spingeranno molti italiani a cercare informazioni aggiornante e accreditate on line».

 
Share this content

24 Oct 2016

INVERNO IN ARRIVO: “OCCHIO ALLA CALDAIA” PER MANUTENZIONE E CONTROLLI

Immagine

Alberto Montanini Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas e Presidente Assotermica spiega le regole base per una corretta gestione dell’impianto di riscaldamento per contenere i consumi, inquinare di meno e vivere in sicurezza.

 

Brescello 24 ottobre 2016 - L’arrivo dell’inverno ripropone il tema della manutenzione delle caldaie a gas per il riscaldamento domestico e si moltiplicano le analisi comparative su cosa conviene.

L’ultima in ordine di tempo, curata dall’ Osservatorio di ProntoPro.it segnala che la spesa media nazionale per la revisione e la manutenzione della caldaia, escludendo i costi di verifica dei fumi, è di 65 euro. I prezzi però, variano molto; non solo a seconda delle società a cui ci si affida, ma anche della città in cui si vive.

Come orientarsi nell’ormai vasto panorama di offerte per la manutenzione della caldaia: da quelle tradizionali con il professionista di fiducia a quelle online?

Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas e Presidente Assotermica (l’associazione nazionale dei produttori di apparecchi ed impianti termici e componenti destinati al comfort climatico ambientale) sintetizza così i consigli per una corretta gestione dell’impianto di riscaldamento domestico in vista della stagione invernale: «l’obiettivo è chiaro: contenere i consumi, inquinare di meno e vivere in sicurezza. Per raggiungerlo bisogna prima di tutto fare chiarezza tra controlli e manutenzione, in quanto sono due interventi diversi; certamente il prezzo troppo basso promesso da alcune offerte lascia immaginare l’impiego di personale non formato e qualificato e nel caso di guasti è bene chiedere sempre l’impiego di ricambi originali forniti dal costruttore della caldaia».

I controlli mirano alla verifica dei gas di combustione e consentono di misurare l’efficienza energetica dell’impianto. Deve preoccuparsi di attivare le verifiche periodiche chi occupa l’appartamento quindi non necessariamente il proprietario dell’immobile. La manutenzione, facendo riferimento ai consigli del costruttore che rispettano regole UE, serve a prevenire malfunzionamenti garantendo una funzionalità ottimale a tutto l’impianto (non solo alla caldaia). La tempistica che regola gli interventi varia da città a città, ma in generale ai controlli emissioni (ogni 2 – 4 anni) si deve abbinare la manutenzione annuale che consente di valutare tutta la funzionalità dell’impianto (ventilazione, ricambio d’aria, micro perdite ecc.) e non solo della caldaia.

Oltre a garantire minori consumi, minore inquinamento e maggiore sicurezza, i programmi di manutenzione e controllo della caldaia evitano all’utente finale di incappare nelle sanzioni previste dai comuni in caso di impianti e apparecchi non in regola (DPR n. 74 in materia di controlli sull'efficienza energetica).

«In Italia il parco di caldaie installate è in via di rinnovamento – spiega Alberto Montanini – per rispondere alle nuove norme europee ErP Ecodesign, ma è del tutto evidente che quando la caldaia invecchia aumenta la necessità di procedere a controlli e manutenzione con grande attenzione. Alcune aziende produttrici hanno lanciato programmi pluriennali di manutenzione e assistenza programmata che garantiscono all’utente vantaggi e costi ridotti. La sempre maggiore diffusione di impianti complessi che uniscono alla caldaia a gas la pompa di calore e altri apparati imporranno un maggiore livello di formazione ai tecnici del settore e anche su queste qualificazioni si devono basare gli utenti finali per scegliere a chi affidare la manutenzione e il controllo. A spingere l’utilizzatore dell’impianto verso un programma di controlli e manutenzione pluriennale non deve essere la paura della sanzione che potrebbe arrivare a fronte di un controllo, ma la scelta consapevole che porta a risparmiare sui costi di riscaldamento inquinando meno e garantendo una maggiore sicurezza».

 
Share this content

03 Oct 2016

IL PREMIO “SORBA D’ORO” A IMMERGAS

Immagine

La ventesima edizione del riconoscimento alle imprese del territorio voluta dall’Amministrazione Comunale di Sorbolo è andata all’azienda leader in Italia nelle caldaie a condensazione per il riscaldamento domestico fondata nel 1964. Il Sindaco Cesari: «ha creato lavoro e investe per continuare a crescere». Il Presidente Alfredo Amadei: «siamo fortemente legati al territorio dove siamo nati».

 

 

Brescello 3 ottobre 2016 - L’Amministrazione Comunale di Sorbolo, insieme alla Commissione Attività Produttive, ha deciso di conferire la «20ª Sorba d’oro» ad Immergas di Brescello.

Il Sindaco Nicola Cesari e il Presidente della Commissione “Sorbolo che Produce“ Lucio Ferrari nel corso della cerimonia per la consegna del riconoscimento al Presidente di Immergas Alfredo Amadei hanno sottolineato la motivazione che ha portato a premiare una storia d’impresa nata e cresciuta con una visione di area vasta che comprende tre province: Parma, Reggio Emilia e Mantova. Gran parte dei circa 700 dipendenti che lavorano nella sede centrale dell’azienda a Lentigione di Brescello sono infatti residenti in un bacino che comprende diversi comuni.

Ecco la motivazione del premio a Immergas: Immergas, fondata nel 1964 da tre giovani: Gianni Biacchi nato a Sorbolo, Giuseppe Carra nato a Pegognaga e Romano Amadei nato a Coenzo di Sorbolo che avviarono una piccola officina, oggi è diventata una multinazionale a capitale italiano presente in tutto il mondo con le più innovative soluzioni per il riscaldamento e il clima domestico orientate alla sostenibilità e al risparmio energetico.

Il continuo flusso di investimenti ha fatto crescere Immergas sulla strada dell’innovazione e nel bilancio di oltre 50 anni di attività industriale il tratto unificante è la costante attenzione alle persone e al territorio dove l’azienda è nata e cresciuta.

L’impegno nella formazione e per favorire lo sviluppo delle competenze ha fatto di tanti giovani, donne e uomini, del territorio parmigiano e reggiano apprezzati professionisti.

Alla consegna del premio hanno partecipato il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, l’Onorevole Patrizia Maestri, il Segretario Provinciale PD di Parma Alessandro Cardinali e il Consigliere Regionale di Parma Massimo Iotti, che hanno fatto visita all’azienda e al cantiere per la costruzione del nuovo Centro Ricerche e Sviluppo Immergas. Accolti dal fondatore Romano Amadei nella Domus Technica, il Centro di Formazione Avanzata creato da Immergas nel 2010, gli ospiti hanno potuto toccare con mano la dimensione raggiunta e ripercorrere le tappe rilevanti della sua storia che sono raccolte nel museo aziendale.

Il Presidente di Immergas Alfredo Amadei ha ribadito l’impegno a mantenere italiana la matrice dell’azienda: «nell’anno del cinquantesimo dalla fondazione abbiamo investito in nuove linee produttive per migliorare qualità e sicurezza dei nostri prodotti. In questi mesi abbiamo avviato il cantiere per costruire il nuovo Centro Ricerche e Sviluppo che segna una nuova tappa del nostro radicamento in questo territorio. Darà opportunità a giovani che vogliono affrontare le tematiche legate al clima domestico, al risparmio energetico e alla sostenibilità in modo concreto e aperto. Siamo felici del riscontro positivo che le nostre iniziative rivolte al territorio dove siamo nati stanno ottenendo e puntiamo molto sul progetto “Energie per la scuola” per contribuire alla sensibilità su tematiche vitali per il pianeta e per tutti noi».

Il Sindaco Nicola Cesari ha sottolineato l’impegno dell’Amministrazione Comunale: «mai come in questo periodo il lavoro e la stabilità del lavoro sono un valore da esaltare. Avere aziende che continuano a investire in queste aree è una possibilità concreta che si apre per tutti e in primis per i giovani».

«Ci è sembrato giusto – ha concluso il Presidente della Commissione “Sorbolo che Produce” Lucio Ferrari: «dare risalto a una storia d’impresa nata da tre giovani di queste terre che hanno saputo costruire dal nulla una realtà industriale riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo».

 

 
Share this content

21 Sep 2016

IMMERGAS EUROPE 2016 OPEN DAY

Immagine

Andrej Kiska, President of the Slovak Republic and President of the European Council in the current semester, together with the new Chairman of Immergas, Alfredo Amadei, have officially inaugurated the new production line of Victrix Exa boilers, which are designed to meet European regulations for improved sustainability and energy saving. An amount exceeding 1 million Euro has been invested in the Poprad factory, consolidating the role of the Italian company in an area of development that is strategic for global competitiveness.

 

Brescello 23 September 2016 - Andrej Kiska, President of the Slovak Republic and President of the European Council in the current semester, together with the new Chairman of Immergas, Alfredo Amadei, have officially inaugurated the new production line of Victrix Exa boilers, which are designed to meet European regulations for improved sustainability and energy saving. An amount exceeding 1 million Euro has been invested in the Poprad factory, consolidating the role of the Italian company in an area of development that is strategic for global competitiveness.

«Occasions such as this, investments such as this - said the President of the Slovak Republic and President-in-office of the European Council Andrej Kiska - open the doors to our common future. I am proud to see that the efforts of the Slovak workers who have participated and participate in the development of Immergas have been rewarded. I am proud to see an Italian company that believes in our growth potential». «The inauguration of this production line in Poprad – added the new new Chairman of Immergas Alfredo Amadei – follows in the direction taken in 2014 with the implementation of the new automated lines to improve quality and safety in the main Brescello (Reggio Emilia) factory. We are investing with an eye to the future. In our headquarters, we are setting up the new research and development centre, but the decision to produce the new Victrix Exa boilers for the global market in Poprad is an important event, a strategic choice. These investments will give Immergas Europe the possibility of consolidating its positive business development trend in the various markets where it operates».

In addition to the new Victrix Exa boiler production line, the development of the Immergas Europe plant in Poprad features improved logistics premises, expanding the total area from the 6800 square metres of 2008 to 15300 square metres. New offices, a staff canteen and other services have been created and will soon be available to everybody.

«We have built the factory from scratch in a record time – points out the Managing Director of Immergas Europe, Leonardo Perla – from 2006 to June 2008, when the first boiler came out, and this year, in a few months, we have substantially improved the production area, the offices and optimised inbound and outbound logistics. More importantly, before the construction we have built a team made of people and today this team has proved to be a winning one». The new production line set up by Immergas's Engineering team with the support of Slovak companies, uses advanced technology developed on the basis of the experience acquired by Immergas in the production plant of Brescello (Italia).

In eight years, the number of people employed by Immergas Europe has increased from 43 to 83 and in the same period of time the turnover has grown from 17.9 to 39.9 million Euro.

In Slovakia, Immergas has always found an "investor friendly" environment, based on a positive, constructive dialogue with local authorities, who were present at the event for the official opening of the new production line. This competitive plus has definitely contributed to the takeoff of this new project and opens the door to future collaborations. Alexander Resch, Chairman of the Italian-Slovak Chamber of Commerce (chairman and CEO of VUB Banka - Intesa San Paolo), which is based in Bratislava, also highlighted the value of Italy's industrial presence in Slovakia: «a country that continues to provide a great opportunity for growth».

The mayor of Poprad, Jozef Svagerko, thanked Immergas and its entire staff: «seeing Italian and Slovakian people working together and managing to set up a successful company in just eight years gives reason for great optimism. Immergas is for us a stable, solid presence and this investment confirms it».

It is an important sign of collaboration between Italy and Slovakia in the year when our country takes over the Presidency of the Council of the European Council for the first time.

 

 

 
Share this content

15 Sep 2016

TEAM BUILDING VINCENTE

Immagine

Ettore Bergamaschi Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas e Gianluca Zattarin allenatore del Lentigione Calcio, hanno messo a confronto le sfide quotidiane legate alla gestione di una squadra e quelle di un’azienda nel corso di un confronto con tutti i dipendenti alla WeatherTech Europe di Parma.

Brescello 15 settembre 2016 - Un allenatore di calcio e un direttore marketing che raccontano come funzionano una squadra e un’azienda a chi, ogni giorno, deve “fare squadra”. È questo lo spirito del Team Building che ha portato l’allenatore del Lentigione Calcio Gianluca Zattarin a confronto con tutti i dipendenti della WeatherTech Europe che da qualche anno ha creato il suo quartier generale nell’area industriale di Bogolese (Pr) per commercializzare e distribuire, in tutta Europa e nell’area del Medio Oriente, i prodotti della capogruppo americana WeatherTech per la protezione dell’abitacolo e del baule dell’auto.

«Fare insieme è un mantra per ogni squadra, nello sport come nel lavoro e nella vita – ha commentato Gianluca Zattarin allenatore Lentigione Calcio - per me era la prima volta fuori dal campo e dallo spogliatoio e giudico questa esperienza molto interessante. Spero utile, sia per chi vive in azienda che per me nella vita sportiva. Quello che conta è il risultato, in azienda come nello sport, ma per avere risultati duraturi nel tempo credo che investire nella costruzione di un insieme coeso di persone, anche con ruoli diversi, sarà importantissimo in questi tempi di competitività sempre più esasperata. Solo persone motivate portano alla vittoria».

Gianluca Zattarin (Padova, 1 maggio 1974) ex difensore di Padova, Chievo, Pisa (e naturalmente Brescello) allena per il secondo anno consecutivo il Lentigione Calcio che si misura con le sfide, anche territoriali, del campionato nazionale di Serie D.

«Abbiamo toccato con mano – commenta Paolo Brighenti, Director European Operation di WeatherTech Europe – i tantissimi punti di contatto tra la vita di una squadra di calcio che punta a ottenere risultati eccellenti e un’azienda che vuole conquistare posizioni di primato nel suo mercato. La conversazione con l’allenatore del Lentigione Calcio ha dato tanti spunti concreti che tutti potranno far maturare nella vita quotidiana in azienda. Il progetto del Lentigione Calcio che vuole coinvolgere direttamente anche le aziende di questo territorio ci piace e ci stimola. Anche un’azienda multinazionale come WeatherTech ha bisogno di radici forti nei Paesi dove opera e con questo spirito crediamo che la collaborazione potrà continuare».

«Siamo profondamente convinti del valore che il legame tra sport e impresa può creare – ha commentato Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas - il sostegno che le imprese possono dare alla vita del territorio non si concentra infatti solo nella grande sponsorizzazione sportiva, ma nel supporto attivo alle attività diffuse, che mantengono vive realtà anche piccole come quella dove Immergas è nata e cresciuta. Diffondere questi valori e condividerli con altre aziende è una delle linee guida che la proprietà di Immergas ha tracciato. I risultati sono positivi e altre iniziative saranno organizzate nei prossimi mesi».

 
Share this content

05 Sep 2016

CRIBIS D&B ASSEGNA IL “CRIBIS D&B RATING 1” A IMMERGAS SPA

Immagine

Brescello 5 settembre 2016 - Cribis D&B, ha assegnato in data 8 luglio 2016 al Dott. Fulvio Martini, in qualità di Amministratore Delegato di Immergas Spa di Brescello (Re) il “Cribis D&B rating 1”. Tale riconoscimento attribuisce a Immergas Spa il massimo livello di affidabilità finanziaria come controparte nelle transazioni commerciali business to business.

Il “Cribis D&B Rating 1” è un riconoscimento di grande valore, dato che ogni anno viene assegnato solo al 6% degli oltre 5 milioni di imprese italiane, e viene rilasciato esclusivamente alle aziende che mantengono costantemente un’elevata affidabilità economico-finanziaria e sono virtuose nei pagamenti verso i fornitori.

La valutazione ottenuta dalla società Cribis D&B è per Immergas la conferma della solidità aziendale ed un incentivo a proseguire nella creazione di valore a favore tutti gli stakeholders: una garanzia per tutte le aziende che hanno scelto Immergas come partner commerciale.

 
Share this content

05 Jul 2016

IMMERGAS ENTRA IN ASSOCLIMA

Immagine

Dal 1° luglio 2016 Immergas è entrata a far parte del pool di aziende associate ad Assoclima.

 

Brescello 5 luglio 2016 - Immergas è entrata a far parte del pool di aziende associate ad Assoclima, l’Associazione dei costruttori di Sistemi di Climatizzazione federata ad ANIMA.

Nata nel 1964 come Co.Aer (Associazione costruttori apparecchiature ed impianti aeraulici), rappresenta una cinquantina di aziende con 7.200 addetti e un fatturato totale di oltre 1,4 miliardi di euro.

«È un settore fortemente orientato all’internazionalizzazione e la quota di esportazione è del 64% - spiega il segretario di Assoclima Giampiero Colli - e l’obiettivo fondamentale di Assoclima è contribuire al miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza dei sistemi di climatizzazione, perseguendo sia il benessere delle persone sia la salvaguardia dell’ambiente». In Assoclima sono attivi sette gruppi merceologici: pompe di calore, ventilatori, componenti per la distribuzione dell’aria, filtri per l’aria, macchine per il condizionamento, apparecchi terminali, scambiatori di calore e torri di raffreddamento. Il presidente di Assoclima è Alessandro Riello.

La federazione ANIMA, che comprende anche Assotermica, vede impegnata Immergas ai massimi livelli con la nomina di Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas e Presidente Assotermica; Alberto Montanini - infatti - è anche Vice Presidente ANIMA e Vice Presidente Federcostruzioni. 

 
Share this content

30 Jun 2016

IMMERGAS DEDICA UN PREMIO DI LAUREA IN MEMORIA DI CAMILLO SCOTTI

Immagine

In occasione del primo anniversario dalla scomparsa di Camillo Scotti, l’Università degli Studi di Parma, grazie al contributo di Immergas, ha istituito il premio di laurea per la miglior tesi “Dott. Camillo Scotti”.

 

Brescello 30 giugno 2016 - Nel primo anniversario dalla scomparsa di Camillo Scotti, per molti anni Direttore Commerciale e Marketing Immergas, l’Università degli Studi di Parma, grazie al contributo di Immergas, ha istituito il premio di laurea per la miglior tesi “Dott. Camillo Scotti” a favore di laureati ai Corsi di Studio Magistrali del Dipartimento di Economia che abbiano discusso una tesi di laurea sul tema “Le strategie di marketing e le politiche commerciali nell’ambito delle aziende industriali”. Il premio di laurea è rivolto a chi ha conseguito o intende conseguire la laurea magistrale negli anni accademici 2014/15 o 2015/16, e comunque entro e non oltre il 31/03/2017, presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Parma e che alla data di conseguimento del titolo accademico non abbia superato i 28 anni di età.

Il bando che prevede l’assegnazione di un premio di laurea di 5.000 € è stato annunciato presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Parma diretto dal Prof. Luca Di Nella nel corso della giornata del Placement, un’occasione di incontro tra studenti e aziende dedicata a chi si prepara a entrare nel mondo del lavoro. Il premio di laurea voluto da Immergas è finalizzato a premiare l’attività di studio svoltasi per l’elaborazione della tesi e ad incoraggiare l’interesse per la ricerca e l’approfondimento del neo-laureato.

È un progetto rivolto ai giovani talenti che sarà assegnato a chi saprà mettere al centro della propria tesi i temi legati al marketing con particolare attenzione al settore del clima domestico orientato alla sostenibilità e al risparmio energetico. Hanno presentato il premio di laurea il Prof. Pier Luigi Marchini del Dipartimento di Economia dell’Università di Parma, Mirko Orlandini Direttore Risorse Umane Immergas e Ettore Bergamaschi Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas. La domanda di partecipazione alla selezione, indirizzata al Direttore del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Parma, dovrà pervenire entro e non oltre il termine del 10 aprile 2017. Il bando della prima edizione del premio di laurea “Dott. Camillo Scotti” è disponibile nella sezione “Opportunità per studenti e laureati” del portale internet dell’Università di Parma. (http://www.dipartimentoeconomia.unipr.it/it/notizie/premio-di-laurea-dott-camillo-scotti).

 
Share this content

27 Jun 2016

COMFORT EXTRA FORMULA: AN INNOVATIVE ADVERTISING CAMPAIGN

Immagine

Double recognition for Formula Comfort Extra, the innovative maintenance program with no activation costs launched by Immergas.

 

 

Brescello 27th June - In a period of 7 months, 17,500 customers have already joined the new Immergas maintenance program, thanks also to the information campaign launched in November 2015 with creation of the dedicated mini-website www.formulacomfort.immergas.com and an innovative advertising project selected by Google as a success case.

To communicate the advantages of Formula Comfort Extra directly to end customers, Immergas has chosen an innovative marketing strategy, in collaboration with Aicod advertising agency. «Using Google AdWords on search networks and display networks - explains Ettore Bergamaschi, Operating Marketing and Communication Director - in just a few month the campaign has increased the number of contacts by new potential customers with Immergas and with its network of Authorized Service Centre. The campaign has produced a 25% growth rate in the conversion rate compared to previous investment in digital advertising and 7,781 conversions (CAT searches plus contact form completions). It was the first time that we structured our online campaign this way and we are happy with the results».

Contacts take place through a simple, intuitive landing page in which end users can obtain more information about our maintenance program and find out the location of the nearest Authorized Service Centre (or directly contact Immergas to have further details). In just three months, the Formula Comfort Extra campaign has generated over 200,000 visits to the mini-website, which often led to also visiting our main website www.immergas.com and Immergas Italy pages in social networks. On Facebook alone, the Formula Comfort Extra campaign has reached 2 million people. In addition to Google, other advertising actions have been started on target websites and social networks. The advertising project for Formula Comfort Extra was selected as successful case in the Google Partners program, which Aicod has joined as certified agency.

«Formula Comfort Extra - explains Renato Morelli Immergas Service Director - is the Immergas maintenance program with no activation costs. You simply need to buy an Immergas boiler and subscribe to our Comfort Extra Formula service programme with your nearest Authorized Immergas Service Centre and pay the annual fee for each of the four planned services. In addition you can immediately extend the guarantee by 3 or 5 years to obtain a total of 8 or 10 years».

 

 
Share this content

21 Jun 2016

ALFREDO AMADEI IS THE NEW CHAIRMAN OF IMMERGAS

Immagine

Passing of the baton in the top management of Immergas, Italy's leading group in the manufacturing of condensing boilers designed for sustainability and energy saving: the founder Romano Amadei has passed the Chairman baton, which he had kept continuously from the time he created Immergas with Gianni Biacchi and Giuseppe Carra (in 1964) to his son Alfredo, 48, previously Deputy Chairman of the company.

 

 

Brescello 21 June 2016 - Passing of the baton in the top management of Immergas, Italy's leading group in the manufacturing of condensing boilers designed for sustainability and energy saving: the founder Romano Amadei has passed the Chairman baton, which he had kept continuously from the time he created Immergas with Gianni Biacchi and Giuseppe Carra (in 1964) to his son Alfredo, 48, previously Deputy Chairman of the company. «I have accepted the appointment to Chairman and expressed my gratitude for the trust placed in me - commented Alfredo Amadei - I will do my utmost to ensure that Immergas continues to pursue its mission, which for over fifty years has been to produce home climate control systems geared to quality and innovation. This choice means that every day we are involved in an interaction with markets all over the world, which have always recognised in Immergas the reputation that our men and women have been able to build and consolidate. It is precisely on the value of the people who enable Immergas to grow that I will base my future decisions, keeping our focus on innovation, as we have done in these years. A part that I consider fundamental in accepting this new entrepreneurial and professional challenge, is the awareness that I can count on support from my father, who in addition to his activity in the Board of Directors of Immergas, will continue to serve as Chairman of the parent company Immerfin SpA. Together with the appointment of Alessandro Carra to Deputy Chairman, this is a concrete sign of our families' will to continue to invest in the development and competitiveness of Immergas».

Alessandro Carra was promoted from member of the Board of Directors to Deputy Chairman, while his brother Gionata will continue to serve on the Board.

The new Immergas management flow chart confirms Mirko Orlandini as Deputy Chairman responsible for human resources and Fulvio Martini, Managing Director in charge of administration and finance. The new Board of Immergas will continue to have as directors Pietro Alberici, Strategic Marketing, and Mauro Guareschi, Research and Development.

Before his appointment as Chairman, Alfredo Amadei, who joined Immergas in 1989, directly followed all the commercial and operating areas of what has become a multinational company with Italian capital. He also handled the entire phase of internationalisation, started in 1996 with the opening of the first branch in Poland, which has led the Immefin group controlling Immergas to cover the world market with 10 branches and 3 factories (Brescello, Poprad in Slovakia and Quazvin in Iran).

The Immerfin Group is a family owned multinational business that controls Immergas in Italy and Immergas Europe in Slovakia.

In 2015, it registered a turnover of € 235 million. The profitability margins back the investment plan in a stable way, which allows Immergas to maintain it high competitiveness. The overall number of staff is around 700, employed in the three plants of Brescello, Italy, Poprad, Slovakia and in Qazvin, Iran.

 

 
Share this content

08 Jun 2016

“ENERGIE PER LA SCUOLA”: IMMERGAS PREMIA GLI STUDENTI

Immagine

Immergas ha premiato gli studenti delle scuole medie di Brescello, Poviglio e Viadana che hanno aderito al progetto “Energie per la scuola”.

 

Brescello 8 giugno 2016 - Il primo anno scolastico del progetto “Energie per la scuola” lanciato da Immergas per contribuire a diffondere cultura, evidenziando come viene prodotta l’energia e come andrebbe utilizzata e gestita per diminuire i consumi, risparmiare e ridurre le emissioni si è concluso nella Domus Technica, il centro di formazione avanzata della sede Immergas di Brescello (Re) con la premiazione di 13 relazioni nate in altrettante classi che hanno partecipato al programma didattico. «Abbiamo raggiunto circa 1.500 studenti delle scuole elementari e medie di Emilia, Lombardia e Veneto. Al termine di ogni incontro – spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas – abbiamo invitato le classi, gli insegnanti e quindi le famiglie a produrre ricerche e analisi sui temi del risparmio energetico. Abbiamo ricevuto tantissimi lavori di ricerca, singoli e di gruppo, molti decisamente interessanti, che dimostrano quanto le tematiche legate alla sostenibilità, quindi alla nostra vita quotidiana, se tradotte, come Immergas ha fatto, in linguaggio accessibile e in esempi concreti da seguire per risparmiare energia, diventano buone pratiche quotidiane che gli studenti hanno portato nelle loro famiglie, oltre che a scuola. È su questa base che il progetto “Energie per la scuola” continuerà anche nell’anno scolastico 2016/2017 con piena disponibilità per realizzare gli incontri sia nella sede produttiva Immergas che direttamente nelle scuole».

Ecco i premiati del primo ciclo 2015/2016: Gianluca Campana (classe 3a scuola media Antonio Panizzi, Brescello), Fabrizio Samuele Orlandelli (classe 3b scuola media Antonio Panizzi, Brescello), Lisa Tagliavini (classe 3a scuola media De Sanctis, Poviglio), Asia Righi e Laura Sepali(classe 3a scuola media De Sanctis, Poviglio), Denise Brunazzi (classe 3b scuola media De Sanctis, Poviglio), Gaia Cucchi (classe 3b scuola media De Sanctis, Poviglio), Ramses Marasigan e Marco Demoliti (classe 3c scuola media De Sanctis, Poviglio), Irina Pesare (classe 1a scuola media Vanoni, Viadana), Eleonora Todaro, Chiara Zaffanella e Gloria Flisi (classe 1b scuola media Vanoni, Viadana).

Per informazioni sul progetto “Energie per la scuola” contattare la Direzione Risorse Umane Immergas: ufficiopersonale@immergas.com.

 
Share this content

25 May 2016

THE FIRST 20 YEARS OF IMMERGAS POLSKA

Immagine

Immergas Polska was the first foreign branch opened by Immerfin group (today there are 10 around the world).

During an event held in Lodz, Poland, Vice President Alfredo Amadei reiterated the company's intention to keep growing with new products and services.

 

 

Brescello, 25 May 2016 - Immergas celebrated the 20th anniversary from the foundation of their Lodz plant, the first foreign branch of the Immerfin group (today there are ten).

In Lodz (130 km from Warsaw), Alfredo Amadei Vice President of Immergas and President of Immergas Polska announced their growth plans during a meeting that brought around 250 clients from all over Poland to the electric power plant of Hala Maszyn, a location that has been transformed into a convention centre.

«In 1996, the idea of facing the East European market was quite a challenge for Immergas - commented Alfredo Amadei - it was the start of a process of commercial and manufacturing internationalization, which has led to our company's presence in 43 countries». The birth of Immergas Polska was brought about by three 25-year-olds, Alfredo Amadei, Witold Ludwiczak and Marek Kabza, who travelled thousands of miles to introduce Italian domestic heaters all over Poland.

«The branch started in a 50 square metre office with two people - recalls Alfredo Amadei - today our Poland headquarters is structured with all the pre and after-sale services as well as a 5,000 square metre warehouse, which we have just bought. We employ around fifty people and the revenues of Immergas Polska Sp. z.o.o are nearing the 20 million Euro mark, with profitability margins high enough to sustain the investment plans started in Poland. Immergas Polska has gained a stable position amongst the three strongest foreign markets for Immergas. And there is still a lot of potential for growth, considering the positive trends in Poland and the new regulations that favour home heating solutions geared to sustainability and energy savings».

The event dedicated to the 20th anniversary from the foundation of Immergas Polska was attended by Alfredo Amadei, Immergas Vice President and Immergas Polska President, Massimo Maini, Foreign Investment Director, Ettore Bergamaschi, Operational Marketing & Communication Director and Maciej Czop Immergas Polska Managing Director along with the numerous distributors and installers who guarantee the strong presence of the Polish branch and an outstanding 13% market share.

The expansion formula chosen for Immergas Polska, the market leader in Poland in the segment of traditional wall-hung boilers since 2011, is the same that gave Immergas leadership in condensation boilers in Italy: «we have focused our efforts on service - explains Massimo Maini - with 500 Authorized Service Centres spread all over the country and around 1000 installers and distributors. Today we can say that the evolution from boiler to integrated system will be the guideline for the coming years».

«The strong link between Immergas Polska and the parent company in Brescello - concludes Ettore Bergamaschi - shows up in the great similarity in terms of image and brand perception which Immergas has consolidated in Polonia: we run training courses and other initiatives based on a spirit of company-client partnership, a model that Immergas has successfully experimented in Italy with the Caius Professional Club».

«In Poland we feel at home - Alfredo Amadei said during the official event - and we will keep putting in the same effort as we did on the first day, so that we can meet the increasing demands of the Polish market, thanks also to our recent upgrade of the Poprad plant in Slovakia (Immergas Europe). We were the first company to introduce condensation boilers in Poland and we are working on the new integrated systems. Today we can say that the results of the challenge taken up twenty years ago have definitely exceeded our expectations».

The 20th anniversary event was also attended by Maciej Formański, Director of Lodz Council Engineering Department, who represented the Municipality of Lodz.

 
Share this content

10 May 2016

ACCORDO IMMERGAS - SIRA INDUSTRIE: INSIEME IN CINA PER NUOVE SOLUZIONI SOSTENIBILI

Immagine

L'On. Gian Luca Galletti Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana ha partecipato alla firma dell'accordo. Obiettivo della partnership è di portare in Cina soluzioni per il clima domestico orientate alla sostenibilità con le caldaie Sira by Glimobo.

 

Brescello, 9 maggio 2016 - Due aziende italiane attive da oltre 50 anni nel mercato del riscaldamento domestico uniscono le forze per affrontare al meglio il mercato cinese.

 

Nella sede centrale Immergas di Brescello (Reggio Emilia), nel corso di una cerimonia ufficiale cui ha preso parte il Ministro dell'Ambiente On. Gian Luca Galletti, il Vice Presidente Immergas Alfredo Amadei e Valerio Gruppioni, Presidente Sira Industrie hanno sottoscritto un innovativo accordo commerciale per la diffusione in Cina di nuove soluzioni per il clima domestico orientate alla sostenibilità e al risparmio energetico.

 

"È un segnale importante. Due aziende che ben rappresentano il made in Italy lavorano insieme per cogliere le occasioni di dialogo con la Cina che il lavoro del Governo Italiano rende possibili per diffondere le politiche orientate alla sostenibilità e le capacità delle imprese italiane. A maggior ragione dopo l'accordo raggiunto alla Cop21 di Parigi, l'economia globale – ha detto il Ministro dell'Ambiente On. Gian Luca Galletti – sarà sempre più orientata alla sostenibilità ambientale, che da vincolo si va trasformando in prerogativa di competitività: le aziende che prima delle altre avranno capito questo, saranno vincenti sul mercato. È il caso di queste due importanti realtà, che uniscono le loro competenze per lanciarsi in un mercato ricco di opportunità come quello cinese: credo ci siano tutte le condizioni per fare un ottimo lavoro".

"Abbiamo alle spalle storie simili- ha detto Valerio Gruppioni, Presidente Sira Industrie - siamo aziende italiane e di famiglia che guardano al mercato globale. Siamo in Cina da molti anni e siamo onorati di questa collaborazione con un marchio come Immergas che è ben conosciuto nel mondo per la qualità. La stessa qualità che Sira Industrie ha messo al centro delle sue produzioni".

"Partecipiamo con convinzione a questa partnership - ha aggiunto Alfredo Amadei, Vice Presidente Immergas – perché la linea Sira by Glimobo potrà avere grande diffusione grazie all'accordo che abbiamo sottoscritto con Sira Industrie".

 

Al centro della nuova partnership infatti c'è una sinergia tra Sira Industrie, che produce radiatori in alluminio per riscaldamento (è partecipata dal Fondo Italiano d'Investimento), che ha consolidato una forte presenza in Cina dove è stata la prima ed è tutt'ora l'unica azienda italiana a produrre radiatori per riscaldamento in alluminio e bimetallici, e Immergas che produce con il marchio Sira by Glimobo caldaie per il riscaldamento studiate per i mercati asiatici ed in particolare per quello cinese prodotte nello stabilimento Immergas Europe di Poprad (Slovacchia) e in quello di Brescello (Reggio Emilia).

 

"Abbiamo grandi opportunità da cogliere - hanno concluso Valerio Gruppioni e Alfredo Amadei – e crediamo che nella collaborazione tra imprese che condividono storia, valori e prospettive ci può essere una via di crescita ulteriore nel medio e lungo periodo perché noi siamo in  Cina non per il vendi e fuggi ma per tessere relazioni di alto profilo".

I modelli di caldaie a marchio Sira by Glimobo, che insieme agli altri prodotti Sira andranno a formare "pacchetti integrati", sono tre e soddisfano le esigenze del mercato cinese in fatto di soluzioni a basso e medio costo.

 

Grazie ad un impegno costante nella progettazione e produzione di nuovi prodotti a basse emissioni Immergas – e quindi anche Sira con il progetto Sira by Glimobo - è stata inserita nella lista delle aziende Green Tech Italiane. L'iniziativa, coordinata direttamente dall'Ambasciata Italiana dall'Ambasciatore Italiano in Cina S. E. Ettore Francesco Sequi, fa capo direttamente al Ministro dell'Ambiente On. Gian Luca Galletti il quale ha dato via personalmente al gruppo di lavoro Italia – Cina su cambiamenti climatici e inquinamento globale durante la sua ultima missione istituzionale in Cina.

 

Alla firma dell'accordo tra Sira Industrie e Immergas hanno inviato messaggi di apprezzamento l'Ambasciatore Cinese in Italia S. E. Li Ruiyu, il Console Generale Cinese in Italia e Anima (la federazione delle imprese meccaniche di Confindustria).

 

L'accordo fra Immergas e Sira Industrie non muta in nessun modo i programmi di sviluppo delle singole aziende, che continueranno ad operare anche autonomamente sul mercato cinese; la partnership, già presentata alla propria capillare rete commerciale in Cina nel corso di una convention organizzata da Sira Industrie nella città di Kunming alla presenza di oltre 170 operatori (alcuni tra i più importanti distributori di caldaie murali del sud della Cina), sarà al centro di nuove iniziative durante la fiera ISH in programma a Pechino a fine maggio.

 
Share this content

29 Apr 2016

“ENERGIE PER LA SCUOLA” ANCHE IN VENETO

Immagine

Immergas porta il programma di educazione sui temi del risparmio energetico in giro per l'Italia nelle scuole elementari e medie.

A Cadoneghe in provincia di Padova lezioni con le classi terze della scuola media Don Milani.

La Dirigente Scolastica: «chiederemo di ripetere questa esperienza anche il prossimo anno».

 

Brescello 29 aprile 2016 - "Energie per la scuola", il programma di educazione sui temi del risparmio energetico lanciato da Immergas a fine 2015, continua a viaggiare in giro per l'Italia, nelle scuole elementari e medie.

Dopo le esperienze positive in Emilia e Lombardia il team Immergas ha portato "Energie per la scuola" in Veneto.

Gli incontri affrontano le sfide che tutti abbiamo di fronte se parliamo di energie, basandosi sull'opuscolo illustrato "Energie per la scuola, produrre meglio, consumare meno" che è stato realizzato con il supporto di esperti in materia di comunicazione e sostenibilità.

«A questo primo incontro sui temi dell'energia - commenta la Dirigente Scolastica della scuola media Don Milani di Cadoneghe (Padova) Annelisa Squizzato - hanno partecipato 165 studenti che frequentano la terza media ma visto il risultato, più che positivo, abbiamo già chiesto a Immergas di organizzare nuovi incontri già nella prima parte del prossimo anno scolastico. Ho partecipato all'incontro e ho raccolto giudizi positivi sia da parte degli insegnanti che degli studenti. La parte dell'incontro dedicata agli esperimenti sulle energie si è rivelata di grande interesse e validità e anche l'opuscolo didattico che Immergas ha preparato sarà di grande aiuto per dare continuità al discorso sulla sostenibilità e sull'ambiente che riteniamo di importanza centrale».

Nell'arco di pochi mesi sono già oltre mille gli studenti delle scuole, elementari e medie, che hanno aderito al primo progetto di educazione alla sostenibilità lanciato da Immergas.

«Siamo di fronte all'ennesima conferma sul gradimento di questa iniziativa - commenta Alfredo Amadei Vice Presidente Immergas - il riscontro che abbiamo ottenuto nelle aree territoriali dove l'azienda è nata con circa 20 incontri realizzati in 5 mesi è crescente. La tappa a Cadoneghe, realizzata in collaborazione con Nicola Schiavon dell'Agenzia Schiavon che porta da anni il marchio e i prodotti Immergas in Veneto, è certamente replicabile in altri territori e nel corso del 2016 sono previste altre iniziative didattiche».

Il programma "Energie per la scuola produrre meglio, consumare meno" è stato ideato da Immergas e sviluppato in collaborazione con Googol (associazione culturale per la divulgazione scientifica fondata a Parma da un team di ricercatori universitari) e prevede l'utilizzo di strumenti didattici innovativi come lo "scatolone scientifico" che consente di realizzare esperimenti legati al mondo delle energie che coinvolgono in prima persona gli studenti.

«Il progetto "Energie per la scuola" - conclude Ettore Bergamaschi Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas - vive anche sui social network di Immergas Italia, partendo da Facebook, per raccogliere esperienze e immagini di ogni incontro ma anche i feedback di studenti, genitori e insegnanti. Questo programma di incontri, in azienda e nelle scuole consentirà di promuovere la cultura di cittadinanza ecologica, attenta ai temi del risparmio energetico, del rispetto dell'ambiente e della qualità della vita, ovvero a quell'insieme di capacità che daranno a questi studenti l'opportunità di divenire cittadini e consumatori più consapevoli e informati».

L'iniziativa lanciata in tutta Italia da Immergas è totalmente gratuita e per richiedere un incontro di presentazione è sufficiente inviare una e-mail a: ufficiopersonale@immergas.com

 

 
Share this content

06 Apr 2016

MCE 2016: "RECORD" IMMERGAS

Immagine

At the biennial Expocomfort Exhibition that just ended in Milan, new products, new solutions and advanced services increased participation in initiatives and the number of contacts. Vice President Alfredo Amadei confirms the launch of new R&D investments.

 

Brescello, 7th April 2016 - «Immergas has been participating in the Expocomfort Exhibition since the very first editions, but the 40th edition that just ended at FieraMilano set a new record of participation in the initiatives aimed at installers and designers». This is how Alfredo Amadei, Vice President of Immergas, summed up the experience after 4 days of record numbers: over 15,000 visitors to the Immergas stand, participating in more than 100 product and strategy presentations.

Lots of innovations. Throughout the exhibition, the 600 Immergas Authorized Technical Assistance Centres had the opportunity to preview the new look of the technical clothing designed to meet the needs of professionals in the sector, the new vehicles bearing the Immergas "signature", complete with special technical equipment adapted to the daily needs of those who cover thousands of miles to provide installations and assistance. There was great interest in the development of Formula Comfort Extra, the new maintenance programme which guarantees, with no activation fee, the extension of the warranty for 5 years or more. There was also great involvement in the initiatives of the Caius Club Professional, which includes over 24,000 installers and designers. «We dedicated to them a new volume of the Immergas technical library - says Alfredo Amadei - which focuses on the hybrid systems and new indoor climate solutions that we have presented and that we are developing for the next few years».

The Immergas area, dominated by the 6m-high Caius Colossus, has become a reference point for many institutional meetings dedicated to a future of indoor climate focused on comfort, energy savings and sustainability. All this was extensively discussed by Senator Paolo Galimberti (Secretary of the Senate Commission for Industry), Federica Sabbati (Secretary General of EHI - European Heating Industry), Robert Nuji (DG Energy - European Commission) and Alberto Montanini, who, in addition to his role as Director of Immergas Standards and Associative Relationships, is also President of Assotermica and Vice President of Federcostruzioni.

«We have been walking the road of innovation for over 50 years - asserted Alfredo Amedei - and we began 2016 by expanding our Research Centre. There will be more laboratories, which will be technically updated and made more efficient in order to promptly present new appliances, new boilers and new systems to the heating market, and beyond. This drive towards product and process innovation extends to the production facilities in Slovakia (Immergas Europe in Poprad, where 80 people work) and in Quavzin in Iran (Immergas Pars, with a staff of 18, which started its first series of industrialized production of boilers in 2015).

In 2015 Immerfin, which controls Immergas, Immergas Europe, Immergas Pars and 10 sales branches worldwide, had a consolidated turnover of 235 million Euros designing and selling more and more advanced boilers and home climate control systems in line with new European standards. 

 
Share this content

11 Feb 2016

IMMERGAS PRESENTA “ENERGIE PER LA SCUOLA” IL PROGETTO RIVOLTO ALL’EFFICIENZA ENERGETICA E ALLE ENERGIE RINNOVABILI

Immagine

Un roadshow partito dall'Emilia Romagna che ha già coinvolto numerose scuole.

 

 

Brescello (RE), 10 febbraio 2016 - Immergas azienda leader nella progettazione e realizzazione di caldaie a gas e sistemi ibridi per uso domestico presenta il progetto "Energie per la Scuola, produrre meglio, consumare meno", nato con l'obiettivo di informare e formare circa i temi dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili.

L'iniziativa è gratuita e coinvolge le scuole elementari e medie, con l'obiettivo di voler contribuire a diffondere cultura evidenziando come viene prodotta l'energia e come andrebbe utilizzata e gestita per diminuire i consumi, risparmiare e ridurre le emissioni.


 

La propensione naturale alla sostenibilità ambientale e alla responsabilità sociale, l'esperienza ultra decennale e la conoscenza delle esigenze dei consumatori, hanno condotto Immergas a volere dare di più, sviluppando un programma di educazione alla sostenibilità. Ridurre i consumi, limitare gli sprechi e diminuire l'inquinamento sono i temi che l'azienda affronta da sempre nei propri programmi di formazione. Il mondo della scuola, grazie anche alla competenza di professori, docenti e dirigenti scolastici, diviene un veicolo straordinario per sensibilizzare gli studenti tramite un percorso formativo che consente di avere maggiore consapevolezza sull'argomento e di ricevere suggerimenti pratici per diventare consumatori più intelligenti.

 

 

«Nell'anno del 50° dalla fondazione - spiega Alfredo Amadei Vice Presidente Immergas – abbiamo avviato diversi programmi sui temi della Responsabilità Sociale dell'Impresa. In questi mesi con l'avvio del progetto dedicato alle scuole, diamo ulteriore concretezza e continuità al nostro impegno. Il numero di richieste ricevute dalle scuole, partendo da quelle del nostro territorio, è il segnale che il tema della sostenibilità è centrale anche nelle scuole. Il riscontro ricevuto dalle decine di incontri hanno dimostrato - prosegue Amadei - che saranno i ragazzi a portare nelle loro famiglie messaggi legati alla sostenibilità di oggi, con una visione del futuro».

 

NON TUTTI SANNO CHE

 

Gas e petrolio per autotrazione e riscaldamento – Consumi in Italia di petrolio nel 2012: 64.229.000 tonnellate; consumi in Italia di gas nel 2012: 74.915.000.000 metri cubi. Ogni anno l'Italia spende circa 60 miliardi di euro per importare petrolio, gas e altri combustibili per scaldare le abitazioni, far funzionare le fabbriche, muovere automobili e treni.

 

Elettricità per riscaldamento e luce – In ogni casa si consuma molta energia: il 2% per accendere la luce, il 5% per cucinare, il 15% per avere acqua calda, per il riscaldamento oltre il 70% il cui consumo aumenta del 25% con l'uso dei condizionatori.

Le luci di standby consumano circa 15 chili di petrolio al secondo=473.040.000 chili all'anno bruciando 43 miliardi di chilowattora di energia all'anno, più di un decimo di tutta l'energia prodotta nel nostro continente.

 

Acqua – Con una doccia, si consumano circa 50 litri di acqua, un lavaggio di lavastoviglie 40 litri, quello della lavatrice 20.
Un rubinetto che gocciola, se perde con insistenza può arrivare a buttare via 60 litri di acqua al giorno, 1800 al mese, quasi 22.000 litri all'anno.

 

 

COSA FARE PER CONSUMARE MENO ED EVITARE GLI SPRECHI IN 3 MOSSE

 

Per risparmiare petrolio o gas: in inverno non alzare la temperatura del riscaldamento in casa oltre i 20 gradi.
Per risparmiare elettricità: collegare tv, decoder, lettore dvd a una ciabatta con interruttore da spegnere, quando non in funzione.
Per non sprecare acqua: accertarsi che i rubinetti non perdano (a casa, ma anche in ufficio), tenere il rubinetto chiuso quando si lavano i denti, evitare di riempire la vasca da bagno e preferire la doccia, con controllo sul consumo.

 

 

«Il progetto è stato ideato da Immergas e sviluppato in collaborazione con l'Associazione Googol (associazione culturale per la divulgazione scientifica).» spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas - «L'iniziativa, che prevede anche l'utilizzo di strumenti didattici innovativi, si basa su due format: alcune classi, tendenzialmente quelle delle scuole medie, fanno visita allo stabilimento Immergas di Brescello mentre per le elementari gli incontri si svolgono direttamente nelle scuole. In poche ore in entrambi i casi gli studenti vedono da vicino come nasce il clima della loro casa ed apprendono come limitare gli sprechi energetici nelle abitazioni. Visto l'enorme successo dell'iniziativa abbiamo deciso di esportare il progetto su base nazionale, visitando tutte le scuole che ne faranno richiesta. Ricordo che il progetto è totalmente gratuito e rientra nelle nostre iniziative di social responsability».

 

 

«Nella prima fase del progetto - spiega Mirko Orlandini Direttore Risorse Umane Immergas - siamo entrati in contatto con le scuole del territorio dove Immergas è nata (l'area di Reggio Emilia, Parma e Mantova), ma siamo pronti per portare il Progetto anche nelle Scuole in giro per l'Italia. Questo programma di incontri consentirà di promuovere la cultura di cittadinanza ecologica, attenta ai temi del risparmio energetico, del rispetto dell'ambiente e della qualità della vita, ovvero a quell'insieme di capacità che daranno a questi studenti l'opportunità di divenire cittadini e consumatori più consapevoli e informati».

 


Percorso formativo

Il progetto, decollato tra la fine del 2015 e l'inizio del 2016, ha generato un ciclo di incontri didattici rivolto agli allievi delle scuole elementari e medie appartenenti al territorio, con il supporto di nuovi strumenti didattici realizzati in collaborazione con l'Associazione Googol.

 

 

Materiale didattico

La guida didattica è articolata su venti pagine dedicate a tre argomenti: come produciamo energia, come consumiamo, a seguire produrre meglio e consumare meno e infine le case di domani, anzi di oggi.

 

 

Come aderire al progetto

Sono quasi mille gli studenti che hanno aderito al programma di educazione alla sostenibilità.

Per richiedere un incontro di presentazione è sufficiente inviare una e-mail a: ufficiopersonale@immergas.com
L'iniziativa è totalmente gratuita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Share this content

09 Feb 2016

“IMMERGAS MESSA IN LUCE”: LA MOSTRA DEL FOTOGRAFO LUIGI BUSSOLATI

Immagine

Portando avanti la sperimentazione sulle possibilità espressive della luce nel ridisegnare gli spazi, il fotografo parmense ha interpretato in modo creativo la personalità di Immergas.

 

Brescello 9 febbraio 2016 - "Immergas messa in luce": è questo il nome della mostra fotografica di Luigi Bussolati, organizzata da Immergas negli spazi della propria Domus Technica. Una quarantina gli scatti in esposizione: le immagini, sia diurne che notturne, ritraggono gli spazi interni ed esterni di Immergas e sono coerenti con il percorso espressivo di Luigi Bussolati. L'artista parmense, che ha appreso i segreti della professione diplomandosi al Centro Riccardo Bauer di Milano e che inizialmente si è dedicato al reportage sociale e alla fotografia di scena, a partire dagli anni novanta ha infatti avviato un'indagine sulle possibilità di rappresentazione ed espressione della luce, in particolare per quanto riguarda la luce artificiale.

Come spiega Luigi Bussolati, «Proprio la luce è il focus del progetto artistico che ha avuto per oggetto la realtà Immergas: alla base di queste fotografie è l'idea che la luce abbia la potenzialità di ridisegnare e reinventare gli spazi. Parto sempre dall'energia creativa che avverto nei luoghi che fotografo, che si tratti di spazi aperti o di una realtà industriale, come in questo caso: entro nel flusso del processo creativo e, con le mie luci, cerco di restituire e di condividere con gli altri la mia meraviglia. Uno stupore che nel caso di Immergas nasce dalla forte presenza del colore, veramente sorprendente per uno spazio produttivo. Al contempo, cerco di valorizzare il patrimonio, fatto di impegno e intelligenza, che è proprio delle nostre imprese».

Simbolica, in questo senso, è la scelta degli spazi che hanno ospitato la mostra "Immergas messa in luce": la Domus Technica è un innovativo luogo di cultura, il segno evidente della continua capacità di rinnovarsi dell'azienda reggiana, leader in Italia nella produzione e commercializzazione di caldaie a condensazione. È nella Domus Technica, configurata come "laboratorio aperto", che viene curata la formazione del personale tecnico di Immergas.

Esprime soddisfazione Cristina Biazzi, Responsabile Ufficio Comunicazione Immergas: «Affascinati dal percorso artistico di Luigi Bussolati, sapendo del suo interesse a indagare con la fotografia il mondo corporate, lo abbiamo invitato a interpretare con le sue luci la personalità di Immergas: gli scatti, che abbiamo voluto raccogliere in una mostra, mettono in evidenza l'unicità, la solidità, le capacità presenti e future della nostra azienda».

 
Share this content

16 Nov 2015

IMMERGAS APRE LE PORTE ALLE SCUOLE

Immagine

Immergas ha aderito all'iniziativa "PMI Day - Industriamoci 2015".

 

Brescello 16 novembre 2015 - Immergas ha aderito per il quarto anno consecutivo a "PMI Day – Industriamoci" e nella giornata di venerdì 13 novembre, due classi terze della scuola media Sandro Pertini di Reggio Emilia hanno fatto visita allo stabilimento di Brescello dove nascono i più innovativi sistemi per il clima domestico. "PMI Day – Industriamoci" è un'iniziativa che, dal 2010, vede ogni anno imprese di tutta Italia associate a Confindustria aprire le porte dei propri stabilimenti agli studenti e agli insegnanti.

«Immergas riserva molte attenzioni al mondo della scuola aderendo a iniziative come questa lanciata da Unindustria Reggio Emilia - spiega Mirko Orlandini, Direttore Risorse Umane Immergas - ma anche con un programma strutturato, il Progetto Scuole che offre occasioni di incontro e confronto sui temi del risparmio energetico, della tutela ambientale e delle tecnologie avanzate per rendere il clima domestico confortevole con un forte orientamento alla sostenibilità».

La giornata "PMI Day - Industriamoci 2015" ha coinvolto 50 studenti e 4 insegnanti per un'intera mattinata.

«Tutti i nostri progetti rivolti alle scuole - commenta Mirko Orlandini - consentono di visitare i reparti produttivi e di vedere da vicino le linee automatizzate dove i robot aiutano uomini e donne sollevandoli dalle funzioni più faticose».

Anche Industriamoci è un'occasione per raccontare la storia delle aziende, l'orgoglio, i valori e la cultura che sono alla base del lavoro quotidiano delle persone che ne fanno parte. Le visite guidate consentono a Immergas di contribuire a diffondere la conoscenza della realtà produttiva e l'impegno quotidiano a favore della crescita del Paese.

I ragazzi e le ragazze della scuola media S. Pertini hanno fatto visita al museo aziendale, alle linee produttive e alla Domus Technica, il Centro di Formazione Avanzata Immergas, con tante occasioni per domande e risposte su tematiche come il risparmio energetico e la qualità dell'abitare, che assumeranno rilevanza sempre maggiore anche alla luce delle nuove politiche dell'Unione Europea in materia di sostenibilità. 

 
Share this content

30 Oct 2015

IMMERGASITALIA: 100,000 VIEWS ON YOUTUBE

Immagine

The social media development plan for corporate communication includes multi-networking on Facebook, Twitter, Instagram and Google+.

 

Brescello 30th October 2015 - The Immergasitalia channel on YouTube turns four this year and the birthday coincides with reaching their first 100,000 views. The counter that indicates the number of times the Immergas video has been viewed on YouTube has passed the 100,000 mark. «This is an important sign for us - says Ettore Bergamaschi Operational Marketing & Communication Director at Immergas - because it reveals a constant attention for the products, services and technical information that we provide with social media, in addition to hundreds of direct, daily contacts with our installation technicians who deliver Immergas to the end users. There is another important reason why we wish to highlight the 100,000 milestone: this communication line is coordinated and managed by an in-house team. This decision has made it possible to provide constant, timely response to online users. In a little over four years we have produced almost 100 videos (both in Italian and English).

The growth in the number of views is exponential: in 2014 we totalled 50,000 views, today we have more than doubled that figure. Subscribers to the company's YouTube channel are almost 300. We have also created ten playlists on different topics that make it easier to search and view videos on a specific subject. A definite contribution to the increase in views came from our new website www.immergas.com launched in December 2014, which also has links to the other social platforms: Facebook, Twitter, Instagram and Google+ which are often used synergically to achieve maximum dissemination of our information».

More and more web users have active accounts on various social media; on average, each user is present on 6 social media, of which 4 are used actively.

YouTube is the third most popular web site worldwide after Google and Facebook, but while Facebook is by far the top social media both in terms of membership and active use, YouTube can boast the widest reach in terms of number of visitors.

In the world of social media YouTube rates second, after Facebook, with over 1 billion active users in the world

(Source: GlobalWebIndex).

 
Share this content

23 Oct 2015

RISCALDARSI E RISPARMIARE: “MI MANDA RAI 3” SI AFFIDA AI CONSIGLI DI ALBERTO MONTANINI

Immagine

Rinnovare gli impianti significa risparmiare dal 20 al 30% sui costi, inquinando di meno e con più sicurezza.

 

Brescello 23 ottobre 2015 - L'Italia è il secondo paese europeo produttore di caldaie ed il primo per i nuovi generatori a condensazione, che garantiscono un consistente risparmio energetico e una migliore sostenibilità ambientale, ma sette caldaie domestiche su dieci - sul totale di quelle vendute nel mercato domestico - sono ancora tradizionali.

È partendo da questa analisi che Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas, Presidente Assotermica e Vice Presidente Federcostruzioni nelle vesti di "Esperto di Casa RAI 3" ha spiegato nel corso della trasmissione "Mi manda RAI 3" i tanti miglioramenti legati all'entrata in vigore, dal 26 settembre 2015, delle nuove misure Ecodesign ed Etichettatura Energetica per gli apparecchi di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria.

«In Italia - ha commentato Alberto Montani - ci sono più di 19 milioni di impianti installati e si vendono circa 850 mila caldaie l'anno, di cui meno del 30% sono a condensazione; nel Regno Unito il 90% delle vendite di caldaie è della fascia più alta, cioè a condensazione. Seguono Germania, Francia e Olanda». Il passaggio alla condensazione in Italia rappresenta un cambiamento epocale che impegnerà consumatori e installatori per diversi anni.

«Una caldaia a condensazione - ha precisato Alberto Montanini - può arrivare a costare sino al 50% in più di una tradizionale, ma può portare a risparmi di circa il 20/30% dei consumi per il riscaldamento, garantendo al contempo una maggiore sicurezza. Il riscaldamento, è bene ricordarlo, insieme alla produzione di acqua calda sanitaria, rappresenta circa l'80% dei consumi di un'abitazione».

Con il supporto di Davide Sabbadin, Advocacy Consultant Legambiente e di Mauro Marani, Responsabile ENEA nel corso del programma sono emersi in modo chiaro i vantaggi complessivi legati alle norme ErP (Energy related Products)/Labelling.

«Sarà tutto più semplice anche per i consumatori - ha commentato Alberto Montanini - in quanto vi è l'obbligo di accompagnare i prodotti con un'etichetta energetica, per una chiara e immediata indicazione delle prestazioni energetiche degli apparecchi, e sono previsti nuovi limiti sui requisiti prestazionali minimi, quali l'efficienza energetica stagionale, le emissioni, la potenza sonora e le informazioni tecniche da fornire».

Lo storico programma di Rai 3, condotto da Elsa Di Gati, è in onda tutti i giorni dalle 10.00 alle 11.00 e conferma la mission di sempre: dar voce a chi ha subito truffe, soprusi, disagi, ma con in più tanti approfondimenti dedicati a consumi, fisco, pensioni, risparmio e finanza, con esperti in studio e video schede come è avvenuto nel corso della puntata dedicata alle nuove normative in materia di caldaie da riscaldamento.

«L'attuale formulazione delle norme ErP - ha concluso Alberto Montanini - spingerà decisamente verso l'adozione di tecnologie ad alta efficienza, quali le caldaie a condensazione e gli apparecchi ibridi. Recentemente anche la legislazione tecnica per l'evacuazione dei fumi è stata aggiornata per favorire la diffusione di queste tecnologie, ed è chiaro che si tratta di un vero passo avanti: un'opportunità anche per le aziende del settore auspicata da tempo». 

 
Share this content

16 Oct 2015

FEDERCOSTRUZIONI HA UN NUOVO VICE PRESIDENTE NAZIONALE

Immagine

Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas affianca un nuovo incarico alla Presidenza di Assotermica.

 

Brescello 16 ottobre 2015 - Federcostruzioni ha un nuovo Vice Presidente: Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas e Presidente Assotermica rappresenta le aziende associate a ANIMA e raccoglie il testimone da Luca Turri. Alberto Montanini entra nella squadra del nuovo Presidente Rodolfo Girardi, in carica da febbraio 2014, e affianca Luigi Di Carlantonio Confindustria Ceramica e Laterizi, Ennio Lucarelli CSIT, Roberto Mascellani ANCE, Braccio Oddi Baglioni OICE, Giuseppe Pasini Confindustria Metalli, Paolo Perino ANIE e Gianni Scotti Assovetro.

«Le sfide che abbiamo di fronte - ha commentato Alberto Montanini dopo l'elezione a Vice Presidente di Federcostruzioni avvenuta a Bologna nel corso della giornata inaugurale di SAIE Smart House alla presenza del Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi – impongono uno sforzo corale di tutte le aziende che lavorano per rendere più efficiente il "sistema casa".

In questo senso si deve leggere l'impegno di Immergas sia in Assotermica e quindi in ANIMA che in Federcostruzioni».

In Federcostruzioni si riconoscono infatti 80 tra Associazioni e Federazioni che fanno riferimento a Confindustria per un fatturato complessivo che nel 2014, considerando anche il valore della produzione realizzato dalle società che forniscono servizi innovativi e tecnologici connessi alle costruzioni, è arrivato a 403 miliardi di euro, per una forza lavoro di circa 2,6 milioni di addetti (il 12% dell'occupazione nazionale) per più di 30 mila imprese.

Federcostruzioni si articola in cinque filiere produttive: costruzioni edili e infrastrutturali, tecnologie, impianti e macchinari afferenti alle costruzioni civili, materiali per le costruzioni, progettazione e servizi innovativi e tecnologici. Fanno parte di Federcostruzioni: Ance, Anie, Anima, Assovetro, Confindustria Metalli, Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, Federazione Confindustria Ceramica e Laterizi, Federbeton, Federchimica, Federunacoma, Oice. In qualità di soci aggregati aderiscono: Ascomac, Federcomated, Fme, Siteb.

 
Share this content

25 Sep 2015

IMMERGAS CATALOGUES RESPECT THE FORESTS

Immagine

"FSC Friday 2015": using FSC recycled paper for the product catalogues printed in the last five years means 150,000 Kg of trees saved from cutting. An average of 15 trees is needed to produce a ton of paper from pure cellulose.

 

Brescello 25th September 2015 - Many of the communications that are part of the life of every company are sent by computer and the increased use of digital means has definitely contributed to reduce the number of trees cut to produce paper. But we can do more. Back in 2010 Immergas decided to print all product catalogues on FSC paper, encouraged office workers to always print paper on both sides and discouraged "automatic" printing of all digital documents.

On the occasion of the international day of responsible forestry, FSC Friday (25th September 2015), Immergas has taken stock of its "forest saving" actions for the first time.

«We care for the future of the forests on our planet - stated Alfredo Amadei, Vice President of Immergas - and for the environmental impact of paper production. For this reason we have committed to purchasing, using and recycling paper in a responsible way, in order to protect forests and the biodiversity they are home to».

The first action remains using recycled paper, or in the case of graphic applications, paper with the FSC logo (coming from certified forests).

«In our green approach to doing business, paper is an important  factor - says Ettore Bergamaschi, Operational Marketing & Communication Director - because in five years we have printed 1,300,000 catalogues. A substantial quantity of RePrint Matt paper which, according to the criteria validated by the WWF and other environmental associations, is equivalent to a saving of almost 150,000 Kg of wood, almost 200,000 KWh of energy, compared to the use of non-recycled paper. Overall, from the time we decided to opt for the use of paper that respects forests, we have prevented the emission in the atmosphere of over 9,500 Kg of CO2. A green signal which, combined with the sustainability-oriented policies applied by Immergas, such as the photovoltaic roofs on the factory, the condensation air conditioning system and separate waste collection, creates a roadmap leading to increased care for the environment, for health and for safety. This plan also aims to extend the use of FSC paper to other activities».

The use of products that respect the Forest Stewardship Council (FSC) system continues to be one of the most effective avenues for creating a more eco-sustainable office and factory. Reducing the use of paper and, consequently, the amount of energy required to print more sheets is a good way of contributing to the health of our planet, without affecting print quality: in a recent survey conducted by GreenPeace 91.5% of respondents reported no problems with legibility of recycled paper compared to paper produced with virgin fibres.  FSC is a paper quality brand created in 1993. This international certification system guarantees that the raw material used to make wood or paper products comes from forests that comply with stringent environmental, social and economic standards.

«We try to view all our activities in terms of "life cycle", from production to disposal - concludes Ettore Bergamaschi - so we encourage separate waste collection in the company. We have seen a progressive increase in the quantity of paper collected separately and we are studying new solutions to further improve our Carbon Footprint. The calculation of the product carbon footprint (PCF) includes the quantification of all the emissions of greenhouse gas (GHG) along the entire life cycle of a product, from extraction of raw materials to final disposal of the product. The full life cycle of a product is also referred to as cradle to grave».

 
Share this content

18 Sep 2015

IMMERGAS: UNA “FABBRICA IN PROGRESS”

Immagine

Presentato a Milano il primo libro di Debora De Nuzzo: "Il lavoro possibile. Metodo progettuale per il benessere e la produttività delle imprese" che segnala il polo di Brescello tra i casi di eccellenza in Italia.

 

Brescello 18 settembre 2015 - Le soluzioni progettuali e organizzative che Immergas ha sviluppato nello stabilimento di Brescello sono diventate buone pratiche segnalate tra i casi aziendali di successo nel volume "Il lavoro possibile. Metodo progettuale per il benessere e la produttività delle imprese" curato da Debora De Nuzzo presentato a Milano. «In oltre mezzo secolo di attività industriale Immergas ha investito sul polo produttivo di Brescello risorse consistenti - commenta Ettore Bergamaschi Direttore Marketing Operativo & Comunicazione Immergas, che ha portato un contributo all'evento di presentazione del volume che ha raccolto adesioni di imprenditori e manager – la qualità del prodotto nella visione Immergas è strettamente legata a quella del luogo di lavoro e per questa ragione sono nate strutture innovative, premiate a livello internazionale, come la Domus Technica (il Centro di Formazione Avanzata), ma anche nei nuovi spazi produttivi dove l'automazione migliora la sicurezza e l'ergonomia sulle linee di montaggio e collaudo. Una "fabbrica in progress" articolata su 118.000 metri quadrati (55.000 metri quadrati coperti) che continua a evolversi per soddisfare le esigenze produttive in ottica di sostenibilità e risparmio energetico, riservando grande attenzione all'ambiente di lavoro, dalla sicurezza alla salubrità, con soluzioni sempre al passo con i tempi e con il mutare delle tipologie di lavoro partendo dall'ampliamento, appena avviato, del Centro Ricerche e Sviluppo».

Immergas comunica questa filosofia industriale ai collaboratori ma anche a clienti e fornitori nel corso delle visite guidate, diverse centinaia ogni anno, che aprono le porte della "fabbrica in progress" e consentono di vedere come cambia e si sviluppa una realtà industriale che unisce e mette in relazione ogni giorno, nelle diverse funzioni, oltre 700 persone tra uffici e reparti produttivi.

«Esistono tanti modi per progettare uffici e reparti produttivi delle aziende, tanti quanti i diversi approcci possibili – ha spiegato Debora De Nuzzo a Milano nel corso della presentazione del volume – i casi aziendali e le linee guida raccolte in questo libro introducono un modello progettuale dei luoghi di lavoro ovvero un nuovo modo di fare progettazione in ambito industriale».

Prende forma un modello integrato che unisce il sapere e le competenze di tre materie apparentemente distanti tra loro: l'architettura, la sicurezza sul lavoro, il marketing. Questi strumenti, quando ben combinati, permettono di progettare non solo la fisicità degli spazi bensì anche l'organizzazione e gestione dell'intero luogo di lavoro, con lo scopo di creare ambienti belli e confortevoli, sani e sicuri, stimolanti e produttivi che assicurino al tempo stesso il benessere del lavoratore e di conseguenza la miglior performance aziendale. Il libro illustra anche alcuni casi studio, esemplari di aziende che già sono sulla buona strada, verso un modello progettuale di questo tipo e si pone come volano per la diffusione di questo modo di "fare lavoro", che è possibile. Debora De Nuzzo, con la DDN è consulente in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e formatrice; collabora con aziende e studi professionali.

Il volume "Il lavoro possibile. Metodo progettuale per il benessere e la produttività delle imprese" edito da Ferrari Sinibaldi (212 pagine 21 euro, nei bookstore on line, anche in eBook).

 
Share this content

31 Jul 2015

MY IMMERGAS NOW ON INSTAGRAM

Immagine

Our presence on social networks continues to grow and the immergasitalia channel has been active for a month.

 

Brescello 31th July 2015 - Immergas in the world with dozens of pictures: images in the new Instagram gallery that just one month after activation of the official immergasitalia channel is seeing a growth in followers, especially in those countries, 43 in all, where Immergas products are sold and installed.

«Our Digital Agenda - says Ettore Bergamaschi, Operational Marketing & Communication Director - wants to provide everyone around the world with a new opportunity to show products, installations, branches and different moments of Immergas life. We are committed to updating our social platforms daily and we believe that this new real – time dimension will result in an increased number of followers. With Instagram we have added a new sharing space to Facebook, YouTube, Twitter and Google+ and we will develop it with rich content, starting with the Italian and English version of our www.immergas.com website.

We have chosen Instagram in order to enter visual marketing; it makes it possible to take pictures (or very short videos) and share them instantly with the Instagram community or on other social media. Since its launch in 2010 it has enjoyed enormous popularity, which just keeps growing. To date, there are more than 300 million Instagram users worldwide.

 
Share this content

22 Jul 2015

WITOLD LUDWICZAK

Immagine

With deep sorrow Immergas informs that the young colleague Witold, Managing Director of Immergas Polska, left us at the age of 48.

 

Grieving wife, children, parents and brother with loved ones.

 

His career started in 1995 as Technical Director, but it was always focused on sales, achieving the role of Sales Director in 2000, a brilliant career, which reached its peak in 2013 with his nomination to Managing Director of Immergas Polska.

 

The funeral ceremony will be held today at 13,30 in the Chapel of St. Anthony Roman Catholic Cemetery Church, 11 Solec Street, Lodz Poland.

 

 

http://www.immergas.com.pl/

 
Share this content

26 Jun 2015

IMMERGAS STEPS UP ITS "GLOBAL SERVICE

Immagine

An international technical service meeting that compared strategies for boosting the network of Immergas technical support in foreign markets, starting from the experiences of the ten subsidiaries operating worldwide.

 

 

Brescello, 26th June 2015 - Immergas wants to develop internationally the network that for many years in Italy has been connecting in real time technical service centres and dealers with the central functions of headquarters, with the goal of continuously improving the level of competitiveness and customer satisfaction.

«We want to enhance the role and specific functions of the ten subsidiaries that we have opened worldwide and of all our international partners - says Alfredo Amadei, Vice President of Immergas - and to do this we must draw on and enhance the Italian experience, which led us to create a true agenda of meetings dedicated to direct dialogue and discussion, aimed at improving performances. Starting by listening, Immergas wants to propose concrete solutions to support the activities of its subsidiaries and of its international partners operating on all continents. Immergas generates 60% of its sales abroad, thanks also to the manufacturing units in Slovakia (Immergas Europe) and the start up in Iran (Immergas Pars)».

The international technical service meeting held in the rooms of the Domus Technica, the Immergas advanced training centre, developed an agenda that will lead rapidly to the development of new strategies for consolidating the presence of Immergas in foreign markets.

«We compared the good practices that have been set up in each subsidiary - said Renato Morelli, Immergas Technical Service Director - in order to replicate the model that in Italy is based on the technical service centres and the Caius Club Professional. A constantly connected network that has given and continues to give excellent results in managing the most varied issues encountered in the daily activity on the market. A face to face that integrates perfectly with the online activities and the portal dedicated to technical support, which is being continuously enriched with new specific functions».

They came to Brescello from around the world to exchange ideas with the Immergas management.

 
Share this content

30 May 2015

"ON GOAL" FOR THE UNDER-20 RUGBY WORLD CHAMPIONSHIP

Immagine

Immergas is a sponsor of the world championship to be played in Emilia and Lombardy from 2 to 20 June 2015.

 

Brescello 30th May 2015 - Immergas has joined the pool of companies that have helped to bring to Italy, on the Emilia and Lombardy fields, the 2015 edition of the under-20 rugby world championship. The company has accepted the invitation of World Rugby and the Italian Rugby Federation and has become the exclusive sponsor in the heating and air-conditioning sector of the most important "oval ball" youth tournament.

 

«It is the first time in the over 50 years of our company's life that the Immergas brand is connected with an international sporting event - points out Alfredo Amadei, Vice President of Immergas - and our choice fell on the under-20 rugby world championship for different reasons. The first is that Immergas looks to the future by investing in young people and on the fields we will be seeing the future stars of the world of rugby. The second has definitely to do with the size of the event, which is at the same time local and global. Local because the matches will take place in areas where Immergas has very deep roots (Emilia and Lombardy), yet worldwide as far as exposure and visibility are concerned. Immergas is the leading Italian manufacturer of gas and condensing boilers, and has a direct presence in the United Kingdom (with Alpha Heating Innovation), in Australia and in New Zealand thanks to a commercial agreement with Hunt Heating. These are all countries that will be following the under-20 rugby world championship with passion». The support of Italian players is an Immergas tradition and cheering for Alessandro Troncon's young Italian team at these games confirms this commitment. The rugby player Andrea Masi, the only Italian who was elected the best player during the 2011 RBS Six Nations tournament, has already become part (in 2011, on the occasion of the World Cup) of the super team of endorsers from the world of sports that Immergas has chosen in order to affirm the key values of a company whose goal is Made-in-Italy excellence. Immergas is involved in many other sports as well, in non-professional football with Lentigione, in volleyball with Francesca Piccinini (in 2013), in windsurfing with the champion Alessandra Sensini (in 2012), as well as in Greco-Roman wrestling with Andrea Minguzzi and fencing with Paolo Pizzo (2012), who have endorsed the promotional activities of Immergas.

 

«Direct communication by Immergas during the world championship - says Ettore Bergamaschi, Immergas Operational Marketing & Communication Manager - will focus on social networks (Facebook, Twitter, YouTube, Instagram and Google+) and on the Italian media. What we love about rugby is its determination, realness and fair play. At Immergas we know how to stand out in the fray, too, and aim at excellence: rugby expresses values that Immergas shares daily with its business style».

 

The U-20 world championship, presented in Milan by the Italian Rugby Federation President, Alfredo Gavazzi, is scheduled from 2 through to 20 June at Calvisano, Parma, Viadana and Cremona, where the final that will crown the world champion team will be held at the "Zini" stadium.

 
Share this content

26 May 2015

NUOVA SEDE PER SPIDERGAS

Immagine

Nell'anno del Decennale dalla fondazione un importante investimento per la rete di assistenza Immergas.

 

Brescello 26 maggio 2015 - Una nuova sede, a pochi minuti dal centro di Ferrara, per celebrare il Decennale dalla fondazione guardando al futuro. È partendo da un nuovo investimento che la Spidergas, Centro Assistenza Autorizzato Immergas per l'area ferrarese, ha organizzato il 22 maggio l'evento inaugurale della nuova sede in via Zucchini 21.

«Abbiamo consolidato una presenza radicata e attiva – spiega Stefano Guzzinati titolare di Spidergas - e questa nuova sede, articolata su un'area di 350 metri quadrati ci consente di pianificare il lavoro dei prossimi anni, con la certezza di fornire servizi di alta qualità». Hanno tagliato il nastro inaugurale della nuova sede il Sindaco di Ferrara, i vertici di Immergas e i titolari di Spidergas.

Spidergas s.r.l è nata a Ferrara nel 2005 e fin dalla fondazione è attiva una stretta collaborazione con Immergas come Centro Assistenza Autorizzato. «Garantire in ogni territorio una presenza qualificata in grado di fornire assistenza ai clienti finali, seguendo le evoluzioni tecniche e normative è per Immergas un punto fermo irrinunciabile - commenta Alfredo Amadei Vice Presidente Immergas - seguire passo passo l'evoluzione positiva di aziende come Spidergas, è per noi motivo d'orgoglio».

Spidergas si avvale di una decina di tecnici manutentori specializzati, con alle spalle anni di esperienza nel campo dell'assistenza tecnica che assicurano un servizio preciso ed efficace.

«Il nostro obiettivo, in stretta relazione con Immergas – spiega Stefano Sarasini titolare di Spidergas - è di avere cura del cliente, ascoltandone problematiche o semplicemente mantenendo gli apparecchi e avendo cura dei luoghi dove essi sono inseriti». Spidergas fornisce un servizio qualitativamente elevato e affidabile di post-installazione a tutti gli installatori e utenti che scelgono il marchio Immergas, sia nell'ambito delle caldaie che dei pannelli solari, fotovoltaici e pompe di calore, garantendo assistenza specializzata e manutenzione sia ordinaria che straordinaria, nel rispetto delle normative vigenti e avvalendosi di programmi gestionali altamente tecnologici. La qualità del servizio di assistenza fornito alla clientela è garantita dal Decalogo dei Servizi dei Centri Assistenza Immergas, documento al quale Spidergas si attiene in maniera scrupolosa.

 
Share this content

13 May 2015

NORME ERP “IL FUTURO È PIÙ GREEN”

Immagine

Assotermica lancia un programma di formazione e informazione sulle norme Ecodesign ed Etichettatura Energetica per gli apparecchi di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria che scatteranno in settembre; Immergas attiva nuove iniziative con il Caius Club e con una App dedicata nel Toolbox.

 

Brescello 13 maggio 2015 - Il cambiamento che da settembre l'intera filiera termoidraulica è chiamata a sostenere, è senza alcun dubbio epocale. Le nuove misure su Ecodesign ed Etichettatura Energetica per gli apparecchi di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria, impongono l'attivazione di iniziative di formazione e informazione in tutta Italia.

Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas e Presidente di Assotermica, nel corso di una presentazione svoltasi al Circolo della Stampa di Milano martedì 12 maggio 2015, ha definito il percorso che porterà alla piena applicazione delle normative ErP (Energy related Products)/Labelling e delle iniziative che saranno realizzate con il patrocinio di ENEA (l'agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile). Al meeting ha partecipato anche Valentina D'Acunti, Responsabile Strategie Normative Immergas, la quale ha sottolineato il ruolo attivo delle aziende produttrici in un processo di modernizzazione, che si annuncia complesso ma anche ricco di opportunità.

«L'attenzione di Immergas alla formazione-informazione - ha detto Valentina D'Acunti - è un tratto distintivo da oltre 50 anni. In questa fase di grande cambiamento, offriremo a tutto il settore nuove opportunità. Alla formazione e consulenza che il Caius Club garantisce a oltre ventimila installatori in Italia con puntualità e competenza, si aggiungono strumenti innovativi come una App integrata nel nostro Toolbox, che consentirà, anche in mobilità, di stampare le etichette energetiche del sistema installato in tempo reale».

Assotermica, insieme ad Angaisa, Assistal e Mostra Convegno Expocomfort, promuove un'articolata azione tecnico-informativa supportata da quattro workshop. Il primo appuntamento sarà a Milano il 26 maggio; seguiranno le tappe a Padova, Roma e Bari.

«Oggi, su circa 850.000 caldaie a gas vendute in Italia, oltre il 60% sono di tipo convenzionale - ha spiegato Alberto Montanini - mentre con l'entrata in vigore delle nuove misure d'implementazione europee lo scenario è destinato ad evolversi molto rapidamente, con uno spostamento del mix di vendita verso apparecchi più efficienti, quali caldaie a condensazione, pompe di calore e solare termico, ma anche apparecchi ibridi e termoregolazione evoluta. Sono tutte produzioni per le quali l'Italia ha da sempre avuto un ruolo di leadership in Europa, se si considera che la nostra industria compete direttamente con la Germania nello sviluppo di tecnologie per l'efficienza energetica e fonti rinnovabili termiche e mostra un valore dell'export abbondantemente al di sopra del 50%».

I vantaggi per gli utenti finali, installando sistemi di nuova generazione, si possono quantificare in risparmi veri sulla "bolletta" del riscaldamento e dell'acqua calda sanitaria. Basti pensare che la sola sostituzione della caldaia obsoleta con una a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di termoregolazione, può portare a una riduzione del 20%-30% dei consumi per il riscaldamento, che insieme alla produzione di acqua calda sanitaria, rappresenta più dell'80% dei consumi di energia di una moderna abitazione.

 
Share this content

15 Apr 2015

IMMERGAS “FOR AFRICA”

Immagine

Al meeting che ha portato a Reggio Emilia gli ambasciatori di 24 Paesi africani ha partecipato Andrea Benassi. In molti Paesi africani è avviata la vendita di soluzioni per il riscaldamento e la produzione di energia elettrica con ImmerEnergy.

 

Brescello 15 aprile 2015 - L'Africa può diventare una grande opportunità per le imprese che vogliono allargare gli orizzonti. È questo il risultato concreto dopo una giornata tutta dedicata alle relazioni internazionali, basata sul meeting "Reggio+Africa Storia di un'amicizia" aperto nella mattinata del 14 aprile nella Sala del Tricolore dal Sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi e da Romano Prodi, Presidente della Fondazione per la collaborazione tra i Popoli. All'evento hanno partecipato 15 ambasciatori e sette diplomatici in rappresentanza di 24 Paesi africani in Italia: Algeria, Angola, Burkina Faso, Camerun, Capo Verde, Congo, Eritrea, Etiopia, Gabon, Guinea, Guinea Equatoriale, Mauritania, Mozambico, Nigeria, Somalia, Sudafrica, Sudan, Uganda, Zambia, Zimbabwe, Costa d'Avorio, Kenya, Liberia e Sud Sudan.

 

Nel corso dell'incontro aperto alle esperienze imprenditoriali, che si è svolto al Tecnopolo di Reggio Emilia, Andrea Benassi nel doppio ruolo di funzionario di Immergas per l'International Business Development e Delegato di Unindustria Reggio Emilia alla Commissione Cooperazione Internazionale di Confindustria nazionale ha dato evidenza all'esperienza di cooperazione avviata: «Ormai da una decina d'anni abbiamo relazioni commerciali con Algeria e Tunisia per la vendita di soluzioni per il riscaldamento e per l'acqua calda sanitaria. Da un paio d'anni, sempre in partnership con distributori africani, abbiamo aperto un canale di vendita anche in Marocco e si colgono prospettive di sviluppo per queste relazioni, anche in altri Paesi di quell'area. C'è di più, con ImmerEnergy, la divisione Immergas specializzata nelle energie rinnovabili, abbiamo avviato relazioni per realizzare impianti fotovoltaici modulari, capaci di fornire energia alle zone rurali in Etiopia, Senegal, Costa d'Avorio, Ghana e Mozambico e anche in questa attività stimoliamo e guardiamo con attenzione ai progetti di cooperazione internazionale che sono in fase di studio».

 

Unindustria unisce oltre mille imprese che attualmente esportano circa il 5% dei loro prodotti in Africa e che vorrebbero poter aumentare questa percentuale attraverso rapporti di collaborazione con imprenditori africani.

 

«Molte imprese reggiane - ha detto Andrea Benassi- sono pronte a cedere tecnologia, know how specifico in diversi settori, aggiungendo formazione per i tecnici che operano in Africa e alcune aziende, se adeguatamente supportate dalle istituzioni locali, potrebbero investire in Africa».

 

È stata la prima volta che il Corpo diplomatico africano ha organizzato un incontro-visita di gruppo fuori da Roma, un evento che testimonia la particolare relazione e progettualità di Reggio Emilia con l'Africa, in un anno di rilevanti relazioni internazionali generate da Expo 2015.

 
Share this content

15 Apr 2015

MADE IN ITALY ADVANCED TECHNOLOGY

Immagine

VICTRIX TT starts a generation of boilers designed for new installations and especially for replacement of existing system.

 

Brescello 15th April 2015 – VICTRIX TT is top in made in Italy technology: designed for the most demanding professionals and manufactured in the new, highly-automated lines of the company's original headquarters in Brescello, Immergas 50th anniversary boiler is also proud to bear the new company trademark, which will accompany it towards the next 50 years. The entire range has been studied to anticipate the latest European Directives on energy consumption, with increasing application of condensing technology, for easier achievement of high efficiency classes in home heating and domestic hot water production.

 

The letters TT stand for "Top Tech", the ultimate technology. VICTRIX TT features an innovative condensing unit that guarantees outstanding flow rate and head in the heating circuit, low clogging risk from system impurities and greater resistance to corrosion thanks to the special alloy used for construction.

 

Produced both in the instant version and for heating only, with a modulating power range of between 15-100%, it features a well-thought out and attractive design, a new primary condensing heat exchanger and an electronic fuel-injection and self-regulating combustion control system, offering great flexibility. Its top performance in terms of heat output raises the energy-saving rating of the building and increases the value of the property.

 

VICTRIX TT is the first Immergas range that can be remotely controlled through the new DOMINUS app (available in second semester 2015). The simple and intuitive app can be used to control the boiler or display its operation on a tablet, smartphone and portable PC.

 

The advantages:

 

  • High hydraulic performance thanks to the new condensing model manufactured from a special corrosion-resistant alloy

 

  • A wide modulation field allowing high seasonal yield and reducing operating costs

 

  • Electronic air/gas control through the new electronic circuit board. It is no longer necessary to change the nozzles if the type of gas is changed

 

  • Can be installed outdoors in a partially-protected location

 

 
Share this content

02 Apr 2015

A NEW LOOK FOR OUR RESEARCH CENTRE

Immagine

The innovation area of the Immergas plant in Brescello has been upgraded and its external image changed: innovative materials to improve indoor comfort.

 

Brescello 02nd April 2015 - The choice to invest in the research and development of new products and of the solutions required to engineer them is one of the pivots of our company's history. Every phase of change and growth has been accompanied and driven by innovation. Research and development is a strategic area that has taken on increasing importance: from the initial small group of engineers, today the team consists of 64 people with a level of competence and professionalism that has progressively increased over the years. Design and prototyping is combined with the testing phase. The reliability of Immergas products is the result of this strategic approach, of our focus on research and development, which on average absorbs 3% of the annual turnover. 2015 started with completion of the upgrade and external restyling which has deeply transformed the Immergas Research Centre.

«The new Immergas logo launched on occasion of the 50th anniversary - explains Guido Simonazzi General Services Manager - was the starting point for an overall restyling of the entire plant. In addition to the LED powered signs adopted to reduce energy consumption, an important project has been implemented for refurbishment of the building. The new micro-perforated aluminium façades improve the comfort of indoor spaces, offices and laboratories and, at the same time, the core of Immergas innovation becomes more visible from the outside in aesthetic continuity with the Domus Technica, the Immergas Centre of Advanced Training».

 
Share this content

20 Mar 2015

TRIO: GRUPPO IDRONICO PER SISTEMI IBRIDI COMPATTI

Immagine

Riscaldamento in inverno, raffrescamento d'estate e acqua calda sanitaria tutto l'anno.

 

Brescello 20 marzo 2015 - TRIO è il gruppo idronico progettato per abbinarsi a differenti fonti energetiche e creare sistemi ibridi con grande versatilità per offrire più soluzioni negli edifici di nuova costruzione; è stato studiato per integrarsi con caldaie a condensazione, pompe di calore aria-acqua, solare termico e resistenze elettriche.

Grazie alla versatilità di TRIO il progettista può realizzare tre diversi sistemi scegliendo ogni volta il più adatto. Il SISTEMA PLUS viene realizzato abbinando a TRIO una pompa di calore AUDAX monofase in una delle tre potenze (6/8/10 kW) ed una caldaia a condensazione tipo Plus, utilizzando uno specifico kit di accessori. Il SISTEMA COMBI viene realizzato abbinando a TRIO una pompa di calore AUDAX monofase in una delle tre potenze (6/8/10 kW) ed una caldaia a condensazione istantanea, utilizzando uno specifico kit di accessori. Il terzo ed ultimo sistema è denominato SISTEMA BASE (soluzione NO GAS) e viene realizzato abbinando a TRIO una pompa di calore AUDAX monofase in una delle tre potenze (6/8/10 kW) con eventuali integrazioni da resistenze elettriche. L'installazione avviene utilizzando un Kit modulo idronico per AUDAX.

 

TRIO offre la completezza di un gruppo in spazi contenuti: può essere installato a incasso all'interno del SOLAR Container, oppure direttamente nell'abitazione con l'apposito armadio tecnico DOMUS Container.

 

La scheda per la gestione elettronica del sistema è integrata e può programmare due diverse zone col Pannello remoto fornito di serie.

 

I vantaggi:

  • Grande flessibilità e facilità di installazione in tre diversi sistemi

 

  • Perfetto per rispettare le normative sull'uso delle fonti di energia rinnovabile

 

  • Molto compatto, si installa a incasso oppure anche in casa
 
Share this content

09 Mar 2015

L’ADDIO AL PAPÀ DI “CAIUS CAMILLUS”

Immagine

Immergas in lutto per la morte di Camillo Scotti per quasi 40 anni Direttore Commerciale e Marketing. Era nato e viveva a Parma. Ha accompagnato con le sue strategie innovative la crescita di Immergas fino a farla diventare leader in Italia.

 

Brescello 9 marzo 2015 - Immergas è in lutto per la morte di Camillo Scotti; è stato per quasi 40 anni Direttore Commerciale e Marketing. Dal 2010 ha collaborato come consulente con il Presidente Romano Amadei fino al 2014 quando ha celebrato il successo di una delle sue idee vincenti: il decennale del Caius Club Professional che oggi unisce oltre ventimila installatori professionali in Italia e l'anno del Cinquantesimo dalla fondazione di Immergas.

Camillo Scotti ha vissuto in prima persona i decenni della grande crescita di Immergas: da piccola officina nata a cavallo tra le province di Parma e Reggio a industria leader in Italia nelle caldaie tradizionali e subito dopo in quelle a condensazione.

Ha accompagnato con le sue strategie, spesso innovative e sempre rispettose dei valori fondanti di Immergas, tutte le iniziative commerciali e di marketing: i gadget, la formazione, le iniziative più tecniche e quelle più orientate a creare un legame di fidelizzazione con i clienti.

Il "papà di Caius Camillus" ha saputo costruire dal nulla un'immagine vincente intorno al centurione romano che dai primi anni ottanta accompagna i prodotti Immergas nel mondo.

Parmigiano, classe 1950, Laurea in giurisprudenza è entrato in Immergas giovanissimo a 27 anni, affiancando il fondatore Romano Amadei in una delle primissime edizioni della fiera Mostra Convegno a Milano, la più importante per il settore termoidraulico.

«Tra noi c'è stata sempre una naturale stima ed un grande rispetto. Personalmente – ha scritto il Presidente Romano Amadei dando l'annuncio della scomparsa di Camillo Scotti a tutta la Immergas - so di aver avuto al fianco, sempre vicino e protettivo, un grande uomo, un grande professionista, un Maestro del Lavoro. A Camillo Scotti deve andare la nostra riconoscenza e gratitudine per aver portato l'azienda a risultati che oggi sono per tutti motivo di orgoglio».

Camillo Scotti ha rapidamente ottenuto la fiducia anche di Gianni Biacchi e di Giuseppe Carra, che insieme a Romano Amadei hanno fatto crescere un'idea d'impresa basata sui valori quando il marketing era ancora in via di apparizione, muoveva i primi passi. Scotti ha sempre saputo anticipare i tempi. Correttezza dei comportamenti, rispetto degli impegni assunti, attenzione ai problemi, anche a quelli apparentemente piccoli segnalati dai clienti (la base per la creazione del Service), lealtà verso le persone, dentro e fuori dall'azienda. I valori hanno fatto crescere la reputazione di Immergas e delle persone che a qualunque titolo portano Immergas nel cuore. Scotti ha sempre messo al centro del suo impegno la reputazione e la dedizione; forse era proprio la dedizione, la fedeltà all'azienda, il tratto più forte del lavoro, durato diversi decenni, di Camillo Scotti che ha saputo far crescere tanti giovani che sono oggi tra i manager guida di Immergas. Un impegno che nel 2011 si è concretizzato nell'onorificenza di Maestro del Lavoro concessa dalla Presidenza della Repubblica.

Dal 1977 Camillo Scotti è stato "lo stratega" capace di disegnare percorsi in grado di portare Immergas in tutta Italia partendo da una realtà solo emiliana. Camillo Scotti amava il buon cinema, era un esperto di strategia militare e amava lanciarsi con il paracadute. Un legame mai sciolto con l'Arma dei Carabinieri lo ha accompagnato per tutta la vita. Amava dire che "i rischi vanno calcolati e che serve il piano b, la soluzione alternativa, ma in realtà in quasi quarant'anni di collaborazione con Immergas sono pochissime le iniziative che hanno dovuto fare i conti con risultati non all'altezza delle aspettative; in realtà erano successi anche quelli. «Nel 2014, insieme ai 50 anni di vita della Immergas, abbiamo celebrato i 10 anni di vita del Caius Club Professional – commenta Alfredo Amadei, Vice Presidente di Immergas - è stata una delle tante intuizioni e uno dei tanti valori che Camillo Scotti ha portato in Immergas. Il suo contributo alla definizione delle strategie aziendali rimarrà per tutti noi un esempio. Dedizione era una parola che piaceva a Camillo Scotti e del suo impegno dobbiamo andare tutti orgogliosi perché ha contribuito a far crescere la Immergas, che oggi tutti vedono sui mercati. Un marchio rispettato e per molti versi un esempio del fare impresa basato su valori alti e senza tempo».

Le bandiere davanti alla sede Immergas di Lentigione di Brescello sono state esposte a mezz'asta in segno di lutto, per onorare la scomparsa di chi ha lasciato una traccia indelebile nella storia di Immerga.

In occasione delle esequie (lunedì 9 marzo alle 14) in fabbrica è stato osservato un minuto di silenzio.

 

Tutta Immergas si unisce al dolore della moglie e dei figli Susanna e Michele (che lavora in Immergas).

 

 
Share this content

24 Feb 2015

QUANDO IL CALCIO “ERA UN SOGNO DA VIVERE INSIEME”

Immagine

Il Presidente di Immergas Romano Amadei: «È un modo per non dimenticare quei momenti e per ribadire i valori che li hanno resi possibili».

 

Brescello 23 febbraio 2015 - Giugno 1996, la "salvezza" che ha toccato il cuore di tutti i tifosi. A nove minuti dalla fine della partita il Brescello era matematicamente retrocesso, nel primo anno di C1, ma alla fine arrivarono i gol di Pompini e Oldoni. Una gioia esplosa con le lacrime che rivive in una foto donata da Giacomo Sironi, l'autore del volume Quel piccolo Brescello che stupì il calcio italiano, al Presidente di Immergas Romano Amadei: «È vero, è stato un momento magico. Il pallone passò tra milioni di gambe e arrivò "il gol". Tutti in tribuna piangevano, ma di gioia vera. È per questo che è nato il volume di Giacomo Sironi: per non dimenticare quei momenti e per ribadire i valori che li hanno resi possibili. Ieri come oggi credo che tra i doveri di un imprenditore ci sia anche l'impegno per far crescere il territorio dove l'azienda vive».

 

«La nostra terra vive di passioni - ha confermato il Sindaco di Brescello Marcello Coffrini - è un legame inscindibile che coinvolge tutti: i sindaci, le imprese, le famiglie che sono i veri tifosi di questa squadra, i giovani che scendono in campo. Ieri il Brescello è stato un modello e oggi può esserlo di nuovo».

 

Della prima vera "enciclopedia-romanzo del calcio brescellese", di sport e radici territoriali, hanno parlato l'autore Giacomo Sironi, il Presidente di Immergas Romano Amadei, il Sindaco di Brescello Marcello Coffrini, il giornalista sportivo Gian Franco Bellè che ha seguito da caporedattore della Gazzetta di Parma le gesta sportive del Brescello e Enrico Pirondini che è stato direttore dei quotidiani "La Provincia" di Cremona e "Nuova Ferrara". È una storia che non muore perché è fatta di valori veri. Insegna che nella vita occorre tenacia quando si vuole raggiungere un obiettivo. In più a Brescello c'era un humus straordinario fatto di giovani capaci, dirigenti e giocatori, di tifosi capaci di motivare e di imprenditori, come Romano Amadei, che hanno saputo sostenere le sfide, anche le più ambiziose. Spero che il nostro Paese saprà trovare altri imprenditori capaci di sostenere i territori dove le loro aziende vivono.

 

Nella sala Prampolini la proiezione delle foto scattate nei momenti più importanti della "Brescello Story", una collezione di divise indossate dai calciatori da quando Immergas ha legato il suo nome alla squadra e la partecipazione di tanti protagonisti hanno trasformato la presentazione del libro in un'occasione per rivivere momenti che rimangono indelebili come era avvenuto a fine 2014 nel contesto del Cinquantesimo dalla fondazione di Immergas con la presentazione del docu-film curato da Giorgio Galli Immergas e lo sport.

 

«Chi leggerà questo volume, frutto di un lavoro durato quasi un anno - ha detto l'autore Giacomo Sironi - troverà le gesta sportive, ma anche tante storie che aiutano a capire in quale humus positivo e ricco di valori è nata e cresciuta la squadra. Senza quell'humus non ci sarebbero state vittorie e personaggi straordinari e per questo non è un libro solo di sport».

 

È la prima importante pubblicazione che racconta, in 480 pagine, 60 anni di calcio a Brescello, dall'epoca pionieristica nell'immediato dopoguerra ultimo fino a metà anni Cinquanta, per poi iniziare la sessantennale stagione calcistica gialloblu (1954/55 - 2013/14) fatta di molti Campionati Dilettanti (Figc) e da 9 Stagioni in professionismo (3 di serie "C2" e 6 di "C1") sfiorando per due volte ai play off la Serie "B".

 

«Questo libro - ha commentato Gian Franco Bellè - lo dovrebbero leggere i giovani che oggi si avvicinano al calcio. Nella storia del Brescello ci sono vittorie e sconfitte ma prima di tutto ci sono valori che fanno crescere. Il Brescello ha anticipato storie di Provincia come quelle del Chievo e oggi del Carpi. Squadre che vincono insieme ai territori dove sono nate. La storia del Brescello è una bella favola, ma la vita è fatta di cicli. A Brescello si è chiuso un ciclo ma vedo che da qualche anno nella Bassa sono ritornati la voglia e l'entusiasmo e sono tornati i risultati (Brescello e Lentigione sono primi nei rispettivi campionati). Sono squadre che potranno tornare nell'elite del calcio dilettantistico».

 

La presentazione del volume arricchito da tante testimonianze come quella di Graziano Delrio, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio (con delega allo sport) che ben raccontano una storia forse irripetibile e da 312 fotografie, si è svolta nella Sala Prampolini ha registrato una grande partecipazione, ma l'impegno di Immergas e dell'amministrazione comunale di Brescello è già orientato alla ulteriore diffusione del volume e nuove iniziative sono in fase di studio.

 
Share this content

17 Feb 2015

IL CUORE NEL “PALLONE”

Immagine

Il 21 febbraio alle ore 15.00 presso la Sala Prampolini di Brescello, parleranno di sport e radici territoriali il Presidente di Immergas Romano Amadei e il Sindaco Marcello Coffrini.

 

Brescello 17 febbraio 2015 - Raccontare il legame che unisce Immergas al territorio dove l'azienda è nata e cresciuta è il punto di partenza di molte iniziative che ruotano intorno a Brescello, così quando Giacomo Sironi ha proposto al Presidente Romano Amadei di collaborare al lancio del libro "Quel piccolo Brescello che stupì il calcio italiano" la risposta è stata immediata e l'appuntamento è già fissato: il 21 febbraio alle ore 15.00 presso Sala Prampolini di Brescello. Della prima "enciclopedia-romanzo del calcio brescellese", di sport e radici territoriali, parleranno l'autore Giacomo Sironi, il Presidente di Immergas Romano Amadei, il Sindaco di Brescello Marcello Coffrini e il giornalista sportivo Gian Franco Bellè. Presenterà il volume Enrico Pirondini già direttore dei quotidiani "La Provincia" di Cremona e "Nuova Ferrara". Il libro avrà una prima tiratura di 500 copie per i tipi della Litocolor e dell'Editrice Easycolor.

 

La presentazione del volume arricchito da ben 300 fotografie, è sostenuta da Immergas e dall'Amministrazione comunale di Brescello - Assessorati alla Cultura e allo Sport. «Immergas sostiene lo sport a tutti i livelli e nelle pagine del volume di Giacomo Sironi – spiega Ettore Bergamaschi Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas – rivivono molti episodi, vittorie e sconfitte, che fanno parte a pieno titolo anche della storia di Immergas dal 1980 al 2000. È per questo che "siamo scesi in campo" con immutata passione per ribadire che lo sport è uno straordinario motore di coesione territoriale, un esempio per i giovani». È la prima importante pubblicazione che racconta, in 480 pagine, 60 anni di calcio a Brescello, dall'epoca pionieristica nell'ultimo dopoguerra, fino a metà anni Cinquanta, per poi iniziare la sessantennale stagione calcistica gialloblu (1954/55 – 2013/14) fatta di molti Campionati Dilettanti (Figc) e da 9 Stagioni in professionismo (3 di serie "C2" e 6 di "C1") sfiorando per due volte ai play off la Serie "B".

 

È una vicenda sportiva raccontata con passione e rigore storico, attraverso i resoconti delle partite di campionato, i calciatori, l'avvicendarsi dei tecnici e dei dirigenti tra gioie e sofferenze. Il tutto in un ventennio calcistico indimenticabile e forse irripetibile.

 

 
Share this content

04 Feb 2015

IMMERGAS PRESENTA L’AGENDA DIGITALE

Immagine

Il nuovo sito internet www.immergas.com è la porta d'accesso per tutti i nuovi servizi on line. Alfredo Amadei: «Informazioni e servizi avanzati per comunicare in tempo reale con i professionisti del settore e con gli utenti finali. Nei nostri piani di lavoro nuovi investimenti mirati e tanta innovazione». All'orizzonte c'è l'"Internet delle cose".

 

Brescello, 3 febbraio 2015 - Immergas annuncia la sua prima "Agenda Digitale" e partendo dal nuovo sito internet www.immergas.com, che è on line da un mese, traccia la rotta per un innovativo progetto di comunicazione integrata. Un work in progress per valorizzare tutto il know how interdisciplinare che l'azienda di Brescello ha costruito in 50 anni, rendendo ancora più accessibile e fruibile dai professionisti del settore, installatori e progettisti, ma anche da chi utilizza i prodotti Immergas come utente finale, il patrimonio di esperienze e le professionalità che fanno di Immergas il marchio leader in Italia con oltre 5 milioni di caldaie installate.

 

«Internet per noi è sinonimo di globalizzazione – spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo & Comunicazione Immergas – è la nostra vetrina aperta 24 ore su 24 sul mondo e sull'evoluzione rapidissima che stiamo vivendo. Oltre 600mila accessi nel 2014, prima del lancio del nuovo sito internet, sono il nostro punto di partenza ma stiamo già entrando nell'era dove l'"Internet delle cose" (Internet of Things), il dialogo tra tablet e smartphone con i sistemi di climatizzazione domestica, entrerà nell'uso quotidiano. In questa dimensione basata sulla connessione di sistemi diversi grazie al web vediamo grandi opportunità di crescita. I sistemi integrati che riscaldano e raffrescano la casa saranno al centro di molte innovazioni e Immergas le vuole vivere da protagonista. La app Dominus aprirà questa era dialogando con la caldaia del Cinquantesimo, la Victrix TT, e con i nostri sistemi integrati più innovativi, con l'obiettivo di migliorare il comfort ottimizzando i consumi e migliorando la sostenibilità complessiva».

 

«L'evoluzione digitale di Immergas – commenta Alfredo Amadei, Vice Presidente Immergas - è basata su risorse interne dedicate. In ogni area di attività abbiamo investito su profili professionali di grande affidabilità e competenza. Poter dire che "la fonte delle informazioni è Immergas" è per noi motivo di grande orgoglio. Sono contributi originali e di alto livello specialmente quando si affrontano i temi legati alla progettazione, all'installazione, al service e alle normative». Alla presentazione dell'Agenda Digitale Immergas ha partecipato inoltre Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas e Presidente di Assotermica, che ha ribadito il ruolo crescente che la comunicazione e l'informazione (soprattutto on line) dovranno giocare nell'entrata in vigore delle nuove Direttive Europee ErP (Energy related Products) e Labelling (etichettatura energetica).

 

«Il sito internet www.immergas.com - commenta Cristina Biazzi, Responsabile Ufficio Comunicazione Immergas – è il cuore pulsante di questo sistema. Rispecchia la visione dinamica che Immergas ha scelto per la sua comunicazione, nei secondi 50 anni. É nato da un lavoro corale per rispondere a esigenze diversificate: quelle dei professionisti del settore ma anche di chi utilizza i prodotti Immergas e più in generale di chi vuole entrare nel nostro mondo. La nuova grafica è stata pensata per seguire e sviluppare le idee racchiuse nel nuovo marchio. Abbiamo cercato di facilitare la ricerca delle informazioni e la fruizione dei servizi. Il primo mese di test on line ci dice che sezioni tematiche come la ricerca del centro assistenza più vicino, il configuratore per scegliere la tipologia di caldaia ideale e le tante informazioni sul mondo del riscaldamento, della climatizzazione e delle energie rinnovabili rivolte all'utente finale sono apprezzate. Ricchezza di informazioni, chiarezza e organizzazione più attenta dei contenuti sono sempre stati i nostri obiettivi e speriamo di averli centrati sia nella versione italiana che in quella inglese».

 

Al sito internet corporate www.immergas.com si affiancano i siti dedicati al Caius Club (24.000 installatori, progettisti e rivenditori in Italia) e quello focalizzato sulla formazione tecnica (www.formazioneimmergas.com) che rimane un punto di forza di Immergas: «è un vero strumento di lavoro con servizi esclusivi per i soci del Caius Club Professional – spiega Claudio Mazzieri, Responsabile Tecnico – Direzione Marketing Tecnico Immergas – strumenti che vengono utilizzati da progettisti e installatori anche grazie alla app Toolbox che rende disponibili molte funzioni in mobilità, con tablet e smartphone.

La pagina Facebook di Immergas Italia, attiva dal 2013, è diventata in breve tempo un canale di dialogo importante: «Per far vivere in tempo reale gli eventi, piccoli e grandi – spiega Marcella Leonardi, Immergas Social Media Specialist – che Immergas vuole condividere, come è avvenuto nel 2014 con le iniziative legate al Cinquantesimo. Quasi 2.500 fan sono il segnale che il profilo di comunicazione scelto, far "vivere Immergas" a tutti e in ogni momento, risponde a un'esigenza crescente di dialogo e condivisione».

 

Il canale YouTube Immergas Italia, attivo dal 2011, registra già quasi 80 mila visualizzazioni: «Abbiamo investito molto in video comunicazione – spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas - abbiamo realizzato circa 90 video e creato 10 playlist allo scopo di favorire la visualizzazione di approfondimenti tematici e su questa strada continueremo».

 

Un ruolo di primo piano nell'Agenda Digitale Immergas è riservato alla pagina Twitter Immergas Italia, che ha l'obiettivo di comunicare in tempo reale, ai professionisti del settore ma anche all'utenza finale, le rapide evoluzioni normative che sono avviate a livello Europeo, nazionale e locale: «I nostri tweet – spiega  Francesco Cantani, Ufficio Normativo Immergas - sono circa 10mila ogni anno e garantiscono un flusso di notizie sempre aggiornate sulle normative di settore. Il 2015, a riprova della trasformazione che stiamo vivendo, raccoglie già circa mille tweet».

 

L'evoluzione è rapida e sono allo studio nuove presenze focalizzate su Google+, per valorizzare il profilo innovativo del nuovo sito www.immergas.com e su Instagram, per dare visibilità al design e alle soluzioni applicative che posizionano Immergas tra i grandi player del settore. Il social media crossing sarà potenziato nel corso del 2015 per rendere sempre più "digital" il mondo Immergas.

 

«Nei nostri piani di lavoro, sono previsti nuovi investimenti mirati e tanta innovazione – conclude Alfredo Amadei – perché vogliamo dare risposte concrete all'esigenza di informazione puntuale imposta dalle nuove normative europee orientate alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico, integrando il contatto diretto tra le persone fuori e dentro l'azienda». Investimenti sostenuti dalla solidità patrimoniale che consente a Immergas di costruire il suo futuro partendo da risultati che, anche nel 2014, sono positivi: il fatturato preconsuntivo del gruppo Immerfin si attesta a 230 milioni di euro. I margini di redditività sostengono stabilmente il piano investimenti che consente a Immergas di mantenere alta la sua competitività. Gli addetti sono complessivamente circa 700, distribuiti in tre stabilimenti situati a Brescello in Italia, a Poprad in Slovacchia e nella start up a Quazvin in Iran. Nel 2014 i volumi di vendita sviluppati sui mercati esteri hanno superato i due terzi del totale, che ha raggiunto le 320.000 unità, di cui oltre un terzo nel comparto dei generatori di calore ad alta efficienza venduti con i marchi Immergas e Alpha Heating Innovation.

 
Share this content

15 Dec 2014

JUST ONE "CLICK" TAKES YOU INSIDE THE IMMERGAS WORLD

Immagine

In our 50th year from foundation, the new company website brings ease of navigation and many services such as the "Toolbox" app.

Brescello 15th December 2014 - In our 50th year, after the great MCE showcase, the debut of our new Victrix TT, the inauguration of the new automated line and the launch of our new trademark, Immergas now presents its totally renovated website www.immergas.com. The new website marks a profound change in the company's communication strategies: «We want to start a new dialogue - remarks Alfredo Amadei, Vice President of Immergas - while staying well-grounded in our strengths, which are our installation technicians and dealers, but with many novel features designed for end users to obtain up-to-date information on heating, climate control and renewable power».

«This is not the finishing line, but rather a starting point. The new website provides constant, continuous updates - adds Ettore Bergamaschi, Operational Marketing & Communication Director - and a very close connection between Immergasitalia and the various social media: YouTube channel videos, but also Twitter, Facebook and Google+. Our goal is to multiply access figures and contribute to the achievement of our growth targets. We have included a corporate section that explains our background, starting from the company's museum through to a gallery of old photos, our milestones and the international scope of Immergas: 3 plants, 10 branches and numerous dealers who offer our solutions in 43 countries around the world».

The new website is extremely easy to explore. We address customers, suppliers, institutions, journalists, end users, with the guarantee of reliable information and extremely dynamic updates. An English language version has been provided for international users with direct links to the websites of our foreign branches. The new website adapts perfectly to tablet and smartphone navigation and features a high rating for readability and ease of consultation. The clearly highlighted "search" function in the home page takes users to the information needed in a few seconds. A true search engine into the online world of Immergas.

 
Share this content

06 Nov 2014

UN “CRUSCOTTO” PER GUIDARE IMMERGAS

Immagine

Le buone pratiche gestionali, nell'anno del cinquantesimo, sono state raccolte nel volume "Abbattere inefficienze e costi di produzione. Un modello di eccellenza operativa e di simulazione".

Brescello 6 novembre 2014 – Applicando modelli innovativi focalizzati sul controllo di gestione la competitività delle imprese italiane può aumentare e si possono consolidare i percorsi di crescita. L'esperienza condotta in Immergas dimostra che una spending review dedicata al mondo industriale capace di selezionare esattamente le zone di intervento, riesce a intervenire a fondo ed estirpare il germe dell'inefficienza ridando ossigeno all'intera organizzazione aziendale. L'ossigeno così liberato permetterà di operare investimenti sia materiali che immateriali, che consentiranno all'azienda di competere e di svilupparsi nel lungo termine. É questa l'analisi del Vice Presidente di Immergas Alfredo Amadei che ha concluso il convegno di presentazione del volume "Abbattere inefficienze e costi di produzione. Un modello di eccellenza operativa e di simulazione" scritto da Eugenio Imbergamo, Andrea Viviani, Luca Fornaciari e Giovanni Canali.

Al meeting che si è svolto al Dipartimento di Economia dell'Università di Parma hanno partecipato gli autori: due manager Immergas (Imbergamo e Viviani), un docente Universitario (Fornaciari) e un manager che ha collaborato con diverse industrie italiane (Canali). Il volume che è andato esaurito nella prima edizione è in ristampa per la casa editrice Franco Angeli (collana Management).

«In Immergas il controllo di gestione ha sviluppato un insieme di indici tecnici (cruscotto operativo) che monitorano singoli aspetti del processo produttivo e il relativo costo – ha aggiunto Alfredo Amadei - che sorge quando l'indice è inferiore alla piena efficienza (KPI=1). In tal modo, si forniscono informazioni a due livelli: al manager di area, che così conosce il proprio livello di efficienza, e alla direzione aziendale, che conosce in real time qual è il vero costo del livello di efficienza». «Il modello sviluppato in Immergas – ha commentato Luca Fornaciari - è replicabile e si può estendere a clienti e fornitori. Non conta la dimensione d'impresa perché in ogni attività imprenditoriale i costi del processo produttivo vanno affrontati in modo strutturato e scientifico. Ogni azienda, infatti, dovrebbe predisporre un laboratorio in cui elaborare formule e indici che permettano di monitorare i costi in modo chiaro al fine di poter porre in essere ogni forma di intervento che, salvaguardando la qualità e la continuità del processo produttivo, permettano di intervenire con azioni mirate».

La presentazione del volume è stata introdotta dal Prof. Luca di Nella, Direttore del Dipartimento di Economia dell'Università di Parma: «É una bella sinergia tra Università e Impresa e infatti il volume ha già ottenuto riscontri significativi proprio perché riesce a trasformare l'esperienza di una singola impresa in un modello replicabile che in questa fase economica si può rivelare un alleato di grande importanza»; inoltre hanno partecipato il Prof. Pier Luigi Marchini docente dell'Università di Parma e Alessandro Garlassi, esperto di controllo di gestione.

«Il modello di controllo è stato introdotto in Immergas per rispondere a un triplice obiettivo – ha concluso Alfredo Amadei - prima di tutto creare le basi di coesione, collaborazione e intesa tra i vari reparti aziendali, al fine di ridurre intralci alla circolazione delle informazioni e delle risorse, per consentire alla direzione aziendale di conoscere tempestivamente le problematiche operative e di stimolare costantemente i vari responsabili di funzione per il conseguimento degli obiettivi definiti. In secondo luogo per conoscere quali sono i costi dell'attuale livello di inefficienza nel bilancio sia preventivo che consuntivo. Infine, per individuare ed eliminare le cause delle inefficienze per liberare risorse da impiegare in investimenti capaci di creare valore».

 
Share this content

08 Oct 2014

IMMERGAS E LO SPORT: LA SFIDA INFINITA

Immagine

Il Presidente Romano Amadei ha presentato a ex calciatori e dirigenti il docu-film dedicato a cinquant'anni di impegno a sostegno di tanti sport, in particolare al calcio, con il Brescello, il Modena e ora il Lentigione.

Brescello 8 ottobre 2014 - "È una sfida infinita". La passione che lega Romano Amadei, la Immergas, lo sport, il calcio, ma non solo, è diventata un docu-film che racconta cinquant'anni di vita di una "grande squadra che idealmente è formata da centinaia di giovani che hanno saputo vincere e perdere senza mai perdere di vista i valori fondamentali e il legame con la nostra terra".

Dopo vent'anni al fianco del Brescello calcio, con tanti successi e dopo una decina con il Modena Calcio, fino alla serie A, è una storia che continua e continuerà con il sostegno attivo al Lentigione Calcio.

Nell'anno del 50° dalla fondazione di Immergas, Romano Amadei ha presentato nel quartier generale dell'azienda a Brescello il docu-film "Immergas e lo sport: una storia importante" scritto e diretto da Giorgio Galli, regista di Sky.

«Abbiamo scelto Caius Camillus, il centurione romano che da molti anni è il testimone di Immergas in tutto il mondo, per raccontare, con la sua voce, una storia davvero fantastica - ha spiegato Giorgio Galli prima della proiezione davanti a un centinaio di calciatori e dirigenti, ex e ancora attivi – una storia che lega Immergas al calcio: dalle prime vere sponsorizzazioni con il nome dell'azienda sulla maglia. Una storia fatta di uomini che si è spesso trasformata in una forte contaminazione tra la squadra, le sfide agonistiche, la vita d'impresa e le sfide sui mercati».

«I valori dello sport, quelli importanti e veri, sono gli stessi che rendono vincenti anche le aziende, per Immergas è stato certamente così – ha detto Romano Amadei – e su quelle basi continuiamo a credere che si possano ancora dare messaggi positivi ai giovani».

Nel corso della serata, prima della presentazione del docu-film, della "Brescello Story" ha parlato anche Giacomo Sironi che alla straordinaria scalata del Brescello Calcio dal campionato dilettanti al professionismo ha dedicato un libro di prossima pubblicazione: "Quel piccolo Brescello che stupì l'Italia".

Rivedendo gol, trionfi e sconfitte, Alfredo Amadei, Romeo Azzali, Doriano Tosi, Stefano Azzi, Mauro Alberici, Fabrizio Marchisio, Andrea Talignani, Gianni Bia, Francesco Bertolotti, Arnaldo Franzini, Giancarlo D'Astoli, Andrea Benassi e tanti altri che "nel gol" hanno di nuovo riso e pianto, quasi ci fosse ancora in gioco una promozione oppure la retrocessione.

Romano Amadei ha ribadito che credeva e crede nel valore dello sport e nei legami con il territorio dove l'azienda è nata e cresciuta. Rifarebbe quel che ha fatto e invita altri imprenditori a investire, puntando su un'esperienza vincente che esce a tutto tondo dalle immagini e dalle testimonianze raccolte nel docu-film. Attraverso lo sport, racconta una storia più grande che accomuna un'azienda, la Immergas, e il "mondo piccolo" dove è nata e cresciuta e dove continuerà a crescere.

 

 
Share this content

10 Sep 2014

NEW IMMERGAS BRAND A SIGN OF THE FUTURE

Immagine

In its 50th year from foundation, Immergas renovates the trademark that represents it in the world market of domestic climate control, highlighting their plans to invest in cutting edge technology.

Brescello 10th September 2014 - Over 5 million boilers installed around the world tell the story of the Immergas brand which in its 50 year celebration year launches a new logo. The first Immergas trademark, in 1964, was simply the name in black italics, in traditional calligraphy. The second logo, in 1970, was also black, combined with a distinctive graphic sign, an inverted triangle. A classic trademark which communicated the company's soundness and style in the first years of rapid growth; while the various shades of red and the flame became an integral part of the logo from 1976. This dynamic graphic style evolved and led to the version launched in the 80s, which today is changing and becoming a trait - d'union between past and future.

The history of the Immergas logos "must be respected". On this basis, Immergas entrusted Aicod communication agency of Parma with the task of revamping the trademark and the Caius Camillus icon, the Roman centurion who has been an ambassador for Immergas since the early 80s. The company felt the need to design a new communication line for the future, in line with the latest trends in communication.

«As we round the fifty year mark in our business - explains Alfredo Amadei, Vice President of Immergas - we have chosen to present our company with a fresh image, one that would better convey our decision to invest in the most innovative technology for domestic climate control, which is the central pivot of our industrial plan, but keeping well in mind the value of our background which in half a century has led us to become the leader in the market of condensation boilers in Italy and a key player on international markets. The new Immergas trademark will be our new visiting card in the 43 countries around the world where our domestic heating and climate control solutions are sold. Our 50th anniversary was the right occasion to fly a new flag, confident that it will win the approval of our customers and that it will succeed in making the brand highly recognizable and conveying the values that are at the basis of our entrepreneurial efforts».

«The new Immergas trademark is registered and protected globally - remarks Ettore Bergamaschi, Operational Marketing and Communication Director - we want to instantly communicate our constant drive towards technological innovation, right from the first look. The factors that have laid the grounds for the success of Immergas: energy, clarity, internationality, safety, technology, accuracy and innovation in our products and after-sale service, are the values that we intend to carry forward into the next 50 years of business evolution. The basic elements have stayed the same: the red colour, the flame and Caius Camillus, but they go through to the third millennium with a stronger 3D effect inspired by digital applications».

«Every element of the logo – says Michele Riccomini, Aicod Art Director – was studied and redesigned to convey above all the family feeling of Immergas, but also a greater dynamism, balance, technology, soundness, uniformity, expertise and uniqueness». For those who like to "spot the differences", the large red dot on the "I" of Immergas was taken away in the restyling. «We have made an effort - concludes Alfredo Amadei - to ensure that once again memory and future can go hand in hand. And once again the company symbol will have to succeed in expressing modernity and representing our values.

The more we share these values, the stronger they become: thanks to these values one can recognize an important history and an idea of a possible future for Italian industry and for the companies that form the vital core of Italian Medium Tech, our country's technologically sophisticated production. In short, our brand must convey only one concept: well-made products and services».

 
Share this content

28 Aug 2014

LA PRIMA APP IMMERGAS È UN VERO “TOOLBOX”

Immagine
Utilizzabile con smartphone e tablet offre servizi innovativi di utilizzo quotidiano per gli installatori uniti a informazioni, per tutti, sull'azienda. In arrivo i tools specializzati riservati ai soci del Caius Club Professional.

Brescello 28 agosto 2014 - Si chiama Toolbox, è la prima app rilasciata da Immergas. È dedicata al mondo dei professionisti della climatizzazione domestica ma anche all'utente finale che vuole avere informazioni personalizzate sul sistema di riscaldamento più adatto al suo profilo abitativo.
«Nell'anno del cinquantesimo dalla fondazione - spiega Alfredo Amadei, Vice Presidente Immergas - oltre ai nuovi prodotti abbiamo deciso di sviluppare anche i canali di comunicazione più innovativi con i professionisti del settore. Abbiamo scelto di attivare progressivamente strumenti di lavoro utilizzabili ogni giorno con smartphone e tablet che sono destinati a diventare un'innovativa "cassetta di attrezzi" digitali da affiancare a quelli tradizionali».

La schermata principale del nuovo Immergas Toolbox, che si scarica gratuitamente per smartphone e tablet da App Store (per iPhone, iPod touch e iPad), Google Play e Windows Phone Store, è semplicissima e le icone suggeriscono la via breve per accedere ai servizi. La app Immergas Toolbox si adatta automaticamente allo strumento di visualizzazione, smartphone oppure tablet. La funzione "cerca" (segnalata dall'icona con la lente) consente in pochi secondi di accedere direttamente al contenuto desiderato.

«Nelle fasi di sviluppo dell'Immergas Toolbox - spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing e Comunicazione Immergas - saranno attivati servizi riservati ai soci del Caius Club Professional (oltre 22mila in Italia). A loro sono già riservati tools professionali come i listini, il calcolo della fumisteria e il nuovo sistema di preventivazione fai da te. Altri servizi fruibili da tutti sono le news aggiornate in tempo reale, i contatti diretti con Immergas, i cataloghi sfogliabili e visualizzabili nei dettagli (effetto zoom) ma anche il configuratore, che consente di scegliere il sistema di climatizzazione più adatto, in base alla tipologia di edificio unito ad altri parametri, definendo la soluzione ottimale per creare il clima ideale, sfruttando al massimo l'efficienza, il risparmio energetico e la completezza della gamma residenziale Immergas».

La app Immergas Toolbox è un progetto aperto, un vero e proprio contenitore pronto a ricevere nuovi servizi aggiuntivi che verranno introdotti per soddisfare le esigenze degli utilizzatori. La nuova app Immergas Toolbox che è disponibile da oggi è solo un tassello del programma di Web Marketing finalizzato a estendere il target di riferimento e a promuovere la conoscenza del brand e delle linee di prodotto Immergas, anche grazie alla futura integrazione con la piattaforma web che è in fase di potenziamento. La app Immergas Toolbox si rivela di facilissimo utilizzo grazie al sistema di navigazione basato su semplici icone che fin dall'inizio è stato orientato alle esigenze degli utilizzatori.
È inoltre possibile sincronizzare la app con una connessione wi-fi o 3G e consultare la documentazione anche off-line.

 

 
Share this content

01 Jul 2014

IMMERGAS VINCE IL PREMIO “LE TIGRI” 2013

Immagine

Nell'anno del 50° il riconoscimento per aver risposto alla perdurante crisi economica, con soluzioni strategiche in grado di sostenere la crescita ed il mantenimento di positivi indicatori economici e finanziari.

Brescello 1 luglio 2014 - Nell'anno del 50° dalla Fondazione, Immergas ha vinto la quinta edizione del Premio "Le Tigri", promosso da RIA Grant Thornton, società di revisione e organizzazione contabile, member firm italiana di Grant Thornton International, con il contributo del Banco Popolare, di First Capital e Quaeryon.

Il riconoscimento, che da questa edizione vede la collaborazione con Borsa Italiana, è organizzato con il supporto scientifico di ANDAF, di Cerif, il Centro di Ricerca sulle Imprese di Famiglia dell'Università Cattolica e Fondazione CUOA.

Ha ritirato il riconoscimento, nelle sale di Palazzo Serbelloni a Milano, l'Amministratore Delegato di Immergas Fulvio Martini. «Siamo molto orgogliosi di questo riconoscimento - ha commentato Fulvio Martini, Amministratore Delegato di Immergas - che premia la storia della nostra azienda e la capacità di innovare. Da sempre abbiamo puntato sulla ricerca di prodotti al passo con le richieste del mercato e sulla fornitura di servizi di assistenza che portassero valore ai clienti. Grazie all'appassionato contributo dei nostri dipendenti siamo cresciuti in Italia e all'estero ed affrontiamo con serenità le sfide che il mercato ci pone ogni giorno».

«Il Premio "Le Tigri" 2013 - ha sottolineato Lelio Bigogno, senior partner RIA Grant Thornton e coordinatore del Premio "Le Tigri" - è andato a Immergas perché ha saputo rispondere alla perdurante crisi economica con soluzioni strategiche in grado di sostenere la crescita ed il mantenimento di positivi indicatori economici e finanziari. Nonostante i momenti di incertezza e difficoltà economico finanziaria, sono moltissime le imprese che hanno affrontato con grandissimo coraggio e determinazione la crisi ed il successivo periodo di stagnazione».

Immergas è stata prima selezionata tra le sette aziende finaliste, poi scelta dalla giuria come impresa vincitrice.

La candidatura al Premio era aperta alle società di capitali e/o gruppi non quotati che negli ultimi due esercizi (2013 e 2012) abbiano conseguito indicatori economici di bilancio positivi (margine operativo lordo, risultato ante imposte, risultato netto) e che non siano state oggetto nel medesimo periodo a procedure concorsuali e/o ristrutturazioni che abbiano comportato l'utilizzo di strumenti quali la CIGS.

Il Gruppo Immerfin, che controlla Immergas, Immergas Europe (unità produttiva in Slovacchia) e una start up produttiva in Medio Oriente, ha chiuso il 2013 con un fatturato di 226 milioni di euro.

I margini di redditività garantiscono il pieno sostegno al piano investimenti lanciato da Immergas per entrare da protagonista nei nuovi sistemi ibridi, che traineranno il mercato della climatizzazione domestica nei prossimi anni. Immergas nel mondo conta oltre 700 addetti complessivi.

La piccola officina fondata a Brescello nel 1964 da Romano Amadei, Gianni Biacchi e Giuseppe Carra, oggi è una multinazionale a controllo familiare con capitale tutto italiano che crede e investe ancora nel nostro Paese per sviluppare tecnologie sempre più avanzate nel riscaldamento e nella climatizzazione che puntano al risparmio energetico e alla sostenibilità. Nel 2014 Immergas festeggia 50 anni di successi, la leadership nelle caldaie a condensazione in Italia da oltre 10 anni, le vendite in 43 paesi con 10 filiali e oltre 15 partner.

La Giuria del Premio era presieduta dal Prof. Andrea Amaduzzi, ordinario di Economia Aziendale presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca e dai membri: Enzo Argante, giornalista e Presidente del Premio Aretè per la comunicazione responsabile, promosso da Confindustria e Abi; Leonardo Luca Etro, Professore di Corporate Finance presso la SDA Bocconi e partner Madison Corporate Finance; Federico Baldeschi - Oddi, Argis - Associazione di Ricerca per la Governance dell'Impresa Sociale; Peter Lettenmayer, Storico delle relazioni industriali; Marco Santi, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Eutimio Tiliacos, Director of ANESTI Limited UK; Rosario Bifulco, Presidente Sorin; Ottorino Casonato, Presidente Steelco (vincitrice del Premio "Le Tigri" - Edizione 2012); Francesca Cristina, vice Presidente di CRS (vincitrice del Premio "Le Tigri" - Edizione 2011); Diego Breviario, Ricercatore Emerito - CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche; Leonardo Marabini, Direttore Commerciale e Marketing di Kilometro Rosso.

 
Share this content

13 Jun 2014

RENZI MEETS IMMERGAS IN CHINA

Immagine

During his official visit in Shanghai, a few days after the ribbon was cut at the Brescello plant with the State Secretary Graziano Delrio and a few weeks after the visit of the President of the Slovak Republic to the Immergas Europe plant in Poprad.

Brescello 13th June 2014 - Immergas was in the group of Italian companies operating in China that Prime Minister Matteo Renzi met during his official visit, at the Italian Centre (the permanent showroom of Italian products created with the structure of the Italian Pavilion built in Shanghai for Expo 2010).The meeting with Bruno Rinaldi, China Purchasing Manager for Immergas, was held a few days after Graziano Delrio, State Secretary to the Prime Minister visited the Brescello plant, and is a recognition of the role played by Immergas in the global market.«Internationalisation is an entirely positive term - stressed Renzi in his speech before the representative of the Italian companies - which means allowing enterprises to grow and guarantee a future for these enterprises in our country».For Immergas, who has been exporting Italian domestic climate control products to China since 1995, this is a further positive feedback that ties in with the initiatives launched for our 50th year celebrations.The Vice President of Immergas, Alfredo Amadei, concluded: «In our 50 year anniversary, in addition to the event held at Brescello on 30th May, we had an important visit by the new President of the Slovak Republic at Immergas Europe, in Poprad, where he was greeted by Leonardo Perla».On 15th May, the President Andrej Kiska, an entrepreneur with long experience in innovative industrial activities, visited the Immergas Europe headquarters in Poprad. Escorted by Leonardo Perla, Managing Director of Immergas Europe and Vice President of CCIS (Italian - Slovak Chamber of Commerce), the Slovak head of state came into contact with the "Immergas world" and expressed his appreciation for the level of specialization of the production lines achieved by the plant located in his country.

 

 
Share this content

06 Jun 2014

ECCO LA “FABBRICA DEL FUTURO”

Immagine

Immergas ha inaugurato una nuova linea produttiva nell'anno del cinquantesimo. Una giornata speciale con tanti contributi importanti: Delrio, Squinzi, Marchesini e Landi sottolineano il valore di un investimento che mira alla competitività.

Brescello 06 giugno 2014 - «Fin da quando è nata Immergas ogni pensiero è rivolto al futuro». In queste parole di Alfredo Amadei c'è tutto l'Open Day che il 30 maggio, nell'anno del cinquantesimo, ha visto protagonista nel quartier generale di Brescello il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio: «L'investimento di Immergas in Italia è un grande risultato - ha affermato il Sottosegretario - quindi dobbiamo ringraziare queste famiglie di imprenditori che hanno saputo innovare prodotto e processo. Investendo sui giovani, unitamente alla ricerca e sviluppo, Immergas ha dato un esempio di come bisogna fare per creare posti di lavoro, per muovere l'economia italiana partendo da un territorio accogliente per le imprese dove le aziende danno e ricevono. Siamo molto felici di questo matrimonio di successo che da 50 anni unisce Immergas e Brescello».
All'evento hanno portato un importante contributo anche i vertici di Confindustria. Il Presidente nazionale Giorgio Squinzi ha inviato un videomessaggio, nel quale ha affermato: «La difficile sfida per risollevare il Paese è nelle mani dell'industria. L'Italia può tonare a crescere se ci saranno imprese come Immergas capaci di investire. Esempi di successo come il vostro sono la riprova che possiamo farcela. "L'arbitro" per usare una metafora cara sia al Presidente Romano Amadei che a me, "non ha ancora fischiato la fine"; possiamo giocarcela».
Il vice Presidente di Immergas Alfredo Amadei ha tracciato la linea guida per i prossimi anni, partendo da investimenti medi annui in ricerca e sviluppo che superano il 3% del fatturato, e da un investimento straordinario (oltre 2 milioni di euro) per creare una nuova linea di montaggio e collaudo automatizzata con un team al 100% Immergas. Questo consentirà di rendere più competitiva la produzione, consolidando ed elevando i livelli professionali e occupazionali.
«Per me "fabbrica" è una bellissima parola – ha detto Alfredo Amadei - abbiamo di fronte anni impegnativi e importanti per continuare a far vivere e crescere le nostre aziende. Dovremo essere uniti per essere vincenti. Le risorse umane sono sempre state e rimarranno al centro della nostra idea d'impresa. È una grande responsabilità, una missione che vogliamo continuare seguendo l'esempio dei fondatori. Ogni giorno siamo impegnati per creare valore, per creare opportunità e costruire il nostro futuro rimanendo competitivi anche all'estero, dove vendiamo il 60% della nostra produzione. È solo così, investendo, che costruiremo i secondi 50 anni di Immergas».
Temi ripresi anche dal Presidente di Confindustria Emilia Romagna Maurizio Marchesini, che ha ribadito: «Aziende come Immergas che si posizionano nel Medium Tech possono continuare a creare sviluppo e possono competere nel mondo. La manifattura tecnologicamente sofisticata è un bel primato italiano, un formidabile ascensore sociale e dobbiamo esserne tutti orgogliosi perché è l'unica via per uscire a testa alta da questa crisi».
Il Presidente di Unindustria Reggio Emilia Stefano Landi ha anche consegnato nelle mani di Alessandro Carra, Consigliere Immerfin, una targa celebrativa dell'anniversario: «Le aziende di famiglia che, come Immergas, sono diventate multinazionali a capitale italiano, sono un valore e un motivo d'orgoglio e la forza del nostro territorio e del nostro Paese». Alessandro Carra ha risposto: «Questi risultati li abbiamo ottenuti con il lavoro quotidiano e l'impegno dei clienti, dei fornitori e delle persone che abbiamo con noi, in Italia e all'estero. È un insieme virtuoso che dovremo far crescere anche in futuro, sperando di avere anche l'aiuto del nostro Sistema Paese».
Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio, parlando ai dipendenti Immergas riuniti in fabbrica per il taglio del nastro e la benedizione della nuova linea, ha ribadito: «Il Governo sta cercando di correre perché ne ha bisogno il Paese, non per noi, e credo che questo impegno sia compreso. La velocità nelle decisioni è una dote, lo sanno bene gli imprenditori. Grazie all'impegno di tutti possiamo farcela e il Governo vuole accompagnare in maniera decisa coloro che, a tutti i livelli, hanno talento e voglia di fare. Possiamo ripartire dalle comunità. È nelle comunità organizzate che sanno garantire buoni servizi e buona scuola che nascono le imprese, che si sviluppa la creatività e si sviluppano le aziende. Ai giovani dico: come hanno dimostrato i fondatori di Immergas… provateci perchè è possibile».
All'incontro ha partecipato anche il Sindaco di Brescello, Marcello Coffrini, che ha dichiarato: «Aziende come Immergas sono un valore importante e una garanzia per il futuro del nostro territorio, un bene comune che tutti dobbiamo valorizzare». Con il primo cittadino di Brescello erano presenti anche i suoi predecessori e i sindaci dei paesi limitrofi.
Inoltre sono intervenuti Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi di Immergas e Presidente di Assotermica, e Sandro Bonomi, Presidente della Federazione Anima, oltre a diversi imprenditori, ai Cavalieri del Lavoro e alle autorità di Reggio Emilia e Parma. E lungo le linee produttive c'erano tutti i dipendenti che ogni giorno fanno crescere Immergas. «È stata una giornata importante per Immergas – ha concluso Alfredo Amadei – abbiamo aperto la porta a un futuro dove l'innovazione di prodotto e di processo, unita alle persone capaci di farla diventare realtà, sarà la via maestra da seguire».

 
Share this content

30 May 2014

THE LINE OF THE FUTURE: A GREAT DAY FOR IMMERGAS

Immagine

In its 50 year anniversary, Immergas inaugurated its new production line in the Brescello plant, before a number of important dignitaries, starting with Graziano Delrio, the State Secretary to the Prime Minister.

Brescello 30th May 2014 – It was an unforgettable day for Immergas, which in its 50th anniversary year, has chosen to celebrate its history with a mind to the future.To celebrate 50 years of success, their leadership in boilers in Italy for over 10 years and the sales in 43 countries with 10 branches and more than 15 partners abroad, the company organized an "Open Day" in the Brescello plant."The line of the future - Italian expertise for the next 50 years" was an occasion for a choral reflection on the future of the Italian industry, starting from those, like Immergas, who continue to bet on the vitality of our country. The discussion was joined by the State Secretary to the Prime Minster Graziano Delrio, Confindustria President Giorgio Squinzi, Maurizio Marchesini (President of Confindustria RE), Stefano Landi (President of Unindustria RE), Alberto Montanini (President of Assotermica) before a numerous public including important dignitaries and entrepreneurs.The new production plant has been entirely designed and constructed in - house by the Immergas engineering team led by Head Engineer Giuseppe Miele, to produce the new VICTRIX TT, the "50th anniversary boiler".It was completed with an overall investment in excess of 2 million euro and consists of two simultaneously operating assembly lines. The ribbon was cut by the State Secretary Graziano Delrio, together with the President of Immergas Alfredo Amadei, Immerfin Director Alessandro Carra and the Mayor of Brescello, Marcello Coffrini.The line was then started to allow everyone to see the production cycle of VICTRIX TT. Graziano Delrio "signed" the first boiler that came out of the new assembly line, and personally affixed on it a plate that celebrates this moment which, symbolically, opens the future of Immergas.During the event, the Operational Marketing and Communication Director, Ettore Bergamaschi, presented the volume "Forever Immergas! 1964-2014", 200 pages and a DVD that illustrate the first 50 years of the company, its current dimension and guidelines for the future of Immergas.

 
Share this content

22 May 2014

IMMERGAS: «INVESTIAMO IN ITALIA»

Il 30 maggio si svolgerà l'inaugurazione della nuova linea produttiva con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio.

Brescello 22 maggio 2014 - «Investiamo in Italia, dove siamo nati 50 anni fa, perché migliorando la nostra competitività pensiamo di poter mantenere i livelli occupazionali e il posizionamento che abbiamo conquistato grazie alla visione dei fondatori, che  hanno scommesso sul futuro. Su quella strada vogliamo continuare a camminare». Alfredo Amadei, vice Presidente di Immergas annuncia con queste parole per il 30 maggio, dalle 14,30 la giornata Open Day del 50°.

L'evento, che si svolgerà nello stabilimento di Brescello, sarà l'occasione per una riflessione a più voci sul futuro dell'industria italiana, partendo da chi come Immergas continua a scommettere sulla vitalità del nostro Paese con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio, il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, Maurizio Marchesini (Confindustria ER), Stefano Landi (Unindustria RE) e gli amministratori locali.

Nel corso dell'evento oltre all'inaugurazione della nuova linea produttiva dedicata, espressamente progettata e realizzata per la nuova Victrix TT, la caldaia del 50°, sarà presentato il volume "Per sempre, Immergas! 1964-2014".

 
Share this content

31 Mar 2014

MCE 2014: ONE EVERY 10 VISITORS STEPPED INSIDE THE IMMERGAS SPACE

Immagine

The Immergas stand was one of the most popular: the 6 metre tall Caius Colossus attracted more than 15,000 professionals. Thousands joined the Caius Club Professional with the special 50th Anniversary club member formula.

                                                                                                         

 

Brescello 31th March 2014 - «Immergas will continue to grow, in Italy and abroad». This announcement was made by Alfredo Amadei, Vice President of Immergas, at the end of the 2014 MCE Expocomfort Show.

In its 50th anniversary from the birth of the company (in 1964 in Brescello), the show saw a further increase in the number of members in the Caius Club Professional, which for over ten years has brought together 22,000 Italian installation technicians.

«In the year of our 50th anniversary we offered the opportunity of joining our Caius Club Professional as "Anniversary Members" – adds the Vice President – and the response was very good: thousands of professionals will be able to experience the advantages that Immergas offers by providing every day assistance to companies in a field that in Italy has not seen a recovery yet».

The Immerfin group, which controls Immergas and Immergas Europe in Slovakia, closed 2013 with a positive result, contrary to industry trends: the turnover has increased (€ 226 million) and keeps profitability high, making it possible to support the great investment plans launched to upgrade production units and place new products on the market, in line with European regulations geared to sustainability, efficiency and energy saving. «And in the first few months of 2014 the trend in foreign markets continued to grow» reports Alfredo Amadei.

The balance of the event was positive for Immergas and Immerenergy, the division dedicated to renewable energy, but also for MCE 2014 on the whole: more than 2,000 exhibitors, 43% from abroad, and 156,000 visitors, with a significant growing trend for visits from abroad, which increased by a further 3% compared to the last show. During the exhibition, the Immergas stand was certainly one of the most popular. Over 15,000 visitors accessed the display area marked by the towering Caius Camillus, the centurion who has been escorting the Immergas brand around the world for over thirty years, this time in a "Colossus" version over 6 metre tall.

The stand also presented the new products in the 2014 range: the "50th anniversary boiler" Victrix TT, the new "high power" Victrix Pro range and the innovative hybrid systems "Trio" and "Magis Pro" who together with all of the solutions exhibited (more than 100 products altogether) have received a lot of attention from the public as well as from institutions. During the four days of the event the Immergas stand was visited by Patrizia Toia, Vice President of the Commission for Industry, Research and Energy of the European Parliament and Marco Gonzales Alvarez, Energy Efficiency Officer of the European Commission, accompanied by the President of Anima (Confindustria) Sandro Bonomi and Alberto Montanini, Director of Regulations and Association Relations at Immergas, newly appointed President of Assotermica. During the opening day, meetings were held with Antonio Tajani, Vice President of the European Commission and Giorgio Squinzi, President of Confindustria.

«The Immergas stand was no doubt one of the most photographed ever - commented Ettore Bergamaschi, Immergas Operational Marketing and Communication Director - . The merit goes to Caius Colussus who was captured in thousands of "selfie" shots posted in real time on Twitter and Facebook. Thousands of images were also made on photographic paper in the special set designed to personalise the "VIVA IMMERGAS! 1964-2014" volume, the first of two publications planned for the 50th anniversary, along with many other events that will be announced over the coming months». Also in typical Immergas style was the Happy Hour with Caius Beer, the 50th anniversary beer, as well as the gadgets offered to visitors and the very popular "bar & restaurant" area, which completed the success based on the work of 150 people of the Immergas team, who were present at the stand every day. The next MCE show will take place from 15th to 18th March 2016: Immergas will be there.

«The 5 million boilers sold, our new record achieved in 2013, is only a starting point for our next 50 years» concludes Alfredo Amadei.

 

 
Share this content

17 Mar 2014

CAIUS COLOSSUS: I SECONDI 50 ANNI DI IMMERGAS

Immagine

Molte novità di prodotto e nei servizi (il decimo anno di Caius Club Professional) e tante soprese a Mostra  Convegno Expocomfort 2014.

Brescello 17 marzo 2014 - E' Caius Colossus, un gigante alto 6 metri, il biglietto da visita che Immergas consegna al settore termotecnico a un passo dall'apertura della 39esima edizione di MCE Mostra Convegno Expocomfort ( Fiera Milano dal 18 al 21 marzo). «Nel nostro spazio abbiamo voluto sottolineare il doppio anniversario che celebriamo quest'anno - spiega Alfredo Amadei vice Presidente Immergas - quindi il Cinquantesimo dalla fondazione (l'azienda è nata a Brescello nel 1964) e il Decennale dalla creazione del Caius Club Professional, che unisce oggi 22mila installatori italiani. Entrando nello spazio Immerga a MCE (pad.2  - stand A 33-E38) sarà impossibile non vedere il Caius Colossus. E' alto 6 metri Caius Camillus, da oltre trent'anni, è l'immagine che accompagna Immergas e vuole testimoniare la volontà di iniziare i secondi 50 anni puntando a mantenere le posizioni di primato che Immergas ha raggiunto. Nuovi prodotti, nuovi investimenti nelle unità produttive sono la conferma di una strategia orientata alla crescita e alla competitività che Immergas manterrà viva anche nei secondi 50 anni».

Lo stand riserva molte soprese e molte novità sulla gamma Immergas, sui tanti servizi che da sempre l'azienda ai professionisti del settore idrotermosanitario, dall'assistenza pre e post vendita alla formazione.

Ci sarà anche un grande videowall, di 16 metri quadrati, che permetterà a tutti di vedere le più recenti videonews del mondo Immergas.

Inoltre debutterà la Caius Beer, una birra artigianale italiana creata espressamente per il Cinquantesimo Immergas in collaborazione con il Birrificio Antoniano. Ogni giorno, dalle 16 alle 18, sarà disponibile per tutti i visitatori nell' Area Ristoro dello stand.

L'area espositiva di Immergas sarà caratterizzata anche da un'attenzione particolare alla socialità; in particolare nei pressi del Caius Colossus sarà presente una zona predisposta per realizzare fotografie con cellulari, tablet e fotocamere, per poi postarle e commentarle "live" sul web e i social media.

 
Share this content

13 Mar 2014

IMMERGAS “IN VETRINA” A MCE 2014

Immagine

Nell'anno del cinquantesimo dalla fondazione molte novità e sorprese a Mostra Convegno Expocomfort.

Brescello 13 marzo 2014 - Immergas partecipa all'edizione 2014 di MCE Expocomfort con una vera sorpresa, che accoglierà i visitatori al pad.2 (stand A 33-E38). «Siamo presenti a Mostra Convegno fin dalle primissime edizioni – spiega Alfredo Amadei, vice Presidente Immergas - e da un piccolo stand, meno di 50 metri, siamo arrivati nell'ultima edizione, nel 2012, a 4.600 metri quadrati, ricchi di proposte per tutto il settore termotecnico. Quest'anno, in occasione del cinquantesimo dalla fondazione di Immergas, abbiamo immaginato uno spazio aperto, dove mostrare le nostre novità di prodotto, i servizi e sottolineare il legame con i professionisti del settore. Oltre al 50° anniversario di Immergas ricorre anche il decennale dalla creazione del Caius Club Professional che oggi unisce oltre 22mila iscritti. Ci sarà anche una sorpresa e sarà impossibile non vederla; ma per ora è giusto mantenere un po' di mistero».

MCE 2014 conferma l'ampio respiro internazionale: a oggi sono oltre 1.600 le aziende espositrici, di cui il 37% dall'estero da 51 paesi. Il successo di MCE (nel 2012 ha registrato 2.100 espositori di cui 900 dall'estero e 155.301 visitatori di cui 35.342 esteri provenienti da 136 paesi) è per Immergas una vetrina di grande importanza per tutti i mercati dove è presente. La trentanovesima edizione di MCE è in programma a Fiera Milano dal 18 al 21 marzo.

La recente nomina di Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas, a presidente di Assotermica, Associazione produttori di apparecchi e componenti per impianti termici (Anima-Confindustria), sarà sottolineata nella giornata inaugurale di MCE e nei tanti eventi che accompagneranno la rassegna milanese. L'evento sarà una delle tappe dei festeggiamenti per il centenario di ANIMA (Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica Varia ed Affine) che rappresenta una lunga storia ricca di successi e esperienze di alcuni dei settori di eccellenza dell'industria italiana.

Mostra Convegno Expocomfort è la manifestazione internazionale biennale rivolta ai settori dell'impiantistica civile e industriale: riscaldamento, condizionamento dell'aria, refrigerazione, componentistica, valvolame, tecnica sanitaria, ambiente bagno, trattamento dell'acqua, attrezzeria, energie rinnovabili e servizi. E' una  manifestazione fieristica di proprietà di Reed Exhibitions, il leader mondiale nell'organizzazione di fiere, saloni specializzati e congressi che gestisce oltre 500 eventi in 42 Paesi che hanno registrato più di 7 milioni di partecipanti nel 2012. Reed Exhibitions conta 34 sedi a disposizione di 44 settori industriali e una rete di uffici e promotori che si estende in tutto il mondo. Ideata nel 1960 come prima mostra specializzata in Italia, MCE è da oltre 50 anni leader di settore grazie alle comprovate capacità di seguire l'evoluzione dei mercati di riferimento creando momenti di incontro, confronto e dibattito tecnico, culturale e politico.

 
Share this content

06 Mar 2014

IMMERGAS A QUOTA 5O SU YOUTUBE

Immagine

Nell'anno del 50° anniversario il profilo ufficiale di Immergas su YouTube raggiunge le 50mila visualizzazioni, dopo la pubblicazione del filmato dedicato alla storia dell'azienda.

Brescello 06 marzo 2014 – Il profilo ufficiale di Immergas su YouTube, immergasitalia ha toccato e superato le 50.000 visualizzazioni complessive dopo il caricamento del video "50 anni di calore con Immergas", che resterà come trailer del canale per tutto il 2014, l'anno del 50° anniversario.
Il filmato è stato realizzato per celebrare proprio questa importante ricorrenza, raccontando in meno di 5 minuti i 50 anni di storia dell'azienda. Una storia che comincia nel 1964 e prosegue fino ad oggi accompagnando la nascita e l'evoluzione delle tecnologie per il riscaldamento domestico in Italia, dalle prime caldaie a basamento fino alle tecnologie climatiche integrate odierne.
«Proprio nel 2014, così importante per noi, è arrivato questo risultato inaspettato - afferma Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing e Comunicazione di Immergas - Infatti non pensavamo di raggiungerlo così presto quando siamo partiti, nel 2011, perché si tratta di un fenomeno nuovo per l'azienda. Con la pubblicazione di video con contenuti di carattere istituzionale sempre nuovi, Immergas viene conosciuta anche per il proprio brand, oltre che per i prodotti. Un successo che dura nel tempo, considerando che a tre anni di distanza i video riscuotono ancora successo in termini di visualizzazioni, soprattutto il video corporate disponibile in italiano e in inglese; anche il nuovo video del 50° anniversario sta ottenendo un grande successo, e in pochi giorni ha collezionato quasi 900 contatti. L'evoluzione del canale YouTube di Immergas continuerà nella direzione di pubblicare video istituzionali, soprattutto nell'anno di questa importante ricorrenza, provando però anche ad aggiungere filmati che raccontino le attività che l'azienda svolge ogni giorno, l'illustrazione dei prodotti, i corsi di formazione per i professionisti del settore idrotermosanitario e altro ancora».
Dei 58 video caricati fino ad ora il più "cliccato" resta il video corporate in italiano, con quasi 8.500 visualizzazioni, seguito dal video sui corsi F-Gas, che ha superato i 7.000 contatti. Ma sul canale c'è molto di più, visibile sia per i 160 utenti iscritti che per tutti gli altri visitatori di YouTube: è un finestra sul  mondo Immergas che mostra tutto ciò che ne fa parte. Ad esempio le visite dei testimonial Francesca Piccinini e Alessandra Sensini, le molteplici iniziative di formazione realizzate nell'avveniristica Domus Technica, le attività del reparto Service a sostegno della rete di assistenza, e molto altro.
Con questo e gli altri profili sui social media, Immergas si conferma un'azienda Web 2.0; immergasitalia su Twitter ha collezionato quasi 400 follower, che ogni giorno restano costantemente aggiornati soprattutto sulle novità normative del settore idrotermosanitario, mentre su Facebook il profilo Immergas Italia ha ottenuto più di 1350 "likes" e "posta" quotidianamente immagini, informazioni e notizie sulla vita e l'attività dell'azienda.

 
Share this content

28 Feb 2014

L’AMBASCIATORE D’ITALIA VISITA LO STAND IMMERGAS ALLA FIERA AQUA-THERM – UZBUILD

Immagine

S.E. Riccardo Manara  ha partecipato a Tashkent alla più importante rassegna sull'edilizia e la termotecnica dell'area che ruota intorno all'Uzbekistan.

Brescello 28 febbraio 2014 - «Le imprese italiane che hanno avviato rapporti commerciali con l'Uzbekistan stanno scrivendo storie di successo». Così si è espresso S. E. l'Ambasciatore Italiano a Tashkent Riccardo Manara, nel corso della visita ufficiale alla fiera Aqua-Therm – UzBuild che si è appena conclusa (25 – 28 febbraio) nella capitale uzbeka.
Dopo la visita dell'Ambasciatore d'Italia a Bratislava Roberto Martini allo stabilimento Immergas Europe a Poprad, del 2012, il passaggio dell'Ambasciatore Italiano nello stand Immergas, dove è stato accolto da Direttore International Business Development Andrea Benassi, è la conferma dell'attenzione che viene riservata alle attività di Immergas all'estero anche nelle sedi diplomatiche e non solo sul mercato.
Riccardo Manara, dal 2011 Ambasciatore d'Italia in Uzbeskistan e Tagikistan, ha confermato che in tutta l'area si registrano tassi di crescita positivi ormai da diversi anni e le prospettive, nonostante le difficoltà legate alle norme in vigore nel Paese, sono positive per il Made in Italy.
Nello stand, allestito e condiviso insieme all'importatore per l'Uzbekistan Italheat, sono state presentate le proposte Immergas che trovano applicazione nelle nuove aree urbane, che stanno nascendo in varie aree del Paese e non solo nella capitale Tashkent.
L'Uzbekistan è un paese industriale leader in Asia centrale; la sua economia è in sviluppo negli ultimi sei anni con un tasso di crescita del 7% e con il tasso di inflazione che negli ultimi sei anni si è ridotto dal 26% al 2,9%. Il volume del prodotto interno lordo (PIL) nel periodo di riferimento è sempre aumentato.
«Anche Immergas può cogliere opportunità - commenta Andrea Benassi - grazie alla presenza dell' unità produttiva a Poprad e alle soluzioni che stiamo proponendo su quei mercati».
Alla fiera Aqua-Therm, allestita nel NEC UzExpoCentre, hanno partecipato 55 espositori da 11 Paesi;  l'edizione 2014 ha fatto registrare complessivamente 3.500 visitatori professionali.

 

 
Share this content

21 Feb 2014

ALBERTO MONTANINI NUOVO PRESIDENTE ASSOTERMICA

Immagine

L'assemblea di Assotermica riunita nella sede milanese della Federazione ANIMA (Confindustria) ha eletto presidente Alberto Montanini Direttore Normative e Rapporti Associativi di Immergas.

Brescello 21 febbraio 2014 - L'assemblea di Assotermica riunita nella sede milanese della Federazione ANIMA (Confindustria) ha eletto presidente Alberto Montanini Direttore Normative e Rapporti Associativi di Immergas SpA, dove lavora dal 1993. Assotermica, associazione di produttori di apparecchi e componenti per impianti termici, unisce 62 imprese italiane che danno lavoro a 12.000 dipendenti e che realizzano complessivamente un fatturato di 2,5 miliardi, per oltre il 50% all'estero. Raccoglie il testimone, dopo sei anni di presidenza, da Paola Ferroli.
All'assemblea che ha eletto il nuovo presidente di Assotermica, che rimarrà in carica fino al 2015, ha partecipato il vice Presidente di Immergas Alfredo Amadei: «Siamo impegnati a sostenere attivamente Assotermica dal 1993, da quando l'associazione è nata. Oggi per mantenere alta la competitività delle imprese è necessario un forte spirito associativo. Uno sforzo comune per far sentire il peso di un settore che si può rivelare di grande importanza per le politiche energetiche dell'Italia in tema di contenimento dei costi, utilizzo delle energie rinnovabili orientate alla sostenibilità».
L'Ing. Alberto Montanini, 54 anni, parmigiano, laureato in Ingegneria civile sez. edile presso l'Università degli Studi di Bologna, era vice Presidente Assotermica dal 2008. E' membro del Consiglio Direttivo di Assotermica. Consigliere Esecutivo (membro del board) e membro della Commissione Tecnica di EHI (European Heating Industries - Associazione europea dei costruttori di apparecchi ed impianti termici). Presidente della Commissione Post-contatore del CIG (Comitato Italiano Gas). Membro del Consiglio di Presidenza CIG. Membro di vari gruppi di lavoro del CIG (Comitato Italiano Gas) e del CTI (Comitato Termotecnico Italiano).
Nel manifesto programmatico della sua presidenza, il presidente Montanini ha sintetizzato così gli obiettivi che intende perseguire: «Le imprese del settore se vogliono davvero contribuire allo sviluppo del nostro Paese devono non solo lavorare insieme, devono fare comunità nel senso alto del termine. Devono mettere a sistema valori ed esperienze pur mantenendo sul mercato la loro identità. Sono convinto che in questo momento di crisi sia necessario creare i presupposti per il futuro che si cercano e si attuano mediante l'individuazione di soluzioni concrete e praticabili. Il nostro mercato, la politica, il Paese hanno bisogno di un nuovo approccio. Le imprese del settore che fanno riferimento ad Assotermica hanno tecnologie, uomini, idee. Dobbiamo farne pacchetti di prodotto, di servizio e di comunicazione perché senza l'integrazione di questi elementi non c'è possibilità di riuscita. La comunicazione è il vero valore aggiunto delle imprese del comparto. Bisogna far capire quali sono i vantaggi per l'utente e, quindi, il vantaggio competitivo per il Sistema Paese, anche nei confronti dell'estero. Il settore rappresentato da Assotermica esporta più del 50% della produzione. Solo mantenendo il valore aggiunto riusciremo a far ripartire il nostro settore e, quindi, il Paese Italia».
Il Presidente Alberto Montanini sarà affiancato da un Consiglio Direttivo così composto: Past Presidente Dott.sa Paola Ferroli – (Ferroli Spa); Vice Presidente Ing. Gianluigi Arici - (Fondital Spa); Consiglieri elettivi: Rag. Angelo Rigamonti - (Apen Group Spa); Dott. Flavio Borgna - (Ariston Thermo Group Spa); Ing. Emanuele Turco - (Baltur Spa); Ing. Alberto Favero - (Baxi Spa); Ing. Stefano Casandrini - (Ferroli Spa); Ing. Mario Zucco - (Itmit Control Systems Srl); Ing. Sandro Panteghini - (Global Radiatori Spa); Dott.sa Laura Dalla Vecchia - (Polidoro Spa); Ing. Riccardo Rompani - (Riello Spa); Marco Boselli - (Robert Bosch).

 
Share this content

06 Feb 2014

IMMERGAS “SIAMO NOI”!

Immagine

Il 5 febbraio a Brescello nasceva una piccola officina che oggi, cinquant'anni dopo, è un'azienda internazionale. Una festa a sorpresa organizzata dai dipendenti ha rivolto un "grazie corale" al Presidente Romano Amadei.

Brescello 6 febbraio 2014 - È un 50° compleanno speciale e irripetibile quello che tutta la Immergas ha festeggiato con il Presidente Romano Amadei nel pomeriggio del 5 febbraio, con una festa davvero a sorpresa che anticipa idealmente le iniziative in programma nel corso dell'anno.
Sono infatti passati giusto cinquant'anni da quando Romano Amadei, Gianni Biacchi e Giuseppe Carra hanno creato a Brescello una piccola bottega artigiana che oggi è un'azienda internazionale a capitale italiano capace di competere tra i protagonisti mondiali nella produzione di sistemi avanzati per il clima domestico, orientati alla sostenibilità e al risparmio energetico.
C'erano proprio tutti; quasi 600 dipendenti che anno portato a Romano Amadei un augurio caloroso e gioioso attraverso la consegna di una targa d'argento sulla quale sono incise parole di stima e affetto sincero:
"Un uomo solo al comando... che ha saputo sognare la realtà e rendere la realtà un sogno" seguite dall' eloquente firma "la Famiglia Immergas 1964-2014".
Una celebrazione spontanea che ha simbolicamente aperto il 2014, l'anno del Cinquantesimo. Inevitabile una grande emozione, per tutti. Per quelli che i primi anni di Immergas li hanno vissuti e per quelli che sono entrati sull'onda dello sviluppo che l'ha portata alla leadership in Italia.
«Lavoriamo da tempo per preparare diverse iniziative – spiega Alfredo Amadei, vice Presidente Immergas e coordinatore del Team 50° Immergas - che nell'arco dei prossimi mesi vedranno protagonista l'azienda, la sua storia ma soprattutto il suo futuro. Non a caso abbiamo scelto una frase che ci pare adatta al nostro modo di fare impresa: Da 50 anni lavoriamo per il futuro. Il mondo Immergas è in continuo sviluppo con nuovi investimenti mirati al miglioramento della competitività, che è il solo modo che conosciamo per garantire la continuità aziendale».
Romano Amadei, ringraziando i dipendenti per la "festa a sorpresa", ha ribadito la volontà di andare avanti con coraggio e tenacia. «Oggi c'è la Immergas che tutti vediamo – ha affermato - ma nel 1964 vi garantisco che nessuno poteva immaginare tutto questo. Cinquant'anni possono sembrare un tempo lungo ma vi assicuro che è passato molto velocemente. E non ho nessuna intenzione di fermarmi».

 
Share this content

QUALITY IN SERVICES
MADE IN ITALY
50 years of experience
OVER 6 MILLION BOILERS INSTALLED