05 ott 2018

IMMERGAS PRESENTA IL LABORATORIUM

Immagine

Il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini ha inaugurato il nuovo Centro Ricerche e Sviluppo a Lentigione di Brescello. É un investimento da 6 milioni di euro realizzato per creare il polo high tech dedicato alle nuove tecnologie per il clima domestico e avviare una nuova fase di crescita con l’obiettivo di arrivare oltre i 300 milioni di euro di fatturato.

 

Brescello 5 ottobre 2018 - A dieci anni dalla posa della prima pietra della Domus Technica, il polo didattico dedicato alla formazione avanzata dei tecnici del settore termotecnico, Immergas ha inaugurato il nuovo Centro Ricerche e Sviluppo, il “Laboratorium”, realizzato in meno di due anni, nella sede centrale a Lentigione di Brescello nonostante lo stop ai lavori imposto dall’esondazione del torrente Enza nel dicembre del 2017.

É un investimento da 6 milioni di euro, in totale autofinanziamento, che Immergas ha messo in campo per migliorare la sua competitività.

«Il Laboratorium è una finestra sul futuro, sul nostro futuro – spiega Alfredo Amadei Presidente Immergas – e l’abbiamo aperta nello stesso luogo dove oltre 50 anni fa Immergas è diventata una piccola industria. É la conferma della nostra propensione al cambiamento e della tensione verso il miglioramento continuo. Quando sono entrato in Immergas, tren’anni fa, il mio primo lavoro era all’interno di quello che allora era laboratorio e ufficio tecnico. Oggi la forza di un’impresa si vede dalla decisione con cui ci si avvia sulla strada del cambiamento, dell’innovazione e della trasformazione. La costruzione del nuovo Laboratorium conferma la volontà di fondare il futuro sul solidissimo saper fare di tutti i dipendenti attivi nel mondo nei poli produttivi Immergas e sulle conoscenze più avanzate. Abbiamo avviato una nuova fase di crescita con l’obiettivo di arrivare oltre i 300 milioni di euro di fatturato anche grazie alla nuova unità produttiva che apriremo in Cina nel 2019, l’anno del 55° dalla fondazione di Immergas, al potenziamento dello stabilimento di Poprad in Slovacchia e alla start up in Iran. Vogliamo continuare a offrire in tutto il mondo la miglior soluzione per il clima domestico e tutti i servizi collegati».

Immergas dall’inizio dell’anno ha registrato un aumento di vendite del 13% rispetto al 2017, sia in Italia che sui mercati esteri dove è presente.

«Il nuovo Centro Ricerche e Sviluppo – ha aggiunto Alessandro Carra Vice Presidente Immergas – sarà un volano di crescita importante anche per le attività sulle energie rinnovabili che abbiamo avviato nel 2010 creando la ESCO (Energy Service Company) ImmerEnergy. Oggi puntiamo molto sull’efficientamento energetico in tutte le tipologie di costruzioni, civili e industriali. Sono interventi chiavi in mano che cercano valore con risparmi concreti e misurabili. Avere a disposizione laboratori avanzati e nuovi profili professionali darà vita a sinergie sempre più forti e le nuove soluzioni tecnologiche diventeranno più rapidamente reali».

“Se non si può misurare, non si può migliorare”. É partendo da uno dei punti fermi dell’imprenditoria più innovativa che Immergas ha progettato e realizzato la nuova area ricerche e sviluppo in grado di fornire una risposta ampia e metodologicamente completa alla crescente richiesta di informazioni e dati su cui costruire le nuove scelte strategiche.

 

 

 

All’inaugurazione del Centro Ricerche ha partecipato il Prof. Luca Mercalli, Presidente della Società Meteorologica Subalpina: «le nostre case sono una delle maggiori fonti di spreco energetico ma anche di bollette sempre più salate quindi, per prima cosa, bisogna ridurre gli sprechi. Isolare la casa e cambiare modalità di riscaldamento è un investimento che ritorna in tempi certi e verificabili. É fondamentale capire quello che realisticamente ognuno di noi può fare oggi per migliorare la sostenibilità e andare nell’ottica del risparmio energetico e altrettanto fondamentale è il lavoro di ricerca delle imprese come Immergas sulle soluzioni che nei prossimi anni consentiranno di avere case dove la qualità dell’abitare si abbina al risparmio energetico e all’uso di fonti rinnovabili».

 

«L’Emilia Romagna si conferma un’area territoriale capace di attrarre e generare nuovi investimenti – ha sottolineato il Presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini - perché possiamo contare su professionalità esclusive, formate anche grazie agli investimenti fatti sull’alta formazione e dalle aziende. Così come paga l’aver puntato sull’internazionalizzazione. I risultati importanti che stiamo cogliendo su tutti gli indicatori economici e sociali ci spingono a lavorare per permettere di correre ancor più forte alle eccellenze industriali che investono per migliorare la competitività puntando sull’innovazione».

 

«Avere realtà industriali importanti nel territorio - ha ribadito il Sindaco di Brescello Elena Benassi – è fonte di ottimismo per il futuro e verificare i concreti investimenti realizzati è la conferma che la prospettiva è di crescita. Abbiamo di fronte molto lavoro da fare ma sappiamo di contare su sensibilità molto concrete e su aziende che fanno del legame con i territori dove sono nate un valore trainante».

 

«La sfida è prima di tutto culturale e presuppone quel “fare insieme” che impedisce la dispersione delle singole energie. Insieme rinsalderemo le relazioni necessarie per condividere visioni e progetti - ha sottolineato Fabio Storchi, Presidente di Unindustria Reggio Emilia – partendo dalla Fabbrica nella quale la Persona è al centro. Dobbiamo dare il giusto valore alla Fabbrica che cambia e si muove verso l’innovazione orientata alla sostenibilità a 360°, come abbiamo visto oggi in Immergas, ai giovani con le loro speranze, alla volontà di fare insieme per realizzare un modello di sviluppo capace di conciliare la competitività delle imprese con l'equità, l'inclusione e la coesione sociale».

 

«Le politiche orientate a Industry 4.0 - ha precisato Andrea Bianchi, Direttore Area Politiche Industriali, Confindustria – finora hanno dato risultati positivi. È su quella strada che tutti devono continuare a camminare per garantire al Sistema Italia e al made in Italy un futuro all’altezza del ruolo che occupiamo in Europa e nel mondo. Questo ci aspettiamo dal Governo e dall’Europa».

 

La nuova struttura permetterà al team R&S guidato dal Direttore Mauro Guareschi di lavorare meglio e più velocemente per alzare gli standard qualitativi, già elevati, in tutte le fasi: dalla progettazione alla produzione su scala industriale con analisi dettagliate e con tutte le prove per la marcatura CE e per le attività di Certificazione con Enti extra-europei.

Guido Simonazzi, Direzione Servizi Generali Immergas, ha coordinato i lavori di costruzione che hanno impegnato lo studio EFA di Parma (Arch. Emilio Faroldi), Stahlbhau, Automazioni Bigliardi, Torreggiani, Rainieri e Fava Arredamenti.

All’inaugurazione del nuovo Centro Ricerche è stata abbinata una mostra con le fotografie scattate durante i lavori di costruzione dal fotografo Luigi Bussolati. Le immagini sono raccolte anche nel volume: “La forza dell’Innovazione “.

 
Condividi questa notizia

Notizie correlate
 
Contatti
 
IMMERGAS S.p.A.
VIA CISA LIGURE, 95 - 42041 BRESCELLO (RE) ITALY
marketing@immergas.com
CAIUS CLUB PROFESSIONAL
CAIUS CLUB PROFESSIONAL
 
SEI UN PRIVATO?
ACCEDI AL CAIUS FAMILY CLUB
 
Assistenza 7 su 7
Garanzia 5 o 10 anni
50 anni di esperienza
Oltre 6 milioni di caldaie installate