Related news
 
MCE 2016: "RECORD" IMMERGAS

At the biennial Expocomfort Exhibition that just ended in Milan, new products, new solutions and advanced services increased participation in initiatives and the number of contacts. Vice President Alfredo Amadei confirms the launch of new R&D investments. 

MCE 2014: ONE EVERY 10 VISITORS STEPPED INSIDE THE IMMERGAS SPACE

The Immergas stand was one of the most popular: the 6 metre tall Caius Colossus attracted more than 15,000 professionals. Thousands joined the Caius Club Professional with the special 50th Anniversary club member formula.

Contacts
 
IMMERGAS S.p.A.
VIA CISA LIGURE, 95 - 42041 BRESCELLO (RE) ITALY
marketing@immergas.com
30 Jan 2020

IMMERGAS SOSTIENE IL FAI - FONDO AMBIENTE ITALIANO

Immagine

Da quest’anno nelle iniziative legate al sostegno ai territori è inserita anche l’adesione al programma Corporate Golden Donor. Alfredo Amadei, Presidente Immergas: condividiamo i valori che ispirano l’attività del Fondo Ambiente Italiano.

 

Brescello 30 gennaio 2020 – Immergas inizia il 2020 sostenendo le attività del FAI (Fondo Ambiente Italiano) attraverso l'adesione al programma di membership aziendale Corporate Golden Donor. «Abbiamo deciso di sostenere il FAI» – spiega Alfredo Amadei, Presidente Immergas – «perché condividiamo i valori fondanti che hanno dato vita al Fondo Ambiente Italiano. Immergas crede nel radicamento territoriale, nel sostegno alla cultura e alla valorizzazione del patrimonio culturale, investendo risorse che hanno dato vita a progetti importanti realizzati con il mondo della scuola, della formazione, dello sport e con le realtà locali, in tutta Italia. Agire concretamente, come il FAI, è la nostra strada per sviluppare la nostra idea di Corporate Social Responsibility, che è parte del nostro programma di lavoro sui temi della sostenibilità, partendo dai sistemi per il clima domestico orientati al risparmio energetico e al comfort delle abitazioni che da oltre 55 anni portiamo in tutto il mondo». Il FAI da oltre 40 anni si impegna per realizzare un grande progetto di tutela che è anche un’ambiziosa sfida culturale: fare dell’Italia un luogo più bello dove vivere, lavorare e crescere i nostri figli. Il patrimonio paesaggistico e culturale, che il FAI salvaguarda e promuove, rappresenta infatti un capitale unico al mondo e la risorsa fondamentale su cui investire per far rinascere, sviluppare e valorizzare il nostro meraviglioso Paese. Grazie al sostegno dei suoi numerosi aderenti, sia privati cittadini che aziende, il FAI tutela e gestisce ben 64 Beni su tutto il territorio nazionale; importanti insediamenti storici, artistici e paesaggistici salvati dall’incuria, restaurati, protetti e aperti al pubblico. Ogni giorno il FAI si impegna a proteggere e rendere accessibili a tutti splendidi gioielli d'arte, natura e cultura disseminati nelle campagne, nelle città e sulle coste del nostro Paese; a educare e sensibilizzare la collettività alla conoscenza, al rispetto e alla cura dell’arte e della natura e a farsi portavoce delle istanze della società civile vigilando e intervenendo attivamente sul territorio.

 
Share this content

23 Dec 2019

IN CLASSE ARRIVANO LE BORRACCE ANTI-PLASTICA

Immagine

Immergas lancia il progetto “Scuole Plastic Free” per incentivare l’uso di contenitori riutilizzabili e dell’acqua del Sindaco. I primi test a Brescello, Poviglio e Viadana si inseriscono nei programmi di educazione per gli allievi delle elementari e delle medie.

 

Brescello 23 dicembre 2019 – “Riempitele, riempitele, riempitele. Usatele, usatele, usatele”. Sono le borracce in alluminio che Immergas ha donato a centinaia di allievi delle scuole elementari e medie di Brescello e Poviglio in Emilia Romagna e di Viadana in Lombardia per lanciare, dopo il primo test in provincia di Avellino in Campania, il progetto Scuole Plastic Free, che arricchisce il programma di educazione alla sostenibilità Energie per la Scuola.

«In pochi giorni abbiamo fornito gli strumenti operativi per eliminare in un solo anno quasi 550.000 bottiglie di plastica» – spiega il Presidente di Immergas Alfredo Amadei – «dando valore all’acqua pubblica, sana e gratuita, visto che nelle scuole dove sono state distribuite le borracce sono installate anche le colonnine per l’erogazione dell’acqua del Sindaco. Il programma Scuole Plastic Free di Immergas si allinea alle scelte che regioni come Emilia Romagna, Lombardia e Campania stanno portando avanti e si inserisce nel protocollo che Immergas ha sottoscritto con il MIUR, il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica. Le borracce in alluminio sono solo il primo piccolo passo sulla strada Plastic Free che Immergas vuole intraprendere, ma è un passo avanti concreto che oltre alle scuole coinvolgerà anche le famiglie, come del resto avviene con le piccole buone pratiche per risparmiare energia che continueremo a portare nelle scuole anche nel 2020».

L’operazione “Scuole Plastic Free” lanciata da Immergas parte dalla stretta collaborazione con i docenti, come hanno sottolineato i Dirigenti Scolastici di Poviglio e Brescello, Elisabetta Mangi unitamente a quelli di Viadana, Simone Madonna, Mariella Ceccarelli e Sandra Sogliani con le amministrazioni locali.

«Mai come in questo momento i piccoli gesti fanno la differenza» – spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione di Immergas – «solo per fare l’esempio di Viadana abbiamo donato alle scolaresche quasi 2.000 borracce in alluminio, sicure, riutilizzabili e anche molto belle, con lo stemma del Comune unito a quelli di Immergas e ImmerEnergy, la divisione di Immergas dedicata al mercato dell’Efficientamento Energetico e delle Energie Rinnovabili. Investiamo sulle scuole, elementari e medie, perché l’esperienza di cinque anni che abbiamo dedicato all’education sul risparmio energetico, ci dice che i risultati sono molto concreti, piccoli passi avanti sulla strada di un pianeta migliore, abbinati ai grandi passi sulle nuove tecnologie per il clima domestico che nascono nel nuovo Centro Ricerche Immergas, il Laboratorium. Scelte green che saranno il focus della partecipazione di Immergas alla fiera MCE Expocomfort nel marzo 2020».

Brescello - «Queste azioni mirate al mondo della scuola» - ha spiegato il Sindaco di Brescello Elena Benassi nel corso dell’evento presso il polo scolastico Panizzi – «fanno parte delle misure previste dal Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia che abbiamo sottoscritto. É un impegno verso le nostre comunità e verso l’Europa per arrivare a risultati concreti entro il 2030, partendo dalla riduzione del 30% delle emissioni di Co2 e gas serra. Sono obiettivi ambiziosi, ma al tempo stesso sono più che mai urgenti e anche piccoli passi come eliminare le bottiglie di plastica nelle scuole sono passi significativi».

Poviglio - «Sarà un percorso lungo, ma quella che avvertiamo è una sensibilità nuova» - ha ribadito il Sindaco di Poviglio Cristina Ferraroni durante le iniziative nella scuola De Sanctis – «l’attenzione che sta ottenendo il movimento lanciato da Greta Thumberg è la conferma che queste tematiche devono diventare un impegno quotidiano. É una forza che deve essere valorizzata anche in territori piccoli come il nostro».

Viadana - «Riteniamo che sensibilizzare i bambini e ragazzi al rispetto dell’ambiente e alle buone pratiche quotidiane» - ha commentato il Sindaco F.F. della Città di Viadana Alessandro Cavallari nel corso dell’iniziativa nella scuola Vanoni - «sia una strada importante nel percorso evolutivo dei nostri studenti. Contestualmente, nei prossimi mesi verranno installati erogatori d’acqua nei plessi scolastici e lavoreremo per eliminare posate e piatti di plastica dalle mense scolastiche. La borraccia avrà lo stemma della Città di Viadana e di Immergas che ringraziamo sin da ora per la preziosa donazione».

«L'educazione ambientale» – ha sintetizzato la Dirigente Scolastica di Poviglio e Brescello, Elisabetta Mangi - «nei suoi diversi aspetti ha sempre avuto un ruolo chiave in tutte le discipline pur non essendo materia specifica e questo perché riguarda la vita quotidiana di ciascuno di noi. I percorsi di studio fino ad ora realizzati si collocano nello scenario internazionale formalizzato nell'agenda 2030 sottoscritta da 193 Paesi membri dell'ONU. Tra i 17 obiettivi dell'agenda 2030 ne abbiamo adottati 8 e la decisione di eliminare la plastica in favore delle borracce di alluminio offerte da Immergas ad alunni e personale si inserisce in questi percorsi per proteggere l'ecosistema, aiutare il clima e garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo».

 
Share this content

12 Dec 2019

IMMERGAS PORTA “ENERGIE PER LA SCUOLA” IN CAMPANIA

Immagine

I laboratori didattici in 5 anni hanno coinvolto 40 scuole e oltre 6.000 alunni delle elementari e delle medie in sette regioni, ma anche una decina di sindaci e tanti amministratori locali.

 

Brescello 12 dicembre 2019 – La svolta “plastic free” della Regione Campania votata a Napoli dal Consiglio Regionale, è arrivata nello stesso giorno scelto da Immergas per portare anche in provincia di Avellino il programma di educazione alla sostenibilità e al risparmio energetico “Energie per la Scuola” lanciato nell’anno del 50° dalla fondazione dell’azienda.

L’impegno crescente verso il mondo della scuola, in 5 anni ha portato alla definizione del protocollo di intesa siglato con il MIUR (il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica) aprendo l’orizzonte nazionale alla diffusione del programma didattico sull’uso consapevole delle energie.

«Abbiamo già portato il programma Energie per la Scuola in sette Regioni (Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte, Marche, Campania e Friuli Venezia Giulia) coinvolgendo 40 scuole e oltre 6.000 alunni delle elementari e delle medie, ma anche una decina di sindaci e tanti amministratori locali» – spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas - « il bilancio è molto positivo e Immergas intende continuare a investire, come ha sempre fatto dalla sua fondazione, per stringere legami forti in tutti i territori, dove porta le sue soluzioni avanzate per migliorare il clima domestico, rispettando al tempo stesso l’ambiente e risparmiando energia grazie a soluzioni tecnologicamente avanzate».

Incontri aperti che lasciano una traccia concreta visto che la voglia di sostenibilità si trasmette dalle aule alle case, dai bambini e dalle bambine ai loro genitori e alla collettività come è avvenuto a Sperone in provincia di Avellino, dove 54 allievi che frequentano la quinta elementare e la terza media nei poli scolastici Giovanni XXIII e Don Ennio Pulcrano hanno animato due laboratori.

«Il comune di Sperone è tra i più virtuosi in Campania nel recupero dei rifiuti (il 94% di raccolta differenziata) e può sviluppare attenzioni sul tema del risparmio energetico» - ha aggiunto il Sindaco di Sperone Avv. Marco Santo Alaia – «anche grazie a iniziative come i laboratori per gli studenti delle scuole elementari e medie offerti da Immergas possiamo intensificare il nostro impegno anche nell’ottica di diventare un comune plastic free e per questo abbiamo dato pieno sostegno alle iniziative lanciate da Greta Thunberg».

Nella seconda giornata del tour in Campania, il programma “Energie per la Scuola: produrre meglio, consumare meno” è stato al centro di un laboratorio con 160 ragazzi delle classi premiate a livello nazionale nell’ambito del progetto per la sostenibilità ambientale degli istituti Cipolletti di Avellino e Montoro e Perna - Alighieri di Avellino. Il nostro progetto ha inoltre ottenuto il patrocinio dalla Provincia di Avellino.

All’incontro nella Sala Rossa del complesso monumentale ex Carcere Borbonico di Avellino hanno portato contributi il Provveditore agli Studi di Avellino Dott.ssa Rosa Grano, che è anche referente regionale del MIUR, il Direttore Finanziario degli istituti scolastici parificati di Avellino e Montoro Prof. Gaetano Criscitello, la Coordinatrice Didattica e Legale dell’Istituto Cipolletti Dott.ssa Emilia Sica, il Sindaco di Montoro e Consigliere della Provincia di Avellino Avv. Girolamo Giaquinto, il Consigliere Comunale di Montoro Raffaele Guariniello, docenti e amministratori locali impegnati nei progetti di educazione alla sostenibilità.

«Sicuramente la collaborazione con un’azienda come Immergas apre nuove opportunità per insegnanti e allievi» – ha commentato il Provveditore agli Studi di Avellino Dott.ssa Rosa Grano – «ci consente di realizzare iniziative didattiche basate su una formula che attira l’interesse dei nostri studenti. I laboratori scientifici sono per noi la metodologia vincente per promuovere conoscenze e competenza. É un modello replicabile, possiamo immaginare un percorso con tante scuole della provincia di Avellino che potrà essere arricchito e sviluppato».

Azioni concrete, piccoli gesti che il programma Energie per la Scuola stimola e che possono trasformarsi in grandi cambiamenti nelle abitudini quotidiane.

«Cogliendo le sensibilità plastic free che stanno conquistando consensi» – ha aggiunto Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas – «abbiamo donato a tutti gli allievi che hanno partecipato al programma Energie per la Scuola una borraccia per aiutarli a non usare più bottiglie di plastica».

Due eventi che puntano a rendere la Campania sempre più plastic free e al tempo stesso vogliono informare gli studenti delle scuole elementari e medie sulle tante piccole e grandi azioni positive che possono scegliere di fare, ogni giorno, per contribuire a salvare la Terra dove vivono, partendo dall’uso della borraccia donata da Immergas per eliminare tante bottiglie di plastica.

Piccoli gesti che si uniscono alla decisione del Consiglio Regionale della Campania che ha approvato la Proposta di Legge firmata dal consigliere regionale Carlo Iannace, “Misure per la riduzione dell’incidenza della plastica sull’ambiente e modifiche legislative in materia ambientale” che riguarda tutti i luoghi in cui è fatto divieto di utilizzare materiale in plastica, come scuole, uffici pubblici, parchi, aree protette e spiagge, a partire dal 3 luglio 2021. Un provvedimento legislativo che ha visto gli studenti della Provincia di Avellino partecipare attivamente alla fase di studio sulla nuova Legge e altrettanto attivamente partecipare alle iniziative lanciate da Immergas.

 
Share this content

14 Nov 2019

IMMERGAS WITH AMAX GAS FOR 20 YEARS MARKET LEADER ALSO IN BULGARIA

Immagine

In Sofia, President Alfredo Amadei announced a new record: one in five boilers in Bulgaria bears the Immergas name and there are excellent prospects for the future expansion of the branch that has a turnover of 5 million euros. Further collaboration with the Technical School that trains home climate control professionals and meetings with the economic team of the Italian Embassy.

 

Brescello 14 November 2019 – Immergas is drawing to the close of 2019, the year of its 55th anniversary since its foundation, as market leader in condensation boilers in Italy for the 15th year running with a double-digit growth rate, and confirms its sales lead in Bulgaria, too, thanks to the development of the Amax Gas branch, which celebrates its 20th anniversary since its foundation.

«Twenty years prove that this is a partnership based on a long-term vision» - pointed out the President of Immergas Alfredo Amadei - «we have followed the development of the Bulgarian market step by step until we have become market leaders, thanks also to our choice of investing in the training of sector professionals and in the quality of our partners right from the start of our expansion in that country. Our growth is also due to new solutions focused on energy saving and sustainability, which are received with great interest». Amax Gas Ltd. was founded in 1999 by Lubomir Hadjiysky, who at once aimed at the development and dissemination of the Immergas brand and its “Made in Italy” products, in order to offer complete and increasingly efficient solutions.

«The Bulgarian market» - comments Lubomir Hadjiysky - «started to develop 20 years ago and we immediately took the opportunity to grow. Today the gas network is a reality and we expect that in the next few years a combination of gas and electrical systems will develop. In this context we are and will be able to offer technologically-advanced solutions for home climate control and I am optimistic about the future». Thanks to regular refresher courses for Bulgarian technical installers, as well as numerous training courses, presentations, partnerships and services to end customers, Amax Gas, in close collaboration with Immergas, has built up a solid position as market leader in Bulgaria: more than 4,000 boilers sold in 2019, corresponding to a market share of over 30%.

Amax Gas will end 2019 with a turnover of about 5 million euros, while the Immerfin Group is expecting a consolidated turnover of 300 million.

Amax Gas has grown and has established a team of 25 employees who follow over 500 customers in Sofia and throughout Bulgaria.

In 2010 the new Amax Gas operational headquarters were built and in 2013 Immerfin, the holding company that controls Immergas, decided to acquire control of the company, which thus became a full member of the Group. As for the future, Immergas confirms its commitment to keep focussing the new installations in Bulgaria on energy saving, sustainability and home comfort.

Within this context, the President of Immergas SpA, Alfredo Amadei, and the Managing Director of Amax Gas, Lubomir Hadjiysky met the team of the Italian Embassy in Sofia: «our Made in Italy is certainly much appreciated in Bulgaria» - stated Francesco Calderoli, Deputy Head of Mission of the Italian Embassy in Sofia - «not only for its fashion and design but also for its cutting-edge technology, as in the case of Immergas. This is a growing country and therefore the prospects are good».

Ambassador Stefano Baldi also referred to these themes when he welcomed all the guests (about 150), Bulgarian and Italian customers and suppliers, gathered at the Oborishte 5 Exhibition Centre, in the heart of Sofia: «the experience of Immergas in Bulgaria is an excellent example of courage in choosing to promote the excellence of Made in Italy abroad. Through the daily work of many companies like Immergas, this year Italy is once again confirmed as Bulgaria’s second commercial partner».

In addition to the training that every year brings hundreds of professionals in the sector to Sofia for refresher courses and sessions, Amax Gas has been working with the Henry Ford Advanced Technical School of Energy and Transport to train the technicians of the future which, in Bulgaria as well, will be all about comfort, energy saving, and sustainability.

This commitment has also materialized in concrete form with the installation of a technical-educational room focused on cutting-edge hybrid systems for home climate control, which welcomes over 300 students a year.

Immergas has announced new developments for the next few years and the launch of new home climate control solutions focused on the Bulgarian market, which has great potential for growth, starting from their well-established connections and from the positioning which sees Italy as Bulgaria’s second commercial partner for both imports and exports. These ties are also visible in the flags of the two countries, which display the same colours.

 
Share this content

16 Oct 2019

“A CASA TUTTO BENE?” LE SOLUZIONI IMMERGAS - SCENARI PER PROGETTARE, COSTRUIRE E ABITARE

Immagine

Immergas ha partecipato al meeting promosso da Edili Reggio Emilia e da GoldenPath, salute e benessere, che ha riunito al Centro Internazionale Loris Malaguzzi a Reggio Emilia esperti e professionisti attivi in tutta la filiera dell’abitare: dalla progettazione alla costruzione con i contributi dei produttori di impianti e tecnologie.

 

Brescello 16 ottobre 2019 - L’evoluzione del concetto di sostenibilità dell’abitare orientata al comfort, al risparmio energetico e all’efficienza è stata al centro di un meeting promosso da Edili Reggio Emilia e da GoldenPath, salute e benessere, che ha riunito al Centro Internazionale Loris Malaguzzi a Reggio Emilia esperti e professionisti attivi in tutta la filiera dell’abitare: dalla progettazione alla costruzione, con i contributi dei produttori di impianti e tecnologie.

Immergas ha dato pieno sostegno al confronto a più voci aperto dal Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donnini che ha ribadito la necessità di: «Rigenerare il patrimonio edilizio esistente per realizzare lungo la via Emilia un futuro fatto di città più sostenibili. É questa la scelta che abbiamo fatto e che portiamo avanti anche con incentivi per chi rigenera edifici esistenti e si avvale dei concorsi di progettazione».

Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas, è stato tra i relatori del focus “comfort e salubrità degli spazi abitati”. Montanini ha presentato le soluzioni Ibride Immergas che erano al centro anche di uno stand allestito nel contesto del meeting: «l’85,3% dei consumi di una casa è legato al benessere e al comfort, quindi per affrontare le sfide del futuro è necessario ragionare con un’ottica integrata: non è più sostenibile considerare l’impianto di riscaldamento, il condizionamento, l’acqua calda sanitaria, il trattamento dell’aria come cose separate. Solo integrandole con un gestore intelligente e con il complesso delle soluzioni tecnologiche installate nell’edificio, si potrà fare un reale passo avanti verso la sostenibilità e Immergas vuole lavorare in questa direzione anche aiutando tutta la filiera delle costruzioni a recepire i tanti cambiamenti che abbiamo di fronte a livello normativo, offrendo consulenza e supporto a progettisti e installatori».

Molto interesse ha suscitato la riflessione di Marcello Balzani, Presidente di Clust-ER Build di Bologna: l’associazione di imprese, centri di ricerca, enti di formazione che condividono competenze, idee e risorse per sostenere la competitività del settore dell’edilizia e costruzioni. Immergas è tra i soci di Clust-ER Build: «In Emilia Romagna» - commenta Marcello Balzani - «abbiamo creato una rete di competenze che può sviluppare un vero laboratorio sull’abitare del futuro per dare soluzioni concrete e applicabili».

L’idea del meeting è di Mauro Carretti che ha fondato GoldenPath a Reggio Emilia per dare un approccio interdisciplinare al tema del benessere anche nel costruire e nell’abitare: «Credo che il dialogo tra diverse professionalità legate alla progettazione e costruzione dell’abitazione» – commenta Mauro Carretti - «non possa prescindere dal benessere psicofisico di chi abiterà la casa e per questo abbiamo organizzato il primo confronto a più voci. Altri ne seguiranno».

Il meeting che prevedeva il riconoscimento di crediti formativi per architetti, ingegneri, geometri e periti era patrocinato da Comune e Camera di Commercio di Reggio Emilia.

 
Share this content

14 Oct 2019

IMMERGAS: ECO-FRIENDLIER BOILERS FOR CHINESE HOMES

Immagine

Michele Cecchi, Italy’s Consul General in Shanghai, attended the opening day of the new Immergas plant in China. A 3 million dollar investment to produce gas boilers designed for the Asian market. Production has already started with 25 workers increasing to 100 at full production capacity. First year revenue is expected to be around 20 million Euro.

 

Brescello 14 October 2019 - Immerfin has officially inaugurated its third production plant abroad in Changzhou, China’s National Hi-Tech District.

With roots established in Slovakia and the start up in Iran, we decided also to expand into China.

«Investments such as the one Immerfin undertook» - said Michele Cecchi, Italy’s Consul General in Shanghai on the occasion of the opening ceremony - «can strengthen the penetration of Italy’s System in China and at the same time boost know how exchanges in sectors like energy efficiency, environmental sustainability of and quality of life, where Italy enjoys full appreciation inside China. The bond that ties Italy and China is more than two thousand years old. Exchange of goods have always come with exchange of culture, ideas and projects. Italy’s President Sergio Mattarella has often stressed the need to strengthen a new Silk Road, to reinforce mutual collaboration and we will continue to engage in this direction».

Immergas’ new production plant in China was completed over a period of a few months, with a 3 million Dollar investment and it is dedicated to the production of gas boiler for the Asian market, designed and tested in the new Research Centre inaugurated at the end of 2018 at the Brescello’s headquarters (Reggio Emilia, Italy).

«Growth prospects on the Chinese market are tied to market changes and to legislation regarding home climate control» - Alfredo Amadei, Chairman of Immergas SpA and of Immergas China continued - «our solutions will have growing appeal because in China too there is increasing awareness towards respect for the environment and savings on energy. This factor is going to weigh in on the choices made by municipalities regarding climate management in cities and by end-users that choose comfort for their homes. During the start-up phase of the new Chinese production unit the expertise for research of products and new solutions is going to come from the Brescello’s headquarters. But in the coming years we count on transferring skills and knowledge by creating a research and development department dedicated to the Asian market. China is a vast country, but Immergas’ philosophy is not going to change: we intend to train a large number of installers with our style of pre and post sales services and this together with original spare parts will bring our products’ added value to chinese homes».

Immerfin’s investment decision fits in a phase of widespread changes for the home HVAC sector in China: «Fifty years ago Immergas changed its production from gas heaters to the first boilers, to exploit the opportunities derived from the availability of methane in the Po Plane and North Italy». - Ettore Bergamaschi, Immergas Operational Marketing and Communication Director then added - «gas turned out to be a historic game changer in the sixties and seventies in Italy and nowadays China too is choosing the path of clean heating. Li Ganjie, chinese Minister for the Environment, announced that coal heating would be progressively abandoned in favour of using natural gas and electricity for domestic heating, starting from North China by 2021. The plan is aimed at 28 among the major Chinese cities in the provinces of Hebei, Shandong, Henan and Shanxi, including the megapolis of Beijing and Tianjin and the objective is to replace over 150 million tons of coal by 2021 mostly with natural gas».

Immergas China production has already started with 25 employees and may grow to 100, with expected revenue around 20 million euro within the first year of operation.

«The synergies between the Italian parent company and the new Chinese plant have proved to be very positive» – added Bruno Rinaldi, General Manager of Immergas China - «our engineering team and the operation team have looked after the start of the production line in every phase, from planning to installation and final testing. We focused also on work safety procedures and health in the work environment. The first Talos 24kW heating only boiler came out of the plant last 16 April and it has already been installed in a chinese home. We fully met our schedule and this is a good signal. The new plant with the line of boilers tailored specifically for China opens up a new phase of development, in spite of the complexity of the chinese market, which remains highly competitive».

Immergas’ presence along the Silk Road dates back to 1998 with the first exports to Beijing, followed in 2003 by the creation of the first chinese branch. The Immergas China plant is spread over a total area of 5.300 square metres (two industrial warehouses): 2.700 square metres dedicated to production, 1.300 to offices and 1.300 to logistics and storage.

«The new production plant in China, the third one abroad after Poprad in Slovakia and Qazvin in Iran» – commented Gionata Carra, Immerfin Director who managed the development of all Immergas production units abroad – «is located in a strategic area from the point of view of logistics, the Jiangsu region, easy to reach from Shanghai. This area has the highest concentration of businesses specialized in components for the manufacturing of heating equipment and it is an interesting location also from the standpoint of sales, as Changzhou is halfway between Shanghai and Nanjing, area crossed by the Yangtze river with high potential for sale of wall-mounted boilers. In Slovakia we have already 5 production lines with an overall investment of 10 million Euro, in Iran we invested 2 million Euro in our production line dedicated to that domestic market, while in China we started with a 3 million Dollar investment. Having been present in the Chinese market for twenty years has certainly made easier for us to establish the production unit, production itself and the recruitment of the Chinese human resources. We decided to be directly present on the Chinese market with a production unit because the number of boilers sold is definitely attractive, at present and in perspective. The targets set in the beginning phase have been met in a short time, therefore I want to congratulate the entire Immergas team that has developed the “China project”».

 
Share this content

16 Sep 2019

IMMERGAS INVESTE SUL CAIUS CLUB

Immagine

Da 15 anni il Gruppo offre servizi avanzati in esclusiva a oltre 27.000 professionisti del settore termotecnico. Il Presidente Alfredo Amadei: «Il forte orientamento alla sostenibilità e all’innovazione tecnologica con i sistemi ibridi sarà al centro dei nuovi progetti aziendali».

 

Brescello 16 settembre 2019 - L’ultimo socio iscritto è Pietro, 37 anni, installatore di caldaie e sistemi ibridi avanzati, che porta a 27.287 il numero di soci del Caius Club Professional.

«In quindici anni» - spiega Alfredo Amadei Presidente Immergas - «abbiamo sviluppato servizi mirati che, attraverso un continuo sviluppo delle tecnologie, supportano i nostri soci nell’affrontare le sempre nuove sfide del risparmio energetico, del comfort e della sostenibilità».

L’idea di creare un club è stata lanciata nel 2004 da Camillo Scotti, all’epoca Direttore Commerciale e Marketing, in occasione del 40° anniversario dalla fondazione di Immergas.

Il Caius Club è dedicato esclusivamente ai professionisti del settore termoidraulico: installatori, progettisti, distributori di idrotermosanitari, Centri di Assistenza Tecnica Autorizzati Immergas e imprese edili.

«La chiave di questo successo» - commenta Alfredo Amadei - «è nel nostro DNA aziendale, che punta sempre a valorizzare la competenza e la professionalità per inserire i prodotti in impianti realizzati a regola d’arte. Come? Attraverso servizi qualificati, esclusivi e gratuiti, forniti da un team di esperti che lavora ogni giorno in sinergia con chi sul territorio installa le soluzioni Immergas. Oggi i sistemi ibridi e le soluzioni che nascono dal nuovo Centro Ricerche inaugurato da quasi un anno nella sede centrale di Brescello, impongono processi di aggiornamento sempre più accelerati e continui. Su questa base continueremo a investire in Italia e anche all’estero». Il Caius Club Professional ha raggiunto i 10.000 soci in Italia nel primo anno di vita. Nel 2014, l’anno del 50° anniversario di Immergas, che coincideva con i primi 10 anni di vita del Caius Club, la guida del progetto è passata da Camillo Scotti ad Alfredo Amadei. «Il numero di iscritti è salito a 27.287» - spiega Alessia Galvani, Caius Club Immergas - «e nel portale www.immergas.com che contiene la sezione dedicata al Caius Club continuano a pervenire richieste di adesione. Il Caius Club è formato da persone che lavorano per le persone: desideriamo creare e mantenere un rapporto di stima e di fiducia con i nostri soci, per collaborare e crescere insieme».

I servizi sono diversificati e vanno dal credito al consumo (pagamento a rate), alla progettazione e ai sopralluoghi, dalle newsletter tecnico-normative, alla consulenza e ai preventivi, garantendo sempre il continuo aggiornamento dei software, molto utili ai soci nello svolgimento quotidiano della propria professione.

Il Caius Club garantisce informazioni complete sui nuovi prodotti e aggiornamenti sulle normative vigenti, anche attraverso pubblicazioni tecniche e un’area nel sito internet riservata ai soci con informazioni e vantaggi aggiuntivi.

«Le nuove richieste di adesione registrano il picco in occasione della fiera MCE Expocomfort a Milano» – conclude Alfredo Amadei – «è la rassegna più importante del settore e anche dal 17 al 20 marzo 2020, per la 42 esima edizione, accoglieremo i professionisti, soci e potenziali soci, nella casa di Caius Camillus con nuove iniziative».

Nell’ultima edizione di MCE (nel 2018) sono stati quasi 13.000 i soci del Caius Club Professional che hanno visitato l’area riservata nello stand Immergas.

I prossimi 15 anni del Caius Club non possono che iniziare con un grazie, che unisce idealmente chi ha ideato e sviluppato nel corso di questi anni le attività e i servizi, ai tanti utilizzatori che hanno dato significato a questo progetto, un investimento che Immergas ha fortemente voluto e in cui continua a credere fortemente.

 
Share this content

20 Jun 2019

PEDALARE GREEN, CON IMMERGAS È PIÙ FACILE

Immagine

In occasione del Giro d’Italia Giovani Under 23 il Comune di Sorbolo Mezzani ha potenziato la nuova pista ciclabile che collega Sorbolo Mezzani a Bogolese, inaugurando una pensilina per la ricarica delle biciclette elettriche realizzata con le tecnologie ImmerEnergy.

 

Brescello 20 giugno 2019 - Pedalare lungo le “vie del Cibo” che portano nel cuore della Food Valley parmense d’ora in poi sarà più facile, anche per i tanti cicloturisti che sceglieranno la bicicletta elettrica come mezzo di trasporto sostenibile al 100%. In occasione del Giro d’Italia Giovani Under 23 il Comune di Sorbolo Mezzani ha infatti potenziato la nuova pista ciclabile che collega Sorbolo Mezzani a Bogolese, inaugurando una pensilina per la ricarica delle biciclette elettriche realizzata con le tecnologie ImmerEnergy.

«In oltre dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili» – spiega Alessandro Carra, Vice Presidente Immergas e Direttore di ImmerEnergy - «abbiamo realizzato e in gran parte stiamo gestendo con servizi di manutenzione, oltre 500 impianti fotovoltaici destinati sia all’uso civile che industriale. Le nuove normative europee impongono, anche per gli edifici della Pubblica Amministrazione, soluzioni sempre più integrate tra fronti energetiche tradizionali (come il gas) e rinnovabili (come il solare termico e fotovoltaico). In questo scenario ImmerEnergy lavora in stretto contatto con Immergas per offrire sistemi ibridi sempre più avanzati e intelligenti, capaci di coniugare il risparmio energetico con il comfort del clima nelle case e negli uffici».

Il taglio del nastro con protagonista la maglia rosa del Giro d’Italia Giovani Under 23 Andres Camilo Ardila, atleta della Selezione Colombiana è un segnale importante:

«Il progetto della pensilina per la ricarica delle bici elettriche lungo la ciclabile» – spiega il Sindaco di Sorbolo Mezzani Nicola Cesari – «è inserito in una visione più ampia. Guardiamo alla sostenibilità con l’obiettivo di avviare realizzazioni concrete e fruibili. La collaborazione con ImmerEnergy (la divisione energie rinnovabili di Immergas) per le tecnologie, con il caseificio sociale Bassa Parmense che ha concesso l’area e con la Bandini e Cantarelli di Sorbolo Mezzani che ha curato la struttura, ha consentito di sviluppare la pensilina di ricarica, creando una vera area di sosta per i cicloturisti. L’inaugurazione coincide con l’ambito riconoscimento Riserva Biosfera Mab UNESCO, che il comune di Sorbolo Mezzani ha ottenuto in occasione della trentunesima sessione del Consiglio Internazionale di Coordinamento del Programma MaB che si sta svolgendo in questi giorni a Parigi».

Le tecnologie fotovoltaiche installate sul tetto della pensilina da ImmerEnergy (impianto fotovoltaico su pensilina di potenza 2 kWp), garantiscono il servizio di ricarica in 20-40 minuti (oltre 6.000 cicli di ricarica all'anno), anche quando i pannelli non sono in grado di erogare l’energia sufficiente grazie alla gestione intelligente con la rete elettrica.

Le postazioni di ricarica Evo-Bike realizzate dalla Giulio Barbieri di Ferrara possono ricaricare contemporaneamente due e-bike.

La pista ciclabile Sorbolo Mezzani - Bogolese è lunga circa 4 Km e si inserisce in un percorso di 30 Km, che da Parma arriva al Po. Una valenza provinciale e regionale sottolineata, al momento del taglio del nastro, da Marco Bosi Vicesindaco del Comune di Parma, da Diego Rossi Presidente Provincia di Parma e Massimo Iotti Consigliere Regione ER. I lavori per la costruzione della pista ciclabile sono durati circa un anno e sono stati interamente finanziati dal Comune di Sorbolo Mezzani.

«La visione dello sviluppo orientata alla sostenibilità a 360°, il forte legame con i territori dove operiamo e il sostegno attivo allo sport (specialmente a quello giovanile)» - spiega Alfredo Amadei Presidente Immergas – «sono valori fondanti per Immergas e per ImmerEnergy. La pensilina per le e-bike è solo un tassello che si unisce ai forti investimenti che mettiamo in campo per ridurre l’impatto ambientale, sia dei nostri prodotti, che del nostro ciclo produttivo. Su questa strada stiamo lavorando e continueremo a pedalare, perché ci sentiamo impegnati come imprenditori, nel dare un contributo sempre più concreto, guardando prima tutto alle nuove generazioni che sono il nostro futuro».

Il Giro d’Italia U23 2019, una tra le corse a tappe più prestigiose del calendario internazionale, ha messo di fronte il meglio del panorama ciclistico: 31 squadre (quasi la metà dall’estero) e oltre 300 atleti, senza contare la “carovana del giro” che ha fatto base al centro sportivo di Sorbolo Mezzani, dove Immergas e ImmerEnergy hanno allestito uno stand, per la partenza della quinta tappa Sorbolo Mezzani - passo del Maniva.

«Per Immergas, dopo il saluto al Giro d’Italia del 2014 e la sponsorizzazione dei Mondiali Under 21 di Rugby nel giugno 2015, la partecipazione, anche con ImmerEnergy, al Giro d’Italia Giovani Under 23 è la conferma di un impegno» – conclude Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione di Immergas – «puntiamo sui giovani per diffondere una sempre maggiore consapevolezza sulla necessità di investire nella sostenibilità».

 
Share this content

13 Jun 2019

IMMERFIN IS GROWING: SALES UP 16% IN 2018

Immagine

The financial statements of the Immerfin group report a consolidated turnover of € 311.1 million, 70% of which was generated in foreign markets. The massive investments made in Italy (the new Laboratorium research centre) and the ones under way in China (production plant) open new growth perspectives.

 

Brescello 13 June 2019 - In 2018, the Immerfin group that controls Immergas, Italy's leading brand for condensing boilers, reported a 16% sales increase compared to 2017. In terms of overall volumes, more than 400,000 appliances were sold around the world, with many countries reaching penetration levels that had never been achieved before in 55 years of industrial activity in the home heating field.

In the area of wall-mounted gas boilers, the market share of Immerfin group brands (Immergas and Alpha) stood at 15% in Italy, 6% in Europe and 4% worldwide.

«In 2018, thanks to our massive investments in product innovation and manufacturing processes» - confirmed Alfredo Amadei, Immergas chairman- «we also saw an increase in the sale of systems designed for the professional channel and of those based on new green technologies (heat pump and hybrid systems); in Italy, we have reached the leading position in the hybrid generator sector, with a share of over 30%.

A positive result that we want to build on and exceed in the future, thanks also to the creation of the new Laboratorium Research Centre in Lentigione di Brescello (inaugurated in October 2018 with an investment of 6 million euro). In addition, the Immerfin Group is expanding its geographic footprint both in Italy, with the launch of new growth projects, and abroad, through an upgrading of pre and post-sale services, with the aim of replacing the large number of installed units, amounting to over 7 million units».

In 2018, the Immerfin group reported a turnover of 311.1 million euro

(+ 15.77% over 2017 when the figure was 268.7 million euro).

The profitability margins are steadily supporting the investment plan that allows Immergas to maintain its high competitiveness.

The 2018 financial statements of the Immerfin Group closed with a profit of 14.4 million euro, which sets the ROE at 5.63%.

In 2018, export figures reached 70% of the consolidated turnover, thanks also to the excellent performance in European markets:  Hungary (+27%), Romania (+21%), Bulgaria (+43%), Czech Republic (+27%), Poland (+21%), Slovakia (+12%), Russia (+5%) and Ukraine (+2%). Sales were also up in Algeria (+53%) and Greece (+58%).

Immerspagna, the new company controlled by Immerfin with headquarters in Madrid, reported a 52% increase, which bodes well for 2019 too.

In China, where the production of boilers started a few weeks ago at the new plant built in the National high technology district of Changzhou with an investment of 3 million euro, the Immerfin Group reported a 19% sales increase in 2018: «A very good sign» - added Alfredo Amadei - «in view of the opening ceremony of the production facility (scheduled in September 2019), we hope it will replicate the success achieved in 2008 by Immergas Europe in Poprad, which now employs 100 people».

«The indicators we gathered in the early months of 2019» – concludes Alfredo Amadei – «confirm the upward trend. Several new projects have been launched in Italy and abroad, involving our sales network and service organization, aiming at the replacement of old boilers, from which we expect good results also in terms of profitability».

 
Share this content

16 May 2019

IMMERGAS ON THE "SILK ROAD"

Immagine

The new production facility set up in Changzhou will be officially opened before the end of this year. The first boiler geared to the Chinese market has already been produced.

 

Brescello 16 May 2019 - The ribbon cutting ceremony at the new Immergas production facility in the National high technology district of Changzhou in China, is due to take place in the second semester of 2019. The news was confirmed by the Chairman Alfredo Amadei and by Bruno Rinaldi, General Manager for Immergas China at the opening of the first line for production of the new boilers designed for the Chinese market.

«The first Talos 24 kW boiler produced in China» – explains Immergas Chairman Alfredo Amadei – «confirms the development plans started with investments in our headquarters in Lentigione di Brescello (production lines upgrade and new Research Centre - Laboratorium) and in the Immergas Europe production facility in Slovakia. The global dimension of Immergas, which continues to be an Italian-controlled multinational (headed by the Amadei and Carra families), will enable the Immerfin group to consolidate and improve the position reached in 50 markets around the world by investing in products and systems that are increasingly innovative and designed for home comfort, energy saving and environmental sustainability».

During the visit of Italy’s Premier to China, Bruno Rinaldi attended the meeting organized by the Italian Ambassador in China, Ettore Sequi. In that context, Premier Giuseppe Conte announced: the Government’s constant efforts to support firms that are planning to invest in China. We have opened a new avenue, we are participating in this new “Silk Road” with great future prospects, confident that it will lead to great economic opportunities. I have met a large delegation of Italian entrepreneurs and we have laid down the bases for further agreements.

«The objective» concluded Alfredo Amadei « is to produce a range geared exclusively to the Chinese market, with construction and quality principles to suit that market, but in the way that we consider most correct: products combined with pre and after-sale services plus great focus on loyalty building with our partners. Immergas always places customers at the centre and this strategy is coming with us around the world».

 
Share this content

26 Mar 2019

ALBERTO MONTANINI VICEPRESIDENTE ANIMA

Immagine

Alberto Montanini è stato eletto Vicepresidente con delega alla Politica Industriale all’interno della Federazione ANIMA.

 

Brescello 26 marzo 2019 - L’ing. Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas è stato eletto Vicepresidente con delega alla Politica Industriale all’interno della Federazione ANIMA, di cui fa parte anche Assotermica, l’associazione dei produttori di apparecchi e componenti per impianti termici, che rappresenta la quasi totalità delle industrie produttrici di apparecchi e componenti destinati al comfort climatico ambientale. Alberto Montanini, che mantiene anche la carica di Presidente Assotermica, dialogherà con il Governo su molti temi. Il nuovo Presidente di ANIMA Confindustria Meccanica Marco Nocivelli ha infatti affidato a Montanini il compito di accreditare la federazione e le sue associazioni a livello politico sia nazionale che europeo, coordinando le esigenze di tutti i settori rappresentati da ANIMA. All’interno di questa delega sono comprese tutte le tematiche di nostro interesse, quali l’energia, Industria 4.0 e tutte le attività correlate come la sicurezza e l’ambiente. «Immergas è impegnata in un profondo processo di rinnovamento» – commenta il Presidente Alfredo Amadei – «orientato alla sostenibilità, al risparmio energetico e al comfort del clima domestico con l’obiettivo di contribuire in Italia, in Europa e nei Paesi del mondo dove opera al miglioramento del clima. Anche l’impegno ai vertici associativi è la conferma di questa visione, che per avere successo non può che essere condivisa e sviluppata coralmente da tutti gli attori: i produttori, i consumatori e tutte le autorità che hanno il potere di agire positivamente per contenere gli effetti negativi del cambiamento climatico che tutti abbiamo di fronte».

ANIMA - Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica varia e affine è l'organizzazione industriale di categoria che in seno a Confindustria rappresenta le aziende della meccanica, un settore che occupa 214.000 addetti per un fatturato di oltre 47,4 miliardi di Euro e una quota export/fatturato del 60,8% (consuntivo 2017).

Alberto Montanini è quindi parte della squadra di quattro Vicepresidenti che vanno a completare la struttura del Comitato di Presidenza per i prossimi quattro anni.

 
Share this content

19 Feb 2019

ENERGIE PER LA SCUOLA ARRIVA IN PIEMONTE

Immagine

Il programma di educazione alla sostenibilità lanciato da Immergas ha già raggiunto oltre 30 scuole e 4.300 alunni in 6 regioni italiane. In Piemonte il Sindaco di Asti Maurizio Rasero ha accolto con favore l’iniziativa avviata con riscontri positivi alle scuole primarie Baracca e Ferraris e secondaria di primo grado Jona. Gli incontri didattici sul risparmio energetico continueranno grazie alla collaborazione tra Immergas e il Centro Assistenza Tecnica Autorizzato Calorclima.

 

Brescello 19 febbraio 2019 - Il programma di educazione alla sostenibilità Energie per la Scuola, dopo Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Marche e Friuli Venezia Giulia è arrivato anche in Piemonte e grazie alla collaborazione con il Centro Assistenza Tecnica Autorizzato Calorclima di Asti si svilupperà anche nei prossimi mesi dopo i primi incontri che hanno visto protagoniste 13 classi, delle scuole primarie Baracca e Ferraris e della scuola secondaria di primo grado Jona di Asti.

Le giornate dedicate al risparmio energetico sono state l’occasione per incontrare il Sindaco di Asti Maurizio Rasero: «Le iniziative legate alla sostenibilità in un territorio come il nostro sono centrali per affrontare le sfide che ci aspettano» - conferma il Sindaco – «ho scelto di partecipare all’iniziativa didattica alla scuola Jona senza presentarmi e senza interrompere l’incontro proprio per capire l’approccio di Immergas. Ho verificato una grande e attenta partecipazione. Investire sui giovani mi pare l’unica strada per fare della sostenibilità un impegno quotidiano e in questo modo arriviamo anche alle famiglie. Le aziende che operano sul nostro territorio, come Immergas, possono essere un valido alleato in questo processo di cambiamento».

Asti conta quasi 80mila abitanti, un tessuto economico vivace, partendo dalla filiera dei vini e dell’Asti Doc, e una lunghissima storia che rivive ogni anno nel Palio storico a cavallo, il più antico d’Italia. Asti è legata al territorio "I Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato", iscritto alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco ormai da cinque anni.

«Energie per la scuola» – commenta Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas – «ha ottenuto i risultati migliori proprio quando l’amministrazione comunale, come è avvenuto in Emilia Romagna, in Lombardia e ora in Piemonte, sostiene con convinzione la diffusione nelle scuole delle iniziative lanciate da Immergas in occasione del 50° dalla fondazione nel 2014. In pochi anni Energie per la scuola, che rimane completamente gratuito per le scuole, ha raggiunto oltre 4.300 studenti, in oltre 30 scuole primarie e secondarie di primo grado di 6 regioni. Ma c’è di più. Immergas grazie ai risultati ottenuti con il programma Energie per la scuola ha sottoscritto con il MIUR (il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica) un protocollo d’intesa per diffondere il format didattico a livello nazionale e l’inserimento nell'Albo delle Imprese Amiche della Scuola di Confindustria. Abbiamo le competenze, la capacità e l’organizzazione e nel 2019 contiamo di raggiungere molte altre scuole in altre regioni oltre a consolidare le esperienze finora avviate».

Le sinergie create con i docenti delle scuole hanno prodotto risultati positivi, confermati anche a Asti.

«Noi affrontiamo le tematiche legate al risparmio energetico e alle fonti energetiche nelle lezioni di scienze e di tecnologia» - conferma Alessandro Cutelli, professore di tecnologia della scuola secondaria di primo grado Jona di Asti – «e abbiamo aderito al progetto Energie per la scuola di Immergas per approfondirle attraverso esperienze concrete ed esperimenti. L’attenzione è alta perché il riscaldamento globale appare ogni giorno di più un tema centrale proprio per i nostri studenti».

«Siamo un’azienda giovane e attenta a queste tematiche. Abbiamo aderito con entusiasmo al programma Energie per la scuola e dopo i primi incontri con gli studenti e con l’Amministrazione Comunale» – spiega Alessandro Abramo, titolare di Calorclima - «grazie al supporto formativo che ci ha garantito Immergas vogliamo continuare questa esperienza di sensibilizzazione sui temi del risparmio energetico, portando avanti in altre scuole (nell’area di Asti le scuole primarie e secondarie di primo grado sono 28 con circa 15.000 studenti) impegnandoci in prima persona nel condurre gli incontri nelle scuole».

Il Centro Assistenza Tecnica Autorizzato Calorclima di Asti è attivo dal 2005 e nello stesso anno ha avviato la collaborazione con Immergas che ha portato a una significativa crescita sul territorio astigiano. Calorclima ha scelto di iniziare il 2019 portando per la prima volta in Piemonte il programma Energie per la scuola.

 
Share this content

05 Feb 2019

55Th IMMERGAS ANNIVERSARY 7 MILLION BOILERS PRODUCED

Immagine

February 5, 1964 saw the foundation of a company that today is a multinational enterprise dedicated to new home climate solutions focused on sustainability and energy saving. Immergas invests in development and achieves a new production record.

 

Brescello 5 February 2019 - Immergas celebrates the 55th anniversary of its foundation, 5 February 1964, and achieves a new production record: “Boiler number 7,000,000” - states the President of Immergas, Alfredo Amadei - “has just left the production lines of the Brescello plant. It’s a significant result, achieved by constantly investing in the improvement of industrial performances through training supported by the gradual introduction of new levels of automation to meet the challenges brought by the new regulations concerning sustainability and energy savings and by the Industry 4.0 technologies. Immergas has shown its total commitment to pursuing the road of innovation by inaugurating its new research centre at the end of 2018 and preparing for the 2019 opening of the Chinese plant in Shanghai, which follows on the well-established plant in Poprad, Slovakia. The global vision of Immergas is firmly rooted in 55 years of industrial activity: from the first steps taken by the founders Romano Amadei, Gianni Biacchi and Giuseppe Carra, who sensed the potential of the increasingly widespread use of methane gas, to the new horizons involving renewable energy and hybrid systems, to provide answers to the new demands for environmental comfort and sustainability that become more pressing every day.”

The record of 7,000,000 Immergas boilers rests on the company’s annual growth, with the production in 2018 of about 350,000 boilers in the main headquarters of Brescello (Reggio Emilia) and in the Europe Immergas plant in Poprad, Slovakia.

“It’s a result that is also made possible by the dedication of the people who every day for 55 years have been driving Immergas forward” - adds Alfredo Amadei. - “Focusing on people and on the quality of work has been the guiding principle that Immergas has always followed and that we want to continue following in the future.”

 
Share this content

29 Jan 2019

I CONSIGLI IMMERGAS PER BENEFICIARE DEL BONUS CASA “RISTRUTTURAZIONI”

Immagine

Immergas mette a disposizione, da diversi anni, un supporto tecnico per l’applicazione delle normative fiscali e per la scelta dei prodotti e sistemi più adeguati; offre, inoltre, un servizio di aggiornamento sulle detrazioni applicabili ai propri prodotti.

Il presente testo, pertanto, vuole porre l’attenzione su conferme e novità – anche retroattive –recentemente introdotte dalla legge sulla detrazione 50% Irpef “Ristrutturazioni”.

 

La Legge di bilancio n. 205/17 ha introdotto, a partire dal 2018, la “comunicazione ENEA” che deve essere inoltrata telematicamente, entro 90 giorni da fine lavori, per molti interventi – finalizzati al risparmio energetico e all’uso delle fonti energetiche rinnovabili – che beneficiano della Detrazione 50% Bonus Casa (rif. art. 16-bis, D.P.R. n. 917/86 e s.m.i.). 

La Legge di Bilancio 2019 ha confermato la detrazione dall’Irpef, in 10 anni, del 50% delle spese di ristrutturazione – fino ad un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare – e la comunicazione ENEA.

 

L’obbligo di comunicazione, è bene sottolinearlo, è retroattivo per il 2018 e riguarda anche interventi impiantistici in cui i prodotti Immergas sono abitualmente utilizzati: 

 

installazione di collettori solari termici per ACS e/o riscaldamento ambienti;
sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto;
pompe di calore per climatizzazione ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;
sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto; 
scaldacqua a pompa di calore; generatori di calore a biomassa;
installazione di impianti fotovoltaici (solo per usi domestici e fino a 20 kWp).

 

Il termine di 90 giorni per effettuare la comunicazione all’Enea decorre dal 21 novembre 2018 per gli interventi conclusi prima dell’attivazione del portale, ovvero tra il 1° gennaio e il 21 novembre 2018 (termine ultimo: 18 febbraio 2019). 

Per lavori realizzati tra il 22 novembre e il 31 dicembre 2018 occorre inviare i dati richiesti entro 90 giorni dalla data di fine lavori.

Occorrerà, invece, attendere l’attivazione dell’apposito portale per trasmettere i dati relativi agli interventi completati nel 2019.

 

Ulteriori informazioni, oltre che sulla Guida rapida “detrazioni ristrutturazioni” pubblicata nel portale http://www.acs.enea.it/ristrutturazioni-edilizie/, sono disponibili nella sezione Agevolazioni Fiscali del sito www.immergas.com, recante gli approfondimenti e tutti i documenti utili per la detrazione Bonus Casa, oltre che per l’Ecobonus, l’Iva agevolata al 10% e il Conto Termico 2.0.

 

 
Share this content

10 Dec 2018

IMMERGAS: 1 MILLION VIEWS ON YOUTUBE

Immagine

The official channel of the company from Brescello has been active since 2011 and already contains 186 videos. Communication via social media grows and addresses all potential users at 360°: from end customers to installers with an increasing attention also for international markets.

 

Brescello 10 December 2018 - One hundred thousand views on the Immergas Italia channel in November 2015, 1 million in December 2018.

An exponential growth that adds to a strong communication activity on social media that Immergas implements every day with continuous updates.

The official Immergas Italia channel has been active on YouTube since 31 August 2011 when the strategic value of communication through videos was not as evident as it is now.

«The video, statistic data confirm, is an increasingly more relevant element in B2B and B2C buying processes – explains Ettore Bergamaschi, Immergas Operating Marketing and Communication Director – 90% of users state that videos are useful in the buying process. These data will be the basis for our future choices».

With more than 1.9 billion users that access every month and 1 billion hours viewed every day, YouTube continues growing not only worldwide, but also in Italy.

One million views is an important signal: «We have been investing for seven years to improve our dialogue with the market in general – explains Ettore Bergamaschi – with the video channel we speak with customers, suppliers, installers and designers, but also with the institutions of the areas where Immergas operates in Italy and abroad.  A commitment to provide updated contents that is rewarded also because it promotes our innovative services as was the case of Formula Comfort Extra and, more recently, of the mini-series videos of Mr. Cat».

Immergas has produced 186 videos by since 2011.

 
Share this content

22 Nov 2018

PREMIO DI LAUREA DOTT. CAMILLO SCOTTI

Immagine

Consegnato a Simone Aiolfi il Premio di Laurea “Dott. Camillo Scotti” per una tesi sul Trade Marketing. Continua la collaborazione con l’Università di Parma per la ricerca di nuovi talenti e per lo sviluppo di competenze sempre più avanzate.

 

Brescello 22 novembre 2018 - ”Oggi parlare di Trade Marketing significa parlare di tutte le azioni strategiche, operative e organizzative che un produttore deve sviluppare per conquistare il mercato intermedio della distribuzione e della clientela commerciale aziendale”. E partendo da questa visione di Edoardo Fornari, Professore Associato all'Università di Parma, dove è titolare degli insegnamenti di Marketing Management e Retail Branding and Image che Simone Aiolfi, trentuno anni, cremonese, si è laureato in Economia con il più classico dei 110 e lode vincendo al contempo la prima edizione del Premio di Laurea lanciato nel 2016 nel primo anniversario della scomparsa di Camillo Scotti, per molti anni Direttore Commerciale e Marketing di Immergas.

«Fin dalla sua fondazione, nel 1964, Immergas ha scelto di puntare sui giovani talenti – ha spiegato il Presidente Alfredo Amadei – e in quest’ottica tanti ragazzi e ragazze sono entrati in azienda. Nel marzo del 1977 Camillo Scotti, 27 anni compiuti da poco, era uno di loro. Allora Immergas contava 34 dipendenti e fatturava meno di 1 miliardo di Lire. Oggi il fatturato si avvia verso i 300 milioni di euro e la forza lavoro nel mondo supera le 1.000 unità. L’importanza del marketing che in Immergas viene seguito a 360°: dal marketing tecnico a quello strategico a quello operativo è diventata, anno dopo anno, più evidente. Dallo sponsor (dal latino garante) Caius Camillus, creato nei primi anni ottanta da Camillo Scotti che ha lavorato in Immergas per 37 anni, fino alle più innovative e attuali soluzioni di comunicazione nell’era digitale, Immergas si è sviluppata tenendo sempre al centro il dialogo con rivenditori, installatori e progettisti che in tutta Italia e nel mondo scelgono le nostre soluzioni per il clima domestico orientate all’efficienza energetica e alla sostenibilità. L’aver affidato all’Università di Parma il compito di evidenziare nuovi talenti del marketing è anche la conferma del legame di Immergas con i territori dove è nata e cresciuta e con il mondo della scuola, a tutti i livelli, come appare chiaro anche dal Protocollo sottoscritto con il MIUR (il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica) per diffondere in tutte le scuole elementari e medie il progetto Energie per la Scuola lanciato in occasione del 50° Immergas».

Il Premio di Laurea “Dott. Camillo Scotti” del valore di 5.000 euro è stato consegnato a Simone Aiolfi dal Presidente di Immergas Alfredo Amadei e dalla famiglia Scotti (i figli Michele, che lavora in Immergas, e Susanna, la moglie Mariolina Fiorani e la sorella Cristina) nel Lab 5 della Domus Technica, il polo didattico dedicato alla formazione avanzata dei tecnici del settore termotecnico. L’Università degli Studi di Parma, grazie al contributo di Immergas, aveva istituito il riconoscimento a favore di laureati ai Corsi di Studio Magistrali del Dipartimento di Economia autori di una tesi di laurea sul tema “Le strategie di marketing e le politiche commerciali nell’ambito delle aziende industriali”.

«La distribuzione – ha spiegato Simone Aiolfi nel corso della cerimonia di consegna del Premio di Laurea - attraverso i suoi canali distributivi e i suoi intermediari fa sì che i prodotti arrivino materialmente ai consumatori finali. Svolge quindi un ruolo centrale nel progresso di sviluppo delle aziende. Le tendenze in atto portano verso nuove evoluzioni legate anche allo sviluppo delle tecnologie digitali e di questo tutte le i