30 Jan 2020

IMMERGAS SOSTIENE IL FAI - FONDO AMBIENTE ITALIANO

Immagine

Da quest’anno nelle iniziative legate al sostegno ai territori è inserita anche l’adesione al programma Corporate Golden Donor. Alfredo Amadei, Presidente Immergas: condividiamo i valori che ispirano l’attività del Fondo Ambiente Italiano.

 

Brescello 30 gennaio 2020 – Immergas inizia il 2020 sostenendo le attività del FAI (Fondo Ambiente Italiano) attraverso l'adesione al programma di membership aziendale Corporate Golden Donor. «Abbiamo deciso di sostenere il FAI» – spiega Alfredo Amadei, Presidente Immergas – «perché condividiamo i valori fondanti che hanno dato vita al Fondo Ambiente Italiano. Immergas crede nel radicamento territoriale, nel sostegno alla cultura e alla valorizzazione del patrimonio culturale, investendo risorse che hanno dato vita a progetti importanti realizzati con il mondo della scuola, della formazione, dello sport e con le realtà locali, in tutta Italia. Agire concretamente, come il FAI, è la nostra strada per sviluppare la nostra idea di Corporate Social Responsibility, che è parte del nostro programma di lavoro sui temi della sostenibilità, partendo dai sistemi per il clima domestico orientati al risparmio energetico e al comfort delle abitazioni che da oltre 55 anni portiamo in tutto il mondo». Il FAI da oltre 40 anni si impegna per realizzare un grande progetto di tutela che è anche un’ambiziosa sfida culturale: fare dell’Italia un luogo più bello dove vivere, lavorare e crescere i nostri figli. Il patrimonio paesaggistico e culturale, che il FAI salvaguarda e promuove, rappresenta infatti un capitale unico al mondo e la risorsa fondamentale su cui investire per far rinascere, sviluppare e valorizzare il nostro meraviglioso Paese. Grazie al sostegno dei suoi numerosi aderenti, sia privati cittadini che aziende, il FAI tutela e gestisce ben 64 Beni su tutto il territorio nazionale; importanti insediamenti storici, artistici e paesaggistici salvati dall’incuria, restaurati, protetti e aperti al pubblico. Ogni giorno il FAI si impegna a proteggere e rendere accessibili a tutti splendidi gioielli d'arte, natura e cultura disseminati nelle campagne, nelle città e sulle coste del nostro Paese; a educare e sensibilizzare la collettività alla conoscenza, al rispetto e alla cura dell’arte e della natura e a farsi portavoce delle istanze della società civile vigilando e intervenendo attivamente sul territorio.

 
Share this content

23 Dec 2019

IN CLASSE ARRIVANO LE BORRACCE ANTI-PLASTICA

Immagine

Immergas lancia il progetto “Scuole Plastic Free” per incentivare l’uso di contenitori riutilizzabili e dell’acqua del Sindaco. I primi test a Brescello, Poviglio e Viadana si inseriscono nei programmi di educazione per gli allievi delle elementari e delle medie.

 

Brescello 23 dicembre 2019 – “Riempitele, riempitele, riempitele. Usatele, usatele, usatele”. Sono le borracce in alluminio che Immergas ha donato a centinaia di allievi delle scuole elementari e medie di Brescello e Poviglio in Emilia Romagna e di Viadana in Lombardia per lanciare, dopo il primo test in provincia di Avellino in Campania, il progetto Scuole Plastic Free, che arricchisce il programma di educazione alla sostenibilità Energie per la Scuola.

«In pochi giorni abbiamo fornito gli strumenti operativi per eliminare in un solo anno quasi 550.000 bottiglie di plastica» – spiega il Presidente di Immergas Alfredo Amadei – «dando valore all’acqua pubblica, sana e gratuita, visto che nelle scuole dove sono state distribuite le borracce sono installate anche le colonnine per l’erogazione dell’acqua del Sindaco. Il programma Scuole Plastic Free di Immergas si allinea alle scelte che regioni come Emilia Romagna, Lombardia e Campania stanno portando avanti e si inserisce nel protocollo che Immergas ha sottoscritto con il MIUR, il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica. Le borracce in alluminio sono solo il primo piccolo passo sulla strada Plastic Free che Immergas vuole intraprendere, ma è un passo avanti concreto che oltre alle scuole coinvolgerà anche le famiglie, come del resto avviene con le piccole buone pratiche per risparmiare energia che continueremo a portare nelle scuole anche nel 2020».

L’operazione “Scuole Plastic Free” lanciata da Immergas parte dalla stretta collaborazione con i docenti, come hanno sottolineato i Dirigenti Scolastici di Poviglio e Brescello, Elisabetta Mangi unitamente a quelli di Viadana, Simone Madonna, Mariella Ceccarelli e Sandra Sogliani con le amministrazioni locali.

«Mai come in questo momento i piccoli gesti fanno la differenza» – spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione di Immergas – «solo per fare l’esempio di Viadana abbiamo donato alle scolaresche quasi 2.000 borracce in alluminio, sicure, riutilizzabili e anche molto belle, con lo stemma del Comune unito a quelli di Immergas e ImmerEnergy, la divisione di Immergas dedicata al mercato dell’Efficientamento Energetico e delle Energie Rinnovabili. Investiamo sulle scuole, elementari e medie, perché l’esperienza di cinque anni che abbiamo dedicato all’education sul risparmio energetico, ci dice che i risultati sono molto concreti, piccoli passi avanti sulla strada di un pianeta migliore, abbinati ai grandi passi sulle nuove tecnologie per il clima domestico che nascono nel nuovo Centro Ricerche Immergas, il Laboratorium. Scelte green che saranno il focus della partecipazione di Immergas alla fiera MCE Expocomfort nel marzo 2020».

Brescello - «Queste azioni mirate al mondo della scuola» - ha spiegato il Sindaco di Brescello Elena Benassi nel corso dell’evento presso il polo scolastico Panizzi – «fanno parte delle misure previste dal Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia che abbiamo sottoscritto. É un impegno verso le nostre comunità e verso l’Europa per arrivare a risultati concreti entro il 2030, partendo dalla riduzione del 30% delle emissioni di Co2 e gas serra. Sono obiettivi ambiziosi, ma al tempo stesso sono più che mai urgenti e anche piccoli passi come eliminare le bottiglie di plastica nelle scuole sono passi significativi».

Poviglio - «Sarà un percorso lungo, ma quella che avvertiamo è una sensibilità nuova» - ha ribadito il Sindaco di Poviglio Cristina Ferraroni durante le iniziative nella scuola De Sanctis – «l’attenzione che sta ottenendo il movimento lanciato da Greta Thumberg è la conferma che queste tematiche devono diventare un impegno quotidiano. É una forza che deve essere valorizzata anche in territori piccoli come il nostro».

Viadana - «Riteniamo che sensibilizzare i bambini e ragazzi al rispetto dell’ambiente e alle buone pratiche quotidiane» - ha commentato il Sindaco F.F. della Città di Viadana Alessandro Cavallari nel corso dell’iniziativa nella scuola Vanoni - «sia una strada importante nel percorso evolutivo dei nostri studenti. Contestualmente, nei prossimi mesi verranno installati erogatori d’acqua nei plessi scolastici e lavoreremo per eliminare posate e piatti di plastica dalle mense scolastiche. La borraccia avrà lo stemma della Città di Viadana e di Immergas che ringraziamo sin da ora per la preziosa donazione».

«L'educazione ambientale» – ha sintetizzato la Dirigente Scolastica di Poviglio e Brescello, Elisabetta Mangi - «nei suoi diversi aspetti ha sempre avuto un ruolo chiave in tutte le discipline pur non essendo materia specifica e questo perché riguarda la vita quotidiana di ciascuno di noi. I percorsi di studio fino ad ora realizzati si collocano nello scenario internazionale formalizzato nell'agenda 2030 sottoscritta da 193 Paesi membri dell'ONU. Tra i 17 obiettivi dell'agenda 2030 ne abbiamo adottati 8 e la decisione di eliminare la plastica in favore delle borracce di alluminio offerte da Immergas ad alunni e personale si inserisce in questi percorsi per proteggere l'ecosistema, aiutare il clima e garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo».

 
Share this content

12 Dec 2019

IMMERGAS PORTA “ENERGIE PER LA SCUOLA” IN CAMPANIA

Immagine

I laboratori didattici in 5 anni hanno coinvolto 40 scuole e oltre 6.000 alunni delle elementari e delle medie in sette regioni, ma anche una decina di sindaci e tanti amministratori locali.

 

Brescello 12 dicembre 2019 – La svolta “plastic free” della Regione Campania votata a Napoli dal Consiglio Regionale, è arrivata nello stesso giorno scelto da Immergas per portare anche in provincia di Avellino il programma di educazione alla sostenibilità e al risparmio energetico “Energie per la Scuola” lanciato nell’anno del 50° dalla fondazione dell’azienda.

L’impegno crescente verso il mondo della scuola, in 5 anni ha portato alla definizione del protocollo di intesa siglato con il MIUR (il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica) aprendo l’orizzonte nazionale alla diffusione del programma didattico sull’uso consapevole delle energie.

«Abbiamo già portato il programma Energie per la Scuola in sette Regioni (Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte, Marche, Campania e Friuli Venezia Giulia) coinvolgendo 40 scuole e oltre 6.000 alunni delle elementari e delle medie, ma anche una decina di sindaci e tanti amministratori locali» – spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas - « il bilancio è molto positivo e Immergas intende continuare a investire, come ha sempre fatto dalla sua fondazione, per stringere legami forti in tutti i territori, dove porta le sue soluzioni avanzate per migliorare il clima domestico, rispettando al tempo stesso l’ambiente e risparmiando energia grazie a soluzioni tecnologicamente avanzate».

Incontri aperti che lasciano una traccia concreta visto che la voglia di sostenibilità si trasmette dalle aule alle case, dai bambini e dalle bambine ai loro genitori e alla collettività come è avvenuto a Sperone in provincia di Avellino, dove 54 allievi che frequentano la quinta elementare e la terza media nei poli scolastici Giovanni XXIII e Don Ennio Pulcrano hanno animato due laboratori.

«Il comune di Sperone è tra i più virtuosi in Campania nel recupero dei rifiuti (il 94% di raccolta differenziata) e può sviluppare attenzioni sul tema del risparmio energetico» - ha aggiunto il Sindaco di Sperone Avv. Marco Santo Alaia – «anche grazie a iniziative come i laboratori per gli studenti delle scuole elementari e medie offerti da Immergas possiamo intensificare il nostro impegno anche nell’ottica di diventare un comune plastic free e per questo abbiamo dato pieno sostegno alle iniziative lanciate da Greta Thunberg».

Nella seconda giornata del tour in Campania, il programma “Energie per la Scuola: produrre meglio, consumare meno” è stato al centro di un laboratorio con 160 ragazzi delle classi premiate a livello nazionale nell’ambito del progetto per la sostenibilità ambientale degli istituti Cipolletti di Avellino e Montoro e Perna - Alighieri di Avellino. Il nostro progetto ha inoltre ottenuto il patrocinio dalla Provincia di Avellino.

All’incontro nella Sala Rossa del complesso monumentale ex Carcere Borbonico di Avellino hanno portato contributi il Provveditore agli Studi di Avellino Dott.ssa Rosa Grano, che è anche referente regionale del MIUR, il Direttore Finanziario degli istituti scolastici parificati di Avellino e Montoro Prof. Gaetano Criscitello, la Coordinatrice Didattica e Legale dell’Istituto Cipolletti Dott.ssa Emilia Sica, il Sindaco di Montoro e Consigliere della Provincia di Avellino Avv. Girolamo Giaquinto, il Consigliere Comunale di Montoro Raffaele Guariniello, docenti e amministratori locali impegnati nei progetti di educazione alla sostenibilità.

«Sicuramente la collaborazione con un’azienda come Immergas apre nuove opportunità per insegnanti e allievi» – ha commentato il Provveditore agli Studi di Avellino Dott.ssa Rosa Grano – «ci consente di realizzare iniziative didattiche basate su una formula che attira l’interesse dei nostri studenti. I laboratori scientifici sono per noi la metodologia vincente per promuovere conoscenze e competenza. É un modello replicabile, possiamo immaginare un percorso con tante scuole della provincia di Avellino che potrà essere arricchito e sviluppato».

Azioni concrete, piccoli gesti che il programma Energie per la Scuola stimola e che possono trasformarsi in grandi cambiamenti nelle abitudini quotidiane.

«Cogliendo le sensibilità plastic free che stanno conquistando consensi» – ha aggiunto Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas – «abbiamo donato a tutti gli allievi che hanno partecipato al programma Energie per la Scuola una borraccia per aiutarli a non usare più bottiglie di plastica».

Due eventi che puntano a rendere la Campania sempre più plastic free e al tempo stesso vogliono informare gli studenti delle scuole elementari e medie sulle tante piccole e grandi azioni positive che possono scegliere di fare, ogni giorno, per contribuire a salvare la Terra dove vivono, partendo dall’uso della borraccia donata da Immergas per eliminare tante bottiglie di plastica.

Piccoli gesti che si uniscono alla decisione del Consiglio Regionale della Campania che ha approvato la Proposta di Legge firmata dal consigliere regionale Carlo Iannace, “Misure per la riduzione dell’incidenza della plastica sull’ambiente e modifiche legislative in materia ambientale” che riguarda tutti i luoghi in cui è fatto divieto di utilizzare materiale in plastica, come scuole, uffici pubblici, parchi, aree protette e spiagge, a partire dal 3 luglio 2021. Un provvedimento legislativo che ha visto gli studenti della Provincia di Avellino partecipare attivamente alla fase di studio sulla nuova Legge e altrettanto attivamente partecipare alle iniziative lanciate da Immergas.

 
Share this content

14 Nov 2019

IMMERGAS WITH AMAX GAS FOR 20 YEARS MARKET LEADER ALSO IN BULGARIA

Immagine

In Sofia, President Alfredo Amadei announced a new record: one in five boilers in Bulgaria bears the Immergas name and there are excellent prospects for the future expansion of the branch that has a turnover of 5 million euros. Further collaboration with the Technical School that trains home climate control professionals and meetings with the economic team of the Italian Embassy.

 

Brescello 14 November 2019 – Immergas is drawing to the close of 2019, the year of its 55th anniversary since its foundation, as market leader in condensation boilers in Italy for the 15th year running with a double-digit growth rate, and confirms its sales lead in Bulgaria, too, thanks to the development of the Amax Gas branch, which celebrates its 20th anniversary since its foundation.

«Twenty years prove that this is a partnership based on a long-term vision» - pointed out the President of Immergas Alfredo Amadei - «we have followed the development of the Bulgarian market step by step until we have become market leaders, thanks also to our choice of investing in the training of sector professionals and in the quality of our partners right from the start of our expansion in that country. Our growth is also due to new solutions focused on energy saving and sustainability, which are received with great interest». Amax Gas Ltd. was founded in 1999 by Lubomir Hadjiysky, who at once aimed at the development and dissemination of the Immergas brand and its “Made in Italy” products, in order to offer complete and increasingly efficient solutions.

«The Bulgarian market» - comments Lubomir Hadjiysky - «started to develop 20 years ago and we immediately took the opportunity to grow. Today the gas network is a reality and we expect that in the next few years a combination of gas and electrical systems will develop. In this context we are and will be able to offer technologically-advanced solutions for home climate control and I am optimistic about the future». Thanks to regular refresher courses for Bulgarian technical installers, as well as numerous training courses, presentations, partnerships and services to end customers, Amax Gas, in close collaboration with Immergas, has built up a solid position as market leader in Bulgaria: more than 4,000 boilers sold in 2019, corresponding to a market share of over 30%.

Amax Gas will end 2019 with a turnover of about 5 million euros, while the Immerfin Group is expecting a consolidated turnover of 300 million.

Amax Gas has grown and has established a team of 25 employees who follow over 500 customers in Sofia and throughout Bulgaria.

In 2010 the new Amax Gas operational headquarters were built and in 2013 Immerfin, the holding company that controls Immergas, decided to acquire control of the company, which thus became a full member of the Group. As for the future, Immergas confirms its commitment to keep focussing the new installations in Bulgaria on energy saving, sustainability and home comfort.

Within this context, the President of Immergas SpA, Alfredo Amadei, and the Managing Director of Amax Gas, Lubomir Hadjiysky met the team of the Italian Embassy in Sofia: «our Made in Italy is certainly much appreciated in Bulgaria» - stated Francesco Calderoli, Deputy Head of Mission of the Italian Embassy in Sofia - «not only for its fashion and design but also for its cutting-edge technology, as in the case of Immergas. This is a growing country and therefore the prospects are good».

Ambassador Stefano Baldi also referred to these themes when he welcomed all the guests (about 150), Bulgarian and Italian customers and suppliers, gathered at the Oborishte 5 Exhibition Centre, in the heart of Sofia: «the experience of Immergas in Bulgaria is an excellent example of courage in choosing to promote the excellence of Made in Italy abroad. Through the daily work of many companies like Immergas, this year Italy is once again confirmed as Bulgaria’s second commercial partner».

In addition to the training that every year brings hundreds of professionals in the sector to Sofia for refresher courses and sessions, Amax Gas has been working with the Henry Ford Advanced Technical School of Energy and Transport to train the technicians of the future which, in Bulgaria as well, will be all about comfort, energy saving, and sustainability.

This commitment has also materialized in concrete form with the installation of a technical-educational room focused on cutting-edge hybrid systems for home climate control, which welcomes over 300 students a year.

Immergas has announced new developments for the next few years and the launch of new home climate control solutions focused on the Bulgarian market, which has great potential for growth, starting from their well-established connections and from the positioning which sees Italy as Bulgaria’s second commercial partner for both imports and exports. These ties are also visible in the flags of the two countries, which display the same colours.

 
Share this content

16 Oct 2019

“A CASA TUTTO BENE?” LE SOLUZIONI IMMERGAS - SCENARI PER PROGETTARE, COSTRUIRE E ABITARE

Immagine

Immergas ha partecipato al meeting promosso da Edili Reggio Emilia e da GoldenPath, salute e benessere, che ha riunito al Centro Internazionale Loris Malaguzzi a Reggio Emilia esperti e professionisti attivi in tutta la filiera dell’abitare: dalla progettazione alla costruzione con i contributi dei produttori di impianti e tecnologie.

 

Brescello 16 ottobre 2019 - L’evoluzione del concetto di sostenibilità dell’abitare orientata al comfort, al risparmio energetico e all’efficienza è stata al centro di un meeting promosso da Edili Reggio Emilia e da GoldenPath, salute e benessere, che ha riunito al Centro Internazionale Loris Malaguzzi a Reggio Emilia esperti e professionisti attivi in tutta la filiera dell’abitare: dalla progettazione alla costruzione, con i contributi dei produttori di impianti e tecnologie.

Immergas ha dato pieno sostegno al confronto a più voci aperto dal Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donnini che ha ribadito la necessità di: «Rigenerare il patrimonio edilizio esistente per realizzare lungo la via Emilia un futuro fatto di città più sostenibili. É questa la scelta che abbiamo fatto e che portiamo avanti anche con incentivi per chi rigenera edifici esistenti e si avvale dei concorsi di progettazione».

Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas, è stato tra i relatori del focus “comfort e salubrità degli spazi abitati”. Montanini ha presentato le soluzioni Ibride Immergas che erano al centro anche di uno stand allestito nel contesto del meeting: «l’85,3% dei consumi di una casa è legato al benessere e al comfort, quindi per affrontare le sfide del futuro è necessario ragionare con un’ottica integrata: non è più sostenibile considerare l’impianto di riscaldamento, il condizionamento, l’acqua calda sanitaria, il trattamento dell’aria come cose separate. Solo integrandole con un gestore intelligente e con il complesso delle soluzioni tecnologiche installate nell’edificio, si potrà fare un reale passo avanti verso la sostenibilità e Immergas vuole lavorare in questa direzione anche aiutando tutta la filiera delle costruzioni a recepire i tanti cambiamenti che abbiamo di fronte a livello normativo, offrendo consulenza e supporto a progettisti e installatori».

Molto interesse ha suscitato la riflessione di Marcello Balzani, Presidente di Clust-ER Build di Bologna: l’associazione di imprese, centri di ricerca, enti di formazione che condividono competenze, idee e risorse per sostenere la competitività del settore dell’edilizia e costruzioni. Immergas è tra i soci di Clust-ER Build: «In Emilia Romagna» - commenta Marcello Balzani - «abbiamo creato una rete di competenze che può sviluppare un vero laboratorio sull’abitare del futuro per dare soluzioni concrete e applicabili».

L’idea del meeting è di Mauro Carretti che ha fondato GoldenPath a Reggio Emilia per dare un approccio interdisciplinare al tema del benessere anche nel costruire e nell’abitare: «Credo che il dialogo tra diverse professionalità legate alla progettazione e costruzione dell’abitazione» – commenta Mauro Carretti - «non possa prescindere dal benessere psicofisico di chi abiterà la casa e per questo abbiamo organizzato il primo confronto a più voci. Altri ne seguiranno».

Il meeting che prevedeva il riconoscimento di crediti formativi per architetti, ingegneri, geometri e periti era patrocinato da Comune e Camera di Commercio di Reggio Emilia.

 
Share this content

Related news
 
Contacts
 
IMMERGAS S.p.A.
VIA CISA LIGURE, 95 - 42041 BRESCELLO (RE) ITALY
marketing@immergas.com
QUALITY IN SERVICES
MADE IN ITALY
50 years of experience
OVER 6 MILLION BOILERS INSTALLED