PIENO RISPETTO DELLE NORMATIVE
 

Con il Decreto Rinnovabili (D.Lgs. n. 28/11) l'Italia si adegua alle disposizioni europee che vogliono limitare l'uso dei combustibili fossili e impongono le energie rinnovabili per climatizzare e produrre acqua calda negli edifici nuovi o sottoposti a ristrutturazioni rilevanti. In particolare, l'impianto di produzione di ENERGIA TERMICA deve essere progettato e realizzato in modo che l'energia ottenuta da impianti a fonti di energia rinnovabili (FER) garantisca sia il 50% dei consumi previsti per l'acqua calda sanitaria (ACS) sia il 50% * della somma dei consumi previsti per ACS, riscaldamento e raffrescamento.

Per ottenere questi risultati non basta la semplice aggiunta di pannelli a solare termico ma sono necessarie più tecnologie. Per questo Immergas propone sistemi ibridi sistemi studiati per integrare caldaie a gas a condensazione con solare termico e pompe di calore aria/acqua AUDAX eventualmente alimentate dal fotovoltaico. Così si realizzano impianti riscaldamento e raffrescamento che soddisfano pienamente le richieste di legge e ottimizzano gli spazi.

 

DETRAZIONI E INCENTIVI

I sistemi Ibridi compatti utilizzati in sostituzione di vecchi impianti di climatizzazione invernale possono beneficiare:
 

  • del Superbonus 110% (IRPEF), per interventi che garantiscono il miglioramento dell’efficienza energetica di almeno 2 classi di edifici o unità immobiliari residenziali esistenti. Questa detrazione, che si applica alle spese sostenute dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021, viene ripartita in 5 anni e si applica a specifici interventi; i pagamenti delle spese relative all'intervento devono essere effettuati, come sempre, tramite bonifico (bancario o postale), se i richiedenti sono "persone fisiche".Per l'iter burocratico e i relativi adempimenti vai alla sezione agevolazioni fiscali

  • della Detrazione 65% (IRPEF o IRES) per le riqualificazioni energetiche degli edifici esistenti, fino al 31 dicembre 2019. La Detrazione 65% – di cui possono beneficiare sia i privati che le imprese (soggetti IRPEF o IRES) – si applica a specifici interventi, fra i quali ricordiamo la sostituzione dell'impianto di climatizzazione invernale con pompa di calore ad alta efficienza e contestuale messa a punto/equilibratura del sistema di distribuzione. Tale agevolazione va ripartita in 10 anni; i pagamenti delle spese relative all'intervento devono essere effettuati, come sempre, tramite bonifico (bancario o postale), se i richiedenti sono "persone fisiche".Per l'iter burocratico e i relativi adempimenti vai alla sezione agevolazioni fiscali

  • del Conto Termico 2.0, attivo dal 2013 e rivolto a Pubblica Amministrazione, privati e imprese. Viene incentivata la sostituzione dell'impianto di climatizzazione invernale con sistemi Ibridi compattiad alta efficienza e contestuale messa a punto/equilibratura del sistema di distribuzione. Gli incentivi sono calcolati seguendo le indicazioni del D.M. 16/02/16 e sono corrisposti in 2 anni se il sistema Ibrido compattoè ≤ 35 kW, in 5 anni se supera tale potenza. Anche in questo caso i pagamenti devono essere effettuati con bonifico (bancario o postale), se i richiedenti sono "persone fisiche".Per l'iter burocratico e i relativi adempimenti vai alla sezione agevolazioni fiscali



*A livello Regionale e Provinciale possono essere emanati provvedimenti più restrittivi circa le percentuali di copertura
(è opportuno quindi verificare sempre se a livello locale esistono disposizioni in tal senso).
 
QUALITY IN SERVICES
MADE IN ITALY
50 years of experience
OVER 6 MILLION BOILERS INSTALLED