SISTEMI INTEGRATI CON IL RINNOVABILE

 

Alla luce dei nuovi obblighi legislativi sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili (D.Lgs. 28/11), anche per gli impianti centralizzati diventa sempre più importante integrare ai generatori di tipo tradizionale (caldaie di alta potenza) altre tecnologie di tipo rinnovabili (pompe di calore, solare termico, solare fotovoltaico). Devono sottostare a questo indirizzo gli edifici nuovi con richiesta del titolo edilizio successiva al 31 maggio 2011 o quelli sottoposti a ristrutturazioni rilevanti[1]. Per essi la percentuale richiesta di energia rinnovabile per la produzione di energia elettrica, termica e frigorifera è via via crescente negli anni[2].

Immergas fornisce un'ampia gamma di soluzioni come impianti centralizzati per soddisfare questo nuovo obbligo. In particolare grazie al gestore di sistema è possibile sviluppare applicazioni centralizzate con:

  • caldaie di alta potenza
  • una o più pompe di calore in batteria (fino a 4)
  • impianto solare termico
  • impianto solare fotovoltaico

 

Analogamente alla soluzioni per impianti autonomi, con la combinazione di queste tecnologie per impianti di alta potenza, si hanno vantaggi in termini di:

  • riduzione costi di gestione
  • aumento di valore dell'immobile grazie al miglioramento della classe energetica
  • riduzione emissioni inquinanti
  • possibilità di accedere alle detrazioni fiscali in caso di edificio esistenti

 

L'utilizzo dei sistemi di contabilizzazione presenti nella gamma Immergas consente infine di ripartire equamente i consumi in funzione dell'energia effettivamente utilizzata, permettendo agli utenti di scegliere le temperature e gli orari che più soddisfano le proprie esigenze.

 


[1] Edificio che ricade in una delle seguenti categorie:

a) edificio esistente avente superficie utile superiore a 1000 metri quadrati, soggetto a ristrutturazione integrale degli elementi edilizi costituenti l'involucro;
b) edificio esistente soggetto a demolizione e ricostruzione anche in manutenzione straordinaria.

[2] Gli impianti di produzione di energia termica devono essere progettati e realizzati in modo da garantire il contemporaneo rispetto della copertura, tramite il ricorso ad energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili, del 50% dei consumi previsti per l'acqua calda sanitaria e delle seguenti percentuali della somma dei consumi previsti per l'acqua calda sanitaria, il riscaldamento e il raffrescamento:

a) il 20 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013;
b) il 35 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016;
c) il 50 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è rilasciato dal 1° gennaio 2017. Leggi regionali possono inoltre stabilire incrementi di tali valori, come ad esempio il D.G.R. 156/08 (e s.m.i.) dell'Emilia Romagna.

 

QUALITY IN SERVICES
MADE IN ITALY
55 years of experience